Quel formulario (illegale) che gira sul web: "Grillini, ricontiamoci"

In rete l'appello agli elettori M5S. Ma attenzione alla truffa: così raccolgono dati sensibili

"Questo formulario parte dalla volontà degli attivisti di verificare il regolare svolgimanto delle elezione del 25/5/2014. Perché sia efficace deve essere compilato SOLAMENTE dai cittadini che hanno votato Movimento 5 Stelle alle elezioni europee del 25/5/2014. Rendendo palese il tuo voto Cinquestelle ci darai modo di verificare se ci sono stati brogli". È l'appello surreale che sta circolando in queste ore, dopo la débâcle del M5S alle Europee. 

Non si sa da dove sia partito (il primo riferimento è in un commento a un articolo del sito di controinformazione InformarexResistere), fatto sta che sta girando soprattutto sui social, rimbalzando di bacheca in bacheca. Si tratta di un formulario creato con la funzione Docs di Google. Impossibile risalire a chi lo a creato. Di certo, che sia in buona fede o no, chi lo ha fatto si potrebbe ritrovare con un elenco significativo di dati sensibili (nomi, documenti di riconoscimento, email, numeri di telefono, ecc.). "I dati non saranno trattati per nessun altro utilizzo", assicura il formulario. Ma, ovviamente, non c'è nessuna garanzia e il formulario somiglia pericolosamente alle email di phishing (per intenderci, quelle in cui vi chiedono i dati del vostro conto bancario ad esempio) che arrivano continuamente nella nostra casella.

Al di là della pericolosità e illegalità della raccolta dati, il documento cita anche l'art. 48 della Costituzione Italiana secondo il quale è possibile "rinunciare il mio diritto di voto segreto per quanto concerne la votazione del 25/05/2014". Peccato che nell'art. 48 non ci sia nessun riferimento alla possibilità di rinunciare a tale diritto: "Sono elettori tutti i cittadini, uomini e donne, che hanno raggiunto la maggiore età. Il voto è personale ed eguale, libero e segreto. Il suo esercizio è dovere civico. La legge stabilisce requisiti e modalità per l'esercizio del diritto di voto dei cittadini residenti all'estero e ne assicura l'effettività. A tale fine è istituita una circoscrizione Estero per l'elezione delle Camere, alla quale sono assegnati seggi nel numero stabilito da norma costituzionale e secondo criteri determinati dalla legge. Il diritto di voto non può essere limitato se non per incapacità civile o per effetto di sentenza penale irrevocabile o nei casi di indegnità morale indicati dalla legge".

Commenti

max.cerri.79

Mar, 27/05/2014 - 13:09

Nessuno obbliga Nessuno, se uno vuole fornire i suoi dati lo fa, altrimenti no. Grazie per averlo segnalato, vado a compilarlo visto che il 42% mi puzza mica male...

Ritratto di federalhst

federalhst

Mar, 27/05/2014 - 14:46

Ennesima buffonata per i gonzi del 'popolo della rete' che non poteva che arrivare dal 5 stalle.

hectorre

Mar, 27/05/2014 - 18:28

un benvenuto ai grullini nel mondo sinistro.....dalle primarie pd(denunciate anche da striscia e le iene)alle urne,qualche dubbio sorge spontaneo....anche l'elezione di prodi lasciò moltissimi dubbi.....ma l'unico ricorso vincente è quello contro cota in piemonte....mah......a pensar male..............

jakc67

Mer, 28/05/2014 - 06:24

si respira sollievo in italia, da un paio di giorni, abbiamo relegato i grulli dentro il recinto settario dei loro paraguru, abbiamo dimostrato loro che siamo un popolo di pigri, ma se serve interveniamo in massa e schiacciamo chiunque.... passare dal terrore di finire in mano ad una massa di ciberguidati al sollievo per quel che è effettivamente avvenuto... povere anatre starnazzanti, non ero il solo a pensarlo, fortunatamente...

gamma

Mer, 28/05/2014 - 08:35

Ognuno, può liberamente dare dati personali se gli sono richiesti da qualcun altro. Ma chi li chiede, per legge, deve a sua volta essere palese e identificabile, deve spiegare ufficialmente (vale a dire con dichiarazione firmata e consultabile liberamente a che scopo chiede i dati alle persone e nel caso di una richiesta riguardante il dato della scelta di voto che è un dato piuttosto delicato, deve essere autorizzato dalle autorità.