Scelta civica, Monti a un passo dall'addio

Riunione notturna infuocata del partito, ex premier pronto a dimettersi. Decisiva la mediazione di Bombassei

Roma - Le dimissioni già comunicate al notaio, sempre presente alle riunioni di Scelta civica. Poi, dopo essersi alzato per andarsene, subito dopo aver accusato i cattolici (più ancora il suo ex fedelissimo capogruppo Dellai che Olivero) di tramare contro di lui e con tutto il partito colto di sorpresa dall'addio a bruciapelo del Prof, Mario Monti è stato placcato da Bombassei, fondatore di Brembo e montiano puro, e convinto a non farlo. Minuti di enorme tensione, parapiglia generale nell'assemblea dei civici, più infuocati e divisi dei vecchi politici. Quindi il ritorno del Monti furioso sui suoi passi, e infine la battuta, col filo d'ironia sardonica che conosciamo: «Dimettermi? Forse mi ero espresso male...». In realtà, dopo la riunione di fuoco finita alle 2 di notte, con scambi di accuse pesanti e clima da notte dei lunghi coltelli, il caos dentro il partito montiano (alleato con Udc) è solo arginato ma non risolto.

Monti, raccontano i suoi, uscito da lì e anche nel day after, non va oltre un «vediamo ora cosa succede, io non sono disposto a farmi logorare da questi giochetti, se il partito è con me proseguire ha un senso, sennò lascio, me l'hanno chiesto loro di scendere in campo». È un Monti profondamente deluso, anche dagli uomini scelti da lui per creare Scelta civica, non parliamo poi di Casini e Cesa, con cui ormai è guerra aperta. L'ipotesi dimissioni di Monti, che resterebbe un senatore a vita senza partito, è ancora in piedi, rimandata a settembre se nulla cambia. La frattura coi cattolici che flirtano con l'Udc è difficile da sanare e l'uscita della dozzina di parlamentari Udc dai gruppi Senato e Camera di Sc sembra ormai inevitabile (da marzo votano in modo diverso dai montiani su ddl e mozioni che toccano i temi etici). Il convegno per «andare oltre» Scelta civica (cioè oltre Monti), e verso un nuovo partito popolare collegato al Ppe europeo, è stata la fatidica goccia. L'Udc l'ha organizzato, ma i suoi ci sono andati, e quello è stato inaccettabile per lui. Non solo, la mail che avvertiva i deputati montiani di andare a sentire il progetto di Casini, è partita - come Monti ha ricostruito dopo un'indagine da detective - da una casella mail del gruppo Sc alla Camera. Per essere più precisi, dalla segreteria del capogruppo, Lorenzo Dellai, maggiore imputato del tradimento, insieme a Olivero, ex Acli.

La mossa azzardata dei cattolici ha avuto un effetto boomerang. Ha ricompattato i liberal di Scelta civica (montiani e montezemoliani) e ha fatto saltare la prima testa, quella di Olivero, coordinatore fino alla riunione dell'altra sera che l'ha deposto, delegando la funzione ad un Comitato di presidenza guidato dallo stesso Monti (mentre a Olivero, come finta promozione, è stata assegnato un gruppo di lavoro, «Progetto di Cultura politica»). Se Monti tiene pronta la lettera di dimissioni, anche i cattolici non arretrano. Mentre Olivero, in assemblea, è stato molto diplomatico («presidente, era solo un convegno, siamo leali con lei»), altri - soprattutto il sottosegretario Giro, area Riccardi-Comunità Sant'Egidio - hanno accusato Monti in modo diretto: «Lei sta facendo un processo alle intenzioni. Siamo andati ad un convegno politico, e allora? C'è il reato di deambulazione?». Dura anche la deputata Santerini, mentre l'onorevole Sberna ha annunciato l'uscita dal gruppo. Convitato di pietra, Pier Ferdinando Casini, considerato il diavolo tentatore degli scissionisti. La battuta macabra del montiano Causin: «Voi che andate dietro all'Udc siete dei necrofili». Un altro, invece, avverte il pericolo: «Casini è come i vecchi calciatori, giocano da fermi». Ma conoscono bene il gioco, e rischiano di impallinare i civici e i professori...

Commenti

Roberto Casnati

Ven, 02/08/2013 - 10:58

Uela! Che carattere! Che palle! Me ne vado! Anzi no! Ma vedremo, forse domani! No mi sono sbagliato, torno indietro! Ma no me ne vado. Monti prenda su una caramella! Non la voglio! Ma sono i "charms" di Alemagna! Ullalà è una cuccagna! Allora resto.

Ritratto di i£..portaborse

i£..portaborse

Ven, 02/08/2013 - 11:58

a mai più rivederci, ma prima...molla lo stipendio di parassita a vita

taxidriver63

Ven, 02/08/2013 - 13:04

mii ma esiste ancora quella specie di partito? e sopratutto lo statista che doveva farci stare bene è ancora in giro? le bocciofile reclamano utenti vada a giocare li, almeno danni "forse"non ne fa....

CALISESI MAURO

Ven, 02/08/2013 - 13:05

i "turchi" sono sotto le mura di costantinopoli e questi gingillano, copronimi ( penso che si dica cosi ) pure loro.

roseg

Ven, 02/08/2013 - 15:28

SARà LA VOLTA BONA,SPEREMO...

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Ven, 02/08/2013 - 15:40

Non ho votato Monti e mai lo voterò. Visto però che, per un certo periodo, i Montiani - al pari dei rossi - hanno dispensato a noi azzurri i loro consigli non richiesti, vorrei ricambiare la cortesia. Per l'Italia sarebbe meglio se Scelta Civica fosse guidata dal primo sagrestano che passa: c'è la buona possibilità che dimostri un pò di buonsenso e di cuore. E il Magnifico Professor Senator Mario Monti? Visto che il Cav. rilancia Forza Italia, l'illustre cattedratico potrebbe sempre fondare Forza Germania...

timoty martin

Ven, 02/08/2013 - 16:35

Speriamo sia la volta buona che se ne vada. Duro abbandonare onori e potere ma ormai caro monti, sei finito

Accademico

Ven, 02/08/2013 - 18:23

Questa nullità assoluta senta almeno il dovere di restituirci quel laticlavio indegnamente conferitogli. Ma figuriamoci se un elemento del genere è in grado di provare un sussulto di dignità.

Ritratto di Baliano

Baliano

Ven, 02/08/2013 - 18:39

Addio "solone": Speriamo.

il nazionalista

Ven, 02/08/2013 - 19:29

In questi giorni poco belli, almeno una buona notizia c'è: bancomat monti, quel congegno meccanico sferragliante, che parla con voce di segreteria telefonica, espressivo quanto un comò, messo a capo del governo, dalle potenze e, ancor di più, dai potentati e dalla burocrazia europei, con la complicità del ' caro leader ' nostrano, il ' bancomat ' appunto, che ha fatto gli interessi di banche e di oligarchie d' ogni genere, a danno degli Italiani, forse va allo sfasciacarrozze. Speriamo che sia vero ! Se così fosse un altro falso liberale, falso uomo di centro, falso italiano e utile scagnozzo dei poteri forti e della sinistra, andrebbe a far compagnia al polpo casini e allo sciacallo fini(to) nel reparto scarti irriutilizzabili. Se Berlusconi non si fosse perso, quando era invece il momento di agire, in degli annibalici ' ozi di Capua ' e avesse stroncato il golpe dei ' compagni rivoluzionari ' in toga, adesso quest' ultimi non avrebbero un potere illimitato, tale da privare il POPOLO( non più sovrano ) della facoltà di decidere chi debba governare l' Italia! Fa ridere sentir dire che adesso è il momento della riforma della giustizia. Come se nell' unione sovietica di breshnev si fosse detto che quello era il momento buono per ottenere la libertà di stampa! 9

Gianca59

Ven, 02/08/2013 - 20:38

Amen.

vince50

Ven, 02/08/2013 - 20:43

Mi auguro che il passo lo faccia nella "direzione giusta",dopo il danno ci risparmi almeno il lauto mantenimento.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Ven, 02/08/2013 - 20:59

In un paese serio Monti sarebbe sotto processo per alto tradimento: invece da noi è senatore a vita, e si permette ancora di aprire bocca. Per fortuna ormai il suo credito è a zero: perfino i pretacci hanno capito che è bollito e scappano, come ratti di fogna da una nave che affonda. A proposito: vi ricordate di un tale che, dopo le ultime elezioni, scrisse un ponderoso articolo in cui prevedeva una fuga in massa di parlamentari dal Pdl verso Scelta Civica? Si tratta di un certo E.S., giornalista celebre e filosofo mancato, che ha 89 anni e (almeno di cervello) li dimostra tutti...

disalvod

Ven, 02/08/2013 - 21:09

SEI STATO ANNULLATO DALLA TUA SUPERBIA E PRESUNZIONE.FORSE NON TI SEI RESO CONTO CHE I TITOLI SONO UNA COSA LE CAPACITA' UN'ALTRA.UNO IN MENO.

bret hart

Sab, 03/08/2013 - 03:07

come godo la fine che meritava servo delle banche

pansave

Sab, 03/08/2013 - 04:48

Ma come si fa a credere che un dipendente statale possa sapere in pratica come si fa impresa in un paese che vive solo di impresa. E' come chiedere ad un Alpino, che vede da lontano il mare, di recuperare un'ancora affondata. Ritorni sulle montagne ... è meglio!

vittoriomazzucato

Sab, 03/08/2013 - 07:21

Sono Luca. E' da fare un esame serio. Cioè io gli consiglierei di restare in politica. E c'è anche la spiegazione; se lascia che lavoro può fare. Alla Bocconi non lo vogliono più per il buon nome dell'Università. Come consulente economico neanche un piccolo artigiano suonerebbe al suo campanello. Se va in Germania forse la Merkel un posticino potrebbe trovarglielo, ma anche con la Merkel deve fare molto presto perché a settembre potrebbe non essere più nessuno e quindi non poter raccomandarlo più. Se invece resta in politica in Italia un posto da "ciarlatano-fattucchiere" Casini riesce a trovarglielo. GRAZIE.

Ritratto di asfodelo13

asfodelo13

Sab, 03/08/2013 - 12:29

Ma che andarsene!!!! Stipendio da senatore a cita 25000 euro mese-Privilegi vari-scorte-viaggi gratis con moglie al seguito ingioiellata. Stipendio dalla Bocconi non dichiarato. Proprieta' e ville in tutta Italia e forse non conosciute in qualche paradiso fiscale . Ma che fine ha fatto la piagnona che ha rovinato la vita (fra cui la mia)a migliaia di italiani ????? Non ne sentisamo piu' parlare.

Ritratto di asfodelo13

asfodelo13

Sab, 03/08/2013 - 12:30

Ma che andarsene!!!! Stipendio da senatore a cita 25000 euro mese-Privilegi vari-scorte-viaggi gratis con moglie al seguito ingioiellata. Stipendio dalla Bocconi non dichiarato. Proprieta' e ville in tutta Italia e forse non conosciute in qualche paradiso fiscale . Ma che fine ha fatto la piagnona che ha rovinato la vita (fra cui la mia)a migliaia di italiani ????? Non ne sentisamo piu' parlare.

Ritratto di asfodelo13

asfodelo13

Sab, 03/08/2013 - 12:30

Ma che andarsene!!!! Stipendio da senatore a cita 25000 euro mese-Privilegi vari-scorte-viaggi gratis con moglie al seguito ingioiellata. Stipendio dalla Bocconi non dichiarato. Proprieta' e ville in tutta Italia e forse non conosciute in qualche paradiso fiscale . Ma che fine ha fatto la piagnona che ha rovinato la vita (fra cui la mia)a migliaia di italiani ????? Non ne sentisamo piu' parlare.

Ritratto di asfodelo13

asfodelo13

Sab, 03/08/2013 - 12:30

Ma che andarsene!!!! Stipendio da senatore a cita 25000 euro mese-Privilegi vari-scorte-viaggi gratis con moglie al seguito ingioiellata. Stipendio dalla Bocconi non dichiarato. Proprieta' e ville in tutta Italia e forse non conosciute in qualche paradiso fiscale . Ma che fine ha fatto la piagnona che ha rovinato la vita (fra cui la mia)a migliaia di italiani ????? Non ne sentisamo piu' parlare.

AEDO

Sab, 03/08/2013 - 13:55

si diceva ieri sui giornali: spaccato in due il partito di Monti. A me piacerebbe leggere: spaccato in due Monti e poi anche la Fornero. Proprio come quel governatore di Cesare Borgia, che, come racconta Niccolò Machiavelli, per accontentare i romagnoli che lo odiavano,Cesare lo fece segare esattamente in due dalla testa in giù e ne mise un pezzo a destra e uno a sinistra sulla piazza di Forlì perché il popolo vi passasse in mezzo e vedesse finalmente la giustizia.