Schiaffo di Renzi: questo governo è una disfatta

Altro che accordo per la staffetta che tanti sognavano nel Pd: ormai la sfida tra Letta e Renzi è pubblica e dichiarata. I due si scambiano colpi micidiali a distanza

Altro che «asse generazionale», altro che accordo per la staffetta che tanti sognavano nel Pd: ormai la sfida tra Enrico Letta e Matteo Renzi è pubblica e dichiarata. I due si scambiano colpi micidiali a distanza, sia pur col sorriso sulle labbra. «C'è chi fa e chi invece rinvia», spara Renzi. «Se c'è una cosa che detesto è la politica fatta a battute, che adesso invece trionfa», restituisce al mittente l'altro.

E anche il premier rinuncia a quell'understatement che Renzi bolla perfidamente come «un po' democristiano» (dopo aver tenuto a sottolineare che lui, a differenza di Letta, non è «mai stato democristiano», anche perché «la prima volta che ho votato c'era già Berlusconi e non c'era più la Dc, e neanche il Pci») per dire chiaro e tondo che il sindaco di Firenze il suo appoggio nella corsa congressuale se lo sogna: «Faccio il presidente del Consiglio di una maggioranza, e penso che mi capiranno se preferisco concentrarmi solo sul governo», risponde a domanda diretta. Nessun endorsement: se Renzi diventerà segretario non sarà con la benedizione dell'inquilino di Palazzo Chigi. Che certo non si sporcherà le mani neppure a cercare l'anti Renzi, come avrebbero voluto altri maggiorenti Pd atterriti dal tornado che si sta per abbattere sul «loro» partito: D'Alema, Bersani, Epifani e chi per loro se la vedano come meglio credono, Letta ha altro a cui pensare. Il governo di oggi, quello delle larghe intese, e - sempre più chiaramente - anche il possibile governo di domani.

E le immagini del duello a distanza tra le due primedonne Pd, ieri, erano assai suggestive: da un lato il premier, in maniche di camicia azzurrina, che parlava tra le calde ovazioni di una platea post Dc (era alla festa dell'Udc di Chianciano) contro un fondale blu cosparso di scudi crociati e simboli del Ppe. Dall'altra Renzi, alla Festa democratica di Torino, sullo sfondo rosso e verde cosparso di foglioline d'ulivo del simbolo Pd. Due rappresentazioni iconografiche che suggeriscono due potenziali progetti politici assai diversi. Allo scontro per la premiership, che entrambi calcolano (salvo clamorose svolte come una crisi a breve) si terrà verso tra fine 2014 e inizio 2015, Renzi vuol arrivare da leader del Pd, e dopo aver testato elettoralmente la propria forza alle prossime Europee, guidando le liste del partito. «Voglio governare il Paese con il Pd, non con le larghe intese», dice. Prendendo «i voti dei delusi Pdl», certo, ma anche «quelli dei delusi di Grillo, e dei delusi del Pd». Letta, invece, punta su un progressivo appiattimento a sinistra del Renzi segretario per proporsi come il leader moderato che è riuscito a governare con il centrodestra e a costruire un «asse generazionale», all'ombra del Ppe, con i suoi alleati (a cominciare da Alfano, Lupi e i ministri Pdl), e che si candida a diventare il naturale erede di un'ampia fetta di elettorato centrista e orfano di Berlusconi. I suoi lo ammettono, quando spiegano di sperare in una uscita di scena «dolce» e progressiva del Cavaliere, che pur mettendosi «di lato» continui a tenere insieme i suoi evitando che «il vuoto a destra venga riempito da qualcun altro».

Progetti futuribili e ancora tutti da verificare. Il presente, intanto, è un Renzi che riempie platee osannanti alle feste del Pd, sempre più deciso a portare fino in fondo la sua battaglia: «Epifani mi ha detto che in settimana ci rivelerà la data del congresso, e Epifani è un uomo d'onore». Il congresso sa di averlo già vinto (i sondaggi interni gli danno mirabolanti percentuali oltre il 70%). E si prepara ad incalzare senza sconti l'esecutivo Letta. Perché «il governo delle larghe intese è la sconfitta della politica».

Commenti
Ritratto di nuvmar

nuvmar

Dom, 15/09/2013 - 09:35

le astuzie di un ragazzo in carriera. Rottamatore nelle idee e compattatore nella decisione, che non viene mei da lui. Esso vede il suo compagno di schieramento, finito, vede la vecchia guardia, dirigenti in testa, disponibili per nuovi importanti incarichi con la benedizione del sommo imperador del partito (che fino a quindici giorni fa avrebbe dovuto essere 'rottamato') mai così arrendevole. -Cosa vi aspettate?

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Dom, 15/09/2013 - 09:35

le astuzie di un ragazzo in carriera. Rottamatore nelle idee e compattatore nella decisione, che non viene mei da lui. Esso vede il suo compagno di schieramento, finito, vede la vecchia guardia, dirigenti in testa, disponibili per nuovi importanti incarichi con la benedizione del sommo imperador del partito (che fino a quindici giorni fa avrebbe dovuto essere 'rottamato') mai così arrendevole. -Cosa vi aspettate?

Ritratto di ..zzTop.

..zzTop.

Dom, 15/09/2013 - 09:47

ormai è chiaro chi ha manovrato "la banda dei 101"

Ritratto di Destrimane

Destrimane

Dom, 15/09/2013 - 09:48

sarei curioso di vedere Renzi alle prese con l'euro-disastro da Premier....ci sarebbe da divertirsi...

CALISESI MAURO

Dom, 15/09/2013 - 10:04

si i PD sono fruttati pure loro se si devono appoggiare a questo uomo fuffa evanescente e chiaccherone. Ridateci Berlinguer va anche se antagonista era un vero politico.

brunicione

Dom, 15/09/2013 - 10:06

Letta ha sbagliato ad accettare l'incarico, dando la garanzia che non avrebbe minimamente tolto soldi ai parlamentari ed ai partiti. Renzi ha sempre dichiarato che, se va al governo, dimezza stipendi e numero dei parlamentari, abolisce le province, toglie le pensioni d'oro ed abolisce i privilegi. Più chiaro di così...via Letta e tutti a votare Renzi !!!

efferaia

Dom, 15/09/2013 - 10:08

Buongiorno, una domanda ma cosa ha fatto finora questo signore per pretendere di governare l'Italia? Grazie

LAMBRO

Dom, 15/09/2013 - 10:14

LO DICE PERSINO RENZI CHE IL GOVERNO DEVE ANDARE A CASA !!! MA ALLORA NON E' IL PDL CHE VUOLE LA CRISI!!! SE LA FANNO SE LA DICONO E SE LA CANTANO ....TUTTO DA SOLI!! SE GLI MANCA L'ANTIBERLUSCONISMO QUESTI SI DISINTEGRANO, SPECIE SE SI ALLEANO CON M5S CHE LI VUOL MANDARE A CASA.

al59ma63

Dom, 15/09/2013 - 10:37

Questo ragazzo da aria alla bocca e ci promette di fare quello che in 50 anni NESSUNO e' riuscito a fare, dare ARIA ALLA BOCCA e' diventato lo sport nazionale di chi aspira alla poltrona di politico, oggi come ieri, ma con piu' sfacciataggine e menzogna. E' alla prova dei fatti che si sbatte contro il muro, che e' fatto di poteri forti, lobby, ordini professionali, magistrati politicizzati che usano il tribunale come il trampolino di lancio per la politica, avvocati succhiasoldi, ordini professionali con tariffe minime da essi stessi stabilite, spese FISSE che non siamo piu' in grado di sostenere nella vita di tutti i giorni. O questo governo di larghe intese prova a fare qualcosa di unico, di coraggioso, e di eliminare spese inutili e piovre che ci soffocano, o sara' bancarotta.

CALISESI MAURO

Dom, 15/09/2013 - 10:56

brunicione@ magari fosse cosi', ma lei pensa che la casta si tagliera' il ramo su cui siede? Ricordi (sempre se lo sa' che il patto fra i poteri forti e i politicanti e': voi restate al vostro posto con i vostri privilegi evotate tutto quello che decidiamo noi cioe' fottere il popolo. ( e non solo in italia naturalmente )In america al presidente nobel per la pace gli hanno ordinato di fare la guerra:))

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Dom, 15/09/2013 - 11:19

Renzi è perfetto più per il PDL che per il PD. Un ottimo passpartout. Bisogna darlo in prestito al PD per fargli fare esperienza e, al momento giusto, fargli l'offerta che non puo' rifiutare e farlo passare al lato giusto della forza. Adesso non se ne puo' ancora parlare per ovvi motivi ma il futuro dell'Italia, destra o sinistra poco importa, è nelle sue mani.

Ritratto di serjoe

serjoe

Dom, 15/09/2013 - 11:20

"Questo governo e' una disfatta" e mi ci butto a testa bassa.La sinistra si da da fare, e come un pallone mi vuol gonfiare per poi farmi scoppiare.

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Dom, 15/09/2013 - 11:35

..... e finalmente avremo il leader dei BIMBIMINKIA .

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Dom, 15/09/2013 - 11:37

---n'artro mattacchione

Ritratto di martello carlo

martello carlo

Dom, 15/09/2013 - 12:46

Pinocchio è ancora legnoso ma ha fretta di arrivare e non esiterà a mettersi insieme a gatti e volpi: stiamo attenti a questo personaggio da ZELIG.

Ritratto di Maurizio Da Lio

Maurizio Da Lio

Dom, 15/09/2013 - 12:59

Non è che manda a casa mezze istituzioni e poi ci mette parenti e amici come ha fatto a Firenze?

Ritratto di Scassa

Scassa

Dom, 15/09/2013 - 13:19

scassa Domenica15settembre Deciditi Matteo ! Epifani " uomo d'onore ? Non sapevo che fosse Siciliano !

agosvac

Dom, 15/09/2013 - 13:26

Il problema di renzi, non me lo voglia, è lo stesso di quello di grillo. Come grillo renzi vuole distruggere il presente ma si guarda bene dall'avere un programma certo sul futuro. Almeno Letta qualche idea ce l'ha e se non l'ha, la prende da chi l'ha! Renzi sembra che abbia in testa una sola idea: fare cadere questo Governo per sostituirlo con non si sa bene cosa. Vuole gli scontenti del Pdl, gli scontenti dei 5S, gli scontenti del Pd però si guarda bene dal parlare di programmi di Governo. Quelli verrebbero solo se riuscisse a governare. Ma una persona scontenta del presente non voterà mai uno senza programmi, appunto perchè scontento. Forse renzi prima di criticare dovrebbe pensare a cosa fare dopo. Ora come ora tra lui è grillo c'è ben poca differenza.

peroperi

Dom, 15/09/2013 - 13:49

L'aumento del debito pubblico e delle tasse lo conferma. L'Italia non è piu' divisa tra nord e sud, tra destra e sinistra, tra ricchi e poveri ma tra il mondo della politica che spreca e tassa e chi produce il denaro per consentirgli di farlo.

piedilucy

Dom, 15/09/2013 - 14:25

vorrei chiedere a renzi quando trova il tempo di fare il sindaco?

Gioa

Dom, 15/09/2013 - 14:37

ANCHE TU SEI COME LETTA. LETTA DETESTA LA POLITICA A BATTUTE E TU PURE...MA CHE VI RINCORRETE A VINCENDA?...DA ROTTAMATORE A ROTTAMANTO...NON E' CHE NIENTE NIENTE TU ALLE SPALLE AI IL MORTADELLA E BAFFINO?...O LO STESSO LETTA CHE STAI SFIDANTO...CANZONCINA POMERIDINA CON BATTUTINA E NON CON BATTURA PER RENZINO CHE DOVREBBE DIDICARE A LETTA: CARO ENRICHETTO TI SCRIVO...PER DISTRARMI UN PO'...

Gioa

Dom, 15/09/2013 - 14:42

GOVERNO UNA DISFATTA....BATTUTONA O BATTUTINA...FORZA ITALIA NUOVA NON E' UNA DISFATTA MA E' UN'AVVENIMENTO STORICO DI NOI CHE VOGLIAMO ROTTAMRE IL PD E TUTTI QUELLI COME LORO....CANZONCINA POMERIDIANA DEDICATA A RENZINO: COME TE NON C'E' NESSUNO...PER FORTUNA ALTRIMENTI STAREMMO FRESCHI...NON E' UNA BATTUTA E NEANCHE UNA BATTUTINA...MA UNA POLITICA CON BATTUTACCIA...VA BENE COSI'?...