Quella nomina razzista intrisa di buonismo

Denuncio la nomina di Cécile Kyenge a ministro della Cooperazione internazionale e l'Integrazione come un atto di razzismo nei confronti degli italiani

Come ex-immigrato da 40 anni orgogliosamente italiano denuncio la nomina di Cécile Kyenge a ministro della Cooperazione internazionale e l'Integrazione come un atto di razzismo nei confronti degli italiani. Lei personalmente non c'entra nulla: il fatto che sia di origine congolese, che abbia o meno la doppia cittadinanza e, per cortesia, lasciamo stare il discorso sul colore della pelle che è indegno di una nazione civile. La mia denuncia si fonda innanzitutto sul fatto che l'integrazione degli immigrati non può prescindere dalla condivisione dei valori fondanti della nostra identità nazionale e dal rispetto delle regole che sostanziano la cittadinanza italiana. Viceversa Kyenge e il Pd, un contenitore che sta per implodere che associa ex-comunisti, catto-comunisti e spregiudicati qualunquisti, promuovono un modello di società multiculturalista, relativista e buonista dove si vorrebbe imporre alla nostra Italia di adottare l'ideologia immigrazionista, che c'impone di spalancare le frontiere per accogliere tutti, costi quel che costi, concependo l'immigrato buono a prescindere, e che in definitiva ci porterebbe ad annullarci come nazione per fonderci nel globalismo considerato come il traguardo più ambito, l'apice della nuova civiltà che ci premierebbe quali «cittadini del mondo», liberandoci definitivamente del «provincialismo» che ancora ci lega all'amore per la Patria.

In secondo luogo denuncio il fatto che, in un momento in cui circa 6 milioni di italiani sono letteralmente ridotti alla fame e metà delle famiglie non arriva a fine mese a causa di uno Stato ladrone e aguzzino che costringe ogni giorno mille imprese creditrici a fallire, il governo dovrebbe avere come proposta programmatica di fondo il principio «Prima gli italiani». Di fronte agli imprenditori e ai lavoratori che si suicidano per disperazione e che arrivano, come è accaduto ieri, a voler uccidere i simboli delle istituzioni, è da criminali favorire gli immigrati a discapito degli italiani. In questa crisi strutturale causata dalla speculazione finanziaria globalizzata, dalla dittatura europea e dallo strapotere delle banche, il governo ha il dovere di privilegiare gli italiani nell'accesso ai beni e ai servizi per salvaguardare il nostro legittimo diritto alla vita, alla dignità e alla libertà qui nella nostra casa comune. Invece questa sinistra ci dice che dobbiamo rassegnarci alla prospettiva della civiltà multiculturalista, dove si diventa italiani se si nasce in Italia anche se i genitori disprezzano l'Italia, dove si sommano e si fondono i valori, le identità e le culture perché sarebbero tutte uguali a prescindere dai loro contenuti.

Il risultato è il fallimento della civile convivenza che si tocca con mano proprio nei Comuni amministrati dalla Sinistra, da Torino a Bologna, da Padova a Firenze. In terzo luogo denuncio il fatto che per ragioni vergognosamente elettoralistiche, con la finalità di accaparrarsi il voto degli immigrati costi quel che costi, il Pd investe sul maggior afflusso degli immigrati in Italia per colmare il deficit demografico e i posti di lavoro sgraditi dagli italiani. Un governo che ama l'Italia dovrebbe invece favorire la crescita della natalità degli italiani sostenendo concretamente la famiglia naturale e, in parallelo, riformare l'Istruzione per affermare la cultura della responsabilità, del dovere e delle regole che induca i giovani italiani a rivalorizzare i lavori manuali. Mi auguro di essere smentito dall'operato del neo-ministro Kyenge ma nell'attesa è nostro diritto e dovere proclamare ad alta voce «Prima gli italiani».
twitter@magdicristiano

Annunci

Altri articoli
Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Lun, 29/04/2013 - 08:30

Caro Cristiano , ma da che mondo e mondo i comunisti hanno fatto sempre politiche antiitaliane.Chiamiamoli ghibellini , giacobini .Loro hanno cervelli internazionali, con questa politica degli emigranti in europa la sinistra e al potere , cosa pensavi che questi infami nostrani fossero diversi ? No sono loro che hanno dato il via a queste politiche come il Duce una volta venne copiato quasi da tutta l´ europa.Noi italiani siamo oramai gli stranieri in questa nostra nazione, e se tu parli titacciano anche di razzismo.Ebben io parlo , condivido cio che dici e mi dassera anche del xenofobo.Io me ne frego , ma la bocca non me la tappano, specialmente le zecche rosse.

Cinghiale

Lun, 29/04/2013 - 08:48

Ministro dell'integrazione? Serve per farci integrare meglio con i nuovi arrivati? Non dovrebbe essere chi arriva che per primo impara i ritmi di chi lo ospita e rispetta i suoi valori? Adesso siamo proprio nella merda, con questa qui e la Bonino agli esteri siamo fottuti.

Manuela1

Lun, 29/04/2013 - 08:51

Ecco un bel articolo che fomenta un pò d'odio. Complimenti.

swiller

Lun, 29/04/2013 - 08:52

Complimenti per l'articolo.

la mola manlio

Lun, 29/04/2013 - 08:57

concordo pienamente con l'articolo di Magdi Cristano Allam,aggiungo inoltre che sarebbe opportuno sapere che religione professa la Signora..questo non per discriminazione ma solo perchè alcune religioni non distinguono tra laicità e spiritualità. inoltre credo che un argomento che ha una importanza tale da modificare radicalmente la nostra società debba almeno essere trattato da un Italiano. saluti

franco@Trier -DE

Lun, 29/04/2013 - 08:59

Io sono per politici italiani vedremo se questa africana aiuterà l'emigrazione verso l'Italia dei congolesi, questi in italia mancano ancora.

Walter78

Lun, 29/04/2013 - 09:02

"Prima gli Italiani" e non "prima gli italiani" caro Allam, tanto per iniziare... dopo la lezioncina di grammatica, si da il caso che Cécile Kyenge sia Italiana tanto quanto il sottoscritto e, a quanto pare, anche lei... pertanto il suo articolo è svuotato di ogni argomentazione utile ed è uno sterile esercizio di qualunquismo...

epesce098

Lun, 29/04/2013 - 09:02

Parole sacrosante!!!

geremialettiga

Lun, 29/04/2013 - 09:04

Un articolo pretestuoso e intriso di invidia. Si nota anche dal (grande?) risultato elettorale dell'autore.

Ritratto di massacrato

massacrato

Lun, 29/04/2013 - 09:06

Ineccepibile.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 29/04/2013 - 09:09

Dopo millenni di civiltà e di conquiste in tutti i campi ed in tutte le arti gli italiani devono inchinarsi ad un'africana per farsi integrare a casa loro nei confronti degli stranieri.Strano paese il nostro,avanziamo come i gamberi.

Albaba19

Lun, 29/04/2013 - 09:15

giornale contraddittorio e commenti contraddittori, gli immigrati sono stati per anni utilizzati a fini politici, andava bene sia al PD come bacino di voti che alla destra per rivendicare una identità nazionale, il problema è che in questa situazione nessuno dico nessuno ha fatto niente per regolamentare il flusso, gestire l'emergenza, trovare il modo di integrare (non renderli italiani "integrare") queste persone, apparte qualche leggina per tamponarne il flusso, che oggi sono diventati uno dei motori dell'italia (pomodori, mele, cocomeri, lavori poco gratificati e quasi tutti al NERO!). non è razzismo è solo speculazione politica di entrambi gli schieramenti e ipocrisia, basti pensare che la lega ne ha fatto un baluardo della sua politica per anni come quella contro i comunisti e poi si è alleata nuovamente con la persona che è il migliore amico del piu comunista che esista putin. ma per favore!

angelomaria

Lun, 29/04/2013 - 09:17

quanto ha ragione perche non vs incongo dove hanno bisogno di grnte com lei e ddaltronde e'lasua patria edi cose da sistemare ne hanno fin troppe

mariano1963

Lun, 29/04/2013 - 09:18

Buonismo a tutti i costi!... queste sono le priorita' dell'Italiano medio. Far vedere, a tutti costi, la bonta'(pseudo) che e' dentro di noi. Basta vedere tutte le iniziative a favore dei cani dove, qualcuno ha proposto di dar loro i cognomi dei padroni per facilitarne i lasciti (eredita') assistenza sanitaria ecc., risultato?... siamo penosi.

Ritratto di Curtis Mayfield

Curtis Mayfield

Lun, 29/04/2013 - 09:21

Caro Marforio, lei ha ragione. Ha fatto bene a scappare in Colombia, paese dove gli Italiani come lei sono tenuti in gran considerazione, fino a che non si immischiano in affari con gente pericolosa.. stia attento e si guardi bene le spalle che i Colombiani non scherzano, mica sono come noi Italianini, buonisti e caritatevoli..

laura

Lun, 29/04/2013 - 09:22

Ha ragione da vendere Magdhi Allam!! Se poi aggiungiamo che gli altri paesi adottano norme restrittive e che saimo gia' un paese colabrodo dove entrano gli scarti degli altri paesi, c'e' da vomitare solo al pensiero che diano la cittadinanza facile. Si rendono conto dei costi che questa scellerata proposta comporta??? O dobbiamo sempre tacere e pagare noi??Cosa mi dice il PD del conflitto di interessi? Una congolese a difendere gli immigrati rappresenta un conflitto di interessi grande come una casa. GRAN BRUTTA MOSSA, CARO LETTA (sa molto di zampino del colle, comunque).

FRANCK56

Lun, 29/04/2013 - 09:24

che tristezza,vedere tutti i commenti di certi poveri razzisti,il giornalista che si chiama Cristiano dovrebbe vergognarsi di esistere,anche se poverino non sa quello che dice,prima di criticare sarebbe bene vedere cosa sara' in grado di fare,comunque certe ideologie folli sono dure finire.

STRAZZACAPPA

Lun, 29/04/2013 - 09:24

Di gente italiana di colore in grado svolgere ruoli importanti ancorchè di ministro,penso che ve ne siano in gran numero. Mi chiedo che contributo potrà mai dare una oculista pescata dal nulla (su consiglio della Boldrini?), se non diagnosticare qualche cataratta o glaucoma e quindi prescrivere qualche collirio.

FRANCK56

Lun, 29/04/2013 - 09:25

che tristezza,vedere tutti i commenti di certi poveri razzisti,il giornalista che si chiama Cristiano dovrebbe vergognarsi di esistere,anche se poverino non sa quello che dice,prima di criticare sarebbe bene vedere cosa sara' in grado di fare,comunque certe ideologie folli sono dure finire.

pdoganieri

Lun, 29/04/2013 - 09:29

condivisione totale!!!!! da diramare a tutti gli organi di stampa mondiale...................

plaunad

Lun, 29/04/2013 - 09:31

Sono d'accordissimo. Inoltre non si era detto che questo doveva essere un Governo snello? Che cavolo c'entra un ridicolo Ministero dell'Integrazione? Quelli devono integrarsi seguendo le leggi normali e punto.

Antonio Vlad

Lun, 29/04/2013 - 09:32

Io, invece, denuncio l'assoluta inutilità di un ministero dell'integrazione.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Lun, 29/04/2013 - 09:32

Parole sensate!! Spero che qualcuno in alto loco legga e ne tragga conclusione.PS: è recente la decisione della Svizzera,Canton Ticino sulla presenza di immigrati ,accetteranno solo frontalieri. Prendiamo esempio da questo sano pragmatismo!!!!

Giuseppe45

Lun, 29/04/2013 - 09:34

Nuovo ministero inutile e costoso, visti i tempi che viviamo. Concordo in toto con l'articolo pubblicato. Era tempo che si dicesse la verità. I compagni anti Italiani farebbero bene a trasferirsi in Africa con il loro seguito di potenziali elettori che hanno invaso la nostra Italia. Nessuna pietà per i traditori della Patria, ammesso che abbiano compreso questo nobile concetto.

Azzurro Azzurro

Lun, 29/04/2013 - 09:35

Gentile Signor Magdi Cristano Allam ,le faccio i complimenti. Ha scritto un bellissimo articolo. Tutti gli avversari dei komunisti la pensano come Lei. Continui a scrivere e a far sentire la sua voce.

rancarani.giacinto

Lun, 29/04/2013 - 09:36

Smussiamo pure tutti gli angoli di questo mondo, ma nel profondo del nostro intimo siamo d'accordo su questo articolo. Pensate se un Italiano color latte, vada nel Congo a voler fare il politico ed entrare nel governo. Gli indigeni cosa direbbero? Altro esempio, l'acclamatissimo e amatissimo dott.strada, che i sinistronzi dicono che è conosciuto in tutto il mondo, vada in paesi del centro Africa e si presenti a fare il politico. Ne vedremo delle belle. Se passeranno tutte le idee di questa signora, fra pochi anni gli Italiani saranno una merce rara, va bene essere aperti al mondo, però................Cordialità

Ritratto di stegalas

stegalas

Lun, 29/04/2013 - 09:37

Milioni di euro per pubblicità che invitano gli italiani a non essere "razzisti" (nonostante i continui fatti di cronaca nera dimostrino la follia dell'immigrazionismo), nemmeno un euro per invitare i migranti ad essere "italiani". Che non vuol dire solo farsi una doccia almeno tre volte a settimana e non dormire per mesi con gli stessi vestiti con cui poi si va in giro di giorno (ormai sui mezzi pubblici occorre la maschera antigas) ma essenzialmente rinunciare (RINUNCIARE!) a tutte quelle tradizioni della propria terra d'origine che confliggono con il modo di vivere italiano. Perché non è possibile né accettabile né giusto trapiantare la propria terra in un'altra terra. Perché l'Italia ha una storia millenaria, con usi e costumi millenari, mica gli USA, dove qualunque straniero è poco meno straniero dei locali, che al più sono lì tre secoli. L'Italia li accoglie, loro cosa fanno per meritare questo privilegio? Invece assistiamo all'inquietante sorgere di tante enclaves straniere, nuclei fondanti di quella che in un futuro prossimo sarà una guerra tra fazioni. Ognuna chiusa ed impermeabile, alla faccia dall'integrazione. Quali sarebbero poi i propositi integrativi del neoministro? Abolire la Bossi-Fini, dare la cittadinanza ai migranti. Più che ministro dell'Integrazione la chiamerei ministro dell'Invasione. Perché, ad esempio, non propone il raddoppio delle pene per i migranti che delinquono, anche per rispetto di quelli onesti? Vieni qui a farti accogliere e delinqui pure? Non meriti una pena più severa?

maleo

Lun, 29/04/2013 - 09:38

Articolo condivisibile in toto.Non vedo ne invidia ne odio,solo un'analisi veritiera del presente.Quanto la fatto che alcuni facciano rilevare l'Italianità della Signora ministro,mi sembra veramente un'ipocrisia facilmente sbugiardabile se guardiamo al programma che costei vuole portare a compimento.Jus soli e abolizione della Bossi Fini,per prima cosa.Ma davvero ,avevamo bisogno di una simile spintrella verso la confusione e la totale perditá dei diritti?Dei nostri diritti a scapito degli altri.Tutti i nostri servizi sociali sono occupati a fornire assistenza agli immigrati,dalle case agli asili,alla sanitá,tutto viene gratuitamente elargito agli immigrati e fatto pagare a chi è Italiano.Questa é una realtá,non è altro che discriminazione al contrario.

giovanni PERINCIOLO

Lun, 29/04/2013 - 09:38

Parole chiare e non contestabili ma tant'é, bisogna prendere atto che in Italia esiste un sinistra coacervo di comunismo e cattolicesimo schizofrenico (vedi bindi) che da anni predica contro gli interessi nazionali. Cosi come per gli omosessuali siamo passati dalla omophobia dilagante alla etherophobia dilagante anche nel caso degli immigrati siamo ormai allo stesso traguard. Se non dai sempre ragione all'immigrato a prescindere sei automaticamente qualificato come razzista. In Italia la giusta via di mezzo non ha cittadinanza!

vince50

Lun, 29/04/2013 - 09:38

Quando si dicono delle verità sacrosante elencando una parte dei problemi di questo sfasciato paese,ad alcuni sapientoni che volano troppo in alto senza avere i piedi per terra da sempre fastidio.Bisogna sempre "cazziare" chi si permette il lusso e l'arroganza di discostarsi dalle ideologie rosse,una massa di ipocriti grandi teorizzatori i quali rappresentano la causa principe della totale rovina di questa pattumiera chiamata Italia.

rancarani.giacinto

Lun, 29/04/2013 - 09:38

E pensandoci meglio ho paura che tutte le donne axtracomunitarie incinte verranno a partorire in Italia!!!!!! Cordialità

rancarani.giacinto

Lun, 29/04/2013 - 09:39

A seguito del mio ultimo messaggio, quello che ho scritto non vuol dire essere razzisti!!!!!!!!!!Cordialità

Azzurro Azzurro

Lun, 29/04/2013 - 09:40

A mio modesto parere, l'invasata signora congolese e' stata messa li per dare un contentino ai komunisti piu' estremisti. Vedrete che la destra non le permettera' di fare un cavolo di nulla, anche perche' questo sara' un governo che durera' 6 mesi per gli 8 punti del Cavaliere e poi si andra' alle elezioni, dove la sconfitta del pd (pci) sara' drammatica e cominceranno le faide interne. Ricordatevi, fortunatamente i Komunisti si sono sempre ammazzati tra loro e continueranno a farlo, finche' non ne rimarra' nemmeno uno.

rancarani.giacinto

Lun, 29/04/2013 - 09:40

E per concludere, cosa non si fà per prendere voti!!!!!!!!!!!!!!! Cordialità

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Lun, 29/04/2013 - 09:43

La cultura di Magdi "cristiano" Allam si manifesta anche in questo articolo ricolmo di amore cristiano.Complimenti.

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Lun, 29/04/2013 - 09:45

Condivido pienamente. Datemi pure della razzista, ma in quel, speriamo, governo, non capisco cosa ci sta a fare.

ANTONIO1956

Lun, 29/04/2013 - 09:46

Bravo Magdi... ci voleva qualcuno che parlasse chiaro !! Hai ragione da vendere. C'era bisogno di un ministero per l'integrazione?? Se qualcuno ha voglia di integrarsi non ha bisogno di un Ministro. Non è assolutamente il colore che disturba di questo ministro (del resto c'è già Obama....) è il fatto che si ponga come obiettivo l'abolizione del reato di immigrazione clandestina che esiste praticamente in tutto il mondo. Che si ponga come obiettivo di aprire le porte quando in realtà andrebbero chiuse e anche a chiave....ma anche nell'interesse degli immigrati stessi che non capiscono che il loro futuro e nei loro paesi...ormai qui da noi e soprattutto in Italia faranno la vita da barboni. E poi c'è il rispetto di quegli immigrati che sono regolari e che hanno un lavoro stabile che magare si vedrebbero togliere il lavoro perché qualche datore di lavoro poco serio potrebbe assumere un irregolare per puro vantaggio economico. Insomma in gran casino... questo Governo e il Parlamento spero proprio che non dia ascolto a certe proposte buoniste e demagogiche.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 29/04/2013 - 09:46

Da non credere... un immigrato nordafricano che proclama ad alta voce "Prima gli italiani"! Ma quel che più fa ridere (solo per non piangere) è l'invenzione dl termine "ex-immigrato", come se 40 anni di residenza in Italia cancellassero "l'onta" delle proprie origini. Caro Allam... se ne faccia una ragione. Lei non è migliore della signora Kyenge alla quale non è degno di lavare i piedi, lei è uno di quegli immigrati dei quali faremmo volentieri a meno, lei non si è integrato nel vivere civile ma, al contrario, contribuisce ad alimentare un clima d'odio del quale non ne avevamo bisogno, lei ha soltanto cambiato il suo integralismo passando da quello islamico a quello cristiano, tuttavia la sua presenza è preziosa: lei è l'esatto esempio di ciò a cui una politica di integrazione non deve portare.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 29/04/2013 - 09:46

Da non credere... un immigrato nordafricano che proclama ad alta voce "Prima gli italiani"! Ma quel che più fa ridere (solo per non piangere) è l'invenzione dl termine "ex-immigrato", come se 40 anni di residenza in Italia cancellassero "l'onta" delle proprie origini. Caro Allam... se ne faccia una ragione. Lei non è migliore della signora Kyenge alla quale non è degno di lavare i piedi, lei è uno di quegli immigrati dei quali faremmo volentieri a meno, lei non si è integrato nel vivere civile ma, al contrario, contribuisce ad alimentare un clima d'odio del quale non ne avevamo bisogno, lei ha soltanto cambiato il suo integralismo passando da quello islamico a quello cristiano, tuttavia la sua presenza è preziosa: lei è l'esatto esempio di ciò a cui una politica di integrazione non deve portare.

Albaba19

Lun, 29/04/2013 - 09:47

Angelomaria-----ma cosa ha scritto??? mahh

Kenny Craig

Lun, 29/04/2013 - 09:48

D'accordo con Manuela1: un altro pezzo di campagna d'odio, quella che si imputa agli altri. E Magdi Allam non si rende conto che il suo proclama "prima gli italiani" peserebbe su lui stesso.

Roberto Monaco

Lun, 29/04/2013 - 09:50

Chissà se Allah permette a Magdi Allam di indossare il cappuccio bianco del KKK, che tanto gli donerebbe. Allam conferma di essere un bigotto della "Bible belt" americana nato per caso in Egitto.

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 29/04/2013 - 09:54

L'articolo di Allam è solo che condivisibile in toto, e viene da una fonte che non può essere accusata di razzismo. Tuttavia, è incredibile, c'è chi riesce ad accusarlo, lo stesso di qualcosa, di invidia! Di fatto ci hanno ridotto a non potere più esprimere nemmeno la nostra libera opinione su chicchessia senza essere accusati di razzismo e altre idiozie simili. Abbiamo bisogno di un italiano acquisito per dire pane al pane e vino al vino. Povera Italia!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 29/04/2013 - 09:56

I comunisti, comunque travestiti (ambientalisti, buonisti, democratici e multietnici) restano il cancro dell'Umanità. In tutto il mondo, inesorabilmente, hanno sempre determinato povertà, miseria e disperazione. Nei Paesi occidentali hanno sempre rappresentato gli snob, gli arroganti, i cosiddetti intellettuali illuminati e mai, realmente, le classi più deboli o il ceto medio. Sono e restano nonostante i reiterati tentativi di qualsivoglia mascheratura degli ineguagliabili falsari. Dopo aver ridotto l'Italia in ginocchio per l’imposizione delle loro politiche di scellerato egualitarismo, costretto aziende a chiudere grazie al loro braccio armato sindacale e aver favorito l'invasione indiscriminata nel nostro Paese di gran parte dei disperati dell'Est comunista prima, e dell'Africa "democratica" poi,( vista la distanza ridotta di quel continente dall'Italia) con lo spregevole scopo di poter sfruttare nuovamente a proprio vantaggio le nuove "masse di sottoproletariato", ancora oggi, con il Paese in ginocchio si continuano a distinguere per il loro indecente razzismo contro l’Italia e gli Italiani in particolare sponsorizzando sempre e comunque i peggiori nemici del progresso, delle democrazia e della Libertà. Sappiano che non glielo permetteremo mai.

alberto_his

Lun, 29/04/2013 - 10:01

Il colore della pelle del neo-ministro Cécile Kyenge è l'ultimo dei problemi. Conterà come il due di picche ed è essenzialmente inserita a fini di immagine promozionale. "Cuor di leone" Magdi si scaglia contro l'anello debole dell'esecutivo, tralasciando di menzionare personaggi con profilo ben più inquietante (Bilderberg, BCE, FMI, irriducibili filo-atlantisti) e che incideranno molto profondamente nell'implementazione di politiche neoliberiste che inevitabilmente aggraveranno la macelleria sociale in atto. Magdi, insomma, svolge la sua funzione disinformante sviando l'attenzione dai veri esecutori dei piani criminosi prendendosela con una rappresentante degli immigrati, bersaglio facile anche se sbagliato. Concordo infine con geremialettiga.

marco m

Lun, 29/04/2013 - 10:03

"Il risultato è il fallimento della civile convivenza che si tocca con mano proprio nei Comuni amministrati dalla Sinistra, da Torino a Bologna, da Padova a Firenze" guarda caso tutte citta' nella parte altissima della classifica relativa a qualita' della vita e reddito, relativamente all'Italia. Bologna poi e' noto a tutti che e' una citta' inospitale ed incivile, certo, come no. Per carita' cristiana, quella vera, evito di commentare le frasi sullo Stato ladrone ed incompetente e di ricordare chi e' stato questo Stato per 8 anni degli ultimi 11. Per un convinto cristiano, solo articoli che sprizzano odio ad ogni parola. Che esistenza triste, signor Allam.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 29/04/2013 - 10:05

Caro Allam, ciò che scrive (secondo la dottrina e i credo imposti a tutti noi) verrà stigmatizzato come molto poco equo, solidale e democratico… se non “razzista”, “xenofobo” e, visto che ci siamo e fa sempre “radical-chic”, anche “fascista”. Eppure, ne sono assolutamente convinto e certo, le sue parole esprimono i sentimenti della stragrande maggioranza degli Italiani, anche di quelli che ufficialmente devono mostrarsi allineati al pensiero unico ammesso e imposto, perché in questo sono stati allevati e a questo hanno venduto ogni orgoglio e razionalità da lungo tempo. La dominante oligarchia catto-comunista ci ha resi ormai supinamente rassegnati a farci imporre dall’alto scelte e indirizzi della Nazione, che non hanno nessuna proporzione col pensiero e le aspettative della vera maggioranza degli Italiani. Nessuno ci ha mai chiesto se volevamo entrare in Europa (ma soprattutto se vogliamo restarci, come hanno fatto in altre nazioni), se volevamo l’Euro a quell’assurdo rateo di cambio con la Lira, se la nostra Costituzione deve essere considerata intoccabile-blindata-“giusta e adeguata a prescindere”, se volevamo farci usare e trascinare militarmente in azioni internazionali che nulla hanno a che vedere con vere azioni di “peace-keeping” ma sono soltanto fiancheggiamenti alle mire imperialistiche-economiche della potenza di turno, se vogliamo trasformarci in un crogiolo multietnico molto più simile a un girone infernale che all’Italia che tutti davvero vorremmo. L’Italia, per la sua posizione geografica, è sfortunatamente predisposta ad essere la spalancata porta d’ingresso di un’invasione di cui ancora non abbiamo visto niente. E, alla faccia del malumore e della forte irritazione dilagante verso un’immigrazione (che definire “selvaggia” è ormai solo un eufemismo) senza freni e limiti, che cosa ti inventa l’esimia coppia Letta-Napolitano? Di nominare ministro (MINISTRO della Repubblica Italiana) una Congolese schierata da sempre nella sinistra più integralista e promotrice (con altri “sinceri progressisti” tra cui Bersani) di una disegno di legge teso ad abolire la “Bossi-Fini”, il reato di clandestinità, i centri CIE, il permesso di soggiorno a punti, ma soprattutto vuole attuare lo “ius-soli” come criterio per l’attribuzione della cittadinanza Italiana. Chi nascerà in Italia, sara automaticamente Italiano! Non importa se i genitori non sono Italiani, se sono clandestini e magari anche pregiudicati… la “nuova preziosissima risorsa” acquisirà immediatamente tutto quanto previsto dal “sistema Italia” che abbiamo costruito in secoli di storia. Chi, di conseguenza, potrà più rimpatriare i genitori del futuro elettore delle sinistre? Un solo esempio che vale per tutte le altre nazioni/popolazioni che premono ai confini nostri e di tutta l’Europa per invaderla e cancellarne ogni radice sociale, etnica, religiosa: il Congo (ex-Zaire) ha oggi 72milioni di abitanti che crescono ad un tasso del 2,6% all’anno (quasi 2milioni). Nel 2020 saranno quasi 90milioni… e se consideriamo che oggi il suo PIL è di 16miliardi di Euro e il reddito pro-capite è di 170Euro/anno, secondo voi, dove si sposterà una buona parte di questi milioni di persone? Sicuramente e soprattutto verso quelle nazioni “colabrodo” dove basta metterci piede per automaticamente occuparle, e l’Italia sarà in cima alla lista! E stiamo parlando di 1 sola nazione africana… e la popolazione africana cresce ad un ritmo di oltre 20milioni di unità all’anno e quella asiatica di oltre 70 milioni. Siamo sicuri che ciò di cui abbiamo bisogno siano il Ministro Kyenge e i “sinceri-equi-solidali-democratici-progressisti” scellerati che ce l’hanno imposta?

Luigi Farinelli

Lun, 29/04/2013 - 10:08

Sono totalmente d'accordo con M.C. Allam e ripropongo qui un mio commento precedente sullo stesso argomento, ossia, sulla differenza fra società multietnica e multiculturale la cui comprensione potrebbe permettere agli Italiani (sempre tenuti disinformati su cose che esulino dal politicamente corretto "progressista") di avere idee più chiare e, soprattutto, su dove la sinistra laicista, rappresentata dai vari Pisapia, Fo, Veronesi, Vendola, Scalfari vuole andare a parare. Quello che non viene mai segnalata abbastanza infatti è la differenza fra "società multietnica" e "società multiculturale". La prima comprende una società che permette l'accesso agli immigrati per ragioni di lavoro od altro, ma anche che questi si integrino totalmente, imparino la lingua del posto e RISPETTINO STORIA, TRADIZIONI (RELIGIOSE E NON) E COSTUMI della nazione ospitante (come per esempio in USA). Questo tipo di società dovrebbe essere bene accetta quando le regole basilari suddette siano fatte rispettare perchè, oltrechè l'aspetto umanitario, offre vantaggi anche agli autoctoni. Una società multiculturale invece DEVE ESSERE TOLLERATA COME IL FUMO NEGLI OCCHI poichè prevede una immigrazione non regolata che in breve produce la ghettizzazione etnica e la creazione di conflitti fra le varie etnie quando non l'esautorazione delle etnie originarie della nazione ospitante, con perdita di identità storica e culturale a vantaggio dei gruppi di immigrati che conquistano gradatamente la maggioranza numerica anche grazie alle leggi (di solito "progressiste") che li favoriscono. Cosa questa che sta avvenendo in Occidente, soprattutto nei Paesi nordici, in Francia e in Gran Bretagna. In Norvegia ormai in alcune città i Norvegesi costituiscono una minoranza etnica sovrastata dall'immigrazione forzata favorita da decenni di governi ispirati dal più becero e distruttivo radical-femminismo (quindi progressisti e scriteriatamente terzomondisti, dopo avere abbattuto ogni principio di autorità, compreso quello maschile, preposto da sempre alla difesa della nazione, in nome di un egalitarismo demenziale che dovrebbe "dare più dignità alle donne" ). In Svezia hanno stoppato la cosa quando hanno cominciato a capire l'antifona leggendo sulle magliette degli immigrati musulmani il numero "30" lì stampato, dal significato chiaro: "nel 2030 qui comanderemo noi!". In Francia e, soprattutto, in Inghilterra, si sono accorti troppo tardi del grave danno arrecato al complesso nazione ed ora fare marcia indietro sta provocando altri disastri. Una società multiculturale è nel programma dell'Europa laicista massonica poichè facilita il processo di disgregazione degli Stati nazionali a favore di una globalizzazione indiscriminata che ha proprio lo scopo di cancellare peculiarità storiche, etniche e tradizioni delle singole nazioni per favorire la creazione di Stati sovrannazionali a guida elitaria "illuminata" (questo è sempre stato lo scopo ultimo della massoneria) . Infatti è la massoneria europea e mondiale (con ONU e Eu come casse di risonanza) che spinge verso questa situazione, lentamente, subdolamente, usando come arma il mainstream del "progressismo" (lavaggio del cervello graduale e inavvertito dai cittadini sudditi) operato dalle lobbies e dai politici ed intellettuali loro burattini ( per intenderci i guru alla Pisapia, Hollande e Sarkosy, Zapatero,Vendola, Fo, Veronesi, Scalfari, ecc). Questo processo è in avanzata fase di costruzione e poichè nel Governo Letta ci sono molti ministri orientati sulla via dell'Europeismo massonico (membri del Bilderberg, della Trilaterale, del FMI, e del Grande Oriente d'Italia come lo stesso Letta, la Bonino ed altri, compreso lo stesso Napolitano) l'impronta europeista globalizzatrice sarà accentuata, facendo passare la cosa, come al solito, senza dare nell'occhio, portando i cittadini inconsapevoli verso situazioni per le quali sia sempre più difficile fare marcia indietro (esattamente come nel caso dell'Euro, voluto proprio per integrare il processo di globalizzazione mercantilista a prezzo dell'abbattimento degli Stati nazionali). Per cui è molto probabile che il ministro Kyenge, eletto prprio dalla Sinistra, vada più verso la creazione di una società di tipo multiculturale piuttosto che multietnico, accentuando le leggi favorenti una immigrazione indiscriminata. Sarei lieto se alla fine venissi smentito ma visto come il monopolio culturale sinistroide sia egemone ed imponga l'omologazione dei cervelli contrastando chi non la pensi così (ossia contrastando gli "impresentabili") credo che proseguiremo sulla via già bene avviata della disintegrazione del sistema Italia e degli altri gloriosi Stati nazionali.

mahri

Lun, 29/04/2013 - 10:08

Caro madgi, leggendo il tuo nome penso to sia di Origine Nord Africana,e per questo sentivo un senso di incredukita. Io non riesco a capire da dove nasce questo tuo Odio personale verso la Nuova Ministra(lo scrivo in femminile) ,Tu sici che non e il colore della sua Pelle che ti da fastidioma io la penso al contrario ,Si tu caro Madgi ti nascondi come un Elefante dietro un Vaso, non hai il coraggio di esprimere un tuo giudizio anche se a forma di Razzismo. Allora ti dico che quello che ha fatto questa Signora Congolese come tanti di voi la Hanno apostrofata non la fatto nessuno . Voi parlate di Integrazione ,ma non vi accorgete neanche che la parola e per se Razzistica perche deriva dagli Stati Uniti degli Anni Sessanta quando i figli e pronipoti degli Schiavi dovevano essere Integrati nelle Scuole dei bianchi. Bene oggi Noi tutti Europei ,Africani e Sudamericani conviviamo ma ognuno nella sua Cultura e Tradizione ma e giusto che Lo Straniero impari la lingua del Luogo dovre vuole Vivere. Esempio la germania e francia e La Gran bretagna. Mi dispiace che unno Straniero come te che si e inserito in questa Societa abbia una Dialettica che non usano neanche i Politici di destra . Tu sei inviso da una Gelosia perche non sei arrivato al suo Traguardo senza pensare che potrebbe essere una oppurtunita per tutti i Stranieri che sono divetati Cittadini Italiani con gran Merito. Io posso capire Bossi ed il Suo Entourage che dicono senza pensare "Lei non e Italiana cioe di Sangue EBBENE PERCHE NON DICONO LO STESSO DELLA MINISTRA TEDESCA LÓNNOREVOLE IDEM facile la Risosta "E BIANCA" e questo non da INFASTDISCE; Caro Madi dai fai la persono Onesta e sii un Giornalista con una vera Deontologia Il Razzismo e LÍNDIFERENZA na Paga. Scrivi due righe di Scuse e comportati da Vero italiano. 10.000 Giovani italiani sono immigrati a Berlino a Lavorare per 4 Euro allÒra senza assicuraione medica pur di non fare i Camerieri e lavapiatti perche si vergognono di farlo a Casa cosi era negli Anni ASettanta quando vivevo in Italia si diceva "Lo straniero ci rubano il Lavoro ,era contro gli Africani, Polacchi, Magribini e Sirlanchesi che lavorano i Campi sotto 40 Gradi .A te che sei seduto in una Poltrona dico prima di offendere le Persone di Calibro dell´On.Bonino Fatti un esame di Coscienza " La Bonino forse quando tu non eri ancora Nato e forse neanche Italiano girava nei Campi di battaglia del Fronte Eritrea, in Uganda , Sierra Leone questo lo dico per quella Signorina che dice Che dio salvi LÌtalia da queste Due Ministre(Sempre in femminile per rispetto) African refugees news Mahri

Ritratto di Curtis Mayfield

Curtis Mayfield

Lun, 29/04/2013 - 10:10

Che pena però la "provincia italiana": chiusa, razzista, omofoba, mai uscita dai propri confini e soprattutto Impaurita. Sembra uno stereotipo ma è davvero così: io sono di Milano (città più o meno "internazionale") e lo sento molto meno, ma la Provincia è piena di persone impaurite, anziane e ignoranti, probabilmente mai uscite dai confini nazionali e con la mente chiusa che hanno paura (e invidia) del colorato, dell'arabo, del francese, del tedesco.. un paese così, nel mondo globalizzato, è destinato a essere annientato, sappiatelo.

Ritratto di Curtis Mayfield

Curtis Mayfield

Lun, 29/04/2013 - 10:10

Che pena però la "provincia italiana": chiusa, razzista, omofoba, mai uscita dai propri confini e soprattutto Impaurita. Sembra uno stereotipo ma è davvero così: io sono di Milano (città più o meno "internazionale") e lo sento molto meno, ma la Provincia è piena di persone impaurite, anziane e ignoranti, probabilmente mai uscite dai confini nazionali e con la mente chiusa che hanno paura (e invidia) del colorato, dell'arabo, del francese, del tedesco.. un paese così, nel mondo globalizzato, è destinato a essere annientato, sappiatelo.

handy13

Lun, 29/04/2013 - 10:15

...due cosette,..magdi credo verrà contattato dalla lega x diventare uno di loro,...secondo...ABOLIAMO questo ministero,...nessuno si vuole integrare,..e NON sarebbe possibile,..ogni nazione ha la sua STORIA,...la sua tradizione,...in pochissimi la scordano e rinnegano,...

ammazzalupi

Lun, 29/04/2013 - 10:18

Inserisco il commento già pubblicato: 16 ore 44 min fa Caro Sallusti, a cosa serve chiedersi chi ha vinto? O, più realisticamente, a cosa serve sapere chi ha vinto? Una cosa è certa: ha PERSO il popolo Italiano! Basti vedere che razza di Ministero si è inventato questo Letta e chi vi ha messo a capo. A cosa dovrebbe servire il Ministero dell'INTEGRAZIONE? Che significato ha la figura di un ministro negro e, per di più, del CONGO? Dico: CONGOOOO! Agli smemorati, compreso il Premier Letta, vorrei ricordare cosa successe in Congo, a Kindu, nel novembre del 1961 a 13 ITALIANI in missione umanitaria: vennero massacrati a colpi di macete e fatti a pezzi. Una di quelle persone io ebbi modo di conoscerla pochi giorni prima della missione. Era un dottore, sposato e con due bambine. La moglie e le bimbe non videro più il loro marito e il loro padre. A voi le conclusioni. Questi komunisti, ancorché camuffati da democristiani, pur di non scomparire venderebbero anche la loro anima al diavolo. Quella degli ITALIANI l'hanno già venduta per un pugno di voti: i voti dei negri!

Ivano66

Lun, 29/04/2013 - 10:19

Magdi Cristano Allam: lei è malato, e gravemente: si faccia curare. Lei sta al Cristianesimo come Hitler alla pace nel mondo.

CARMELO 69

Lun, 29/04/2013 - 10:21

PRIMA GLI ITALIANI, DOPO TUTTI GLI ALTRI. PADRONI A CASA NOSTRA.

maurizio50

Lun, 29/04/2013 - 10:21

Condivido l'intero articolo di Magdi Allam.Nulla da eccepire riguardo la nomina della sig. Kyenge;molto da ridire sul tipo di incarico. Se fosse stata nominata alla sanità o all'istruzione in forza di una propria competenza sarebbe stata la dimostrazione di una scelta forse anche giusta;ma, in realtà, la suddetta nomina vuol significare il contentino ai cosiddetti progressisti(comunisti,Caritas, esagitati di sx)per dimostrare che il nuovo governo guarda anche a loro. Se gli immigrati si vogliono integrare si comportino da italiani, senza commettere reati , imparando l'italiano , smettendo di andare continuamente ad elemosinare denaro ai crocicchi delle strade.Integrazione significa dimenticare le abitudini tribali e vivere secondo le regole del paese in cui ti trovi.Poi potrai diventare a tutti gli effetti cittadino di quel paese. E piantiamola con le idiozie del "razzismo" perchè ha ragione Magdi Allam:qui si pratica se possibile razzismo contro gli Italiani.

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Lun, 29/04/2013 - 10:21

La congolese dovrà gestire l'organizzazione del voto agli immigrati, naturalmente per il PD... Questa è l'unica ideologia che conta per i sinistrati.

Ritratto di Roybean

Roybean

Lun, 29/04/2013 - 10:22

Gli Italiani li fanno suicidare, gli Africani li fanno ministri della Repubblica.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 29/04/2013 - 10:23

Ex-immigrato??????????? Caro Allam... ci spieghi dettagliatamente il significato del termine, siamo davvero curiosi!!!

polartwist

Lun, 29/04/2013 - 10:23

Bentornato Magdi Cristiano! Ottimo articolo.

killkoms

Lun, 29/04/2013 - 10:26

il ministero dell'integrazione è perfettamente inutile!la maggior pate dei paesi fatti dagli stranieri(USA in primis)o con forti percentuali di stranieri(GB,francia,germania)non hanno mai avuto niente del genere,eppure le cose in tal senso vanno meglio che da noi! l'Italia è l'unico paese in cui un cittadino ha meno diritti di un soggetto d'importazione!soggetti che sono totalmente deresponsabilizzati,convinti da una pseudoculture buonista di avere solo diritti(anche quello di delinquere)e mai doveri!la presunzione di cittadinaza per avere,ma stranieri("straniero!non capisce"!)quando c'è da pagare!

barretta gennaro

Lun, 29/04/2013 - 10:27

Siamo in un paese al delirio ed alla disperazione dove tutto brucia attorno alla povera gente ed osiamo ancora parlare di ideologia e di valori umani . : Non è questione di razza sesso e religione , la vera questione è che se uno stato non riesce ad integrare i propri cittadini ai principi fondanti della sua costituzione come lavoro ,famiglia e convivenza sociale e civile come può riuscirci con gli immigrati ?

CHOLO67

Lun, 29/04/2013 - 10:29

Quanto astio e quanta invidia è presente in questo articolo.....se cosi' lo vogliamo definire !!!

emilio canuto

Lun, 29/04/2013 - 10:30

I ministri vengono scelti per le loro capacità, per dei loro talenti per essersi distiniti in qualcosa? NO ,ORA LO SAPPIAMO è stato scelto un ministro(a) perchè è negra. Lo stesso individuo fosse stato bianco non sarebbe stato nominato. Eeee vai col governo razzista!

Ritratto di Riky65

Riky65

Lun, 29/04/2013 - 10:32

Questa è la realtà , il presente è questo senza entrare nel merito della questione razziale ( che oramani penso sia sdoganata) mi permetto di fare una osservazione: un ministro del governo non ha colore , ci sono già troppi colori nella politica,però le tinte che il nuovo esecutivo ha adottato sono in regola con il nuovo corso dell'Italia , un paese dove dopo venti anni di immissioni forzate di extracomunitari da ogni dove si è giunti alla quota di 1/6 della popolazione italica. Questa operazione è dico è stata pianificata a tavolino da stati facenti parte della nato e europei, con tacito accordo con i nostri politici, le motivazioni? non mi addentro nel merito a voi le congetture ,questa è la realtà questo è il presente che vogliate o no!

CarloP51

Lun, 29/04/2013 - 10:38

Occorrono regole nuove e fare un referendum! C'è troppa gente extracomunitaria che gira per le ns. città, non in regola con le ns. leggi. Vivono di espedienti, vendono prodotti che provengono da mercati neri, offrono servizi creati abusivamente, sono insistenti e talvolta arroganti. Credo che nessuno dei ns.apparati di stato conosca con esattezza il n. delle persone che vivono abusivamente in Italia. Credo che non sia questo il metodo di integrazione (sfruttati e obbligati a vivere in condizioni di "barboni"; in altri casi, invece, chiedeno carità e hanno più soldi loro in tasca che un ns. lavoratore, senza pagare tassa alcuna). E' tutto da rivedere! Credo che un referendum oggi, non lascerebbe loro troppo spazio (falso buonismo).

Azzurro Azzurro

Lun, 29/04/2013 - 10:40

L'integrazione non esiste e' una bufala dei komunisti

chiara 2

Lun, 29/04/2013 - 10:42

MANUELA1...ora mi spieghi in parole semplici, in che modo questo articolo fomenti l'odio! Grazie

chiara 2

Lun, 29/04/2013 - 10:43

x WALTER...no, la Sig.ra non è italiana ma ha una DOPPIA CITTADINANZA per l'esattezza.

Diocleziano

Lun, 29/04/2013 - 10:43

Bravo Cristiano ! Concordo con quanto da te affermato ed aggiungo che ha pienamente ragione chi teme per l'ingresso incontrollato in Italia di tutte le partorienti dei paesi del terzo mondo . Qui troverebbero ospitalita' nelle case popolari, assistenza medica, lavoro socialmente utile, istruzione, credito dagli enti pubblici. Chiediamo ad un italiano qualunque se puo' serenamente affermare di avere goduto di questi diritti dalla nascita. Grazie "sig." Letta.

Cobra71

Lun, 29/04/2013 - 10:45

Totale sostegno e condivisione all'articolo scritto da Magdi Cristano Allam!

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Lun, 29/04/2013 - 10:46

La dottoressa conogolese oculista e' una spina nel fianco di questo contratto innaturale tra PDL e PD. Innaturale ma necessario data l'urgenza nel risolvere i problemi enormi che abbiamo TUTTI. Gestire le sue iniziative sara' un punto critico, sul quale non mi stupirebbe che scatti la molla che anticipera' le elezioni. I fattori che determineranno tale data non sono chiari ma lei e' il catalizzatore nuemro 1, altri ne verranno fuori. Se il PD crede che passeranno liberamente le iniziative sbaglia di grosso. La Bossi-Fini potra essere nodificata, ma abolirla farebbe cambiare il m]nome dell'Italia, si chiamerebbe colabrodolandia.

Ritratto di stegalas

stegalas

Lun, 29/04/2013 - 10:46

@ Curtis Mayfield - In tutta la storia dell'umanità, non è mai accaduto che un popolo sia stato annientato senza che questo si difendesse con tutti i mezzi a propria disposizione. Lo sappia, caro Curtis Mayfield, lo sappia. L'annientamento senza colpo ferire, mediante rimbecillimento progressivo della popolazione al canto di stupidi mantra, esiste solo nelle fantasie malate degli immigrazionisti. C'è sempre un punto critico, oltre il quale la vittima designata si sveglia ed apre gli occhi sulla (tragica) realtà. Ed allora hai voglia a cantare mantra, hai voglia ad approvare leggi contro la libertà di pensiero e di espressione...

marvit

Lun, 29/04/2013 - 10:47

Attenzione: lasciamo subito l'Italia,con i nostri interessi personali e familiari,in mano agli extracomunitari ed ai gay; altrimenti ci travolge la pesante accusa di essere provinciali, ottusi,razzisti ed omofobi. ARRENDIAMOCI:SIAMO CIRCONDATI !!

ortensia

Lun, 29/04/2013 - 10:47

Come mai tante badanti dei paesi dell'est e tante giovani italiane senza lavoro? Come mai le musulmane si permettono di girare per le nostre strade con solo gli occhi scoperti?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 29/04/2013 - 10:49

Vorrei aggiungere una cosa. Ma non esistono altri giornalisti italianissimi, di carnagione più o meno chiara, battezzati secondo il rito cattolico poche settimane dopo la nascita, capaci anch'essi di scrivere amenità come quelle riportate su questo articolo... senza dover ricorrere ad un giornalista nordafricano? Non è forse anche questo "razzismo intriso di buonismo" secondo la logica farneticante di questo articolo???

LAMBRO

Lun, 29/04/2013 - 10:52

E' Ministro dell'INTEGRAZIONE NON dell'IMMIGRAZIONE!!! ovviamente Integrazione di chi ha i requisiti ed accetta le LEGGI del POPOLO ITALIANO!!! SENZA PRETENDERE DI APPLICARE LE PROPRIE!!

Ritratto di stegalas

stegalas

Lun, 29/04/2013 - 10:53

@ marco m - Solo per precisare, probabilmente sprecando il mio tempo, che Torino, Bologna, Padova e Firenze sono state citate da Allam non certo per la loro ricchezza (prodotta dagli italiani e fonte di irresistibile attrazione per i migranti) ma per l'invivibilità che le caratterizza ogni giorno di più, stante l'asfissiante concentrazione di stranieri che vivono di espedienti o apertamente delinquono. Vada a fare una passeggiata a Porta Palazzo a Torino o provi a parcheggiare in zona Sant'Ambrogio a Firenze, poi mi saprà dire quanto sia bella la società multirazziaTA...

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Lun, 29/04/2013 - 10:56

Condivido pienamente l'articolo e aggiungo che non mi sta per niente bene nemmeno il Ministro dello Sport tedesco:forse nel Governo Tedesco o nel Governo del Congo ci sono dei Ministri di origine Italiana?? Credo che l'Italia abbia grandissimi Campioni sportivi Italiani: la Vezzali, Chechi,Rossi, Soldini :uno di questi non andava bene ?? Vediamo una volta per tutte di recuperare la nostra identità di Italiani, smettiamola di fare i finti buoni e di fare arrivare chiunque nel nostro Paese. Su 10 atti violenti, 9 sono causati da stranieri (comunitari od extracomunitari). Credo che purtroppo con le presenze al Governo delle Signore Kyenge, Boldrini e Bonino ci saranno arrivi in massa di stranieri ai quali dovremo come di consueto dare vitto e alloggio a spese nostre, mentre i pensionati Italiani saranno sempre più costretti ad andare a raccogliere il cibo nei cassonetti dei Mercati Generali.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 29/04/2013 - 10:59

#Walter78-09,02 Lezioncina saccente quanto farlocca, la tua. A meno che tu non sia di nazionalità francese...nel qual caso potresti ancora essere scusato. La lingua francese infatti,ma non quella italiana, prevede l'uso della maiuscola per la nazionalità delle persone. Consigliabile, per il futuro, un po'più di umiltà "didattica"...oltrechè ideologica.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 29/04/2013 - 11:00

x Curtis Mayfield (ma vale anche per tutti gli altri "equi-solidali-globalizzati" che stanno qui commentando). C'è solo una cosa giusta che esprime nel suo commento: l'Italia è destinata ad essere anninetata. Il fatto che viva nella Milano di Pisapia (ed evidentemente ne condivida la politica che sta trasformandola in un sūq dove non sai se alla sera torni a casa intero) non la qualifica automaticamente come "internazionale". E' vero, la "provincia" ha paura, come hanno paura le città, i paesini e le valli. E'anche e soprattutto in questi luoghi che l'Italia è ancora "ITALIA" e la paura è assolutamente giustificata. Ho lavorato in Egitto, Nigeria, Emirati, Stati Uniti, Canada, Russia, Malesia, Spagna, Inghilterra, ecc.. e (giuro) non penso di essere un "provinciale" nel senso da lei inteso.... eppure ho paura! Ho una paura fottuta di ciò che ci stanno facendo diventare. Ho paura della violenza che viene quotidianamente imposta alla vite degli Italiani normali, per bene e reali. Ho paura del dissesto e la disperazione provocata dalla scellerata politica che lei ama; ho paura della mentalità imposta che fa diventare particolari ed "estranei" aspetti della nostra società (gay, immigrati, contestatori tipo No-Tav e No-Global, ecc...) i riferimenti e i "padroni" di ogni diritto di imporre violentemente la loro egemonia a discapito della maggioranza degli Italiani. Ho paura che a questo violentare e vessare senza limite la gente per bene, non resterà che una uguale ed incontrollabile violenza per liberarsi da tutto questo. Continui pure a ergersi a giudice della maggioranza degli Italiani, delegato da quella "Italia Giusta" dei catto-comunisti che ci hanno ormai quasi ucciso, ma non credo potrà spostare di un millimetro quello che ormai è il comune sentimento di una massa enorme di Italiani esasperati. Buona giornata "multietnica".

bfesta

Lun, 29/04/2013 - 11:02

ben vengano gli immigrati,ma a condizione che rispettino le nostre regole ,quando noi emigravamo in America al primo errore già era pronto il foglio di via di rimpatrio con la denuncia di mai più ritornarci pena il carcere ( quello vero)

Ritratto di Blent

Blent

Lun, 29/04/2013 - 11:03

Allam ha ragione in toto , quello che mi stupisce e' il silenzio degli italiani DOC , dovremo ribelliamoci a questa scelta infelice del governo.Gli stranieri saranno benvenuti solo quando questo paese avra' risolto i problemi degli italiani

Albaba19

Lun, 29/04/2013 - 11:03

emilio canuto----mi piacerebbe sapere il ministro della salute che capacità ha...........per essere scelto

Ilgenerale

Lun, 29/04/2013 - 11:04

ITALIA AGLI ITALIANI! Sulla statua della Liberta di New York è scritto: "Datemi i vostri stanchi, i vostri poveri, le vostre masse infreddolite, i rifiuti miserabili delle vostre spiagge affollate." Bene, ora siamo NOI A ESSERE STANCHI, POVERI E INFREDDOLITI, e questo perchè ne abbiamo fatti entrare milioni che si sono messi a lavorare al posto nostro! E' STATA UNA POLITICA FOLLE!!!! La sinistra pripma o poi pagherà questo crimine!!!

Massìno

Lun, 29/04/2013 - 11:05

Ma la Bossi Fini ha funzionato? No il numero di clandestini è cresciuto e si sono intasati i tribunali. Provare una diversa strategia ? Troppo complesso eh? Meglio urlare al buonismo, alle porte aperte per tutti della sinistra. La chiusa poi sullo sfacelo delle città amministrate dalla sinistra è ridicolo. Come se in quelle di destra si abitasse in paradiso... Allam, lei recentemente non perde occasione per mostrarsi veramente meschino, pronto ad aizzare un pubblico scandalizzato per "la negra".

linoalo1

Lun, 29/04/2013 - 11:08

Evviva!Qualcuno che usa la testa!Ma vedi,Magdi,il Pd la prende sempre alla larga!Questo è l'inizio della Campagna Elettorale!Ma tu pensi che i neri,senza guardare il colore della pelle,che non conoscono la nostra storia e tantomeno la nostra lingua,non voterebbero per il Partito che ha eletto la nera?Non foss'altro per sperare in un lavoro o,peggio,nella cittadinanza?Lino.

Rainulfo

Lun, 29/04/2013 - 11:10

Proverei a semplificare la materia. Il titolo di questo NUOVO MINISTERO sembra più che altro quello di un dipartimento del ministero degli esteri, Prima di sperticarmi a ragionare sulla giustezza o meno di ciò che la ministra vuole fare mi chiederei se tutta questa abbia veramente senso. Avevo capito che i problemi che ci attanagliano fossero altri..... o sbaglio?

Ilgenerale

Lun, 29/04/2013 - 11:11

6 Milioni di disoccupati Italiani, 6 Milioni di stranieri in Italia! Coincidenza? Se poi aggiungiamo che il 90% degli stranieri non reinmettono il denaro guadagnato nell'economia locale ma li spediscono a casa loro , il disastro è servito!

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Lun, 29/04/2013 - 11:13

se hanno fatto lei ministro dell'integrazione , vuol dire che i ministri-e italiani non sono all'altezza .

Ilgenerale

Lun, 29/04/2013 - 11:16

.....qualcuno sa spiegarmi come fa una NON ITALIANA ad occuparsi dell'integrazione di altri NON ITALIANI? Per integrare gli stranieri ci vorrebbe qualcuno che conosce molto bene la nostra storia , i nostri costumi, le nostre leggi! Questa che ne sa di tutto questo? Fino a ieri andava in giro con la lancia e si spostava a dorso di zebra!

adalberto49

Lun, 29/04/2013 - 11:19

condivido completamente

moshe

Lun, 29/04/2013 - 11:20

Mandate lei in Africa a fare l'oculista invece di mandare italiani cooperazionisti! Questa è un'altra che predica bene ma prima di tutto pensa a sistemarsi.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 29/04/2013 - 11:21

@curtis mayfield - vuoi fare l'internazionalizzato' a tutti i costi: sei semplicemente ridicolo.

massimiliano setth

Lun, 29/04/2013 - 11:22

Per molti italiani la difesa della propria identità viene scambiata per provincialismo..paura e quant'altro. Certo è molto meglio essere di tutto un po...usare parole straniere ad ogni piè sospinto così da apparire cool, trendy open....vuoi mettere che ficata una famiglia composta da soli maschi o femmine dove i giorni pari si è padre ed i dispari madre.In fin dei conti l'Italia da un bel pezzo non ha più nulla da dire affogata nell'omologazione e nel politicamente corretto. Si ho nostalgia dell'Italia delle feste paesane, delle processioni dei mestieri ed anche della sua massima espressione.. il festival di sanremo...che guarda caso tra gli ospiti annoverava artisti del calibro di louis armstrong il quale cantava pensate un po...in italiano. Una domanda..come mai il nuovo ministro Kyenge, sicuramente intelligente e preparata, non ha sentito il bisogno di ritornare nella sua terra per aiutare i suoi fratelli... Dobbiamo rassegnarci ad una Italia multiculturale...NO... MAI.....

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 29/04/2013 - 11:23

xcurtis mayfield-Egregio io vivo attualmente in Germania, verro in italia per un mese e dopo di cio ritornero in Colombia da dove sono rientrato dopo 4 mesi .Come vede sono sempre in questo triangolo.Ma in Colombia ci sono anche gente perbene, e io la gente perbene la frequento, perche frequentando delinquenti si finisce male anche in Italia.Le faccio ancora notare che io sono razzista con chi pretende di fare in casa mia quello che gli pare.Al contrario specialmente chi mi conosce bene sa che ho amici in tutto il mondo. In colombia neri o bianchi , indios vivono senza complessi importati dagli americani tipo osama, li la liberta e la promiscuanza la tengono 50 anni prima del mercante di fiera chiamato Lincoln.

pajoe

Lun, 29/04/2013 - 11:27

Il futuro di quanti approdano nel nostro Paese, clandestini o regolari,Europei dell'Est compresi che sono più di due milioni, lo vedo abbastanza incerto. Già da molti anni le città sono invase da migliaia di soggetti nulla facenti, guardia macchine, lava vetri, venditori abusivi zingari,prostitute, tutta gente che vive di accattonaggio ed altro.... quale integrazione si puo' offrire a queste persone se il Paese non ha nemmeno le risorse necessarie per la decina di milioni di meno ambienti Italiani? La megalomania di pochi individui, anti-italiani e legati alle varie ONG della beneficienza...... in nome di una utopica integrazione, hanno creato questo ennesmo carrozzone, trascurando la tanta decantata" Spending Review".

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Lun, 29/04/2013 - 11:31

Caro Allam, io ho vissuto piu' di venti anni in un paese straniero. Per poter vivere e lavorare ho imparato la lingua, mi sono organizzato con assicurazioni sanitarie personali, ho ottemperato alle leggi locali con assoluto rigore (anche se non tutte mi piacevano)e proprio per questo sono sempre stato ben accolto e mai discriminato. Quelli che qui ti accusano di razzismo non sanno cio' che dicono, oppure sanno perfettamente che il razzismo e' solo uno slogan per difendere le proprie incapacita'di essere cittadini italiani a pieno diritto e nel rispetto di tutti.

briegel70

Lun, 29/04/2013 - 11:31

Prima di emettere un giudizio sul Ministro Cecile Kyenge, attendo di vedere il suo operato. Il mio auspicio è che la convivenza tra "vecchi emigrati" (ossia tutti noi italiani) e "nuovi emigrati" (ossia gli stranieri) avenga nelle modalità che poi spiegherò. Come dice Franco Battiato, SIAMO TUTTI EMIGRATI. Ha ragione ! La storia dell'uomo Sapiens (tutti noi che apperteniamo a questo genere umano) è la storia di un uomo che è nato in Africa e che da lì ha cominciato a vagare in giro per il mondo. Come in una azienda, c'è chi è lì da tanto tempo (quelli che hanno maturato tanti scatti di anzianità) e poi c'è l'ultimo arrivato. Lo stesso accade nelle società umane. C'è chi è italiano da molte generazioni e poi c'è "l'ultimo arrivato" (lo "straniero"). Il mio auspicio è che non comandi l'ultimo arrivato. Traduco: non vorrei mai che noi Italiani da tante generazioni dovessimo rinunciare ai nostri Crocefissi e alle nostre tradizioni per non "offendere" lo "straniero ultimo arrivato" che pensa di poter comandare... Auspico quindi che il Ministro Cecile Kyenge riesca nel delicato compito di saper far convivere le "culture straniere" con quella ITALIANA senza che le prime pensino o pretendano di sovverchiare LA NOSTRA CULTURA ITALIANA... Tutto qui... Così come - in una azienda - l'ultimo arrivato non può pensare di dire a chi è lì da 20 anni: "adesso si fa come dico io". Per quanto mi riguarda, se lo straniero si comporta in maniera rispettosa nei confronti di chi vive in Italia da parecchie generazioni (gli Italiani) HA TUTTO IL DIRITTO di pretendere il rispetto da parte degli italiani. Il delicato compito del Ministro Cecile Kyenge consisterà nel trovare punti di equilibrio e nell'assicurare il reciproco rispetto tra italiani e stranieri.

tanax

Lun, 29/04/2013 - 11:32

Ricordiamoci che l'invasato magdi allam ha addiritura minacciato di lasciare il cattolicesimo, perchè troppo buono!!! E cmq a giudicare dai commenti..parrebbe che l'unico ministro al quale deve essere rafforzata la scorta, sia la Cecile Kyenge.... tanti piccoli preiti fomentati da allam & sallusti.

biricc

Lun, 29/04/2013 - 11:34

Guardate su DMAX il programma sulla dogana aeroportuale australiana che è giustamente intransigente con tutti quelli che tentano di entrare in Australia per delinquere, esattamente il contrario di quello che accade in Italia.

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 29/04/2013 - 11:35

Walter78 29/04 09:02 scrive: "- "Prima gli Italiani" e non "prima gli italiani" caro Allam, tanto per iniziare... dopo la lezioncina di grammatica, si da il caso che- " - - - Tanto per continuare la sua lezioncina di grammatica, mi sembra lei abbia fatto una figura barbina. Per i popoli e per i gruppi etnici si usa in genere l’iniziale minuscola, ma è opportuno l’uso della maiuscola nel caso di popoli fortemente storicizzati». Scriveremo allora francesi, italiani, spagnoli, tedeschi. In fondo, si tratta di termini che indicano la “comune” denominazione di una popolazione. Ma scriveremo: Ateniesi, Babilonesi, Ebrei, Franchi, Galli, Romani, Sumeri, Visigoti, ecc., perché popoli storicizzati, aventi quindi una rilevante valenza storica. Se non le fosse chiaro il tutto, me lo dica e glielo rispiego in un altro modo Detto un tanto, prima di rifare il saputello a sproposito, la prossima volta che scrive per bacchettare gli altri, si ricordi che "si da il caso che" va scritto "si dà il caso che" ("dà" verbo e non "da" preposizione/provenienza).

wizardofoz

Lun, 29/04/2013 - 11:36

A Walter78: con tutti gli strafalcioni che appaiono in questo blog, lei ha voluto dare una "lezioncina di grammatica" proprio a Magdi Allam? E perchè mai? Forse perchè non è un Italiano di nascita? Però, caro Walter78, anche lei non scherza: i puntini di sospensione nella prima frase ci stanno, ma, essendo il concetto precedente completato, la nuova frase deve iniziare con la maiuscola. Il verbo dare alla terza persona del presente indicativo fa "dà" con l'accento. I secondi puntini di sospensione non c'entrano per nulla (cosa c'è da sospendere?), per cui la scelta migliore poteva essere un punto e virgola; al massimo un punto. Quelli finali non servono a nulla, a meno che non intendesse affaire à suivre. Ma non se la prenda: tutti noi facciamo errori del genere, soprattutto scrivendo in un blog. Ma non userei questa argomentazione con uno che l'Italiano l'ha appreso come seconda lingua. Anzi, gli farei i complimenti per la proprietà di linguaggio e scrittura acquisiti. Per il resto, io sono contro le quote rosa, nere, bianche. Il posto lo si dà al migliore possibile, senza calcolo.

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Lun, 29/04/2013 - 11:37

Caro Mayfield, io sono una di quelle persone "impaurite, anziane e ignoranti". Ma ho probabilmente viaggiato e vissuto all'estero molto piu' di te, e ti ricordo che una societa'che disconosce le proprie radici e rinuncia a vivere secondo le proprie regole, non sara' mai rispettata e sara' destinata a scomparire.

pc1966

Lun, 29/04/2013 - 11:42

chiediamo solo che questi stranieri tutti senza distinzione di colori e di etnie varie, rispettino il nostro paese e la nostra gente. La realità e che si sta creando un odio tra le popolazioni otoctone e gli stranieri. andate a vedere come si comportano nei paeselli invasi: spaccio, violenza, prepotenza. Nessun rispetto , per i luoghi,per la gente. Vivo in un paese che ha fatto dell'integrazione e i diritti dell'uomo, la sua bandiera, ma in verita, un divario enorme si sta creando,accompagnato di un odio crescente, troppi et troppo prepotenti, violenti, la loro cultura non è la nostra e ce la stanno imponendo, i miei figli nella scuola pubblica sono una minoranza, che deve zittirsi e sopportare.Un esempio banale, nelle mense, la carne di maiale e i suoi derivati, sono esclusi, proibiti.Vi sembra normale? Attenti al modello francese, porterà l'Italia e l'Europa alla guerra razziale, è questo che volete? oppure un immigrazione regolata,controllata, con prima i doveri e poi i diritti.Nessun razzismo, solo RISPETTO delle genti e delle leggi.

Ritratto di Svevus

Svevus

Lun, 29/04/2013 - 11:48

Perfettamente d' accordo con Magdi parola per parola !

apostata

Lun, 29/04/2013 - 11:48

Non si debbono creare attese che non è possibile soddisfare e favorire nuovi incontrollati flussi, non rispondenti alle esigenze del paese in crisi, che possono determinare condizioni di vita disumane e anche fenomeni di sfruttamento ed attività malavitose. Occorre che i disoccupati italiani tornino ad apprezzare lavori finora disdegnati.

saverio222

Lun, 29/04/2013 - 11:50

MI raccomando, dopo aver scritto un commento razzista qua sopra, andate tutti a pregare in chiesa e ad esaltare il papa argentino. Ipocriti di merda! Finti cattolici.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 29/04/2013 - 11:58

La questione è semplice: non deve esserci più nessun flusso migratorio (fa comodo solo ai mondialisti che dal caos traggono vantaggio)

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 29/04/2013 - 12:00

Cosa è il razzismo? Tutti ne parlano ma evidentemente non sanno cosa sia

Max Devilman

Lun, 29/04/2013 - 12:00

A tutti quelli che non capiscono, per evidenti limiti, questo articolo: VI INVITO A UN MESE DI VACANZA IN SVIZZERA, dove i concetti del Dr. Allam sono applicati alla vita di tutti i giorni, vedrete un popolo vero, fiero, orgoglioso, che preserva il suo modo di vivere e comunque guarda al futuro. Invece in Italia come si sta? Che gente stiamo importando? Queste culture sono compatibili con la nostra? Vogliono integrarsi o vogliono che noi ci integriamo a loro? Vorrei che rifletteste su questo e poi rileggeste l'articolo dell'ottimo, come sempre, Allam.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 29/04/2013 - 12:01

RAZZISMO NEUTRO non criticabile: la tendenza spontanea e ovunque verificata della tendenza di un gruppo etnico a conservare la sua identità etnica (es. i cinesi, ovunque organizzati in comunità chiuse, anche i neri d'America, i Giapponesi, gli ebrei, ecc...)

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 29/04/2013 - 12:03

RAZZISMO NEGATIVO criticabile: la pretesa di imporsi su altre culture e razze. Il bello è che questo razzismo, quello davvero negativo, sta nell' universalismo degli ipocriti esportatori di democrazia, diritti, ecc... E' LA EMMA BONINO A ESSER RAZZISTA. Non il leghista o l'africano orgoglioso di esser nero.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Lun, 29/04/2013 - 12:05

X ilgenerale 11.11 – Le rimesse degli immigrati in Italia nel 2011 ammontano a 7,4miliardi e a queste sfuggono le somme affidate “brevi manu” a connazionali parenti, amici, intermediari che le hanno portate direttamente nei paesi d’origine e soprattutto sfuggono quelle provenienti da traffico di droga, prostituzione, ecc…

franco@Trier -DE

Lun, 29/04/2013 - 12:07

Mayfield in Colombia c'è una miseria nera, si mangiano uno con l'altro, mi ricordo anni fa con 5 USD mi ramazzai una 26 locale...cercano italiani le donne di là per poter venire in Italia , la tizia ora accennata voleva la portassi in Italia.

roseg

Lun, 29/04/2013 - 12:08

x curtis mayfield--io sono un anziano come da te definito,provinciale e ignorante,impaurito si,dai tipi come te pieni di prosopopea arroganza superbia ecc...potrei dilungarmi molto elencando i tuoi aspetti negativi, i confini nazionali li ho varcati sicuramente più di te e per lo schifo che ho visto d'ora in poi me ne starò nella mia bella italia bella ancora per poco purtroppo,mi spiace che tu debba convivere con tante persone inferiori al tuo livello intellettivo e che ti fanno pena,tu sei un cittadino del mondo,piccolo piccolo ma cittadino del mondo,(non parlavo di statura chiaramente). PARCERE SUBIECTIS ET DEBELLARE SUPERBOS

eliolom

Lun, 29/04/2013 - 12:10

La sinistra si e' dimostrata irresponsabile a nominare la dott.sa Kyenge a ministro, facendo capire che dobbiamo integrarci, come se noi fossimo gli stranieri.Non sarebbe stato meglio nominare la Bonino a quell'incarico? O a voluto mandare un messaggio politico agli immigrati,viste le prossime scadenze elettorali? La sinistra, credo di non sbagliarmi,con la sua irresponsabilita' sta portando avanti il progetto di dare la cittadinanza italiana a chi qui nasce. Ha pesato le conseguenze che ci sarebbero? Con l'acquisizione della cittadinanza si ha diritto alla riunificazione della famiglia e sarebbero migliaia e migliaia i genitori, i fratelli, i nonni ecc. che potrebbero venire a risiedere in Italia. Potremmo sostenere tutto questo, vista la situazione in cui versa la nostra sanita' e la nostra previdenza sociale? Spero che la sinistra apra gli occhi e che questo disegno rimanga un loro sogno e la invito ad interessarsi dei milioni e milioni di italiani e di famiglie italiane, che non solo gia' d'ora, sono stremati e che sono alla fame.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 29/04/2013 - 12:11

Io il mondo l' ho girato e ovunque ho visto che le società omogenee razzialmente e culturalmente sono le più stabili (Giappone, Corea..). Al contrario quelle troppo eterogenee covano sempre rivalità mai sopite (vedi India, Malesia, Iraq, USA...)

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 29/04/2013 - 12:15

Leggendo l'articolo del non-più-cattolico Allan mi aspettavo un'approfondimento su aspetti del vissuto della neoministro Kyenge che fossero in contrasto col ruolo che ricopre, chessò qualche esternazione pubblica in passato, qualche aspetto poco chiaro della sua vita privata e professionale. E invece niente, l'unico problema è che è nera e di origine congolese, aldilà di quanto dichiarato in apertura. Aspetto con ansia un analogo articolo del non-più-cattolico su Balotelli in nazionale (in fondo cosa c'è di più italiano e rappresentativo dell'unità nazionale degli "azzurri"?), è ancora più scuro della signora in questione, ma sono quasi sicuro che mi toccherà aspettare a lungo, ci sono bassi istinti che anche un meschino come Allam sa che non è bene stuzzicare, quelli dei tifosi di calcio senz'altro.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 29/04/2013 - 12:22

l'esterofilia (ossia l'acritica venerazione di tutto ciò che è straniero) nasce solo da complessi di inferiorità e vacuità culturale. Sono i provinciali a essere esterofili. Sempre. L'uomo saldo ha sempre radici. Il che non implica disprezzare gli altri. Anzi. Chi apprezza le proprie radici è sempre disposto a riconoscere agli altri pari diritto.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 29/04/2013 - 12:23

L' Italia ha una emorragia di cervelli e spiriti intraprendenti. Importiamo quasi solo derelitti e ignoranti. Piaccia o no, è così. Il razzismo qui non c'entra nulla.

no b.

Lun, 29/04/2013 - 12:27

che ridere che tutto questo sia detto da un immigrato islamico

css

Lun, 29/04/2013 - 12:27

Condivido ogni Sua singola parola. Ma poi che c'entrava questa col Governo italiano....

no b.

Lun, 29/04/2013 - 12:37

un'ultima cosa: a Torino si hanno pochissimi problemi con le comunità immigrate rispetto a milano, roma o alle città del sud. Non portare esempi che non conosci nemmeno, immigrato!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 29/04/2013 - 12:54

wizardofoz, Feyerabend: tralasciamo pure le virgole e le maiuscole... ci terrei piuttosto a discutere sul termine "ex-immigrato". Esiste un termine temporale in base al quale un immigrato non sia più tale ma diventi "ex"? A casa mia il prefisso "ex" annulla la condizione del vocabolo successivo... se dico di essere un ex calciatore significa che lo ero in precedenza e ora non lo sono più, se parlo della mia ex moglie mi riferisco ad una persona con la quale avevo un contratto di matrimonio che è stato annullato. Se dico di essere un ex immigrato che mi significa? Forse quell' "ex" annulla il fatto che sia nato e abbia vissuto in precedenza in un posto diverso? Potrei semmai dire di essere un immigrato di lunga data, ma se non sono un indigeno del luogo in cui vivo sempre immigrato sono. Sbaglio?

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Lun, 29/04/2013 - 12:56

Ottimo articolo Signor Allam, nel quale non riscontro nessun tipo di razzismo, odio, o invidia, ma un analisi dei fatti, incontrovertibile.Certe parole hanno il potere di colpirmi profondamente,suscitando in me, a volte tristezza,(come in questo specifico caso) altre volte ilarità, rare volte calma, calore e serenità,(soprattutto di questi tempi).Credo fermamente, che ognuno di noi,ha delle parole "scatenanti" e conoscere quali sono e il modo in cui reagiamo ad esse, può salvarci da gesti eccessivi e a volte inconsulti,(ed ora mi riferisco al gesto, dello "squilibrato" del quale tanto si è parlato).Ecco, ora proprio ascoltando e leggendo le sue parole veritiere e sacrosante,(nelle quali non scorgo malizia alcuna)la tristezza, mi assale.Gli esseri umani, sono creature complesse, dotate di riflessi misteriosi, e così cerco di capirne e comprenderne, gli stimoli, che scatenano certe reazioni e non solo le mie, e cerco di"servirmene"come il più efficace strumento, per evitare di far del male e farne al prossimo, anche se il più delle volte...l'impresa è quasi impossibile.Una cosa, mi ha sempre procurato, disagio ed è appunto, il razzismo,(oggi al contrario) condito da un becero buonismo, tutto,"squisitamente" appartenente alla sinistra.GRAZIE!!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 29/04/2013 - 12:57

El Presidente: quoto in pieno.

killkoms

Lun, 29/04/2013 - 13:27

@curtysmayfield,ma di quale provincialismo parli?dovresti sapere(se sei proprio di milano)che fino a qualche decennio fà,era cosa comune a milano trovare scritte razziste antimeridionali e offerte di affitto di case con ben specificato che non si volevano i predetti,e ora?tutto d'un tratto diventate internazionali come l'inter!

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Lun, 29/04/2013 - 14:35

come sempre egregio dott allam è di una grande chiarezza .

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 29/04/2013 - 14:37

Concordo con Allam. In questo, naturalmente, non c'entra nulla la signora Cécile Kyenge, che mi è del tutto indifferente e che non posso non accettare quale cittadina italiana. Libero però di respingere le sue idee qualora non collimino con le mie.

Fran52

Lun, 29/04/2013 - 15:03

Sono italiana da 40 anni in Svizzera... Gentili utenti, ma se siete arrivati a tanto é colpa vostra, di tutti gli italiani intendo! Avete sempre considerato “chic” lo straniero, avete sbavato dietro soubrette e attrici/attori esteri che in Italia in seguito hanno fatto la loro fortuna in televisione e/o al cinema; scimmiottato espressioni straniere fino ad inflazionarle (p.e.: vedi pubblicità) nonostante vi fossero corrispondenze in lingua italiana! In tutti i campi avete steso tappeti rossi a personaggi di ogni tipo, purché stranieri.. (Cicciolina se la ride!) e se adesso si fa avanti l’Africa, altro non é che l’evoluzione di ciò che voi sin da sempre avete lasciato intendere: STRANIERO E’ BELLO! Eccovi accontentati, infine. AUGURI, ho tanta pena per la mia povera Italia! Fran52

elena.giacomelli

Lun, 29/04/2013 - 16:49

Sono una cittadina italiana residente all'estero. Essere accolti nel paese che ci ospita non è facile e da tutte le parti bisogna metterci della buona volontà. Francamente mi pare inaccettabile il fatto che un neo-cittadino italiano si permetta di giudicare e difendere i cittadini italiani contro un'altra neo-cittadina italiana.

marco m

Lun, 29/04/2013 - 17:22

Caro stegalas, se fa il piacere di rileggere il mio commento, vedra' che io non ho parlato solo di ricchezza, ma la prima classifica che ho citato e' quella relativa alla "Qualita' della vita", riportata ogni anno dal Sole24ore ed altri giornali. Ed in quelle classifiche le citta' citate sono tutte in nella meta' alta della classifica, per essere precisi Bologna e' al 9 posto, Firenze al 18esimo, mentre Padova e Torino sono al 40esimo e 43esimo, su 107. Poi chiaramente, immagino le classifiche siano tutte sbagliate perche' le danno torto.

Stepas2

Mar, 30/04/2013 - 15:50

Ottimo articolo, checche' ne dicano molti ignoranti che non hanno studiato la storia e non comprendono quali possono essere le conseguenze delle azioni di un governo. E neanche la letteratura. Mi permetto di citare il piu' grande poeta italiano (si' ho detto italiano, sono razzista? o dovrei citarne uno congolese per par condicio?) e il piu' grande romanziere italiano (ma qui in versi). Sempre la confusion delle persone principio fu del mal della cittade. Dante, Paradiso XVI Una d’arme, di lingua, d’altare, di memorie, di sangue, di cor A. Manzoni, Marzo 1821

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 30/04/2013 - 18:28

Complimenti, si comprende meglio chi alimenta l'odio in Italia