La rete di affari di Esposito: ecco perché fu trasferito

Il Csm lo spostò: "Con la sua scuola guadagna centinaia di milioni che gli  permettono di avere una Jaguar, una villa a Roma e un motoscafo". Nelle carte i favori ricevuti. E spuntano una Mercedes gratis e le cene a sbafo

Tutta colpa di una scuola e di affari milionari. A far traslocare da Sala Consilina Antonio Esposito, dopo un quarto di secolo nel quale il magistrato era rimasto affezionatissimo a questa piccola perla del Tirreno, è stato il plenum del Csm, il 7 aprile del 1994. In poco meno di cinque ore, l'organo di autogoverno della magistratura votò a maggioranza la proposta di trasferimento per incompatibilità ambientale.

Le 32 pagine di verbale di quella seduta raccontano il dibattito serrato dei consiglieri che dovevano decidere del suo futuro. Forse con una certa apprensione, visto che in apertura venne ricordata l'ispezione ministeriale condotta da Vincenzo Maimone, con lo 007 portato in tribunale da Esposito e «prima condannato per calunnia e poi assolto in appello», a maggio del 1992, perché il fatto non costituiva reato. Così il consigliere togato Gianfranco Viglietta rilevò «come il dottor Esposito si rivolga in modo pesantemente critico nei confronti di tutti coloro i quali esprimano riserve sul suo operato», osservando che «ciò è certamente indice di non particolare equilibrio». Una sindrome del complotto, insomma. Che toccava anche uno dei presenti nel plenum, Alfonso Amatucci, il quale infatti mise a verbale di essere «a giudizio di Esposito (...) una sorta di “quinta colonna” di quel complotto presso il Csm». Ruolo che Amatucci, va da sé, negò con forza. Spiegando di aver appreso frequentando Sapri dei «molti giudizi negativi» sul giudice, ai quali non aveva dato peso. A far cambiare approccio ad Amatucci era stato un primo episodio «significativo», quando «dopo aver cenato in un ristorante», a Sapri, il consigliere «ricevette i complimenti del ristoratore per il fatto che egli, a differenza di altri magistrati del luogo, era intenzionato a pagare il conto». «Da quel momento» Amatucci «prese a considerare con maggior attenzione le “voci” sul conto di Esposito». Lo stesso consigliere rivelò anche un'altra «vicenda emblematica: sarebbe stata portata, per conto della ditta Palumbo (un costruttore attivo all'epoca nell'area del golfo di Policastro, ndr), una vettura Mercedes di colore beige, gli pare di ricordare a benzina, acquistata» da un direttore romano di banca «con chiavi nel cruscotto, sotto l'abitazione del dottor Esposito».

Ancora Amatucci rispolverò la fresca assoluzione dell'avvocato Francesco Vallone (che aveva dato il via con un esposto al procedimento disciplinare contro Esposito) nel processo per calunnia e falsa testimonianza intentato contro di lui proprio dall'ex pretore, e Vallone aveva parlato proprio di presunti favoritismi della pretura di Sapri nei confronti del costruttore che avrebbe «recapitato» la lussuosa berlina tedesca. Il plenum sostenne che Amatucci, che aveva parlato di episodi non presenti negli atti dell'istruttoria, avrebbe dovuto «comunicare per tempo elementi così gravi e rilevanti». Alcuni consiglieri cominciarono a valutare l'ipotesi di un rinvio della pratica in commissione, altri, come Laudi, consideravano invece «paradossale rinviare la decisione in ragione del fatto che sono stati presentati elementi aggravanti». Si decise di votare per il rinvio, ma la proposta venne respinta. Il coinvolgimento di Esposito nella «scuola» di famiglia, l'Ispi, ebbe un forte peso nella decisione, e il relatore spiegò che quell'elemento, insieme alla presenza «ultraventennale», avevano «accresciuto il potere» di Esposito, dando luogo «qualcosa di diverso e incompatibile con la funzione di pretore dirigente». Anche perché il contributo che il pretore dava alla scuola non era solo per passione. Ecco cosa scrivono i consiglieri del Csm quando definiscono il trasferimento. Sulla scuola di formazione si soffermano a lungo, e un po' si stupiscono davanti al tenore di vita del magistrato, «proprietario di un villino a Roma, di una Jaguar e di un motoscafo». Avallano così «l'ipotesi che l'Ispi abbia consentito la realizzazione di guadagni nell'ordine di centinaia di milioni, come sembrerebbe potersi evincere dai costi di iscrizione e dalle rette di frequenza». Insomma, toglierlo da Sapri è un gesto «di buon governo». Al voto, 14 consiglieri sono per il trasferimento, 11 votano contro, 4 si astengono.

Non è finita. Esposito a gennaio '97 cita in giudizio davanti al Tribunale di Roma, chiedendo un risarcimento danni per 4 miliardi di lire, due componenti del Csm - Amatucci e il relatore, Franco Coccia - insieme all'avvocato Vallone e a Ermanno Marino, «reo» d'aver raccontato ad Amatucci di aver guidato la famosa Mercedes. Ma il tribunale di Roma respinse la sua richiesta. Far pagare i consiglieri per le opinioni espresse nell'esercizio delle loro funzioni era davvero troppo.

Commenti

Duka

Dom, 11/08/2013 - 08:20

Lasciamo perdere i fatti Berlusconiani che potrebbero rappresentare solo il mezzo per giungere a capire da chi siamo amministrati. Di Esposito nel nostro paese ce ne sono centinaia tutti lo sanno capo dello stato compreso eppure bisogna attendere un fatto clamoroso per insorgere. E' questo che non va nel nostro paese incapace di individuare e stroncare sul nascere le stroppiature, le indecenze e tutte le incapacità evidenti nella pubblica amministrazione.

michetta

Dom, 11/08/2013 - 08:42

Ammesso e non concesso che si possa ancora portare avanti la Giustizia con elementi come questo Esposito,esiste qualcuno al mondo che possa continuare a credere che nelle aule dei nostri Tribunali venga rispettata la LEGGE ? CREDO PROPRIO DI NO ! È se prima speravo ancora di vedere definite le cause giacenti in quelle stanze, fin dal 1995, prima o poi, adesso, visto che su questa terra NON esiste la VERA GIUSTIZIA e dopo aver letto di tutte le schifezze usate e praticate da questa specie di pseudo giudice, posso solamente sperare nella fine del mondo! Forse, solo allora, sia io che tutti gli Esposito di questo pianeta, otterremo le risposte giuste.

ilbarzo

Dom, 11/08/2013 - 08:43

Personaggio da mettere in galera a vita.Dannoso per la societa'.Di farabutti il mondo ne e' pieno,ma costui ha il mongolino d'oro.Finche' all'interno della Magistratura vi saranno elemnti del genere,non vi sara credibilita'alcuna.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 11/08/2013 - 08:51

Dopo queste informazioni, la prima domanda inquietante che mi viene da fare è come mai questo individuo è stato assegnato a presiedere la Suprema Corte nel caso più delicato per le sorti italiane ed europee? Se ne deduce che 'tutti gli altri' sono peggio di lui. Lui è il 'meglio' dell'italica giustizia. Oppure, questo individuo ha 'santi in paradiso'. ! Rivolgo un perentorio invito a tutta la stampa obiettiva di ribellarsi alla sentenza di riferimento, e di chiedere al Capo dello Stato di promuovere ogni azione che la possa invalidare. Nessuno come me ha difeso Wanna Marchi dal destino che questo turpe individuo le ha assegnato. Senza sapere chi realmente fosse. Non ci sono parole per ringraziare gli autori di questa cronaca. Senza la funzione dei giornalisti il mondo sarebbe un caos.

guidode.zolt

Dom, 11/08/2013 - 08:51

Il classico dipendente della P.A., superetribuito, che passa il badge nella scanalatura e poi si allontana, furtivo, per farsi gli affaracci suoi...e chissà quanti ladruncoli avrà condannato nella sua vita..!.trovo che non si esprima soltanto come tonino ma ne abbia pure copiato il modo di agire...c'è perfino la Mercedes, cambia soltanto il colore, manca però una certa scatola da scarpe, ma se frughiamo ancora un po'... La sx non poteva che usare una persona con simili caratteristiche per raggiungere il suo scopo, ma con la solita miopia di quello che non sa vedere oltre la punta del suo naso ... è ovvio che i comportamenti di questo "omuncolo" sarebbero stati passati, successivamente, al microscopio...

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 11/08/2013 - 08:56

Dario Maggiulli scritto il: 9.10.2011 alle 09:39 Ma quale imbonitrice ! E’ una donna intelligente, che andrebbe premiata per la sua intraprendenza. Esponendosi pubblicamente, ad igienica distanza, per procurare speranze a chi ne sentiva il bisogno, così come tanti, nei comizi elettorali fanno nei confronti di più vaste pluralità, senza pagare pena. Grottesche interpretazioni della Giustizia Italiana. In che mani siamo messi ! Evviva Vanna Marchi.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Dom, 11/08/2013 - 09:02

Un pregiudicato non ha titoli per giudicare gli altri. Una assurdità tutta italiana. Che il Presidente Napolitano ne prendesse atto al più presto. Più si prolunga questa situazione e più imbarazzante diventa. Il mondo intero ci sta osservando allibito senza capirci più niente. Il Cav dovrebbe portare il caso con tutta l'indecenza che le si addice alla Corte di giustizia dell'Unione europea.

Carboni oreste

Dom, 11/08/2013 - 09:08

ore 9.10,ho da aggiungere che io,con una pensione netta di 1.153 euro mensili,per legge non posso accettare la proposta che ho ricevuto di gestire ed insegnare il servizio all'italiana alle cameriere filippine. Cioe',lo stato mi proibisce di arrotondare(lavorare)

Ritratto di GlaucoA

GlaucoA

Dom, 11/08/2013 - 09:08

accidenti, se fosse stato cosí semplice comprare questo giudice com'e' che non ci ha pensato nessuno anche per inchieste piu' rilevanti?? Il titolo lascia intendere che il trasferimento fu un favore, in realta' non lo fu dato che il giudice venne allontanato dalla zona dove aveva la scuola, pertanto non capisco dove stia la notizia e non capisco dove vada a parare la carretta di fango arrugginita...

Carboni oreste

Dom, 11/08/2013 - 09:08

ore 9.10,ho da aggiungere che io,con una pensione netta di 1.153 euro mensili,per legge non posso accettare la proposta che ho ricevuto di gestire ed insegnare il servizio all'italiana alle cameriere filippine. Cioe',lo stato mi proibisce di arrotondare(lavorare)

Ritratto di manasse

manasse

Dom, 11/08/2013 - 09:23

e poi dicono di aver fiducia nella magistratura,vorrei che monitorassero con intercettazioni e microspie tutta la MAGISTRATURA come hanno fatto con Berlusconi allora sì si aprirebbe il vaso di Pandora

CALISESI MAURO

Dom, 11/08/2013 - 09:29

ma guarda te che razza di situazione, un impunito... aspetto le dichiarazioni dei soliti noti a riguardo della sentenza mediaset passata in giudicato. E' proprio vero il diavolo fa le pentole ma non i coperchi:)) Aggiungo che il tempo e' galantuomo e ne vedremo delle belle a riguardo tutti i casi insabbiati specialmente negli affari sinistri. Sta nazione e' tutta marcia ma da una parte e' pure falsa e ipocrita.Il cdx deve fare cadere il governo a prescindere, sara' crisi tremenda, ma e' necessario per ricominciare.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Dom, 11/08/2013 - 09:29

Una sentenza Mediaset che condanna il Cavaliere, dopo i vergognosi fatti emersi sul giudice di Cassazione, nel Regno Unito e molti altri Stati d'Europa verrebbe immediatamente dichiarato come "MISTRIAL" ossia : Un processo che non ha alcun effetto giuridico a causa di qualche errore o colpa grave pregiudizio nel procedimento. Insomma la sentenza deve essere invalidata!

carpa1

Dom, 11/08/2013 - 09:32

GlaucoA. La peculiarità della gramigna è prorpio quella di mettere le radici ovunque, indipendentemente dal fatto che il terreno le sia favorevole o no (ne sono un esempio incontrovertibile le organizzazioni criminali). Non per niente cresce non solo nei verdi prati ma anche ai bordi dei marciapiedi dove riesce persino a sbriciolare asfalto e cemento. E mi chiedo: un bel controllino d'ufficio da parte della GdF no eh? Ne fanno tanti, uno più uno meno che differenza fa? Se poi non emerge alcuna truffa o evasione fiscale ai danni dello stato, meglio. Questo ci darebbe il modo di riabilitare un personaggio ormai sulla bocca di tutti, a quanto si evince, per merito suo.

ernestocolnago

Dom, 11/08/2013 - 09:32

non ci posso credere che al giorno d'oggi ci sia ancora gente che difende SIlvio. Sta cosa mi da proprio sui nervi.

gamma

Dom, 11/08/2013 - 09:39

Quest'uomo è solo un tristo e squallido killer probabilmente ricattato per le sue magagne e costretto ad " assassinare " politicamente Silvio Berlusconi. Altro che conflitto di interessi c'è in questa storia. Ma noi dobbiamo chiederci sopratutto chi c'è dietro di lui. Chi sono i mandanti. Chi sono i compagni di merende. Sul CSM non si può contare per conoscere la realtà: è complice dei mandanti. Devono essere l'opinione pubblica e i giornali ad indagare e a metterli alla sbarra. Senza dar loro un attimo di respiro.

a.zoin

Dom, 11/08/2013 - 09:39

Come fà un essere insulto come questo,ad avere una posizione così alta nella magistratura? Come mai è IL PARTITO DEMOCRATICO e i CAPOCCIONI della MAGISTRATURA,non sono intevenuti a tempo,per togliere questo CANCRO insidiatosi nelle costituzione che si chiama "GIUSTIZIA",(CHE DOVREBBE ESSERE AD ESEMPIO AI CITTADINI ITALIANI)? Come può la popolazione,essere divisa in due, cioè che la metà di questa,appoggi le azzioni della magistratura,appoggiata da molti politici ??? Tutto questo ODIO ed EGOISMO su cosa è basato ??? L`altra metà della popolazione cosa deve pensare ? (CHE LA CORRUZZIONE NELLE ALTE SFERE DEL PARLAMENTO E DELLA MAGISTRATURA, SONO UNA PIAGA CHE SI DILAGAANCHE SUL POPOLO??? Perchè questa gente sopra elencata condanna la MAFIA, la CAMORRA ecc. ecc.,quando il sistema interno è marcio e la maggior parte della popolazione ne soccombe i sopprusi da loro fatti ??? Non sarebbe meglio cambiare tutto il sistema e mettere agli arresti tutto questo MARCIUME che ci hà governato e giudicato sin ora, togliendo loro tutti i beni rubati alla popolazione con i loro sistemi CORRUTTIVI e ANTISEMITI ???

RenzoTra

Dom, 11/08/2013 - 09:42

Come mai non dite che Esposito vi denuncia per diffamazione?

ferventZ

Dom, 11/08/2013 - 09:42

MISTRIAL... evidente chiaro e netto... in QUALSIASI nazione sarebbe evidente che c'e' stato un complotto organizzato probabilmente anche con la spinta di nazioni estere nemiche dell Italia per eliminare un Berlusconi scomodo perchè non si "uniformava" ai diktat di un Europa controllata principalmente dall asse Berlino _ Parigi... basta guardare lo scempio in Libia etc.

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 11/08/2013 - 09:43

ora SILVIO fa coppia con la Marchi contro Esposoto venditori di fumo urlatori e la stessa faccia di plastica

m.nanni

Dom, 11/08/2013 - 09:45

stai a vedere che vi batte in velocità perfino vanna marchi nel ricorso a strasburgo! avvocati coppi, ghedini e longo e tutto il pdl: siete penosi! SILVIO LIBERO; pessimi i tuoi consiglieri travestiti da colombe. forse erano dei pipistrelli notturni. Corte di giustizia europea subito! MOBILITAZIONE PERMANENTE del Popolo delle Libertà.

bruna.amorosi

Dom, 11/08/2013 - 09:45

Ernestocolnago ti da sui nervi??? e..ancora non ci sono le campagne elettorali vedrai che accadrà quando si daranno fuoco alle micce . poi se se ci stai male puoi sempre andartene da questo PAESE.nessuno piangerà .

LAMBRO

Dom, 11/08/2013 - 09:45

Perché non l'hanno trasferito in Barbagia? Avrebbe trovato dei colleghi!!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 11/08/2013 - 09:45

Totonno Esposito più che Presidente di Cassazione appare molto più adatto a rivestire l'incarico di Amministratore Delegato di qualche clan camorristico. Le doti le ha tutte!

doris39

Dom, 11/08/2013 - 09:49

@GlaucoA. A lei auguro di imbattersi in un giudice come Esposito che a differenza di quanto dice Gianfranco Viglietta ( certamente indice di non particolare equilibrio) saprà essere equilibrato,giusto,impeccabile.

syntronik

Dom, 11/08/2013 - 09:51

ernestocolnago: tu non sei perseguito dai nervi, tu sei completamente vuoto di tutto, non hai nemmeno il piccolo sistema di pensiero e ragionamento logico che funziona, che mestiere fai, il soprammobile all'ufficio della sede PD?????

CALISESI MAURO

Dom, 11/08/2013 - 09:51

Vorrei aggiungere: ma il nostro emerito presidente, superiore gerarchicamente al CSM non sapeva della reputazione di questo "servitore dello stato "? Se un capo cantiere vede un suo collaboratore funzionare poco o male, lo caccia a calci nel sedere. Questo succede nel mio lavoro. Mi sembra che invece come riportato da un articolo su questo giornale il nostro abbia chiesto la testa del berlusca ... con un e poi vedremo. Se questo e' vero siamo proprio alla frutta.

diegom13

Dom, 11/08/2013 - 09:52

@Carboni: cosa che non accade, per esempio, in Francia, dove tutto è semplificato e anche aprire un negozio in un paesello è facilitato. Esiste il nero come in Italia, ma si può rientrare facilmente, e comunque è anche facile dichiarare gli arrotondamenti: la dichiarazione dei redditi arriva pre-compilata, si annota il guadagno ulteriore (se è poca cosa) su una riga apposita, si modifica il totale e si spediscono quelle due pagine semplici semplici.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 11/08/2013 - 09:52

@GlaucoA - Prendiamo atto che lei "non capisce dove sia la notizia".

Triatec

Dom, 11/08/2013 - 09:53

ernestocolnago # portare a conoscenza fatti attinenti ad una persona sanzionata dal CSM, una persona che dovrebbe essere di moralità specchiata, che ha il difficile compito di giudicare gli altri... non è difendere Berlusconi. Ma c'è ancora gente lo ritiene un santo... questo è difficile da capire.

Tobi

Dom, 11/08/2013 - 09:54

le sinistre invocano una legge sul conflitto d'interessi, cioè che Berlusconi, in quanto proprietario di mezzi di comunicazione di massa non dovrebbe esser al governo, almeno questo (da come si dice a sinistra) non succede nei paesi civili. Il problema invece è un altro. Le sinistre non possono più permettersi di avere tranquillamente le mani su tutto, tv di stato, inclusa la gestione in stile feudatario di interi territori (come il giudice in questione) se l'oppositore politico (Berlusconi) con i propri mezzi riesce a renderle note. Ecco perché a sinistra invocano il conflitto di interesse su Berlusconi, perché hanno paura di non avere il controllo di tutti i giornali e mezzi d'informazione e così le barche di lusso dei co nunisti vengono tuttte a galla (e i poveri elettori che ancora credono al comunismo & C. smettono di abboccare).

demoral

Dom, 11/08/2013 - 09:57

Non ci posso credere che al giorno d'oggi ci sia ancora gente che rompe gli zibedei al cavaliere.Sta cosa mi sta proprio sui nervi.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 11/08/2013 - 09:59

Meravigliosa Bruna Amorosi !

tiro

Dom, 11/08/2013 - 10:00

L'imbarazzo cresce giorno dopo giorno. Il quadro diventa sempre più chiaro per noi ma nel contempo più fosco per il nostro protagonista (bugiardo) oggi in carriera all’interno della Cassazione. Mi chiedo ancora per l'ennesima volta, è mai possibile che su quel fronte professionale viga il teorema "più sbagli più sarai premiato"? Come mai questi magistrati in carriera rei di aver commesso gravi errori giudiziali e peggio ancora artefici del malaffare con l’ausilio della bugia, si ritrovano come d’incanto premiati con l’assegnazione di onorificenze, ruoli e poltrone di prestigio? Io come tutti i cittadini italiani che si spaccano la schiena e si logorano il cervello per sopperire a tutti gli ostacoli e incombenze offerti dalla società e dalla pubblica amministrazione con le sue peculiarità burocratiche, esigiamo risposte concrete e serie da parte dello Stato, esortando a gran voce l’intervento immediato e repentino del nostro Presidente della Repubblica, affinché si riporti ordine e disciplina nei meandri della Giustizia italiana, e si ridia giusta dignità alle istituzioni che contano e soprattutto si preservi quella suffragata “agibilità politica”, appartenente al Senatore Silvio Berlusconi, conferitagli da almeno 10 milioni di italiani “non bugiardi” che si sono recati liberamente alle urne per esprimere il proprio voto come legittimamente previsto nel nostro Stato repubblicano, fondato sui valori di democrazia, e sancito dalla Costituzione. Presidente degli italiani, non abbia paura della realtà!

carpa1

Dom, 11/08/2013 - 10:00

ernestocolnago. Questa gentaglia non difende Silvio in quanto tale, bensì l'idea che essa, questa gentaglia (diversi milioni di persone, le ricordo), venga sempre e comunque considerata indegna di essere considerata e le cui idee vadano eliminate dal vocabolario della politica. Se le avanza un po' di tempo, si vada a leggere le email che si scambiavano, ai tempi in cui il governo B cercava di fare delle riforme, certuni magistrati della sua fede politca; riforme di cui ancor oggi tutti si riempiono la bocca e che non sono mai andate in porto a causa della guerra di logoramento da questi messa in essere. Le email di cui alcuni stralci furono a suo tempo pubblicati anche sui quotidiani (di sx ovviamente) le trova, con tanto di nome e cognome, su internet; poi ne possiamo riparlare.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 11/08/2013 - 10:00

Dopo queste informazioni, la prima domanda inquietante che mi viene da fare è come mai questo individuo è stato assegnato a presiedere la Suprema Corte nel caso più delicato per le sorti italiane ed europee? Se ne deduce che 'tutti gli altri' sono peggio di lui. Lui è il 'meglio' dell'italica giustizia. Oppure, questo individuo ha 'santi in paradiso'. ! Rivolgo un perentorio invito a tutta la stampa obiettiva di ribellarsi alla sentenza di riferimento, e di chiedere al Capo dello Stato di promuovere ogni azione che la possa invalidare. Nessuno come me ha difeso Wanna Marchi dal destino che questo turpe individuo le ha assegnato. Senza sapere chi realmente fosse. Non ci sono parole per ringraziare gli autori di questa cronaca. Senza la funzione dei giornalisti il mondo sarebbe un caos.

ferventZ

Dom, 11/08/2013 - 10:02

previsione facile... il casino che lo scavare nel passato di questo giudice causerà un ENORME ondata anti magistratura - anti sinistra...se segno di questo sarà evidente dopo l'estate si DEVE fare cadere il governo ed andare IMMEDIATAMENTE alle elezioni , sarebbe un LANDSLIDE VICTORY per le destre - non necessariamente Forza Italia ma sicuramente collasserebbe il PD.

diegom13

Dom, 11/08/2013 - 10:04

@ernestocolnago: a parte il fatto che chiunque ha diritto di difendere ci vuole, ché dall'altra parte potrebbero dire 'c'è ancora chi difende certi giudici...': i temi ogni tanto si possono dissociare. Questo giudice è ormai famoso per la condanna di Berlusconi, ed essendo famoso è mediaticamente interessante. Non è che ogni critica a lui è una difesa di Berlusconi: ci si occupa di lui in quanto giudice Esposito, non più in quanto presidente del Collegio che ha emesso quella sentenza. Diversa è la cosa per quei giornali che queste notizie non le riportano per timore di fare un favore a Berlusconi, o al nemico che vuol sempre attaccare gli amici giudici... Oppure non lo considerano rilevante, che è un'altra scelta possibile.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 11/08/2013 - 10:06

Dopo queste informazioni, la prima domanda inquietante che mi viene da fare è come mai questo individuo è stato assegnato a presiedere la Suprema Corte nel caso più delicato per le sorti italiane ed europee? Se ne deduce che 'tutti gli altri' sono peggio di lui. Lui è il 'meglio' dell'italica giustizia? Oppure, questo individuo ha 'santi in paradiso'. ! Rivolgo un perentorio invito a tutta la stampa obiettiva di ribellarsi alla sentenza di riferimento, e di chiedere al Capo dello Stato di promuovere ogni azione che la possa invalidare. Nessuno come me ha difeso Wanna Marchi dal destino che questo 'Signore' le ha assegnato. Senza sapere chi realmente fosse. Non ci sono parole per ringraziare gli autori di questa cronaca. Senza la funzione dei giornalisti il mondo sarebbe un caos.

nonnoaldo

Dom, 11/08/2013 - 10:11

Esimio Presidente Napolitano, mi rivolgo a lei in quanto presidente anche del CSM, organo, si dice, di autogoverno della magistratura. Ciò premesso, due domande: 1) come può, con un simile curriculum, quato magistrato essere stato nominato presidente di una sezione della massima corte? 2) Non è che un Esposito in cassazione possa sempre servire? Ossequi.

carpa1

Dom, 11/08/2013 - 10:12

Caro manasse, ciò che propone potrebbe essere la soluzione, non fosse che qualunque tipo di intercettazione dovrebbe essere autorizzato da un magistrato. Ma dove se ne potrebbe trovare uno con le @@@@ disposto a farlo? E comunque, un secondo dopo, lo saprebbero già tutti e verrebbe radiato da parte del CSM. Alla magistratura che conta, va bene così, altrimenti come si spiegherebbe questo tentativo, pervicacemente perseguito fin dai tempi di mani sporche, di mettere fuori gioco chiunque non fosse della loro parte politica?

xgerico

Dom, 11/08/2013 - 10:16

@ernestocolnago - E si purtroppo son tutti ex galeotti e gente infatuata, tra di loro non si mozzicano!

nonnoaldo

Dom, 11/08/2013 - 10:18

Visto che in cassazione è presente un cotale presidente di sezione, mi domando quali siano i curricula degli altri.

topogigio100

Dom, 11/08/2013 - 10:20

@x la gente di sinistra@ vorrei che solo per 30 secondi vi spogliate del pensiero anticav e ragioniate un po a freddo magari invece di Silvio chiamatelo Peppe se ci riuscite toglietevi la mortadella dagli occhi! ed esaminate tutti i fatti, ma possibile che non vi sfiori neanche dello 0,5 il pensiero che tutto possa essere architettato? e poi un ultimo pensiero..ammesso e non concesso che Berluska sia cosi delinquente come dice il somaro Travaglio(con tutto il rispetto oer il somaro) io dico che ne venissero di delinquenti come luinche danno da mangiare a 60.000 famiglie invece di avere sanghiusughe in parlamento che succhiano solo soldi pubblici! io vi dico semplicemente qualche volta meditate! e con un po di onesta vedrete che e cosi!

Ritratto di gian td5

gian td5

Dom, 11/08/2013 - 10:24

Ma su tutti questi guadagni , Esposito le paga le tasse? Sarebbe opportuno che la Finanza ed Equitalia si occupassero di lui.

Ivano66

Dom, 11/08/2013 - 10:24

bruna.amorosi: ciò che Ernestocolnago intendeva era l'incredulità nel constatare che c'è ancora chi difende un mafioso, corrotto e corruttore, ora pregiudicato. Un elementare dato di decenza etica, che a lei evidentemente sfugge, come sfugge a tutti i lobotomizzati del berlusconismo. Scegliere come figura di riferimento un delinquente e un pregiudicato la dice lunga sulla vostra miseria morale e politica.

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Dom, 11/08/2013 - 10:26

Povera Italia in mano a questi veri delinquenti che ricoprono ruoli di magistrato. Dietro questa logica di un magistrato che si permette di condannare senza prove solo per antipatia personale, minima cosa da fare è annullare il processo e condannare questo miserabile.

eolo121

Dom, 11/08/2013 - 10:27

la sentenza su berlusconi dovrebbe essere rivista ed il caso affidato a un tribunale di un paese estero per giudizio piu' imparziale quanti soldoni guadagnano questi giudici e pensioni d oro pagate dal popolino italiano e pensare che ci son pensioni da 400 euro per gente che ha lavorato una vita vivendo di sacrifici magari votano PD il partito delle mille correnti

xgerico

Dom, 11/08/2013 - 10:29

Haoooooo ma non vi sta bene neanche il giudice di cassazione, in cui afferma che invece di 5 anni di interdizione sono al max 3?!

1filippo1

Dom, 11/08/2013 - 10:30

Da semplice cittadino,mi domando se e fino a che punto un personaggio siffatto,il cui passato è trapuntato da episodi che rendono opaco e pieno di ombre il suo percorso nell'amministrazione della giustizia-sia ritenuto ancora idoneo a svolgere l'alta funzione di giudice della Cassazione.Ma il nostro paese è un paese ancora credibile sul piano della giurisdizione,oppure ,più verosimilmente,è assimilabile al paese delle banane?

Efesto

Dom, 11/08/2013 - 10:31

Mi pare che l'arroganza di questo signore è senza limiti. Chiedere il risarcimento a chi ha osato evidenziare i suoi traffici. Ma da chi è protetto? possibile che il giudizio del CSM sia stato così tenero tanto da predisporgli una carriera eccellente? Esiste una teoria "la via giudiziaria per il socialismo" sostenuta da Lenin ed applicata in Italia (vedi Corriere della Sera 01/06/1995 pag. 13. I magistrati dovrebbero essere intercettati come tutti i cittadini italiani. Se non hanno peccato non debbono temere, come tutti i cittadini italiani. Se ci fosse peccato (arroganza per il potere), quale differenza con il comportamento mafioso?

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Dom, 11/08/2013 - 10:40

Il giudice all'imputato redarguendolo:"le ricordo che siamo in un aula di giustizia." L'imputato:"Con tutto il rispetto, vorrei solo ricordarle Signor Giudice, che siamo in un aula di tribunale e mi pare, sempre con il dovuto rispetto, che ci sia una differenza non da poco." Dalton Russell.

1967

Dom, 11/08/2013 - 10:42

Questo uomo e' la dimostrazione vivente dei favori e spinte che quotidianamente lo Schtato meridionindio da agli incapaci del sud. Come fa questo pezzo di m. ad essere magistrato che non e' nemmeno capace di esprimersi in Italiano corrente ? Qualcuno puo' essere cosi' gentile da spiegarmelo ? Ha comprato la laurea nella stessa universita' di Di Pietro ? E' ora di finirla con queste storie da circo equestre. Italiani dobbiamo scrollarci di dosso questi personaggi da operetta. In questo mondo globalizzato non deve esserci piu' spazio per raccomandati leccaculisti di professione. Servono criteri di giudizio veri e servono persone preparate e professionali. Questa gentaglia deve sparire.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Dom, 11/08/2013 - 10:43

Immagino che avrà dichiarato tutti i redditi extra e pagato le relative imposte, oltre lo stipendio. Un accertamento fiscale mai fatto?

ego

Dom, 11/08/2013 - 10:47

Che la magistratura italiana sia un'istituzione squalificata, non ce lo rivela certo per la prima volta il caso Esposito. Liviadotti, giornalista dell'Espresso, ha pubblicato nel 2009 un libro, "Magistrati. L’Ultracasta", in cui vengono elencate tutte le abnormità che inquinano questa Istituzione. Le seriose e permalose rivendicazioni dell'Associazione Naz.Magistrati circa la necessaria e sacrosanta (secondo loro) indipendenza del magistrato, sono come il dito che cerca di nascondere la piaga di un marciume che comincia proprio da questa Associazione. Il CSM è una sorta di cupola ridicola e protettiva dei suoi amministrati che posono fare impunemente il bello e il cattivo tempo. Il presidente della Repubblica fa il pesce in barile, salvo poi ripetere come un trombone parole retoriche e vuote sulla legalità. Quale legalità se questa legalità è violata a partire dall'Organo che la dovrebbe rappresentare? Dire che occorra una riforma della magistratura è dire poco. Ci vuole ben altro; ci vuole una radicale rifondazione di questo Ordine, cominciando con l'azzerare le sue varie rappresentanze politico-sindacali, licenziare il 90 percento dei magistrati, procedere a nuove assunzionii sulla base di nuove mansioni, regole e trattamento giuridico-economico. Insomma ci vorrebbe un vero tsumnami per restituire all'Italia un corpo magistratuale degno di un Paese democratico.

xgerico

Dom, 11/08/2013 - 10:48

Bastava non FRODARE, e l'Esposito si poteva evitare! Anche la galera.

Lofelo

Dom, 11/08/2013 - 10:49

Grazie, Giornale: finalmente la cricca è "toccabile" !

xgerico

Dom, 11/08/2013 - 11:00

Boffo dove sei??? Guarda che stavolta non centri niente!

Ritratto di Baliano

Baliano

Dom, 11/08/2013 - 11:02

--- E piantatela di dare "sui nervi" a --- ernestocolnago --- proprio stamattina, alle 09.32. - Via, dategli atto che sotto sotto un po' lo "ammira", intanto non gli lancia letame, addirittura lo chiama "Silvio"... forse gli darà anche il voto un giorno o l'altro. Gli altri, i "suoi", oltre ad avere gli stessi, uguali, identici, "difettacci" di "Silvio", mai volutamente "seriamente inchiestati", ne hanno un altro. Uno che mai hanno detto e mai gli diranno al sig ernestocolnago, quello timbrato sul loro passaporto, nel DNA, un difetto che straccia tutti gli altri: Ingannatori di ben quattro 4 generazioni ( ci avviamo alla quinta ), affamatori e aguzzini di miliardi di esseri umani. Ancora oggi! Non si sono mai pentiti, mai chiesto pubblicamente scusa, a nessuno. Tutt'ora ! Se gli chiedi conto di ciò, dei loro inganni e delle loro complicità criminali fino a ieri, si adontano e ti odieranno a morte finché vivrai: Così, con "Silvio". - Questa è Storia, anche del PCI, fino agli anni 1990 ed oltre, fino ad oggi Agosto 2013 -- Altro che i "tuoi nervi" sig. ernestocolnago, con quei ciarlatani, renitenti filo-criminali, ingannatori e mentitori Storici. - Buona Domenica ---------

CARLOBERGAMO50

Dom, 11/08/2013 - 11:12

MA NON SI VERGOGNANO QUESTI PERSONAGGI. VOGLIAMO FARLA FINITA, PRENDIAMO BASTONI, SCIABOLE ED OGNO CORPO CONTUNDENTE PER FAR CAPORE A QUESTO TIPO DI PERSONE CHE GLI ITALIANI LE PALLE LE HANNO ED ANCHE PIENE. BASTA. INSORGIAMO UNA VOLTA PER TUTTE. SIAMO PRONTI AD UNA RIVOLUZIONE PER OTTOBRE PROSSIMO. MOLTE TESTE CADRANNO NEL CESTO. SARANNO DI CERTO NON TESTE CALDE MA TESTE DI CA@@O

xgerico

Dom, 11/08/2013 - 11:14

@Boffo guarda che stavolta tu non centri niente!

Ritratto di menomalechemuionoancheloro

menomalechemuio...

Dom, 11/08/2013 - 12:58

a scrivere articoli come questo si rischia. tanto. mi sento obbligato moralmente ad essere vicino al Giornale e ai suoi stupendi giornalisti. continuate senza timore. siamo in tanti in Italia ad esservi vicino

Ritratto di manasse

manasse

Dom, 11/08/2013 - 13:40

caro carpa1 la mia speranza anche se utopica è che finalmente ci potesse essere un (giudice a berlino)

ilbarzo

Dom, 11/08/2013 - 14:06

x ernestocolnago,e allora cosa intendi fare ,se quessta cosa ti noia ai nervi?Potresti metterti a piangere,o a scalciare come fanno i bimbi.Povera Italia....

eureka

Dom, 11/08/2013 - 14:34

Dopo questi fatti dovrebbero annullare la sentenza di Berlusconi. Rimangono però alcune domande sullo svolgimento della sentenza: nel collegio c'erano anche altri giudici che dietro le quinte avranno credo discusso con il giudice che ha sentenziato o avranno dovuto acconsentire a quanto imposto loro? Se si in cambio di cosa? e' chiaro a tutti che questa è stata una sentenza pilotata da molti e definita da un giudice che proprio in linea con il suo lavoro non lo era.

bruna.amorosi

Dom, 11/08/2013 - 15:00

IVANO66e che ci vuoi fare mica siamo tutti bravi come te qualcuno che protegge i galeotti ci vuole oppure dobbiamo lasciare a voi kompagni anche questa soddisfazione ? non vi bastano i magistrati \e corrotte che vi salvano ? facciamo qualche nome .PENATI ,VENDOLA , ecco percio' quando parli di delinquenti siamo pari palla al centro . poi dai a fare il protettore dei vari kompagni che scrivono su questo giornale così male te la passi ? hai bisogno della paghetta settimanale ? .

Ivano66

Dom, 11/08/2013 - 16:16

bruna.amorosi: le ricordo che Berlusconi è ufficialmente un pregiudicato, essendo stato condannato definitivamente. E altre condanne arriveranno nei prossimi mesi. Penati e altri banditi a dx come a sx? Fosse per me sarebbero già in galera. P.S. La paghetta sarà una miseria sua, io sono un uomo libero.

doris39

Dom, 11/08/2013 - 17:22

@topogigio100 Scrive Dom, 11/08/2013 - 10:20 @x la gente di sinistra@ vorrei che solo per 30 secondi vi spogliate del pensiero anticav e ragioniate un po a freddo" Impossibile il farlo quando in testa c'è un bel buco pieno di segatura.

bruna.amorosi

Dom, 11/08/2013 - 17:43

IVANO66 la sua onestà stà in questa risposta .BERLUSCONI è un pregiudicato perchè alcuni magistrati di sinistra si sono appellati alla ASSOLUZIONE della prima sentenza .il resto lo sa anche lei i magistrati corrotti di sinistra hanno fatto un processo senza testimoni ,altre condanne sa che novità con questi magistrati che hanno le tessere della sinistra in tasca .ma se lei vuole questo contentino è quello che è la sua onestà zero .PENATI in galera stia tranquillo i kompagni magistrati non lo permetteranno neanche se domani mattina tutta la sinistra urlasse PENATI IN GALERA .non vorrei essere la sua faccia quando mi specchio .ps non se la prenda anche noi sappiamo offendere come siete abituati a fare voi e se vi arrabbiate beh! chissene . imparate a rispettare chi non sarà mai un kompagno venduto alla magistratura .

doris39

Dom, 11/08/2013 - 18:57

C'è un articolo datato 2007 che vale la pena di leggere :Forcaioli, giustizialisti e Partito dei Magistrati (fonte: Giustizia Giusta )

SaràGrandi

Lun, 12/08/2013 - 00:16

Purtroppo in Italia i giudici sempre si sono intromessi ogni volta che si parlava di fare una legge non ostante il nostro buon presidente ripetesse numerose volte di non intrometterai !! Ricordate vero ???