Renzi, ecco il "Jobs Act"

Il segretario Pd presenta una bozza "aperta a modifiche" contro la disoccupazione e per aiutare l'Italia a ripartire. Brunetta: "Scritto da dilettanti allo sbaraglio"

Meno contratti, più tutele. È questo in sintesi il documento che Matteo Renzi proporrà il 16 gennaio alla direzione del Pd. Lui lo chiama "Jobs Act", strizzando l'occhio ai provvedimenti statunitensi, ma non è altro che una riforma del lavoro che, nelle intenzioni del segretario Pd, dovrebbe aiutare l'Italia a ripartire.

Una prima bozza delle proposte - che probabilmente saranno al centro di un incontro con Enrico Letta - è stata pubblicata nella newsletter di Renzi. Una bozza aperta a "osservazioni, critiche, integrazioni" da parte di parlamentari e addetti ai lavori a cui è stata inviata. "Un cambiamento radicale è possibile partendo dall’assunto che il sistema Paese ha le risorse per essere leader in Europa e punto di attrazione nel mondo. E che la globalizzazione non è il nostro problema, ma la più grande opportunità per l’Italia", spiega il sindaco di Firenze nel suo manifesto, "L’obiettivo è creare posti di lavoro, rendendo semplice il sistema, incentivando voglia di investire dei nostri imprenditori, attraendo capitali stranieri".

La proposta di Renzi si pone due propositi: cambiare il sistema-lavoro e modificare le regole attuali. Nel primo caso l'intento è quello di tagliare i costi per le imprese e snellire la burocrazia con una serie di provvedimenti che vanno dalla semplficazione amministrativa alla diminuzione delle tasse per chi produce lavoro. Per il rottamatore è importante anche ridurre "le varie formie contrattuali, oltre 40, che hanno prodotto uno spezzatino insostenibile" e - pur non citando mai l'articolo 18 - mettere in atto un "processo verso un contratto di inserimento a tempo indeterminato a tutele crescenti". Per far fronte alla disoccupazione, poi, il job act prevede "un assegno universale, anche per chi oggi non ne avrebbe diritto, con l'obbligo di seguire un corso di formazione professionale e di non rifiutare più di una nuova proposta di lavoro". Per quanto riguarda i sindacati, invece, Renzi propone una rappresentanza "alla tedesca", con rsa "eletti direttamente dai lavoratori nei Cda delle grandi aziende".

Il "Jobs Act" è stato promosso dall'Unione europea, secondo cui le proposte di Renzi rappresentano "un nuovo programma" e sembrano "andare nella direzione auspicata dall'Ue in questi anni", come ha spiegato il commissario Ue per il Lavoro, Laszlo Andor.

"La proposta di Renzi sulla natura dei contratti e le tutele ad essi collegati non è nuova, ma va dettagliata meglio", ha commentato però il ministro del Lavoro Enrico Giovannini su Radio 1, "C’è poi da dire che molte delle proposte presentate da Renzi in questa lista prevedono investimenti consistenti. Noi adesso abbiamo ogni trimestre circa 400 mila assunzioni a tempo indeterminato e circa 1 milione e 6 a tempo determinato. Allora riuscire a trasformare contratti precari in contratti di più lunga durata è un obiettivo assolutamente condivisibile, che però in un momento di grande incertezza come questo molte imprese siano disponibili ad andare in questa direzione è un fatto fa verificare".

Caustico anche Renato Brunetta, secondo cui la bozza è stata scritta da "dilettanti allo sbaraglio" e "dimostra che una cosa sono le campagne elettorali di partito e altra cosa sono le proposte serie e convincenti per governare il Paese"." Quello che si è letto è di una pochezza tecnica, culturale, politica e scientifica spaventose, e da esso emerge una totale non conoscenza non solo delle relazioni industriali, ma anche e soprattutto del rapporto che lega il lavoro allo sviluppo economico", dice il capogruppo di Forza Italia alla Camera, "Tra le strategie contenute nel Jobs act, per esempio, il sussidio universale significa più contributi, quindi più costi per le aziende; la legge sulla rappresentatività sindacale mette nelle mani della magistratura la certezza degli accordi sindacali; la presenza nei Cda delle aziende di rappresentanti eletti direttamente dai lavoratori fa venire i brividi; la sostituzione degli attuali contratti di lavoro flessibili con un contratto unico a tempo indeterminato, senza toccare l’articolo 18, va contro i  lavoratori e produce effetti addirittura peggiori delle già pessime riforme Fornero. Tutte misure quindi, contro le imprese, contro i giovani, contro il mercato del lavoro, contro la competitività del paese. Tutta fuffa mediatica, buona solo per abbindolare qualche sindacalista opportunista e qualche altrettanto opportunista portavoce brussellese. Forza Renzi, vai avanti così e vedremo, anche prima del previsto, che il re è nudo". 

Commenti

piertrim

Gio, 09/01/2014 - 09:49

Usi la sua stessa tecnica, li faccia assumere dall'Azienda di famiglia e poi eleggere, se non direttamente a Firenze, in qualche piccolo comune per sgravarsi dai contributi.

canaletto

Gio, 09/01/2014 - 09:56

MA SE GIOVANNINI DICE CHE OGNI TRIMESTRE ASSUMONO 400000 PERSONE, ALLORA COME MAI LA DISOCCUPAZIONE E' IN FORTE AUMENTO?????? O ASSUMONO FANTASMI (E NON SAREBBE LAPRIMA VOLTA) OPPURE TUTTO I LORO AMICI MAGARI CON LATRI LAVORI E STIPENDI. CI VUOLE TRASPARENZA, CONOSCERE CHI SONO I NUOVI ASSUNTI VISTO CHE LA REALTA' E' COMPLETAMENTE DIFFERENTE.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 09/01/2014 - 10:18

Con grande piacere e tanta speranza svevo sentito più volte il "furbetto" di Firenze annunciare, con mia grande soddisfazione, la programmata soppressione del Senato della Repubblica, ormai finalmente inteso come uno dei tanti errori contenuti nella Costituzione "più brutta del Mondo". Ora leggo che il furbetto lo vorrebbe trasformare in una "Camera di secondo livello", NON ELETTA DIRETTAMENTE dai cittadini. Forse si tratta di un primo passo per abolire definitivamente la "DEMOCRAZIA", che per altro è ormai una parola vuota in un paese governato, sfruttato e sottomesso da una Casta egemone: i SENATORI saranno DIRETTAMENTE ELETTI dalla "FURBETTI & CO”?

Ritratto di maucom

maucom

Gio, 09/01/2014 - 10:21

Scusate .. siamo in Italia? A volte mi vengono dubbi, specialmente quando chi ci governa o vuole governarci, usa inglesismi come Job Act (Renzi), per esempio, perche' non vuole chiamarla con il suo nome Riforma del Lavoro ...perche'? Siamo in Italia, si dovrebbe parlare italiano! Certo che il predecessore di Letta ne ha usati a mani piene come la famosa Spending Review che sarebbe stato piu' semplice chiamarla Revisione della Spesa anche se di revisione ce ne e' stata poca; ma siamo in Italia Vivaddio ed allora parliamo ITALIANO!!!!

linoalo1

Gio, 09/01/2014 - 10:40

Parole,parole ed ancora parole!Ed,intanto, gli Italiani diventano sempre più poveri!Fate,finalmente,questa maledetta Legge Elettorale con l'eliminazione dei piccoli Partiti,ed andiamo a votare!Chi ce lo vieta? I soliti Tromboni che hanno paura di non essere rieletti?O,gli stessi Tromboni, che vedono nelle Elezioni,la loro ed anche la nostra rovina?Lino.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 09/01/2014 - 10:53

Questo è ancora più derealizzato di Grillo. Già assurto agli onori della letteratura psichiatrica per la sua indennità di cittadinanza. Qui ci vuole Marina...solo lei è in grado di raddrizzare la situazione. Le Pen, naturalmente. Cosa avevate capito?

Ritratto di adoroilmare

adoroilmare

Gio, 09/01/2014 - 11:37

NON CI SIAMO .... SOLITE CHIACCHIERE!!!!!!!! DOVETE TUTELARE LE IMPRESE ITALIANE ANZICHE' MASSACRARLE ... DOVETE CACCIARE CINESI RUMENI ALBANESI CHE LAVORANO IN NERO E FANNO LAVORARE SOLO LA LORO GENTE ... OPPURE DOVETE OBBLIGARE LE IMPRESE STRANIERE AD ASSUMERE IL 50% DI PERSONALE ITALIANO ... ESATTTAMENTE COME FANNO AL LORO PAESE ... NON APRI UNA SOCIETA' SE NON ASSUMI PERSONALE DEL POSTO ... MICA COME QUI CHE STI POLITICI DI M... CHE SI VENDONO ANCHE IL XXLO PER QUATTRO SOLDI .... VERGONAGNA!!!!!!!!! AL RESTO CI PENSIAMO NOI CHE FACCIAMO IMPRESA NON CI SERVITE POLITICI DI M...DA

Ritratto di aquila8

aquila8

Gio, 09/01/2014 - 11:37

LA POLITICA SERVE SOLO PER FARE GLI AFFARI DI FAMIGLIA! Grandi Faraonici Spettacoli per far passare il tempo,recitati sulla pelle del popolino Bue-Pecorone.Ai politici non glie ne frega niente del popolo che sta morendo,a loro interessa di più farsi vedere sorridenti davanti alle telecamere a fare i sapienti con spettacolari editti e con faccia tosta,emanano Proclami invece di fare le vere riforme: 1° – Dimezzare i Parlamentari,le Auto Blu e le scorte,le Faraoniche pensioni,gli stipendi pagati a peso doro ai manager-dirigenti-direttori nominati per spartizione politica e famigliare. 2° – Fare il Senato Federale con 200 Senatori come hanno i nostri padroni Americani. 3° –Sopprimere le Province,Enti Inutili e tutti i privilegi compresi i triplici incarichi-quadrupli incarichi,i vitalizi,tutte le tasse imposte per fare cassa che hanno avuto solo lo scopo di mantenere in piedi i privilegi della casta e delle marionette politiche, le accise imposte per pagare i debiti di guerra,terremoti,stragi provocate dalla malapolitica come quella del Vajont.

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Gio, 09/01/2014 - 11:39

@maucom Mi vede pienamente d'accordo! Eliminiamo tutti gli inglesismi inutili! Come durante il ventennio, propongo di chiamare le cose con il loro nome: cocktail diventa "bevanda arlecchino", core tier 1 "componente primaria del capitale di una banca uno", garage "autorimessa",... Ridiamo alla lingua italica gli antichi fasti che si confanno ad un ex-impero di siffatta importanza!

biricc

Gio, 09/01/2014 - 11:40

Questo è un paese di matti, se avessi 20 anni di meno scapperei all'estero ma ormai sono incastrato qui con la mia azienda, non so quanto potrò ancora resistere ma di una cosa sono sicuro. Se dovrò soccombere mica mi ammazzo faccio esattamente come Sansone con i Filistei.

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Gio, 09/01/2014 - 11:47

Le solite innovazioni che da sempre non hanno portato nulla ?? Perche "Jobs Act" e non un termine Italiano visto e considerato che siamo in Italia??' Perché è stata pubblicata solo nella newsletter di Renzi e non aperta ai cittadini Italiani per poter fare osservazioni e critiche ??

Ritratto di falso96

falso96

Gio, 09/01/2014 - 12:19

Vorrei essere italiano non solo quando debbo pagare ma gradirei che i politici e altri , visto che siamo italiani, parlassero ITALIANO!!! la più completa lingua del mondo. COSì ANCHE MIA MADRE CAPISCE!!! Poveri Imbecilli e analfabeti chi pensa di riempirsi la BOCCA , PRONUNCIANDO TERMINOLOGIE STRANIERE.

little hawks

Gio, 09/01/2014 - 12:23

Se mancano soldi per far ripartire il paese, li vadano a prendere eliminando gli sprechi e riducendo gli emolumenti più alti. In Italia vi sono troppi che vivono lussuosamente di sola politica, e siccome il paese è stato mal governato da trenta anni ad oggi almeno, è giusto che vengano tutti puniti nelle loro ricchissime buste paga. Se togliamo in media 1000€ al mese ai funzionari dei palazzi romani, ai consiglieri comunali, provinciali, regionali, ai deputati e senatori, alle toghe più in alto, questi manco se ne accorgono, nelle casse dello stato restano alcuni miliardi di euro, ed in più si fa un pochino di giustizia. Invece ci vogliono tartassare con l'idea ridicola che una casa dia un reddito, su cui si debbano pagare balzelli vari. Ma il reddito "catastale" della casa che avete comprato, che avete registrato, su cui avete pagato ogni tipo di allaccio, ogni tipo di servizio, dove sta? E' una pura invenzione per trovare una scusa, è una complicatissima tassa sul macinato di antica memoria.

gigetto50

Gio, 09/01/2014 - 12:26

..mi domando: se il problema principale del Paese in questo momento é il lavoro e visto che Renzi SOLO ORA presenta il suo progetto per risolverlo, in base a cosa i PDini lo hanno votato? Solo perché "sa parlare"? Io pensavo che l'avessero votato anche per una soluzione al grattacapo lavoro pero' presentata Prima di essere eletto. Mah... Scusate ma non ho seguito i dibattiti ed i programmi dei candidati PD che hanno portato a suo tempo (8 dicembre credo) Renzi a capo della Segreteria.

agosvac

Gio, 09/01/2014 - 13:01

Temo che nè renzi nè tutto il Pd abbia capito la situazione attuale. La riforma del mondo del lavoro, peraltro necessaria, non basterebbe manco per niente a fare ripartire l'economia, servirebbe solo a favorirla nel caso che si facessero le riforme necessarie. E la riforma più necessaria di tutte è l'abbassamento delle tasse. Senza dare soldi in tasca agli italiani facendo in modo che aumentino i consumi, qualsiasi riforma del lavoro è inutile perchè le aziende non se ne servirebbero: le aziende possono assumere o riassumere quelli che sono in cassa integrazione solo se ricominciano a produrre e per produrre è necessario che gli italiani spendano di più cosa che possono fare solo se hanno più soldi in tasca!!!!! E' solo da lì che si deve iniziare: dare più soldi agli italiani.

agosvac

Gio, 09/01/2014 - 13:09

Egregio maucom, lei ha perfettamente ragione! Siamo in Italia e siamo italiani, allora si parli l'italiano!!! Purtroppo gli italiani sono un popolo esterofilo, si sentono più importanti se parlano in inglese, anche se poi l'italiano corretto neanche lo sanno nè parlare nè scrivere!!! Vuoi mettere camminare in VolksWagen piuttosto che camminare in Fiat' Oppure avere una Bmw invece che un'Alfa Romeo? Poco importa quale delle due sia migliore, conta il fatto di avere "la macchina straniera" anche se poi quelle italiane sono migliori!!!

angelomaria

Gio, 09/01/2014 - 13:37

abbiamo visto la sua firenze credo basti ed avanzi

Holmert

Gio, 09/01/2014 - 14:07

Io ho definito Matteo Renzi, undertaker . Ovvero il becchino del cadavere Italia. Aspettate e vedrete!

STEFANOZOPPI

Gio, 09/01/2014 - 14:07

Abolizione dell'articolo 18 peri dipendenti pubblici e quelli privati. Questa mi pare l'unica riforma del lavoro sensata , e non costa un euro.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 09/01/2014 - 14:19

POSSONO FARE TUTTI I JOBS ACT CHE VOGLIONO, MA SE NON SI METTONO IN TESTA CHE GLI UNICI SOGGETTI CHE POSSONO COMBATTERE LA DISOCCUPAZIONE SONO..LE AZIENDE, BISOGNA METTERLE NELLE CONDIZIONI DI ASSUMERE GIOVANI DETASSANDO IL COSTO DEL LAVORO, ABBASSARE L'IVA TUTTA AL 10% PER RILANCIARE I CONSUMI E STIMOLARE LA PRODUZIONE, CI VUOLE UNO SHOCK ECONOMICO PER SMUOVERE IL BLOCCO DI CRISI CHE ESISTE. E PER FAVORE BASTA TASSE, BISOGNA TAGLIARE GLI SPRECHI, I SUPER STIPENDI E LE SUPER PENSIONI, ABBIAMO VISSTO OLTRE LE NOSTRE CAPACITA' FINANZIARIE ADESSO BASTA, BISOGNA STRINGERE LA CINGHIA A CHI HA ABUSATO DI QUESTA SITUAZIONE.

Gioa

Gio, 09/01/2014 - 14:47

l'europa blatera di renzi in direzione giusta...comunista o di sinistra sempre stato. Ma l'europa è europa o quant'altro?. Europa fino ad oggi allora con renzi finto cuminista oggi, domani santo pure loro...perchè siamo allo SBANDO?...qualcosa non ha funzionato...VOI EUROPA COME SIETE MESSI...funziona tutto?.. con i funzionari che di fatto sono fuzionari esperti?....potremmo fare benissimo a meno di questa europa....che continua a dire bravi a chi bravo non è compreso renzi che BLATERA BLATERA e via. FORZA ITALIA NEI SONDAGGI E' DI POCO INFERIORE AL PC...MA COME POSSIBILE CHE LA GENTE ANCORA DO 50ANNI "EGOISMO" E INTERSSI PROPRI CHE L'UNICA PARVERNSA CHE HANNO CHE POSSANO SEMBRARE INTERSSEI ALTRUI.....ITALIA SVEGLIA, SUPERIOAMO sti inciucioni....con FORZA ITALIA NUOVA!!

Gioa

Gio, 09/01/2014 - 14:49

EUROPA AVENTE UN CORAGGIO AL PLAUSO di questo incapace...con la CHIACCHIERA ALLE STELLE.... ORA CHE ANCHE L'EUROPA SI SIA ADDORMENTATA... VIVA FORZA ITALIA NUOVA PER UN ITALIA DIVERA DAI SIGNORINI CHE PER 50ANNI HANNO FATTO SOLO "INTERSSI PROPRI".

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Gio, 09/01/2014 - 15:05

Ah, beh, se l'Europa è contenta non abbiamo neppure bisogno di elezioni. faccia lei...

Libertà75

Gio, 09/01/2014 - 15:13

l'Europa applaude a Renzi? allora ci lasciano 20 miliardi di euro per fare la riforma suggerita? perché tanto finirebbe per costare nei prossimi 3-4 anni prima che a regime risulti efficiente

glasnost

Gio, 09/01/2014 - 15:26

Nessuno farà mai una riforma seria del lavoro e dello stato. Chi veramente ci ha provato è stato attaccato a testa bassa dai poteri della conservazione : Sinistra,sindacati,burocrati e magistrati. Ed i loro poteri di contrasto e veto hanno sempre lasciato inalterato lo stato dei privilegiati da 500.000euri per anno. Non mi riferisco solo a Berlusconi ovviamente, anche se lui ne è l'esempio più lampante. Non penserete mica che questo bischero qui possa fare qualcosa che non piace ai sindacati?

edo1969

Gio, 09/01/2014 - 15:39

Brunanetta preferisco i dilettanti allo sbaraglio che i professori di economia come te che cento ne pensano e zero ne azzeccano

glasnost

Gio, 09/01/2014 - 16:08

Commento su edo1969 : Certo che è "curiosa" la correttezza politica dei sinistri : non si può dire "negro", ma si può dire "nano". Non mi stupiscono certo gli stupidi che le scrivono (di quelli l'Italia abbonda), mi stupiscono invece tutti i politicamente corretti" che non li richiamano

gianfran41

Gio, 09/01/2014 - 16:15

Guardo la foto e mi chiedo: cosa avranno mai da ridere questi esperi soloni dell'economia?

gianfran41

Gio, 09/01/2014 - 16:18

edo 1969, inventati qualche battuta un tantino più intelligente. Non fare in modo che la mediocrità sia il tuo cavallo di battaglia.

glasnost

Gio, 09/01/2014 - 16:31

Se leggete il commento argomentato seriamente di Pietro Ichino non potrete che riconoscere che il giudizio più esatto è (come sempre) quello di Renato Brunetta.

SB_forever

Gio, 09/01/2014 - 16:56

@ edo1969, usi il termine "Brunanetta" per definire Brunetta, per la sua statura più bassa della media. Ora, spiegami una cosa, se anche tu fossi alto, diciamo, m 1.80, sarebbe per tuo merito? Hai inventato un sistema per crescere "normale"? Hai fatto studi, ricerche? Sei uno scienziato ed esperto della statura di una persona? Te lo dico io, la differenza tra te e Brunetta: lui ha studiato, si é lauretato ed insegna all'università non ostante venga da una famiglia di semplici commercianti ambulanti e parla sempre nel merito delle cose. Tu, ovviamente, non avendo un gran che da "dimostrare", puoi solo rifarti sulla statura, che purtroppo per te, non ti dà nessun merito, anzi, ti fa passare per quello che sei: un nano d'uomo!

enrico09

Gio, 09/01/2014 - 17:19

Brunetta proponga qualcosa poi potrà criticare, il suo partito é stato al governo diversi anni e non mi sembra abbia fatto granché per rilanciare l'Italia

ro.di.mento

Gio, 09/01/2014 - 17:30

se piace all'europa vuol dire che ci porteranno sul lastrico velocemente, come la grecia. anche lì i ricchi e politicanti sono rimasti ben in piedi, gli altri mordono la terra !!!

Cacciari_forpre...

Gio, 09/01/2014 - 17:34

Ma certo che il tema del lavoro è un problema serio! Scopriamo l'acqua calda!! Ma usare il termine solo "lavoro" non basta!! Bisogna indicare anche e soprattutto "quale lavoro"! L'enorme divario dei paesi emergenti- ormai già emersi - è incolmabile sul piano dei costi di produzione e di competitività sui mercati che nessuna semplificazione o sgravio può colmare! Non creiamo false illusioni!! Quello su cui occorre indirizzare e sostenere le PMI sono le incentivazioni sul "made in Italy". Per creare vera e stabile occupazione abbiamo bisogno di attaccare un mercato senza subire la concorrenza globale, valorizzando TUTTE le nostre sinergie nell'ambito della cultura-moda-enogastronomia-accoglienza e servizi turistici ...passando attraverso l'esportazione e la TUTELA dei nostri prodotti, che subiscono innumerevoli imitazioni nel mondo! Dovendo lanciare nel mio piccolo un'idea...mi piacerebbe che DRAGHI vincolasse una quota di quei milioni di euro regalati allo 0,25 alle banche, assegnandone una quota a delle "imprese giovani a progetto" impegnate nello sviluppo del nostro made in Italy! Questo sarebbe già un volano occupazionale- unito alle agevolazioni di stato - di notevole portata!! [Esplora il significato del termine: Ma certo che il tema del lavoro è un problema serio! Scopriamo l’acqua calda!! Ma usare il termine solo ] Eppure non è difficile da capire....i consumi "interni" si reggono solo con l'occupazione..l'occupazione si regge solo con la produttività..la produttività si regge solo attraverso la competitività...la competitività si tiene solo con la non concorrenza...e la non concorrenza si tiene solo con prodotti "unici". Crollando le buste paga sono crollati i consumi "interni" e di conseguenza sono crollate le aziende! Risultato debito privato più alto del debito pubblico con equitalia sulle aziende e i consumatori mentre le banche rientrano dalle insolvenze attraverso la BCE ! Ergo... se non sosteniamo l'occupazione con i mercati esterni il paese ritorna come e peggio di prima! Conclusione ..abbiamo già dato grazie!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 09/01/2014 - 18:34

se non si tocca l'articolo 18, infatti è tutta fregatura! non si può prendere in giro la gente, mantenendo 3 milioni di statali per 30 anni mentre 30 milioni di italiani crepano e devono pagare per mantenere quei 3 milioni!

marvit

Gio, 09/01/2014 - 19:14

biricc. Come ti capisco!! Fai un fischio.....

ortensia

Gio, 09/01/2014 - 19:44

Gia' chiamarlo il chiamarlo job act e' una vera stronzata. Mi immagino il contenuto.

kyser

Gio, 09/01/2014 - 20:16

Se è scritto da dilettanti allo sbaraglio voglio sperare che, nonostante siano all'opposizione, diano una mano per migliorarlo facendo proposte (renzi ha detto che è aperta a modifiche, no?), o ne stilino una loro e gli dicano: perchè non partiamo da questa? la politica è immobile e se si muove fa solo pasticci, ma ognuno pensa solo a criticare le proposte dell'altro. Sono dell'idea che faranno tanto baccano per non fare poi nulla (destra e sinistra). Cmq, basta con sti nomi stranieri, che poi senti dei deputati dire il gio mac e facciamo ancora delle figure di emme in giro!

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Gio, 09/01/2014 - 20:50

Job Act solita zuppa o un piatto di cicerchia per il potere? Mi chiedo ma che fine ha fatto la nostra amata lingua Italiana comprese quelle dialettale? Ministri/e incapaci o rewind di accettare passivamente l'influenza di una Unione Europea che non hanno nulla a che fare con gli Stati Uniti d'Europa? Usare parole idiote straniere come; Look, Business, Fashion, marketing, Performance, Annual Report, Competitor, Part-Time, Full Time, Spending review, Rewing, Market, Supermarket, Gay, Toy Boy, Bond, Story, Trend,Spread! Così dopo lo scempio alla lingua, pure sconquassare la famiglia e alla persona con marijuana convinti che spinellandosi è come: “ Una mela al giorno togli il medico di torno? ” Oramai la Società è scardinata con teorie che, chi ha le “ Mani Pulite”, ma non la coscienza, e chi “Poteva non sapere ” e chi affilato alla Casta Sacra ovvero alla Sinistra che come la Virna Lisi con quella bocca può dire fare ciò che vuole come proteggere una Casta dell'Anm-Md che condannano solo perchè incapaci di investigare o peggio per soggetto e paura dell'effetto domino perdere un Potere non assegnato dalla Costituzione così se sbagliano manco vogliono pagare il danno al Cittadino! Ergo, se Letta non è Babbo Natale lo è il Popolo: spennato, umiliato e deriso continuando a mentirgli che la ripresa ce, anche se, 7 milioni sono senza lavoro file chilometriche della Caritas o alle mense dei poveri e chi aveva un'Azienda ha dovuto chiudere o è fallito o s'è suicidato? http://vincenzoaliasilcontadino.wordpress.com/2014/01/09/job-act-solita-zuppa-o-un-piatto-di-cicerchia-per-il-potereleuropa-promuove-il-jobs-act-di-renzi-notizie-msn-italia/

midode

Gio, 09/01/2014 - 20:53

Job Act o Sister Act?

Angel7827

Ven, 10/01/2014 - 00:07

Brunetta? Quello del nobel rifiutato per fare il ministro? Quello ''metto a posto l' italia in 3 mesi? Quello che ha messo il capello sul film di Zalone? Un idiota presuntuoso e parassita.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 10/01/2014 - 00:57

Ma perché non la si finisce una buona volta di usare queste maledette sigle in lingua inglese che servono solo a nascondere l'incapacità dei ciarlatani che si dedicano alla politica. CHE CAVOLO MI STA DICENDO STO RENZI CON STO CAVOLO DI JOB ACT? PERCHE' NON PARLA ITALIANO? COS'E' STA PIRLATA DEI TERMINI INGLESI?

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Ven, 10/01/2014 - 02:18

RENZI IMPARA A PARLARE L'ITALIANO DA BUON TOSCANO. IN SOSTANZA PARLA PER COME MANGI. IO CAPISCO BENISSIMO IL DIALETTO FIORENTINO - PISTOIESE O LUCCHESE. CI HO VISSUTO PER TRENTANNI E HO PRODOTTO UNA RICCHEZZA ENORME PER DIMINUIRE LA PERCENTUALE DEI COMUNISTI "PROCREANDO DUE FIGLI TOSCANACCI ... MA NERI ED INCAZZATI PEGGIO DI QUANTO NON IMMAGINI". FORSE TU HAI TROVATO SPAZIO LIBERO PERCHE' IO DA VENT'ANNI HO CAMBIATO REGIONE (mi dispiace moltissimo) IN TOSCANA SONO RIUSCITO SENZA PRESSIONE OD IMPOSIZIONE A FAR CAMBIARE IDEA POLITICA A TANTI COMUNISTI. RICARDATI (anzi fatti raccontare da qualcuno più grande di te) CHE IN PIAZZA SIGNORIA SONO RIUSCITO A FAR TENERE UN DISCORSO POLITO AL GRANDE "GIORGIO ALMIRANTE", CHE TU HAI AVUTO LA SFORTUNA DI NON POTER CONOSCERE - se l'avresti conosciuto, io credo che tu stesso non avresti tutte queste ambizioni (mascherate solo al fine e per il bene degli italiani) di diventare chi sa cosa !!! - ESSERE REALISTI E' UN BENE PRIMA PER SE STESSI E DOPO PER IL PROSSIMO A CUI DOBBIAMO PRESTARE TUTTE LE MASSIME ATTENZIONI E RISPETTO. POICHE' SI DICE "squadra vincente non si cambia", ebbene, se tu sei e ti credi vincente " CONTINUA A FARE IL SINDACO A FIRENZE E DEDICATI AD INCREMENTARE IL BENESSERE DEI FIORENTINI, se tutti i Sindaci facessero questo ci sarebbe meno male in Parlamento, in Senato o in Pizza Michelangelo. PURTROPPO L'ITALIANO NON E' MAI SAZIO DI CIO' CHE LA MANNA DEL CIELO GLI HA CONCESSO.... E VUOLE ANDARE OLTRE DOVE LUI STESSO NON CONOSCE LIMITI E CONFINI. - PARLANDO DI CONFINI... SEI SICURO DI CONOSCERE TUTTO L'ELETTORATO DEL PD-PC-ULIVO-MARGHERITA ECC. DEL MERIDIONE O DEL CENTRO ITALIA ???? IO DUBITO, POI MI DARAI RISPOSTA.

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Ven, 10/01/2014 - 08:20

MA CHE CAVOLO, NON ABBIAMO LA PAROLA CORRISPONDENTE IN ITALIANO? MI FANNO SCHIFO TUTTI COLORO CHE ACCETTANO L'ASSASSINIO INUTILE, STUPIDO E GRATUITO DELLA NOSTRA LINGUA. E ANCHE I GIORNALISTI CHE LA ACCETTANO (E IO SONO LAUREATO IN LINGUE, MA NON SE NE PUO' PIù !!!).

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 10/01/2014 - 10:34

Le, riforme che Matteo Renzi vuole fare sono riforme Annacquate di komunismo, le vere riforme quelle che porterebbero i capitali esteri in Italia; il partito di Matteo Renzi non le vuole fare é questo perche con queste riforme il PDPCI dovrebbe rinunciare all,alleanza con i Giudici é Magistrati!. Se, noi domandiamo agli esperti internazionali i brooker che maneggiano ogni giorno 100ia di miliardi di dollari quale é la Ragione perche da 50 anni in Italia non ci sono investimenti Esteri, Noi riceviamo sempre la stessa risposta LA GIUSTIZIA ITALIANA FRENA OGNI INVESTIMENTO ESTERO IN ITALIA! É SENZA CAPITALI ESTERI NOI SAREMO SEMPRE PUNTO E DACAPO!;Ma questo é noto ai vari Enrico Letta e Matteo Renzi mA loro sanno solo girare e rigirano queste patate bollenti mentre tutta l,Italia aspetta che questa gente faccia queste riforme necessarie al Paese, ma noi abbiamo anche un grande problema che é la consulta che ha bloccato ben 41 riforme proposte da Berlusconi nei suoi Governi, É in un paese che vuole essere moderno non é possibile che 16 90enni! con il piede nella fossa possono bloccare un Paese di 60 milioni di Abitanti!.