Spot di Travaglio per Grillo:"Siamo amici da vent'anni"E difende pure Pizzarotti

Intervistato da Sky, Travaglio demolisce tutti i partiti ma esalta il M5S. Graziato anche il sindaco di Parma che dopo un mese non ha ancora una Giunta

Dallo scandalo che ha investito Filippo Penati e il Partito democratico al presunto avviso di garanzia al governatore lombardo Roberto Formigoni, fino al coinvolgimento del capo dello Stato Giorgio Napolitano sul ruolo dell'allora ministro dell'Interno Nicola Mancino nella trattativo tra Stato e mafia. E ancora: la struttura da politburo di via del Nazareno, la gestione delle casse della Margherita da parte dell'ex tesoriere (ora in carcere a Rebibbia) Luigi Lusi e il "tifo contro" la nazionale perché espressione di un Paese, a suo dire, marcio. Ospite dell'Intervista su Sky TG24, Marco Travaglio mette alla gogna tutti quanti ma dichiara la propria passione per Beppe Grillo e per il suo Movimento 5 Stelle. "Siamo amici da vent'anni - ammette - non è certo un mistero".

Qualche giorno fa l'intervista fiume sul Fatto Quotidiano aveva scatenato non poche polemiche. In molti avevano accusato Travaglio di aver steso un tappeto rosso per sfoggiare il comico genovese e lanciarlo nell'olimpo delle elezioni, quelle politiche la cui data si fa sempre più vicina. Più che il contenuto delle affermazioni del leader del Movimento 5 Stelle, aveva infatti stupito la repentina metamorfosi del vicedirettore del Fatto: da fustigatore di ogni tipo di servilismo a interlocutore docile e mansueto. Un'accusa che gli aveva lanciato anche Luca Telese al momento di lasciare la redazione del Fatto: "Dopo il primo turno delle amministrative Beppe Grillo è diventato Gesù. Casaleggio un guru. Ma il povero Tavolazzi non lo si poteva intervistare... Troppo per me".

"Siamo amici", ha spiegato oggi ai microfoni di Maria Latella assicurando, però, che se in futuro i grillini dovessero fare "qualche cazzata" sarebbe subito pronto a scriverlo e a dire, appunto che "hanno fatto una cazzata". "Non posso rinnegare un’amicizia di vent’anni - ha sottolineato Travaglio - ma la differenza fra me e chi andava a intervistare Craxi in ginocchio è che a me Grillo non mi piazzerà da nessuna parte". Eppure quando la Latella tira in ballo Federico Pizzarotti, il sindaco a km zero che, a un mese dal suo trionfo elettorale, non è ancora riuscito a mettere insieme uno straccio di Giunta. "La vetrina del Movimento 5 Stelle è Parma - ha continuato Travaglio - Pizzarotti è decisivo per la credibilità di quel movimento". Ma il vicedirettore del Fatto è subito pronto a difendere il sindaco di Parma: "Pizzarotti è in difficoltà perché il M5S è nuovo alla politica, è fuori dai soliti circuiti. Un partito tradizionale avrebbe preso la figlia del segretario o l'amante del presidente e immediatamente avrebbe messo su la Giunta".

Durante il programma di Sky Tg24, Travaglio ci ha tenuto a "difendere" più volte le proprie simpatie per il comico genovese. "Il tempo gioca a favore di Grillo - ha spiegato - gli altri partiti sanno che prima si va a votare, più elettori riescono a conservare". Proprio per questo Travaglio ha voluto pubblicare la sua chiacchierata con Grillo, un colloquio che, a detta del vicedirettore del Fatto, mette in luce un Grillo "inedito, meno spavaldo e spaccone". In realtà, Travaglio sa benissimo che le elezioni politiche sono alle porte. Da qui la decisione di sostenere - più o meno apertamente - l'ascesa del Movimento 5 Stelle nei Palazzi romani.

Commenti

ftax

Dom, 24/06/2012 - 14:01

"Siamo amici da vent'anni" - dice Travaglio nei confronti di Grillo - "non è certo un mistero". Come non è un certo un mistero che i due facciano lo stesso mestiere: IL BUFFONE...

clamor

Dom, 24/06/2012 - 16:33

"Tifo contro la nazionale perché espressione di un Paese, a suo dire, marcio“, forse è marcio proprio per persone di questo tipo. Mi ricordano molto da vicino gli ufficiali di marina che, alla dichiarazione di guerra voluta dal duce, brindavano alla vittoria dell’Inghilterra. Oppure ad un certo A.D.P che comprava pagine di giornali stranieri per sput@@@are l’immagine dell’Italia. Con persone di questo calibro, c’è la sicurezza che detto marcio resti solo del marcio così com‘è oggi.

curatola

Dom, 24/06/2012 - 16:43

qualunque sia il programma 5stelle io lo voto perché é l'unico modo per produrre un rimescolamento delle carte in politica. I partiti tradizionali si bloccano vicendevolmente e la Lega da sola non può farcela. Serve un terremoto tipo manipulite che tolga di mezzo le cariatidi tipo dalema prima che occupino il colle.

ciaciaron

Dom, 24/06/2012 - 16:56

Indini, l'articolista (si fa per dire), nota che Pizzarotti dopo un mese non ha ancora finito di sistemare la giunta. Certo che il sindaco sponsorizzato dal mitico Indini, la giunta l'aveva nominata in quattro e quattrotto. Peccato che Indini si dimentica anche di scrivere che il fantastico ex sindaco Vignali aveva anche sistemato il bilancio a -850 milioni, mentre sono finiti in manette (arrestati!) 11 persone della sua giunta. Capisco che dalle parti di Indini farsi arrestare è un privilegio, lo si fa per spirito di emulazione del capo, però, se non la vergogna, almeno il buon senso di tacere. W M5S.

zio Fester

Dom, 24/06/2012 - 16:58

A stroncare tutti i partiti non si fa fatica. Se lo meritano. A tifare per il M5S ci vuole faccia tosta perché è peggio di tutti gli altri partiti messi assieme.

plaunad

Dom, 24/06/2012 - 17:37

Mi domando se a Parma invece di quel giuggiolone grillino ci fosse stato qualcun altro cosa si sarebbe detto dopo che a un mese dalle votazioni é ancora totalmente nel marasma. Lo avrebbero messo alla gogna nella pubblica piazza.

ruuud

Dom, 24/06/2012 - 17:42

Piazzarotti "è fuori dai soliti circuiti"?? Dovrebbe essere un vantaggio e non avendo le pressioni del caso avrebbe dovuto e potuto fare una giunta ad alto coefficiente tecnico da modello per tutta Italia... ma evidentemente è tutto fumo... come del resto Grillo ha dimostrato ampiamente di esserlo... l'M5S sebbene all'inizio pareva manna dal cielo per tutti coloro che sono schifati dell'attuale situazione socio-economico-politica del nostro paese in realtà non ha rotto nessun equilibrio ma ha portato solo un pò di "trash" nella nostra povera Italia...

Mario-64

Dom, 24/06/2012 - 18:38

Amici da vent'anni...appunto ,Iddio li fa e poi li accoppia !

giuseppe.galiano

Dom, 24/06/2012 - 19:14

...ma cu cazzu è, stu travagghiu?...

Giacinto49

Dom, 24/06/2012 - 19:29

Associare Craxi, nel bene e nel male (moltissimo bene) un capo di Stato, a Grillo è esattamente come associare Montanelli a Travaglio. Nell'ordine un nano e una ballerina.

Ritratto di Gian Lore

Gian Lore

Dom, 24/06/2012 - 20:30

Certo che è un bello sport quello che state facendo.... cercare di impallinare Grillo o qualsiasi cosa che sappia di grillismo, peccato che lo facciate talmente male da far pena!!! E per favore almeno i commenti fateli scrivere con un pò di cervello!

Ritratto di lectiones

lectiones

Dom, 24/06/2012 - 22:37

IL RUGGITO DEL TOPO SULLA MERKEL I topi, è testimonianza antica, sono i primi ad abbandonare la nave quando sta per affondare. I nostri topi di palazzo Chigi banchettano e non si rendono conto che la nave è già coricata su un fianco e affonda sulle secche dell'euro. Qualche ostinato salito a bordo nella speranza di farsi una crociera, si renderà conto che la crociera era una crociata e soltanto un'onomatopea dovuta al "vottavotta" di piazzarsi a bordo. Sul cassero il comandante ruggisce a bocca chiusa e attende a pie' fermo l'affondamento con aria ieratica. Passerà ai posteri per aver confuso lo spread con la metafora di una spremuta di limone.

Ritratto di Gian Lore

Gian Lore

Lun, 25/06/2012 - 00:18

Perchè Pizzarotti non deve essere difeso? Ci siete già voi che gli date addosso, lasciate che qualcuno lo difenda!! Vi fa stare così male quando Travaglio dice cose più che vere?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 25/06/2012 - 02:39

La trombetta delle procure ci rivela la sua vecchia amicizia per il grillo parlante. Doveva pur giustificare in qualche modo lo stendimento a mò di zerbino ai piedi del suo amico. Specialmente dopo aver constatato che il numero dei grillini era salito all'onore dei suoi strombettamenti. Un bravo giornalista deve sempre sapere da che parte soffiare la sua tromba.

GiuliaG

Lun, 25/06/2012 - 06:56

Uè, grillini, i commenti li facciamo poi come pare a noi. Cosa pensavate forse, di poter essere solo voi e il vostro guru coi suoi metodi scorretti e volgari, a offendere a destra e a manca senza che nessuno vi rispondesse a tono?. Piuttosto, nei commenti di un altro giornale, qualcuno si chiede perchè non è mai stato reso pubblico quanto fatturi il circuito grillesco e perchè il M5V non abbia ancora un proprio dominio ma venga "ospitato" nel blog generando non poca confusione?!.

Cosean

Lun, 25/06/2012 - 09:12

Più che Travaglio a "tenuto a difendere più volte le simpatie per Grillo", leggendo questo articolo si percepisce qualcuno che "tenta" di esprimere le proprie antipatie sia a Travaglio che a Grillo. Ma la mia esperienza professionale mi conferma che se un evento (intervista a Travaglio) viene controribattuto "SEMPRE" con un altro evento (questo articolo), l'opinione pubblica può essere indirizzata, "SEMPRE" dai sistemi mediatici! E io conosco chi domina il sistema Mediatico Italiano. Ma non ve lo dico!

Amedeo Nazzari

Lun, 25/06/2012 - 12:55

CARI pidielloni, il travaglio di dover accettare una amara verità vien da me appoggiato. questo travaglio ha avuto la nascita di una opposizione al berlusconi e berlusconismo. Berlusconi ha fatto per 20 anni molto male all'Italia. la colpa e' vostra che lo avete votato. avete creduto come i fedeli al prete, ai sogni farlocchi che vi proponeva. PER 20 ANNI! Con l'uscita di Fini il governo sarebbe dovuto cadere. macche! la maggioranza si compra! anche io volevo un magico silvan berluscan che con una magia risolve i problemi. ma e' una panzana. adesso vi siete svegliati? lo volete rivotare? volete tornare a una lira svalutata del 50 percento? che avete nella testa? le radici dei capelli? forse neanche quelle...