Renzi spiazza i grillini che si arrendono: "Ci rivediamo presto"

Blitz del premier all'incontro in streaming alla Camera per la riforma elettorale. Sì alle preferenze, il nodo governabilità

Renzi e la delegazione M5S

Sono scesi dal tetto, anzi forse dalla pianta. Ad attenderli sul campo minato della realtà hanno trovato non il docile Prandelli, ma uno con i denti di Suàrez anche se di nome fa Matteo. Ma alla fine l'«annusamento» tra premier Renzi e Cinquestelle pare aver accelerato la corsa alla legge elettorale - «bastano cento giorni», s'è spinto a dire Luigi Di Maio - fino al punto da provocare un altolà da Forza Italia. «L'accordo resta sull'Italicum», ha avvisato il capo dei senatori Paolo Romani. Fatto sta che le delegazioni si rivedranno tra tre-quattro giorni dopo essersi studiati le carte, bluff e assi taroccati compresi, per vedere se fu vera gloria.

In ogni caso il quarto round tra grillini e pidini è forse davvero una «prima volta». Manca Grillo, non si fa cilecca come con Bersani e Letta, e dunque il premier annusa fino da metà mattinata l'aria di bollito, quando Grillo su Facebook canta vittoria perché «il Grande Alibi è finito». Ovvero il «congelamento dei voti» di M5S che, finora, hanno prodotto ben pochi dei risultati politici sperati (per eterogenesi dei fini, più che altro). Le squadre previste - quella grillina a una punta fissa, il vicepresidente della Camera Di Maio (ormai idolo tra i suoi, benedetto dalla Casal-Grillo Associati), e quella pidina con un inedito 2-1-2 (Serracchiani, Speranza, Moretti) - vengono sorprendentemente aggirate dall'incursione di Renzi. Che si gode l'imprevista possibilità di una ribalta in streaming con sforzo minimo. Così, dopo aver condotto senza strafare una partita in discesa, prendendo in giro ora l'uno ora l'altro, Renzi lascerà la pattuglia con il più classico degli ultimatum. Un «ragazzi, ora a casa a fare i compiti, vi dò questi cinque esercizi». E giù elencando: 1) siete pronti ad accordarci su un correttivo per la governabilità, che a noi preme molto più delle preferenze?; 2) siete pronti a dire prima con chi ci si allea, così da non avere mai più inciuci e larghe intese?; 3) siete disponibili a restringere i collegi, visto che il vostro sistema è troppo complicato?; 4) siamo d'accordo ad affidare alla Corte costituzionale la legge elettorale prima dell'approvazione, per scongiurare eventuali rilievi di incostituzionalità? Infine, forse il più importante: siete disponibili a ragionare sulle riforme costituzionali? «Perché - argomenta il clemente «prof» di Palazzo Chigi - se non ci date risposte a questi interrogativi è inutile rivederci».

Il resto della partita, più mediatica che tecnica, si gioca con un protagonista assoluto, invano contrastato dal povero Di Maio, quasi penitenziale per colpe non sue. La proposta di M5S, varata ufficialmente dopo essere stata votata sul Web, viene derubricata da Democratellum a Toninellum (dal nome del grillino estensore della proposta), e quindi a Grandefratellum e Complicatellum (complice il meccanismo di attribuzione delle preferenze). I due interlocutori che parlano assieme, sono redarguiti: «Ma che fate, Ric e Gian?». Sul passato un velo pietoso. «Bersani non ha fatto il premier? Se non c'eravate voi l'avrebbe fatto»; «con Di Maio dopo i pizzini siamo passati dal tu al lei»; «se aveste detto prima che vi sareste accordati con Farage alle Europee forse avreste preso qualche voto in più o in meno»; «la Moretti qui presente ha preso 230mila voti, Di Maio è stato eletto con 182 voti alle primarie... noi con 182 preferenze non riusciamo a mettere un candidato neppure in consiglio comunale...». Sempre senz'arroganza, per carità, dice Renzi mentre cucina a fuoco lento. «Siamo davvero contenti del confronto, sono felice, la discussione è preziosa, ci rivedremo...». Avanti, se fate i bravi, c'è un po' di trippa per i gatti.

Commenti

Frank.brownies

Gio, 26/06/2014 - 09:13

hanno trovato l'accordo, meno male....non vi resta che piangere..!!

Atlantico

Gio, 26/06/2014 - 09:26

A Forza Italia comincia a mancare il terreno sotto i piedi: se salta il canale di comunicazione con Renzi si dimostra la marginalità di FI. D'altronde, da Brunetta in giù, sono molti i non contenti dell'accordo con Renzi. L'"ironia" di Scafuri è molto indicativa anche se degna di miglior causa ...

gian paolo cardelli

Gio, 26/06/2014 - 09:59

Non fatevi illusioni, "sinistri": l'accordo non verrà mai trovato NON perchè conti di più FI o il M5S, ma perchè la soluzione al problema della governabilità NON PASSA PER LA LEGGE ELETTORALE... qualsiasi cosa si inventeranno li riporterà da capo a dodici nel giro di un paio di mesi al massimo: attendere per credere...

linoalo1

Gio, 26/06/2014 - 10:10

Come mai Grillo non è andato?Un attacco di dissenteria?O,forse,perchè lui ha bisogno di una Platea di pubblico che lo applauda ad ogni frase urlata?Lino.

Ritratto di PadreSnaturato

PadreSnaturato

Gio, 26/06/2014 - 10:43

arrendersi? ah,ah,ah,ah leggere le analisi politiche sul M5S sul giornale del padrone mette sempre buon umore... pregate per farsa italia, amen

21v3

Gio, 26/06/2014 - 10:55

Altro esempio di alto giornalismo pagato dai contribuenti. L'autore c'è ancora sulla pianta.

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Gio, 26/06/2014 - 10:56

Forse l'insetto parlante si è accorto che tanto "ebetino" Renzi non è. Ma non vorrei che fosse tardi.

KARLO-VE

Gio, 26/06/2014 - 11:18

Renzi spiazza i grillini che si arrendono: "Ci rivediamo presto" ???????? Ma che razza di sintesi è? Chi avrebbe spiazzato? MA perchè vengono riportate solo le frecciatine del premoier e non non quelle di Di Maio sul piddi che pure sono state dette? Quello sarebbe un resoconto dell'incontro? Roberto Scafuri quello sarebbe un giornalista? Il Giornale sarebbe un quotidiano libero?

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Gio, 26/06/2014 - 11:55

Ha,ha..I figli di Adolfo Grillo..costretti a trattare con quelli da cui non volevano essere nemmeno toccati..dopo le performance sui tetti si pensava avessero toccato il fondo..evidentemente i"cittadini" non hanno il senso del ridicolo e della vergogna..o semplicemente stanno tentando di chiudere il recinto dopo che ormai la batosta delle elezioni europee ha già fatto scappare i buoi..Lo Scimmione a 5 Stelle è in fase confusionale e di declino!!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Gio, 26/06/2014 - 11:57

PadreSnaturato che ti ha generato..secondo me hai esagerato con il Malox..stai farneticando..non contate una sega ha,ha..e vi fate prendere per il kulo e usare da Matteo Fonzie che ha bisogno di un secondo forno per le trattative con il Mitico Silvio!!