Renzi (in silenzio) continua la marcia su Roma

Il sindaco rottamatore è di parola: neanche un tweet sul governo

Roma - Come dopo la sconfitta alle primarie. Aveva detto: torno a chiudermi a palazzo Vecchio, sul governo neanche un tweet. E così è stato. Matteo Renzi rientra nel fortino di Firenze. Il ritiro strategico aveva già sortito i suoi effetti a dicembre. Il sindaco aspetterà adesso il suo cavallo di troia per ritornare a Roma («per Renzi vale il detto tutte le strade portano a Roma», ironizzava ieri Maurizio Lupi), ma per ora, dopo l'intervista con Chicco Mentana a Bersaglio Mobile, è il silenzio. Su Twitter però il dibattito sul suo nome offre quasi ogni dieci minuti una riflessione collettiva per il social network più amato dai politici. E i dati della trasmissione confermano l'appeal dell'ex sfidante di Bersani rispetto ai suoi competitor democratici: l'appuntamento di Mentana ha fatto segnare il record del 7,5% di share. Contemporaneamente dalla Germania è Angela Merkel a parlare di Renzi: «Ho invitato il sindaco di Firenze Matteo Renzi perché ho letto un'intervista su un giornale tedesco sui temi europei e le sfide italiane e l'ho trovata molto interessante», ha spiegato la Cancelliera tornando sul faccia a faccia con il sindaco. Poi con diplomazia ha precisato di aver «informato Letta», con cui intrattiene un rapporto «molto buono e molto intenso», ma «ho pensato - ha raccontato la Merkel in conferenza stampa a Berlino - che se conosco qualcun'altro non è male. Sono curiosa rispetto alle persone». E «Firenze è una bella città». Poi, quasi in stile renziano, si è concessa una battuta: l'incontro è avvenuto «prima del trasferimento di Mario Gomez» alla Fiorentina.

La marcia del sindaco verso Roma comunque non si arresta, tutt'altro. Mentre Matteo battagliava con il suo partito romano, il suo sito è stato modificato. Più semplice e di lettura veloce, ora accosta le notizie del Renzi sindaco al Renzi politico. Sarà la piattaforma di lancio in vista delle primarie del partito. Proprio sulle primarie continua a consumarsi la guerra tra renziani e Pd. Questa sarà la settimana decisiva. Si cercano continui compromessi, e se è stato praticamente deciso che le consultazioni saranno aperte anche agli elettori non democratici, è più difficile invece che il sindaco la spunti sulla possibilità di registrazione degli elettori ai gazebo. La pre-registrazione dovrebbe essere ormai decisa, ossia l'istituzione di una data entro la quale chi intende votare per il candidato segretario dovrà iscriversi. Gli uomini vicini al sindaco premevano invece per una registrazione senza vincoli temporali. Entro giovedì o venerdì Guglielmo Epifani dovrebbe liquidare il regolamento. «Spesso il problema sono i cosiddetti renziani più che Renzi - ha difeso ieri il sindaco uno dei più fidati in parlamento, Matteo Richetti - Matteo in questa fase interpreta il sentimento più profondo del nostro elettorato, che vive la sofferenza di dover accettare continui compromessi in un esecutivo di larghe intese».

Commenti
Ritratto di enzo33

enzo33

Sab, 20/07/2013 - 09:10

Adesso assieme a Grillo abbiamo anche un Grullo!!!(Ieri l'ho visto in T.V. attorniato da tante pecore morte).

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Sab, 20/07/2013 - 10:06

E' evidente che il Kazastan ha fatto forti pressioni su Italia per avere moglie e figlia,dopo la inaspettata sparizione del Dissidente. Credo naturale che tutti I vertici Italiani sapessero e siano rimasti spiazzati dalla fuga del ricercato di cui era pronta la cattura. Errore rispedire a casa moglie e figlia per dare una importante arma di ricatto al governo Kazako ; ma l'Italia può permettersi inimicarsi il Governo Legittimo del Kazastan ? Giochi di potere a noi non comprensibili perchè la realtà Kazaka è lontana ;credo realtà tipo Russia dove è dura per I Dissidenti. Però che Renzi salti su un carro così controverso e spinoso per guadagnare consensi mi sembra veramente comportamento sindacabile. Bravissimo Letta che a confronto di Renzi è un gigante.

hectorre

Sab, 20/07/2013 - 11:30

certo che la sinistra riesce a sfornate una serie imbarazzante di personaggi mediocri....vuoi vedere che la superiorità di cui si vantano è solo presunta??......veltroni,franceschini,bersani,epifani...ora renzi......la montagna che partorisce i topolini......

janry 45

Sab, 20/07/2013 - 13:13

Cacasenno a forza di skakazzare cavolate si è finalmente svelato per quello che è.Pensate adesso,in quali mani avremmo potuto mettere l'Italia.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 20/07/2013 - 13:17

Il "furbetto" si diverte molto, ma sta esagerando. Pare che negli ultimi mesi abbia dato non meno di 6 interviste al giorno. Nel frattempo, trovatosi di fronte non più Bersanov, ma il Letta democratico, ha pure cominciato a cambiare linguaggio. Troppo "furbetto" e ormai se ne stanno accorgendo tutti.

coccolino

Sab, 20/07/2013 - 17:55

sarà meglio che si cominci a occupare della sua città...e per un po' non ci disturbi...vada e non torni per la salute di tutti, i nostri e i suoi!

brunog

Sab, 20/07/2013 - 18:07

Un altro ciarlatano da aggiungere alla lunga lista della sinistra. Il rischio e' che finora non ha dimostrato niente al di la' delle interviste.

agosvac

Sab, 20/07/2013 - 18:38

Si legge da tutte le parti che Renzi abbia il 59% dei consensi come leader. Ma ne siamo proprio sicuri? Non è che questo 59% sia tra gli elettori del Pd, cosa che sarebbe altamente probabile? Perchè credo che ben pochi tra i non Pd oggi come oggi voterebbe per Renzi! Forse nel periodo delle primarie qualcuno tra i non Pd lo avrebbe votato sedotto dalle sue parole e dal fatto che era pronto e disposto a modificare questo partito obsoleto . Ma oggi Renzi si è dimostrato più Pd della vecchia nomenklatura Pd pertanto non è più appetibile per i non Pd! Una volta, nei suoi tempi gloriosi, sosteneva che con lui il Pd avrebbe avuto il 40% dei voti degli italiani, temo che , se si andasse ad elezioni a breve, avrebbe la triste sorpresa di ritrovarsi con uno scarno 25%!!!!!

mifra77

Sab, 20/07/2013 - 21:32

Per nostra fortuna Bersani , Dalema, Finocchiaro, Bindi ed altri, ci hanno tenuto lontano questo personaggio che è convinto di poter fare il principe azzurro verginello, in un ambiente di vecchie bagasce. E tutti gli altri pretendenti al trono? Davvero Renzi pensa di essere l'unto del partito? E VA A RACCONTARLO SU LA7 a Mentana e travaglio? E poi, è proprio vero che la Renziana Firenze possa essere additata come modello di esempio al mondo intero?Il classico alunno bocciato che pretende di passare i compiti a chi è stato promosso con il massimo dei voti. Matteo, ci dici da chi sei raccomandato?

pastello

Dom, 21/07/2013 - 08:20

Sopravvalutato.

guidode.zolt

Dom, 21/07/2013 - 10:36

da una crisalide di farfalla è nato un "bagarozzo".

gianfran41

Dom, 21/07/2013 - 10:42

Che vantaggi si possono avere con Renzi al governo. A me sembra un personaggio men che mediocre. Se poi la Merkel ne parla bene, evidentemente da vecchia e arguta pollastra qual'è, deve aver capito bene che il questo pollo se lo puó lavorare a piacere.

primula

Dom, 21/07/2013 - 11:43

se devo essere sincera, renzi mi piaceva, al tempo del rottamatore., ma ora parla troppo, urla, si è buttato a sinistra della sinistra, e come grillo contro silvio a prescindere. Preferisco letta, molto più calmo meno esagitato, e forse con un carattere più forte , o che per lo meno cerca di fare qualcosa e non strepitare come i bambini dell'asilo mariuccia.Renzi oltre tutto è stato marchiato a pelle viva come le bestie per essere andato a cena una sera da silvio, e quello non gliela perdoneranno mai, e finirà senza comune, senza partito senza governo.Ma è giovane qualcosa si inventerà

Ritratto di robertoguli

robertoguli

Dom, 21/07/2013 - 17:45

Mi auguro che sia stato consigliato male. Distinti saluti. Roby

Roberto Casnati

Dom, 21/07/2013 - 19:47

Renzi mi sembra il Pinotto della coppia Gianni (Letta) e Pinotto Renzi.

vacabundo

Dom, 21/07/2013 - 21:24

hahahahah.Renzi in sciopero della parola.Impossibile.Parlerà fra sè e sè.ma parlerà.Infatti, secondo me, il suo grande difetto è quello di essere un grande chiacchierone,Un vero uomo, agisce prima e dopo parla,questi, parla e parla, bla e bla e bla e non conclude niente.Renzi, vorrebbe l'incoronazione del PD e lo sà benissimo che mai e poi mai gli daranno la corona, nel pd ci sono troppo sciacalli che sanno operare in silenzio e dietro le quinte.Ragione con la quale il PD ha perso ogni sua identità.mi sembra il PSI di Craxi, scalpitava e scalpitava, parlava e parlava,pare che aggiustasse il mondo, appena al potere, aggiustò solamente le tasche proprie.Renzi,le ho detto da semplice cittadino che osserva,cambi casacca.faccia un suo partito o movimento,solamente così lei potrà essere qualcuno, senno sarà sempre un rottamatore però di soli coglioni.