Roma bloccata da cortei e manifestazioni. La Cancellieri: una giornata calda

La Capitale in balìa dei manifestanti. In piazza studenti, operai, militanti di Casapound e delle associazioni antifasciste. Previsti cortei anche di Cgil e Cobas. Il ministro dell'Interno: "Ci sono manifestazioni tutto il giorno e in diverse città". Si teme l'assalto alla zona rossa. Il prefetto di Roma: "I luoghi sacri della democrazia sono inviolabili".  I lettori del Giornale con gli agenti: raccolti 116mila euro

Cortei e manifestazioni, operai e studenti, destra e sinistra. Ci sono tutti gli elementi per un fine settimana ad alta tensione. Non si è ancora sedata la polemica per gli scontri di mercoledì 14 novembre e già la protesta torna in piazza. La soglia di allerta da parte delle istituzioni è altissima: "Temo che sia solo l'inizio", ha lanciato l'allarme il capo della polizia Antonio Manganelli durante l'ultima puntata di Ballarò. Oggi ha manifestato la sua preoccupazione il ministro dell'Interno Annamaria Cancellieri: "Domani sarà una giornata calda, ci sono manifestazioni tutto il giorno in diverse città e la affronteremo con la grande professionalità delle forze dell’ordine: conto su di loro. Invito poi i cittadini a manifestare liberamente ma senza violenza, che non giova a nessuno e soprattutto non a loro. Invito quindi alla serenità e al dialogo".

Nell'occhio del ciclone ci sarà, prima di tutto, la Capitale. Roma sarà attraversata dalle proteste da mattina fino a sera. Un attacco su più fronti. Gli studenti minacciano di penetrare nella zona rossa, l'area dei palazzi del potere, che non sono riusciti a violare durante i cortei di dieci giorni fa. Sempre a Roma sfileranno i giovani dell'estrema destra di Casapound a cui farà da contraltare un presidio antifascista. In oltre sono previste manifestazioni della Cgil e dei Cobas. Una città bloccata e in balìa dei manifestanti. 

Mille agenti saranno in servizio per presidiare Montecitorio e le sedi istituzionali: "I luoghi sacri della democrazia come il Parlamento, sono inviolabili - ha puntualizzato il Prefetto Giuseppe Pecoraro - Quando qualcuno senza preavviso intende fare attività diverse ci troviamo di fronte ad una manifestazione non autorizzata e scattano le denunce. Se poi ci sono problemi di ordine pubblico le forze dell’ordine non possono non intervenire a tutela delle istituzioni".


Commenti

Zoppo

Ven, 23/11/2012 - 21:58

Ahahahahahahahahah....I luoghi sacri della democrazia come il Parlamento, sono inviolabili...ma che barzellette, ma come li escono, quello è un luogo sacro????? sono decenni e decenni che viene profanato per tutte le porcate che fanno li dentro per i loro privilegi..certo che li devono adesso difendere dal popolo che hanno ridotto sul lastrico.... Che rabbia!!!!!

repubblicademoc...

Ven, 23/11/2012 - 22:08

domani non cambierà niente,soliti scontri,solite procedure,solite polemiche,era così nel 68,è stato così dal G8 fino ad ora,sarà uguale anche in futuro.Cari poliziotti, un detto in uso nelle caserma è sempre attuale: il cetriolo va sempre....beh sapete come finisce...nessuno ha mai tutelato la categoria...nessuno la tutelerà mai...nè i capi nè i politici di turno. Ragazzi occhi aperti e ricordate di guardarvi le spalle a vicenda che a casa stanno le famiglie in ansia.VIVA LA POLIZIA DI STATO

Ritratto di martinitt

martinitt

Ven, 23/11/2012 - 22:23

Prevedo danni ingenti, con le Forze dell'Ordine che interverranno con meno decisione a causa delle accuse ricevute nella precedente manifestazione. In un momento in cui lo Stato e la popolazione versa in difficoltà economica, sarebbe grave che si verificassero gravi disastri alla Città e menomazioni ai partecipanti alla manifestazione.

a.zoin

Ven, 23/11/2012 - 22:31

Se il prefetto di Roma ,ha veramente interesse dei luoghi sacri della DEMOCRAZIA, DEVE FAR SI CHE Il GOVERNO,EMETTA LEGGI BASATE SULLA DEMOCRAZIA E CACCIARE TUTTI I COMUNISTI E I FASCISTI CHE SI SONO ANNIDATI AL SENATO E ALLE CAMERE, COMINCIANDI DAL SIGNOR NAPOLITANO, CHE DA NESSUN ITALIANO È STATO VOTATO,NON PARLIAMONE DI MONTI E COPAGNIA DI PROFESSORI, HANNO FATTO PIÙ DANNI LORO CHE DAL DOPOGUERRA IN QUA,ALTRO CHE SENATORE A VITA. OLTRE A CIÒ CHE LA MAGISTRATURA, ABBIA UNA TINTA DEMOCRATICA, NON DITTATORIALE E CHE SIA IMPARSIALE E ANAPOLITICA. QUESTI CASINI CHE DOMANI FARANNO STARE ROMA IN ANSIA,FANNO CAPIRE CHE IL MALCONTENTO DELLA POPOLAZIONE È ARRIVATO AL MASSINO LIVELLO,E CHE SIAMO GOVERNATI DA UN BRANCO DI CAPRONI AVIDI, CORROTTI E LADRI.

billyjane

Ven, 23/11/2012 - 22:34

Domani sera faremo la conta dei danni.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Ven, 23/11/2012 - 22:47

Le lungimiranti politiche di Monti e Fornero. Il governo ha prodotto disoccupati, questi non hanno una cippa da fare e vanno a Roma a "manifestare" (magari sfasciando tutto).

qq

Ven, 23/11/2012 - 23:11

"I luoghi sacri della democrazia sono inviolabili" ma abbondantemente profanati dagli ipocriti che pretendono di esserne i custodi. Il Governo attuale non è democratico: non è espressione del Popolo. Tutto l'operato del Governo è oramai una continua violazione delle regole, anche costituzionali. I servitori dello Stato difendono quei luoghi, quindi dovrebbero allontanare per primi la classe politica e quella dei tecnici. Se esiste un desirerio di entrare nella zona rossa è legittimo e il Governo e le Istituzioni si interroghino sul clima di disagio, di distanza, di arroganza che essi stanno creando e alimentando nella popolazione. Spendano energia per Crescere non per Schiacciare.

qq

Ven, 23/11/2012 - 23:31

Volete solo commenti politicamente corretti?

giangi85

Ven, 23/11/2012 - 23:40

ma io mi chiedo: perchè solo in Italia e in Grecia succedono questi deliri? perchè qui da noi la polizia non fa il proprio dovere come nel resto d'Europa?? ovvero fermare i manifestanti prima che possano creare problemi, con azioni preventive??!! le forza dell'ordine avrebbero bisogno di un profondo rinnovamento..

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Ven, 23/11/2012 - 23:48

Chissá domani quanti verginali fiancheggiatori troveranno per strada i violenti. Sono proprio curioso!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 24/11/2012 - 01:33

Vedremo come andrà a finire con il divieto di portare caschi. Penso che sia un'ottima idea. Purtroppo ci saranno gli avvocati dei fancazzisti ASOCIALI che staranno inventando qualche cavillo per disattivare il divieto.

eras

Sab, 24/11/2012 - 03:34

Fate bene a protestare perché ormai siamo in mano alla tirannia delle banche e ad una classe politica corrotta e assente.

eras

Sab, 24/11/2012 - 03:49

Fate bene a protestare perché ormai siamo in mano alla tirannia delle banche e ad una classe politica corrotta e assente.

giuseppe.galiano

Sab, 24/11/2012 - 07:35

Pensa te che rottura di coglioni per i romani e non. Una volta si diceva ''è sabato (oppure domenica) andiamo a fare una passeggiata a Roma''. Per cui chi abitava nei centri vicini radunava moglie e figli ed andava a passeggiare per Roma...via Condotti, la Frattina, il Corso, p.zza di Spagna, Colosseo....Oggi, invece, si dice ''andiamo a rompere i coglioni ai romani, spaccare qualche vetrina, bruciare cassonetti e macchine parcheggiate e, dulcis in fundo, spranghiamo qualche testa di poliziotto''. Ma che cazzo di paese è il nostro.

PL

Sab, 24/11/2012 - 08:20

I ragazzi fortunatamente si sono svegliati dal torpore dei videogames sono il nostro futuro ed è intollerabile che vengano picchiati solo perchè rivendicano giustamente il loro futuro negato dai vecchi decrepiti ancorati ai loro provilegi i provocatori sono organizzati da chi vuol mantenere i privilegi

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Sab, 24/11/2012 - 09:36

io ci manderei la cancellieri a dirigere il traffico, solo se apre quella boccuccia tenebrosa farebbe scappare a gambe levate tutti i provocatori........e purtroppo anche dimostranti pacifici.

miladicodro

Sab, 24/11/2012 - 09:52

#PL,bell'esempio di persona,lei pensa che lo svegliarsi dei giovani in senso lato,sia quello di sfasciare tutto e tutti? Quelli che sfasciano conducono un'esistenza da videogame,convinti di essere i portatori del verbo.Sono solo dei lazzaroni che non vogliono studiare,obbedire e solo sfasciare per poi tornare a casa e vantarsi con i genitori del quanto fatto.Possono protestare senza assaltare e non solo vietare il casco ma tutto ciò che ferisce.Questo è il finale di quanto seminato nel '68 da cui senza una energica cura non ne usciremo mai.

cotoletta

Sab, 24/11/2012 - 09:58

xPL, si può contestare civilmente senza andare il piazza con bastoni e caschi in testa. non è un pò presto per recarsi al bar, poi si rischia di scrivere stronzate. prego pubblicare, grazie.

Ritratto di mark 61

mark 61

Sab, 24/11/2012 - 10:21

in questo paese solo i ladri e i corrotti , i politici e qualche benestante non protestano

Pautasso

Sab, 24/11/2012 - 10:43

x PL Sbagli e di grosso. Quegli stupidi marmocchi vanno in piazza proprio come ad un videogioco, e di quelli più violenti.

bruna.amorosi

Sab, 24/11/2012 - 11:04

QUì in ITALIA siamo tutti pecoroni .scusate ma perchè mandare in piazza i vostri figli ? sapete come potrebbe si potrebbe far più male al palazzo ?NON PAGARE PIU' NESSUNA TASSA .E FARLA PAGARE A LORO CON I LORO STIPENDI .ecco come si fà .e adesso non venitemi a dire che non ci daranno servizi perchè ad oggi non ci sono neanche I MEZZI SERVIZI . pensiamoci .

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Sab, 24/11/2012 - 11:29

Di quale democrazia sta cianciando Pecoraro? - Napolitano l'hanno IMPOSTO i comunisti in Parlamento (il centrodestra non lo voleva) certamente non l'hanno voluto gli italiani; - Monti l'ha imposto Napolitano per ordine della massaia di Berlino; - Napolitano vuole modificare la legge elettorale per avere ingovernabilità e rifilarci Monti (ancora una volta non votato da nessuno); Può darsi che sia Costituzionale, certamente non è democratico che gli italiani siano governati (e rovianti) da due soggetti (Monti e Napolitano) non eletti dagli italiani stessi.