Il siluro Bundesbank: "Renzi? Solo annunci". E il Ppe non ci fa sconti

Dalla Bce mille miliardi per le famiglie, ma il governatore tedesco: "Il premier italiano vuol spendere senza riforme"

Mille miliardi di euro. Quasi due milioni di miliardi di lire. E' quanto mario draghi mette sul piatto per far «cambiare verso» all'economia europea; e contribuire ad innescare la crescita. Il trilione è il pezzo forte del programma «ltro» (acronimo inglese che sta per «operazioni di rifinanziamento a lungo termine»), il cui obbiettivo è di far arrivare flussi finanziari a famiglie ed imprese. con un particolare. il programma prevede che i soldi vengano comunque fatti transitare dalle banche. ma - sottolinea il presidente della bce - «se le banche non dimostreranno di aver prestato i soldi, dovranno restituirli». Ed a proposito degli istituti di credito, il presidente della bce non «esclude che ci sia bisogno di fusioni, acquisizioni e chiusure».

Draghi non entra nella polemica sulla necessità di introdurre maggiore flessibilità nei trattati. Ma il documento programmatico per il 2014-2019 del Ppe rivolto alla prossima Commissione Ue afferma: «Non deve esserci nessun cambiamento o concessione motivata da ragioni politiche alle regole del Patto di stabilità e della governance economica». Nel documento si chiede di istituire un super commissario agli affari economici che sia anche presidente dell'Eurogruppo. E Simona Bonafè fa capire che i socialisti dell'Europarlamento non hanno ancora deciso se votare Juncker alla presidenza della Commissione (voto che si celeba il 15 luglio). «Vedremo quel che ci dirà in materia di flessibilità», spiega l'eurodeputata. Intanto nella polemica interviene il presidente della Bundesbank Jens Weidmann, che sferza Matteo Renzi: «Dice che la fotografia dell'Europa è il volto della noia e ci dice cosa dobbiamo fare...». E rincara: «Più debiti non portano la crescita e le riforme non devono essere solo annunciate ma anche realizzate. I tassi sui titoli di Stato italiani e spagnoli non sono mai stati così bassi. C'è da temere che non vengano usati le riforme ma per finanziare altre spese». Se non bastasse, il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble avverte: «Rifiuto il tema della flessibilità». In serata la replica di Palazzo Chigi: «Se la Bundesbank pensa di farci paura forse ha sbagliato Paese. Sicuramente ha sbagliato governo».

Tornando alle banche, il programma di Draghi debutterà il 18 settembre. In quell'occasione, e poi l'11 dicembre, la Bce renderà disponibili 400 miliardi. «Ulteriori importi (fino ai mille miliardi) potranno essere presi in prestito in funzione delle attività di impiego degli istituti di credito». Vale a dire che se le attività produttive assorbiranno le prime due tranche, la Bce stamperà altra moneta. Il vero problema è la bassa inflazione. Così, precisa che se questa offerta di massa monetaria «dovesse cambiare la nostra valutazione sull'inflazione, useremmo il programma di acquisti su larga scala». E scatterebbe l'altro programma della Bce (quantitave easing), con l'acquisto di titoli di Stato. Una cosa è certa. «Il nostro lavoro non è finito». E conferma che «il Consiglio Bce è unanime nell'impegno a usare misure non convenzionali nel limite del suo mandato se dovesse rendersi necessario per risolvere i rischi della bassa inflazione». Di fronte alle mosse della Bce, i Paesi dell'Eurozona - ricorda Draghi - non devono allentare gli sforzi di aggiustamento dei bilanci e devono avviare «un consolidamento dei conti». Obbiettivo: abbattere il debito.

Commenti

Armandoestebanquito

Ven, 04/07/2014 - 09:38

La situazione economica italiana e'tanto grave come quella Argentina, ma non lo dicono, anzi si parla dei rischi di default dell'altro paese piuttosto per far finta di nulla e continuare a vendere che l'Italia sarebbe un paese ricco. L'Italia e' un paese fondato sulla resistenza partigiana basata sul marxismo leninismo. Il regime dittatoriale cattocominista installato dal dopo guerra era sopravvissuto grazie alli aiuti dal plan Marshall, ai debiti dagli amici e ai benefici politici ottenuti dalla guerra fredda. Adesso senza gli soldi della EU L'Italia sarebbe pronto fallita. Renzi e' molto preocupato perche non avere questi finanziamenti e in piu' con Silvio vicino alla galera la repubblica caderebbe nel caos totale. Una volta che il nemico sara' cancellato non sapranno a chi dar torto. Questa sarebbe la ragione per la quale luí considera importante dialogare con Silvio nonstante tutto. La soluzione per l'Italia e' il cancellamento di 70 anni di regime dittatoriale, elezioni dirette del presidente e premier, modifica della Costituzione, reforma della magistratura e cosi via. Basta folclore

maurizio@rbbox.de

Ven, 04/07/2014 - 09:57

Ma tu guarda che novità. Quando si dice il caso, o forse il destino...

Holmert

Ven, 04/07/2014 - 10:23

Questo io scrivevo giorni fa, prima della reazione tedesca, quando Renzi annunciava ai quattro venti che aveva raggiunto un accordo con la Merkel sulla flessibilità... " Renzi deve sapere che in Germania comanda il ministro federale delle finanze Wolfgang Schäuble che mal digerisce l'Italia e gli italiani ed il governatore della DBundesbank Jens Weidmann. Frau Merkel è solo di rappresentanza. Quindi Renzino undertaker(il becchino chiamato per fare il funerale all'Italia) parla con la persona sbagliata. Cari miei, siamo messi male, come i prigionieri turchi su quel famoso palo appuntito". Cosa che si è regolarmente avverata comprese le corbellerie che racconta Renzi agli imbecilli che lo acclamano insieme ad una gran messe di pennivendoli da baraccone. Non per niente lo definisco undertaker. Allora, chi ci capisce di politica e di cose del mondo, io che faccio parte dei "bananas", o coloro che fanno parte delle cucurbitacee con la capoccia loffia come una zucca genovese?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 04/07/2014 - 10:31

A nord delle Alpi lo scilinguagnolo del pupazzetto di Pontassieve non "attacca". I tedeschi hanno subito "inquadrato" il soggetto ed hanno subito diagnosticato una frottolite acuta. Solo in Italia c'è ancora qualcuno disposto a dare credito alle sue chiacchiere da inscatolatore d'aria fritta. Altro che Telemaco ed Odissea. Quella che attende l'Italia da lui governata rischia di trasformarsi in un'Odissea...nell'ospizio.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 04/07/2014 - 10:32

Armandodoestebanquito.Vedi, che tu non puoi mettere sullo stesso piano l,Argentina con l,Italia, é questo perche gli Argentini non Hanno i risparmi di 8000 Miliardi di euro che hanno gli Italiani, é si deve anche dire che l,Argentina non é un grande Paese Industriale,é mettere l,Italia sullo stesso piano dell,Argentina é un po stupido,é che l,Italia sarebbe rovinata se uscisse dall,Euro e una fesseria colossale, perche fino alla venuta dell,euro in italia si viveva bene,Ma che in Italia cé un enorme bisogno di fare le riforme, questo io l,ho detto 6 anni fá quando in Italia si stava a fare il Referendum sull,energia nucleare; e che anche senza le riforme l,Italia sarebbe caduta in una catastrofe, questo io l,ho detto 6 anni fá, ma i komunistronzi che scrivono su questo blog i loro stupidi commenti mi Hanno deriso dicendo che io ero scemo é che non capivo niente di quello che succedeva nel nostro Paese,é adesso a distanza di 6 anni l,Italia si ritrova con le riforme urgentemente da fare; é che sono state bloccate da decenni da un Partito politico composto da komunistronzi come Napolitano e Bersani, che aiutati da una magistratura criminale Hanno fatto piu danni loro al nostro Paese che 2 guerre Mondiali!, é adesso che Renzi vuole fare queste riforme cé ancora la Magistratura Italiana che cerca di sabotare queste riforme mettendo il bavaglio a Silvio Berlusconi, é io penso che quello che Renzi deve fare urgentemente e la riforma della Giustizia che impedisca ai Giudici e Magistrati di fare é disfare i Governi che la vogliono riformare, é si deve anche dire che questa Giustizia e costata all,italia gia 600-700 miliardi di euro di investimenti esteri che da 50 anni Hanno evitato di venire in l,Italia come la peste!, ma si dovrebbe anche dire che in Italia cé una mentalitá komunistronza; da estirpare per il bene del paese se l,Italia vuole sopravivere!.

giorgio solda'

Ven, 04/07/2014 - 10:43

Tutto vero quello che hanno scritto prima del sottoscritto, ma qui bisogna salvarci dalla Germania, per salvare l'Italia. Io sono di destra ma ora , anche se sono parole, sto' con chi le canta alla Germania. La Germania fa la voce grossa perche' ha paura che se noi ripartiamo , si possa diventare concorrenti a livello di PMI (siamo insuperabili in questo campo) cosi' da portare via produzione a loro. Ricordiamoci che se saltiamo noi , non so se la Germania sara' cosi' felice, quindi avanti cosi' e facciamoci sentire in EUROPA e per una volta sentiamoci tutti ITALIANI. Viva l'ITALIA.

zuma56

Ven, 04/07/2014 - 10:47

Bisogna unire gli europei contro l'arroganza dei tedeschi , prima che questi ci rinchiudano tutti, come adorano fare, in campi di concentramento. Intanto, facciamoci furbi e smettiamo di acquistare qualsiasi prodotto Made in Germany. Diamo un bel segnale che non siamo più disponibili a farci trattare a würstel in faccia !

marvit

Ven, 04/07/2014 - 10:48

Colpo di grazia. Grazie a traditori venduti,in pochi anni, hanno frastornato e messo quasi a tappeto un minaccioso concorrente commerciale. Ora tentano di predisporre l'ultimo atto: il colpo del ko contro un popolo di pecore governato da chi scioccamente e ciecamente cazzeggia,h 24, sulla riforma del senato

Armandoestebanquito

Ven, 04/07/2014 - 10:52

pasquale.esposito, lei sbaglia. Lo stato argentino e' in banca rotta e "tutti" i risparmi degli argentini sono in dollari sotto il materazzo od all'estero, perche nessuno si fida d'altro. Lo stato italiano e' sostenuto dai debiti e potrebbe fallire in qualsiasi momento. i risparmi che lei parla sono relativi perche il debito supera i risparmi. L'euro non centra, ansi restare od uscire non cambiarebbe tanto, perche il DEBITO in qualsiasi moneta c'e e un giorno bisogna pagare. Vedi lei e' ciarlatano come tutti quanti, che pensa che L'italia e' il migliore paese del mondo, ma non e' cosi. Certo che accettare la realta' fa male, e scaricare le colpe e frustrazione sugli altri e' da ipocrita e non porta a niente perche il problema persiste. I patto cattocomunista dal dopo guerra ha rovinato L'italia, end of the history.

buri

Ven, 04/07/2014 - 10:57

la solita arroganza tedesca, quamdo 10 anni fà, o giù di lì, la rigida Germania era nei guai, hanno sforato tranquillamente essendo stati autorizzati, quindi quello che va bene per loro, non va bene per gli altri,m secondo la loro ottica, questi sono colonie del IV° Reich, quindi giù la testa

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Ven, 04/07/2014 - 10:59

Il PPE ha perfettamente ragione, in Italia tra politici, amministratori della cosa pubblica, forza dell'ordine, forze armate e non, impiegati statali, parastatali, cooperative pubbliche pensionati d'oro (sempre pubblici) ed altre diavolerie introdotte nel corso degli anni siamo arrivati a ben 5.000.000. cinquemilioni di persone che MUNGONO dalle casse dello stato ... provate a fare un piccolo calcolo 5.000.000 x 2.000 euro(stipendio medio dei sopracitati) avrete questo risultato 10.000.000.000 di euro che OGNI SANTO MESE paghiamo per mantenere la cosa pubblica, basterebbe un taglio del 20% per rispiarmiare 24.000.000.000 all'anno. purtroppo sappiamo tutti che PD = cosa pubblica pertanto come si dice dalle mie parti scappa il cetriolo e va nel lato b dell'ortolano (ovvero il popolo).

linoalo1

Ven, 04/07/2014 - 11:00

Bella figura ci fa l'Italia con l'Europa!!!!Anche loro,già da subito,hanno capito chi è il Marinaio Renzi!Quanti e quali altri Danni farà ancora,finchè non lo mandiamo a Casa?Aiuto!Lino.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 04/07/2014 - 11:01

esposito cosa centra se è un paese industrializzato, perchè la Danimarca o la Finlandia o la Norvegia sono forse più industrializzati della Italia? Io direi di no e guarda le loro economie come funzionano i loro conti meglio di quelli italiani, ma in questi paesi sono onesti prima di tutto e tutti pagano le tasse, quindi vedi che la industria no c entra un caxxo.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 04/07/2014 - 11:19

I tedeschi saranno pure biechi e cinici. Ma, onestamente, comprereste un'auto usata da uno che nel consesso del parlamento europeo, tra gli sguardi smarriti dei parlamentari, si esibisce nell'esegesi dei primi versi dell'Odissea?

Ritratto di mina2612

mina2612

Ven, 04/07/2014 - 11:31

Sta iniziando il declino di Renzi. Sono bastate poche parole, un discorso fatto di paroloni, minacce e pochezza perchè tutti si rendessero conto chi sia il bulletto di paese, che se l'è persino data a gambe per non rispondere alle domande dirette dei giornalisti presenti in sede europea.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Ven, 04/07/2014 - 11:44

ha,ha..Matteo Fonzie che fa vedere i muscoli ai Krukki..che rispondono con una crassa risata..in Europa tutto come prima..in Italia qualche sinistrato eccitato dagli pseudomuscoli del Bomba!!

Armandoestebanquito

Ven, 04/07/2014 - 11:46

Se L'Italia vuole salvarsi, allora dovrebbe adderire palla sterlina, inglese sempre che loro sarebbero d'accordo di accettare, ma ne dubbio.

Iacobellig

Ven, 04/07/2014 - 12:13

gli annunci, e solo questi di cui è capace Renzi e la sua squadra di ministri, sono riusciti a superare i confini italiani!

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Ven, 04/07/2014 - 12:23

Noi paghiamo ogni anno 70/80 miliardi di euro per interessi sul debito pubblico perché siamo stati"costretti" a pagare sul mercato il 4/5/6/7% per i prossimi anni. Se la banca europea desse anche allo stato italiano i soldi del debito in scadenza come li dà alle banche (soprattutto tedesche,) noi non avremmo più quella cifra enorme di interessi, sempre in aumento, che ci grava ma questo debito nel tempo diventerebbero sempre meno e avremmo finalmente i conti in nero senza svenarci.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Ven, 04/07/2014 - 12:26

I pifferaio magico o ha detto un casso di bugie, spero, o non ha capito nulla di quello di cui aveva discusso in Europa, credo, da lui mi pare che ci sia da aspettarsi solo discorsi, chiacchiere e pinzillacchere, nonostante la difesa del suo mentore e vostro presidente della repubblica, non è nulla, solo apparenza.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Ven, 04/07/2014 - 12:38

Armandoestebanquito.." i risparmi che lei parla sono relativi perche il debito supera i risparmi."..lguardi che a fronte di c.a 2mld.di debito pubblico..il sistema italia vanta risparmi privati e pubblici per oltre 8 Mld...cioè gli attivi sono quasi il triplo delle passività..

agosvac

Ven, 04/07/2014 - 12:45

Potrei anche capire tutte queste resistenze del capo della bundesbank con la pretesa di dettare le regole a tutta l'UE solo ed esclusivamente se la Germania ricominciasse a crescere del 3/4% come faceva prima della crisi. Il fatto reale è che la Germania cresce solo dello 0,7/0,8%, un po' pochino per dettare le regole!!! Tra l'altro il capo della bundesbank non è neanche un grande economista visto che per evitare che i bund tedeschi restino invenduti ne compra un'enorme quantità. In pratica la bundesbank ha nel suo portafoglio titoli di Stato, dopo avere venduti quelli italiani che rendevano un bel po' di soldi, solo titoli tedeschi che non rendono un bel niente!!! Alla faccia del grande economista: vende titoli che rendono per comprare titoli che non valgono niente!!! Sarei curioso di vedere quel che potrebbe succedere qualora la bundesbank cercasse di "fare cassa" mettendo sul mercato i suoi "graziosi" bund: se nessuno li compra sul mercato primario, cioè in emissione, chi li potrebbe comprare sul mercato secondario???? Solo i deficienti. Purtroppo per weidman, la finanza internazionale non è composta da crucchi, ma da persone che cercano il guadagno!!! La deficienza mentale di weidman che è anche deficienza di capacità di economista, si vede anche dal fatto che pur riconoscendo che i titoli di Stato italiani e spagnoli hanno grande attrattiva per gli investitori non riesce a chiedersi come mai i suoi amati bund non li vuole più nessuno!!!

Ritratto di silviste

silviste

Ven, 04/07/2014 - 12:58

Quando era Berlusconi ad opporsi alla Merkel, la sinistra,Renzi compreso, lo criticavano dicendo che non capiva la situazione critica dell'Italia e bisognava ascoltare la Germania. Ora è Renzi a parlare di flessibilità sulla politica economica europea, la Germania, coerentemente al suo pensiero, lo bacchetta. Allo stesso tempo la parte Italiana del PPE (Forza Italia) apprezza il discorso di Renzi, rimanendo fedele alla linea del governo Berlusconi sulla politica economica europea e dissentendo dal resto del PPE che è allineato con Berlino. Certamente un comportamento ben diverso da quello tenuto dalla sinistra fino alla caduta di Berlusconi, allora tutto andava bene per attaccare il nemico, anche appoggiare la politica dell'austerity che tanti danni a causato. Suuna cosa pefò Berlino ha ragione Renzi è solo chiacchiere (ma senza distintivo).

moshe

Ven, 04/07/2014 - 13:25

..... nonostante tutto, c'è chi ci vuol far credere che il venditore di pentole sia andato alla ue ed abbia IMPOSTO le condizioni dell'Italia!!! Sì, le condizioni che il magna magna del governo non venga mai toccato!!!

petra

Ven, 04/07/2014 - 13:33

Finchè nel nostro governo continuano a parlare di "ridistribuzione del reddito" e mai come fare per produrlo questo reddito, c'è ben poco da SPERARE. (Nel frattempo la Germania, pronta come l'aquila del suo emblema, ringrazia).

fabrizio de Paoli

Ven, 04/07/2014 - 14:01

RaddrizzoLeBanane, risparmio privato e debito pubblico sono cose ben diverse e distinte, uno stato non deve preoccuparsi del risparmio privato perché NON è roba sua, anche se sembra che persino in questo giornale si tenda a buttare tutto nel calderone statal comunista, infatti nell'articolo si legge: "il vero problema è la bassa inflazione", come dire che siccome in Italia ci sono ancora dei risparmiatori allora si potrebbe svalutare il loro risparmio trasferendo ricchezza allo stato (in questo caso Ue) per pagare i debiti dei suoi soci scialacquatori. Mi dispiace ma rubare è sempre rubare, poco importa se ruba direttamente lo stato svalutando una ipotetica lira o la ue svalutando l'euro, e mi rifiuto anche di "tifare" per chi ruba meno, non si ruba e basta.

pol

Ven, 04/07/2014 - 14:13

@franco-a-trier_DE: non sono paesi che possano essere utilizzati come termine di paragone viste le dimensioni e alcune peculiarita' (come ad esempio l'ingente ricchezza Norvegese dovuta al petrolio che ha permesso la creazione del secondo fondo sovrano piu' grande al mondo). L'economia Finlandese oltretutto non naviga in buone acque.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 04/07/2014 - 14:35

ARMANDO HAI RAGIONE

filder

Ven, 04/07/2014 - 15:02

Jens Weidmann Il Krucco mangiakrauti con la faccia da circo equestre,sarà un sopravvissuto Nazista,messo li a rompere i co....ni: Italiani sveglia! comperate made in Italy e boicottate tutto quello che è made in Germany,a cominciare dal Berlusca che si rifornisce di Audi e minibus VW alla faccia dell Italianità.

braindog

Ven, 04/07/2014 - 15:50

il pdl sostiene il ppe; cosa aspetta a farsi sentire? quali azioni intende attuare? solo proclami su il giornale? oppure azioni a bruxelles. se il pdl e pd si allearsero

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Ven, 04/07/2014 - 18:28

Dovremmo ringraziare la lungimiranza del PPE che si è accorta per tempo delle "sparate" ad effetto del Renzi Nazionale; ma questo lo sanno anche i bambini. Noi, come diceva Prodi ai suoi, siamo Cattolici Adulti, che significa "sappiamo camminare con le gambe degli altri"; grazie a Berlusconi faremo fare la fine di Prodi anche a Renzi e Gillo che parlano in continuazione senza fare niente per il Popolo, anzi, mettendolo sempre sotto le scarpe. Shalom

Ritratto di pinox

pinox

Ven, 04/07/2014 - 19:00

ah bene, la banca centrale tedesca che impartisce ordini direttamente ai capi di stato dei paesi dell'unione. ma se questa europa è così spudoratamente dei tedeschi e per i tedeschi, ma cosa ci facciamo noi lì dentro???? ma mandiamoli affanculo questi nazisti di merda!!!!..... e riprendiamoci la nostra dignità e sopratutto la nostra sovranità e la nostra moneta!!!!

Gioa

Ven, 04/07/2014 - 19:10

Se la Bundesbank pensa di farci paura forse ha sbagliato Paese. Sicuramente ha sbagliato governo. Il governo renzi afferma quanto sopra...in Italia è ferma la crescita è 0 e il governo renzi afferma certe "storie". renzi ci sei o ci fai?...Entrambe. Dipende dal contesto. Weber ha dichiarato: l'Italia ha un debito pubblico alle stelle...e tu renzi che fai'? Dici: Weber che sei ubriaco?. Il 15 luglio l'Europarlamento non sa se votare Junker...signori se per voi al mattino dopo colazione con cognac scambiare un euro per un miliardo funziona per la ripresa...ALLORA VOTATE il signorino junker...QUANDO PERO' LO SCAMBIO DI MONENTA AVVERRA' VOI tutti europarlamentari ci trasferite a noi Italiani i vostri stipendi...e renzi il suo. Meno che quello del tedesco Weber...e di tanti come lui... FORZA ITALIA NUOVA PER ABBATTERE IL DEBITO PUBBLICO...

Ritratto di pinox

pinox

Ven, 04/07/2014 - 19:15

con questo sistema del rigore ci hanno fatto saltare migliaia di aziende,e non mollano perchè è semplicemente questo che vogliono: il dominio assoluto economico e politico del continente. gli inglesi l'hanno capito, i francesi ci stanno arrivando e noi è ora che ci svegliamo!!!!