La radio anti-rottamatore perseguitata dai giudici

Il caso della fiorentina Radio Studio 54 querelata dal sindaco e puniti dalle toghe

Guido Gheri, proprietario e speaker di punta di Radio Studio 54

Chi critica le malefatte del sindaco di Firenze, Matteo Renzi, al meglio finisce condannato. È un assioma. Ma se ci fosse bisogno di un'ulteriore prova basta ripercorrere l'esperienza vissuta da Guido Gheri, «I' Gheri», come lo chiamano a Scandicci, alle porte di Firenze, fondatore, proprietario e speaker di punta della storica Radio Studio54, aperta nel 1975, un'oasi blu nel deserto rosso della Toscana. Ed è proprio questo il punto. «I' Gheri» sta sulle balle. E anche questo è un assioma. I suoi pensieri in libertà durante il programma Voce del Popolo ascoltato ogni mattina da quasi mezzo milione di persone vanno di traverso ai rossi politici locali. Soprattutto al sindaco di Firenze. Ecco perché la sinistra e i giudici di sinistra non la vogliono più tra i piedi.

Radio Studio54 è l'unica radio in Toscana che non è di sinistra e che non vive, come le altre, di soldi pubblici. E così per mettergli il bavaglio si è ricorso prima ai sigilli e poi alle condanne penali. Nel 2012 vennero sequestrati gli impianti e interrotte le trasmissioni. E qualche giorno fa per Gheri e un suo collaboratore è arrivata una sentenza di condanna. Le accuse sono diffamazione e incitamento all'odio razziale per certe frasi pronunciate in diretta. Il giudice Marco Bouchard, manco a dirlo membro di Magistratura democratica, ha inflitto 9 mesi di condanna a Gheri e 6 mesi al suo «aiuto» Salvatore Buono. I due sono stati anche condannati a risarcire il Comune di Firenze con una multa di 5mila euro. Il tutto ascoltando solo due dei 18 testimoni che i legali di Gheri avevano iscritto a ruolo, tra i quali figuravano anche tanti extracomunitari amici e collaboratori della radio.

La presunta istigazione all'odio razziale deriva dai commenti del Gheri sulla gestione del maxi-parcheggio a pagamento dell'ospedale Careggi di Firenze, da dove alcuni ascoltatori avevano segnalato atti vandalici e aggressioni da parte di extracomunitari e di zingari. Ovviamente venne tirato in causa anche il Comune di Firenze accusato di non risolvere quella grave situazione di ordine pubblico. Una critica che evidentemente colpì la delicata sensibilità del sindaco-segretario, ritenutosi offeso insieme alla sua amministrazione, e che decise per questo di querelare Gheri e Buono e di costituire il Comune di Firenze parte civile.

«Ma quale razzismo? - si difende Gheri - sono l'unico che ha sempre avuto stranieri a lavorare nella mia radio. Quando parlavo di Careggi lo facevo perché ricevevo ogni giorno centinaia di messaggi di donne e madri impaurite per quello che accadeva da anni nei parcheggi dell'ospedale. Senza che il Comune muovesse un dito. La verità è che qui è stato messo in piedi un preciso disegno volto a rovinare me e la mia famiglia. Radio Studio54 è l'unica spina nel fianco che hanno per cui avvalendosi dei loro amici magistrati cercano di distruggermi. Un danno di immagine e di salute incalcolabile».

In Toscana funziona così. Chi osa mettersi contro lo strapotere delle coop e dei poteri forti rischia pesante. Gheri per anni ha attaccato il sistema di sprechi regionale e provinciale nonché la giunta del sindaco di Firenze, Matteo Renzi, il quale, indispettito per essere stato definito in un dossier «Renzino Spendaccino», lo ha querelato. «Altro che Cuba, qui è peggio, una cosa impressionante. Chi la pensa diversamente in Toscana prima o poi la paga. Loro hanno il potere di distruggerti». Il senatore fiorentino di Fratelli d'Italia e candidato a sindaco di Firenze, Achille Totaro, ha preannunciato che presenterà un'interrogazione parlamentare in merito.

L'avvocato Paolo Florio, difensore di Gheri, ha parlato di «sentenza sorprendente, date le miti richieste della procura» che, per l'istigazione, proponeva al giudice solo una multa e non il carcere. Ma se parli male del sindaco Renzi...

Commenti

dukestir

Sab, 18/01/2014 - 09:11

Radio anti-rottamatore = radio pro-rottami della Casta?

Beaufou

Sab, 18/01/2014 - 09:17

Ah, a quanto pare anche Renzi,"il nuovo che avanza", non disdegna l'aiutino di MD. Mi sa tanto che sono prove generali di regime, valide per l'Italia futura. Siamo messi bene.

carpa1

Sab, 18/01/2014 - 09:41

E' risaputo, moltissimi lo riconoscono, ma solo le toghe schierate politicamente fanno finta di nulla, anzi .... così demonizzazione della dx e santificazione della sx possono liberamente continuare utilizzando non solo i media privati ma, e soprattutto, i media pubblici (rai e giornali di regime che sono la quasi totalità di quanto disponibile sul mercato della disinformazione), con la più totale latitanza dei membri responsabili delle tanto declamate istituzioni che dovrebbero intervenire per ristabilire almeno un minimo di rispetto delle regole democratiche. E poi quelli che si riempiono la bocca, a cominciare dal CAPO dello stato, chiedendo "una necessaria pacificazione sociale". Ma andassero a ranare.

cusrer

Sab, 18/01/2014 - 09:54

In questi casi i Partiti di opposizione cosa fanno?

igiulp

Sab, 18/01/2014 - 10:38

Poi capisci perchè, contrariamente alle altre regioni, in Toscana non succede mai nulla. La mafia rossa impera.

marcello. marilli

Sab, 18/01/2014 - 10:42

sento durante i miei trasferimenti questa radio, e devo dire che talvolta il Gheri si esprime in modo non paludato , però si fa capire bene. cosa rara nelle radio "libere". E'vero che in Firenze non ci sonbo radio libere,anche quelle cha parlano di sport tirano sempre la volata a qualche politico ,e sempre di sinistra. Gheri è l'unico che dà voce a tutti coloro che ci vogliono andare, almneno è quello che ho sempre sentito io con le mie orecchie. Una cosa molto bella che fa(a mio parere)è dare voce ai problemi della gente che gli si rivolgono aiutandoli con l'intervento di avvocati, esperti commercialisti, esperti tributari,amministreatori di condomino ecc ecc. I problemi normali della gente insomma. Giudico importante questo modo di fare , e per di più lo fa GRATIS . Non è roba da poco mi sembra in questo momento. Ho sentito, a riguardo della condanna, dichiarazioni rilasciate in radio da parte di immigrati che hanno testimoniato a suo favore dicxendo che li aveva aiutatinei vari modi possibili, quindi non è certo un razzista "a preescindere". potremmo vedere e analizzare il comportamento di ognuno di noi riguardo "l'immigrazione" e scoprire che nella diversità del pensiero siamo tutti "un poco razzisti". sono d'accordo che vanno aiutati, ma per me prima vengono gli italiani, allora dite pure che sono razzista .scusate il disturbo

CALISESI MAURO

Sab, 18/01/2014 - 10:50

Gia' Cusrer ha ragione, cosa fa ad esempio la Lega fino tre anni fa' lanciatissima in Toscana per difendere questa persona? Non so magari pagare il multone coi soldi delle cartucce o lauree albanesi ai pesci di turno per esempio. Questa sarebbe opposizione.

puntopresa10

Sab, 18/01/2014 - 11:04

caro renzi,aiaiai sei come tutti gli altri,ti incazzi perchè una radio libera ti fa le pulci,se io fossi in te,ascolterei questa radio,andrei a vedere i vari problemi,abbracciare la magistratura, prima opoi ti presentano il conto e verrai schiacciato per non dire indagato.prima o poi tutte le dittature vengono al pettine,toscani ribellativi non vedete che le coop vi prendono per il culo.

ciannosecco

Sab, 18/01/2014 - 12:36

Nel 2008, vinte le elezioni politiche,Berlusconi si trovò ad affrontare due emergenze,quella dei rifiuti a Napoli e il terremoto dell'Aquila.Su questo e altri forum sostenevo che, nessuna emergenza poteva essere prevalente su quella della Magistratura. Leggo con dispiacere di aver avuto ragione.Saluti.

Ritratto di EdyLampadina

EdyLampadina

Sab, 18/01/2014 - 12:37

Sono perfettamente d'accordo è la pura verità! Inoltre in toscana che di porcate ne vengono fatte parecchie, nessuno muove un dito! E che dire della Sicilia dove ogni giorno salta fuori uno scandalo e anche li niente. Però in Piemonte per un paio di mutande verdi... Non voglio giustificare le ruberie degli uni rispetto agli altri però più evidente di così!

Michele Calò

Sab, 18/01/2014 - 12:53

Tanto per gradire: ecco che il rottamATTORE non fa altro che applicare l'aurea regola di Tomasi di Lampedusa: cambiare tutto perché nulla cambi. Quindi via i vecchi banditi PCI-DS-PD e all'opera i "nuovi" cattorossi, 40enni affamati. In ogni senso. Solo le liturgie di regime restano le medesime: se non ti "normalizzi" ti denuncio e ci pensano le toghe rosse a farti fuori. Meno male che non abbiamo la Siberia, anche se non so quanto siano meglio le procure ed Equitalia nella dolorosa mattanza del "nemico di destra". Da tempo sto indicando in Renzi un nullius assoluto, solo un sacrista dc della peggiore specie, che incarna alla perfezione la ipocrisia pretigna: predica bene e razzola malissimo! Provare per credere: andate a Firenze a farvi una chiacchieratina con il primo che passa e potrete verificare che gli unici che ne parlano bene sono quelli che sono legati alla sua greppia parassitaria. Per il resto basta girare per le strade sporche, annusare una aria fetida, cercare di scansare una orda di extracomunitari che vessa i cittadini ed i turisti, per non parlare di una politica clientelare sfacciata ed una esosità da gabellieri pontifici. Ebbene questo guittarello da due soldi sta per prendere le redini di questa nostra povera e martoriata Italia. E dalle stronzate che racconta, specialmente con teorie pseudoeconomiche da ragionierucolo di provincia, c'è da aspettarsi un futuro da tregenda, giusto per provare che al peggio non v'è mai fine. Benissimo così! Grazie agli italioti imbecilli che lo votano, ai leccaculi pennivendoli che lo lodano, ai mononeuronali sinistronzi che lo indicano come homus novus (nella accezione dell'antica Roma)quando l'omuncolo non è, né mai sarà, altro che un attor giovane del teatrino della politica d'accatto che recita lo stesso testo del regime parasovietico che ci ammorba da 68anni: ha solo cambiato scenografia, non la trama.

pl.braschi@tisc...

Sab, 18/01/2014 - 14:04

Ascolto questa Radio da sempre! E' l'unica voce libera del Gulag Toscana! Possibile che il Partito di Centro destra non trovi il verso di aiutarla?

patrenius

Sab, 18/01/2014 - 15:11

E cosa c'è do strano? Non lo sapete che in Italia funziona così? Quello che mi meraviglia è che tra la maggioranza rossa toscana non ci sia uno, uno solo che alzi la testa contro giocare con le carte truccate.

mv1297

Sab, 18/01/2014 - 19:52

avevo commentato in un altro articolo su Renzi e Berlusconi che syava arrivano la dittatura in Italia.... poi leggo questo articolo.. mi ero sbagliato.... siamo già in dittatura.