Quelli che vogliono far cadere il governo

Letta assicura: "Il governo dura fino a fine legislatura". Ma Epifani accusa il Cav: "Garantisca due anni di stabilità". In realtà i detrattori sono altri

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il premier Enrico Letta

C'è una pletora di politicanti di professione, giornalisti, benpensanti e magistrati politicizzati che non vogliono le riforme. C'è un esercito di signor "no" che le stanno provando tutte per far saltare il tavolo, per far cadere il governo Letta, per recidere la temporanea alleanza tra Pdl e Pd. Gli attacchi arrivano da più fronti. Colpi durissimi per destabilizzare un esecutivo. I più accaniti sono senza dubbio certi giudici che vogliono decapitare il centrodestra facendo scattare le manette sui polsi di Silvio Berlusconi. Poi, ci sono i democratici avversi all'ala Letta-Franceschini: da Matteo Renzi a Massimo D'Alema, dai "giovani turchi" a Rosy Bindi le anime piddì si preparano allo scontro finale che si terrà in ottobre. E ancora: la stampa che strizza l'occhio a Beppe Grillo è sempre pronta a tirare bordate per destabilizzare il già precario equilibrio politico che è venuto a crearsi dopo la rielezione di Giorgio Napolitano al Quirinale.

"Siamo riusciti a mettere insieme il centrodestra e il centrosinistra ponendo fine a una lunga guerra fredda, ad una guerra civile. Abbiano un governo forte che può fare quelle riforme e che una sola parte non poteva fare". Berlusconi lo va ripetendo da diversi giorni: la situazione è più unica che rara. L'esecutivo, forte di una maggioranza compatta che lo sostiene, può e deve fare le riforme. In primis, approvare un piano economico che da una parte abbatta la pressione fiscale, che coi tecnici è arrivata alle stelle, dall'altra favorisca il mercato del lavoro attraverso una politica di defiscalizzazione per le imprese che assumono i giovani. In secondo luogo, il Cavaliere preme affinché l'esecutivo ammoderni la Costituzione. A partire dall'elezione diretta del capo dello Stato. Se queste misure andasse in porto, il Paese avrebbe solo da guadagnarci. Eppure la fila dei "rottamatori" è davvero lunga. Si dal giuramento di Letta, il Fatto Quotidiano si è schierato in prima linea per far cadere il governo. "Si continua ad accreditare il ridicolo falso di un termine posto dal presidente della Repubblica alla durata dell’attuale governo", ha replicato il Quirinale invitando il quotidiano diretto da Antonio Padellaro a non portare avanti "una polemica chiaramente infondata". Lo stesso Letta, ospite di Lilli Gruber ha assicurato che il governo durerà "quattro anni e 10 mesi, da qui fino a fine legislatura". D'altra parte, il governo non è uno yogurt con la data di scadenza: un esecutivo, se governa bene, dura cinque anni. Come spiegato dal premier, diciotto mesi sono il tempo necessario per fare le riforme istituzionali.

Nonostante l'ottimismo del premier, in molti giocano a far cadere l'esecutivo per far ripiombare il Paese nel caos. Un gioco al massacro che vede, ancora una volta, il sodalizio tra la magistratura politicizzata, certe frange del Pd e gli anti Cav di professione. "Berlusconi dovrebbe garantire una stabilità di due anni al governo, solo così si potranno varare le riforme", ha avvertito il segretario del Pd Guglielmo Epifani in una intervista alla Stampa nella quale ha anche affossato il presidenzialismo. Proprio l'elezione diretta del capo dello Stato è il grimaldello usato da alcune anime del Pd per creare uno scontro con Letta. Non c'è giorno che Renzi non bastoni il governo per accreditarsi alla corsa per la segreteria del partito. "Io spero che Letta abbia successo. Lo stimo, abbiamo un bel rapporto. Apprezzo il suo equilibrio; mi convincerà meno se cercherà l’equilibrismo. Non so fino a quando potremo governare con Schifani e Brunetta, i loro capigruppo. Il governo dura se fa le cose", ha spiegato il sindaco di Firenze in una intervista al Corriere della Sera nella quale svela di "aver fatto voto di non parlare male del governo". Per candidarsi a Palazzo Chigi l'ex rottamatore sa bene che deve prima prendersi il Pd e prendersi il Pd sa bene che dovrà entrare in collisione anche con l'attuale premier. "È un democristiano che democristianizza ancor di più il Pd e finirà per spaccarlo - ha commentato Renato Brunetta - se vincerà lui, cadrà il governo". Ad oggi il nemico peggiore di Legga è il Pd stesso, dilaniato da un caos interno senza precedenti. "Il Pd cambia segretario come le camicie - ha continuato Brunetta - è un partito indeciso su tutto"

Un altro, pericoloso ostacolo alla tenuta del governo potrebbe essere propriuo l'accanimento giudiziario nei confronti di Berlusconi. Anche all'interno del Pd molti hanno capito che, se il ruolo politico del Cavaliere viene continuamente messo in discussione dagli attacchi di una parte della magistratura, il lavoro del governo rischia di saltare. "Certi giudici stanno ostacolando quella pacificazione che è sempre di più necessaria per il futuro dell’Italia", ha spiegato il coordinatore Pdl Sandro Bondi. Non c’è nessuno più convinto di Berlusconi dell’opportunità che l'esecutivo ha di dare risposte efficaci alla crisi economica e varare le riforme istituzionali. Tuttavia, i vari processi portati avanti dal tribunale di Milano hanno il chiaro sapore della resa dei conti. Proprio per questo il Pd, anziché affondare il governo per regolare i conti interni, dovrebbe lavorare per sostenere l'esecutivo senza paventare a ripetizione la possibilità che il leader del Pdl faccia cadere il governo. "Cosa nasconde l'atteggiamento di Epifani? - si cheide la pdl Deborah Bergamini - certo è che chiunque arrivi a guidare i democratici ha l’obbligo di creare un suo personale 'motivetto' nei confronti di Berlusconi". I veri nemici, infatti, andrebbero cercati da tutt'altra parte.

Commenti
Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Gio, 06/06/2013 - 13:42

vi preparate a dare la colpa a qualcun'altro per quando il corruttore ladro berlsuconi incassera' i no di consulta e i si all'espulsione dalla vita politica. perdenti con le mani avanti.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 06/06/2013 - 13:43

PD, PDL, 5stelle & C, tutti a pensare alla seggiola, privilegi e al loro portafoglio, gli altri possono attendere.

a.zoin

Gio, 06/06/2013 - 13:51

Quale ruolo ha il Capo dell Stato in tutto ciò ? È anche lui nel complotto ,oppure può mandare questi ladroni in galera o a spaccare pietre.

pinux3

Gio, 06/06/2013 - 13:53

Da quando in qua l'impunità si chiama "pacificazione"?

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Gio, 06/06/2013 - 13:59

Ma non è 'Brontolo' Brunetta a minacciare sempre di far cadere il governo ? Ci vuole una bella faccia tosta a sparare articoli come questi.

Ritratto di scriba

scriba

Gio, 06/06/2013 - 14:04

LA PIOVRA ANTI ITALIA. Che esista un partito sfascista trasversale annidato fra i banchi parlamentari e sostenuto dai guastatori delle truppe d'assalto togate è un fatto conclamato. Da sempre si parla di Massoneria, di poteri occulti, di grandi vecchi, di lobbies e logge varie. Sta di fatto che dietro cumuli di spazzatura si vede trasparente e limpida l' opera dei traditori di ogni tentativo di cambiare l' Italia e farla crescere. E' tutto alla luce del sole eppure riesce a mascherarsi dietro paraventi ideologici, ami ai quali abboccano, come ipnotizzati, eserciti di pesci rossi. Sorge il sospetto che sia proprio vero che l' unica forma di Governo possibile in Italia sia una dittatura brutale.

egi

Gio, 06/06/2013 - 14:05

Purtroppo per noi gli interessi dei tosco emiliani e la malavita del sud si sono saldati, è chiaro in quanto i delinquenti sono liberi di delinquere i tosco emiliani con COOP banche e funzione pubblica sono liberi di mantenere i pelandroni di regime e sfruttare chi lavora onestamente mettendo del suo, proprio una brutta Italia in balia degli ex FASCISTI e ora COMUNISTI

Ritratto di gino5730

gino5730

Gio, 06/06/2013 - 14:07

Naturalmente i vari Renzi,Epifani,Bindi,Franceschini e gli ideologizzati come i giovani turchi,la CGIL non ci pensano nemmeno brigare per far cadere il Governo e tanto meno i magistrati politicizzatili.C'è solo una persona capace di tutte le male fatte possibili:Berlusconi.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 06/06/2013 - 14:16

In assenza di Governo i magistrati imperversano. Burocrati e magistrati rozzi e ignoranti provenienti da certi primitivi paesi appenninici che già adesso si gonfiano di vanagloria ad amministrare sulla civile Italia settentrionale, e i disastri si vedono perché la locomotiva del Paese è ferma, gli indomenicati cafoni dicevo, farebbero carte false per sottomettere anche la mitica Germania o la Svezia o l'Olanda... Intanto il prudentissimo Napolitano brama la riforma costituzionale del "Chi ha avuto, chi ha dato ha dato, scurdammece ò passato" per ottenere un salvacondotto per gli indomenicati che hanno lasciato debiti e buchi di cassa, ma gli ultimi cafoni arrivati pretenderebbero di continuare il brigantaggio accampando "diritti acquisiti" a causa del malgoverno. Insomma oggi è di moda la politica del "via il gatto i topi ballano".

Ritratto di apasque

apasque

Gio, 06/06/2013 - 14:19

Nell'occidente, siamo la più "schifosa" democrazia. Prendo solo un lato della schifezza: la magistratura. Non mi interessa che ci siano migliaia di magistrati che fanno il loro dovere, e pochi no. Se queste migliaia di magistrati non sono capaci di espellere, bloccare le mele marce, vuol dire che anche essi sono marci, oppure vigliacchi. Tertium non datur. Allora, detto questo ecco la mia prova: un certo Ingroia si butta in politica, sanza domettersi dalla magistratura, alla faccia di ogni regola. Poi, per fortuna la prende in quel posto. Allora i capi lo mandano ad Aosta, e lui si mette subito in ferie per non andarci. Risparmio il resto.....Ma vi sembra che un personaggio "di punta" come questo possa rappresentare una sana democrazia? Ma lo sa il signorino che in una qualsiasi azienda privata per questo suo comportamento sarebbe stato licenziato?

Paul Vara

Gio, 06/06/2013 - 14:25

Se Berlusconi cerca il salvacondotto vuol dire cha la coscienza tranquilla non ce l'ha proprio.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 06/06/2013 - 14:25

Nelle stanze del potere e nei corridoi dei partiti molti irresponsabili puntano alla rovina del governo Letta unicamente per tornaconto personale e per ambizione. Per altro se il governo intende continuare a muoversi con la mentalità mostrata nella bozza di legge per il mantenimento del contributo pubblico ai partiti, quindi mostrando di non tenere in alcun conto ciò che pensa il popolo bue, non c'è da stare molto tranquilli. L'impressione è che siano cambiati i musicanti, ma la musica sia sempre la stessa.

sevbunga

Gio, 06/06/2013 - 14:34

E' in corso una guerra senza quartiere contro la magistratura. Il tritacarne mediatico di Destra (giornali e televisioni)è senza precedenti. Gli assalti destabilizzanti sono quotidiani: la marcia sulla procura di Milano dei deputati berlusconiani, la volontà di condizionare i processi. Il Linguaggio è una guerraq senza quartiere: la magistratura vuole Fucilare B., la magistratura è in guerra. Chi è in guerra è la destra e berlusconi, da 20anni. Parlare di pacificazione? Brunetta guerreggi tutti i giorni, balle a non finire ( la Nipote di Mubarak e non si vergognano neanche!). Il teorema della magistratura contro B è una balla spaziale: mai dimostrata: mi piacerebbe che qualcuno me lo dimostrasse. Ad oggi balle su balle. Pacificazione? E' guerra dichiarata. Moderati? Manganellatori con l'olio di ricino. Destra siete impresentabili!

Raffaele Augello

Gio, 06/06/2013 - 14:34

C'è sempre un comunistaccio pronto a negare ogni evidenza e malefatta del suo partito e a sostenere che gli onesti, i probi, i buoni, gli incorruttibili stanno nel suo partito armata brancaleone!

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Gio, 06/06/2013 - 14:39

Che i magistrati vogliano far saltare questo governo lo si capisce perfettamente( stanno troppo bene nella situazione attuale, prendono un mare di soldi spesso completamente immeritato; non devono rispondere a nessuno -il C.S.M. è dei loro e dalla loro parte politica - degli sbagli che fanno, possono fare il bello e il cattivo tempo e atteggiarsi a difensori della Costituzione... ma i politici del PD di cosa si lamentano e perchè vogliono far cadere il Governo? Hanno un loro Premier al governo e possono parzialmente prendersi il merito di fronte alla storia di essere i riformatori e di aver posto fine alla guerra civile in Italia( cercando di far dimenticare che ne sono stati i responsabili)… Allora cosa vogliono? A meno che la spiegazione sia questa: c'è in programma la riforma della giustizia e siccome toccano i magistrati temono finisca per loro e per i loro "amici" il lungo periodo di impunità goduto.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Gio, 06/06/2013 - 14:43

...Che Silvio Berlusconi sia il solo vero leader politico oggi in Parlamento è cosa nota e riconosciuta, in privato, anche dai suoi avversari politici. Silvio Berlusconi è paragonabile ad un cinghiale che durante una battuta di caccia di cui è oggetto, è capace di tenere sotto controllo e prendersi gioco della muta di cani che lo insegue, reagendo inaspettatamente e con più vigore, quando lo credono ormai spossato dalla fatica. Con lui bisogna comportarsi secondo quel detto sulla bocca dei mafiosi "saggi", che recita: "Piegati giunco che passa la piena". I pochi avversari politici saggi, sanno che quando lo si ritiene che sia stato messo all'angolo, reagisce sprigionando ancora più vigore. Dato per scontato, quindi, che il Governo vivrà o cadrà solo se Silvio Berlusconi lo vorrà, è bene che eventuali malintenzionati si mettano l'animo in pace e collaborino affinché si facciano quelle riforme indispensabili per il Paese. Il giorno in cui, speriamo lontano, il"cinghiale" verrà "abbattuto", ci sarà lo scontro finale tra le Istituzioni e la politica e sarà un brutto giorno, credete a me.

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Gio, 06/06/2013 - 14:53

Poveri kompagni si son visti abbattere il secondo muro, il primo quello di Berlino, ora quello di Berlusconi. Governare col nemico giurato è veramente un'ardua impresa! Svelano così la pochezza dei loro contenuti fatta di attaccamento alle poltrone e interessi propri, ma non all'Italia.

Lino1234

Gio, 06/06/2013 - 15:01

Quando un rimba..... tipo ferdnando55 si permette di dare del "corruttore ladro" a Berlusconi ancor prima della sentenza definitiva, non corre il rischio di beccarsi una querela miliardaria se tale sentenza sarà, come è molto probabile, a favore di Berlusconi ? Silvio, mi raccomando : non deludere noi tuoi estimatori, che abbiamo subìto, da questi spergiuratori saturi di odio, le pene dell'inferno, dal darci la grande soddisfazione di sbriciolare questa comunistaglia, quando, finalmente ti sarai e ci saremo, liberati dalle torture inflittaci da questi energumeni i quali, sotto protezione di una ideologia criminale che ha prodotto, nel mondo, più di cento milioni di vittime e, non paghi di tanta malvagità, continuano ad infliggerci le loro torture sotto forma di commenti e per di più sui nostri : Giornale e Libero, che non nascondono la loro linea editoriale di centro destra. Io, da democratico, non mi sono mai permesso di insultare il proprietario di Repubblica in quanto, come tutti i giornale degni di rispetto, conducono coerentemente la loro linea editoriale di sinistra. Saluti. Lino - W Silvio.

Raffaele Augello

Gio, 06/06/2013 - 15:05

nemur 37. Quell'uccellaccio del malaugurio di Epifani parla di essere pronto a reagire a qualsiasi minaccia di far cadere il governo, mettendo il carro davanti ai buoi oppure giocando a spararla più grossa che si può!. Perché non pensa a mettere ordine e inculcare un po' di buon senso e ragionevolezza nel suo partito, dove ad ogni momento si alza uno più di un altro e si mette a porre veti qua e intoppi là, pur di fare il Bastian contrario, facendo la voce grossa, magari per farsi notare che meglio di lui per guidare l'armata brancaleone del suo partito non ce n'è?

Atlantico

Gio, 06/06/2013 - 15:20

Se arriva una sentenza di condanna per Berlusconi, vedrete come inizierà a traballare il governo Letta. E vedrete quanti articoli dei vari collaboratori del Giornale spiegheranno perchè è giusto che il governo debba cadere. Vogliamo scommettere ? ( sempre che questo post sia pubblicato ... )

edoardo fauro

Gio, 06/06/2013 - 15:42

Subito nuova legge elettorale! E' uno dei punti fondamentali del Governo Letta con PD-PDL-SC E' inutile che Berlusconi vada dicendo che gli Italiani non mangiano con la legge elettorale! Gli Italiani non mangiano neanche con Il Presidenzialismo! Berlusconi ambisce alla Presidenza della Repubblica? Gli Italiani non gli consentiranno mai e poi mai DI SCAPPARE DALLA GIUSTIZIA come TUTTI I CITTADINI!

eloi

Gio, 06/06/2013 - 16:18

LEGGETE LA MIA SENTENZA!!!!! se il PD fa cadere il governo l'unico "partito" a lasciare "morti" sul campo di battaglia della politica sarà proprio il PD.

Ramingus

Gio, 06/06/2013 - 16:21

Azzardo: è possibile che le manette ai polsi di Silvio scattino perché ha commesso dei reati? No, dico, avete mai preso in considerazione anche questa ipotesi? Azzardata, per carità, ma ci potrebbe stare....o no? Certo è singolare che quando un testimone incolpa il vostro boss (l'On. De Gregorio dichiara di aver ricevuto 2 milioni dal medesimo per il "cambio di casacca") non è attendibile o comunque racconta solo bugie, è un cattivone, sono...le toghe rosse che gli credono, mentre quando sempre un testimone discolpa il sacro capo (Ruby & Co.) dice la verità, soltanto la verità...sono le toghe rosse che non gli credono. Ahò, decideteve. Ma capiamo...noi italiani ...capiamo. Che s'ha da fa pe campà...ciao dignitààààà....

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Gio, 06/06/2013 - 17:11

Ma come è diventato colomba il PDL. Sará merito dei sondaggi che non volano più o dei risultati delle ultime amministrative o ancora delle sentenze che devono maturare? Non ho mai visto Berlusconi così conciliante. Avrá mica una crisi mistica?

pansave

Gio, 06/06/2013 - 18:28

Colpevoli saranno i magistrati rossi, assistiti da ultras rossi, anarchici, psicolabili sputaodio e filosofi legati ad ideologie ottocentesche.

cast49

Gio, 06/06/2013 - 18:33

ferdnando55, che testa di cazzo che sei!!! almeno aspetta che arrivino alla fine quei pezzi di merda dei giudici komunisti...chi sta nella merda sinistra dovrebbe fare un esame di coscienza, Epifani stia zitto perchè sono proprio le varie correnti komuniste che non vogliono che Letta porti a termine la legislatura...capito, testa di cazzo???

benny.manocchia

Gio, 06/06/2013 - 18:38

Presidente Napolitano: faccia Berlusconi senatore a vita se vuole evitare una guerra civile senza precedenti in Italia. Milioni di noi le chiedono di pensare a questo. Un italiano in USA

leonarmi

Gio, 06/06/2013 - 19:51

Forse sarebbe bene se alcuni fanatici delle manette finiscano dietro le sbarre per espiare le penel perché sicuramente chi da del ladro lo è sicuramente lui

Azzurro Azzurro

Gio, 06/06/2013 - 20:25

cosa e' che farnetica epifani? Ma come non eravamo impresentabili? Kompagno il governo durera' 18 mesi SOLO SE farete esattamente cio' che vuole il nostro condottiero Berluskamon....se no elezioni e cancellazione del pci-pd....dovrete trovarvi un lavoro kompagni

Silvio B Parodi

Gio, 06/06/2013 - 20:45

continuate pure a fare caos, continuatea insultare, a sputar sentenze contro il governo poi se e quando cadra' ve ne accorgerete dove finira' l'Italia

franco@Trier -DE

Gio, 06/06/2013 - 23:06

Per me Berlusconi vuole fare cadere il governo , brutta cosa invecchiare.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 07/06/2013 - 00:47

La tecnica adottata dalle toghe rosse per far fuori Berlusconi, ora è diventata il modus operandi di Epifani. BERLUSCONI SOLLECITA IL GOVERNO A TENERE DURO ED EPIFANI LO ACCUSA DI SABOTARLO. PIU' TRINARICIUTI DI COSI' SI MUORE.

antoniociotto

Ven, 07/06/2013 - 07:15

dopo una vita di errori e orrori la mummia potrebbe farne una utile all'Italia. nominare senatore a vita il cav.

antoniociotto

Ven, 07/06/2013 - 07:35

il problema della sinistra adesso è quello di nascondere ai propri elettori che la loro politica produce solo rovine e povertà. epifani chiede al cav. di appoggiare per almeno due anni il governo in questa frase c'è tutta la pochezza e malignità della persona che non importa nulla del bene della nazione. comunque stia tranquillo molti della base daranno sempre il loro consenso perchè non tollerano di dover ammettere (anche e soprattutto a se stessi)di essere stati dei coglioni per tanti anni.

linoalo1

Ven, 07/06/2013 - 08:19

I Detrattori?Sono sempre gli stessi PDuisti Ipocriti!Davanti dicono di essere contenti!Però,dietro a schiena,hanno le dita incrociate!Loro,i Vecchi,invece di andarsene,tentano ancora di mettersi in gioco!Non vogliono ammettere che gli anni sono passati anche per loro e che,la Base,preme per un rinnovamento radicale!Vecchi PDuisti con i capelli bianchi,non pensate che sia ormai ora di andare in Pensione e di lasciare spazio ai giovani?Avete paura che sbaglino?Voi,non siete stati giovani?Avete sempre fatto giusto?E allora!!?Aria!Nascondetevi!Così riusciamo a dimenticarvi prima!Lino.

Azzurro Azzurro

Dom, 09/06/2013 - 15:01

ferdnando55 mi spiace dirtelo ma sei da ricovero kompagno. ma non ti vergogni che il tuo komunismo abbia fatto soffrire 1 miliardo di uomini? jan palash si e' dato fuoco per protestare contro il komunismo bestia .....dovresti inginocchiarti e recitare il mea culpa fallito bolsceviko....a proposito non andare in nessun paese dell'est a dire che sei komunista....perche' non ne esci vivo

Azzurro Azzurro

Dom, 09/06/2013 - 15:05

epifani ha solo impoverito i lavoratori. il governo durera' fino a che sara' attuato il programma del Cavaliere. Niente programmi komunisti anti Italiani. Poi tra 18 mesi la Destra prendera' il 40% e i komunisti del pci-pd saranno cancellati dagli elettori. Alla fine i conti si pagano sempre

Azzurro Azzurro

Dom, 09/06/2013 - 15:07

ho visto una foto di napolitano con ceausescu del 74. ma perche' non si scusa col mondo per i suoi errori?