Testa a testa tra Pd e M5S. Ma FI aumenta i consensi

Secondo il sondaggio Tecnè per Tgcom24, Forza Italia sale al 21,7%. Un punto separa Pd e M5S

 

Testa a testa tra Pd e Movimento 5 Stelle. Forza Italia aumenta i consensi. Sono questi i dati che emergono dall'ultimo sondaggio Tecnè per TgCom24. Poco più di un punto separa il Partito Democratico, al 28,8%, dal Movimento 5 Stelle, che lo segue da vicino al 27,7%. Ma mentre il Pd perde un decimale, la forza di Beppe Grillo aumenta leggermente. Il distacco tra le due forze sale a quasi 4 punti in chiave "politiche", con il Pd più saldamente in prima posizione. Forza Italia in terza posizione in salita con un 21,7% alle Europee e un 23,2% alle politiche. Secondo questo sondaggio, a superare la soglia del 4%, oltre alle tre prime forze, sono la Lega Nord (in calo), Ncd-Udc (anch’essa in calo) e, ma proprio sul filo del rasoio, Fdi-An (che invece cresce). Resta esclusa, anche se di poco, la Lista Tsipras che peraltro subisce un calo dal 3,8 al 3,6%. 

Commenti

gianfranco1966

Gio, 08/05/2014 - 19:52

compagni ci siete? siete svenuti??? io so benissimo che silvio prende una scoppola niente male..io votero lega...ma voi con il vostro messia incantatore....mi sa che prendete una stangata sui denti anche stavolta.....grillo ha ragione allora a dire che vincera lui. compagni non c è niente da fare..voi con i vostri magistrati amici non governerete maiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 08/05/2014 - 20:51

Prepariamoci, fratelli italioti, i neonazi/sovietici grillati saranno i nostri carnefici nei prossimi decenni. Sono degli assassini, si perfezioneranno nel ladrocinio e faranno delle tasse e delle manette i loro strumenti di oppressione. Gli italioti li han voluti e creati. La cultura italiota è questa: cupio dissolvi. Saranno accontentati. Si salvi chi può.

giovauriem

Ven, 09/05/2014 - 08:12

a che servono i sondaggi? in italia per sapere chi sarà il prossimo presidente del consiglio,bisogna sondare se napolitano sarà ancora al colle e se non ci sarà chi ci metteranno al suo posto i pupari che tirano i fili ai pupi(fantocci) della sinistra

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 09/05/2014 - 08:25

PD e M5S alla pari e FI in continua crescita con un trend estremamente positivo. Il passato insegna che il consenso del PD è sempre stato sopravvalutato e quello di FI sempre sottovalutata, mentre finora pochi, o nessuno, sono mai riusciti a valutare il reale consenso M5S. Ci saranno quindi due possibilità, o un testa a testa tra Fi e PD, oppure un testa a testa tra FI e M5S. In entrambi i casi, grazie alla travolgente azione di VERITA' che SILVIO sta facendo giorno dopo giorno, FI dovrebbe vincere e risultare primo partito, e, implicitamente, risulterà bocciato il governo golpista di renzi, la cui carriera politica non vedrà la fine del mese di Maggio. In termini di coalizioni (proiezione indicativa per le elezioni politiche), la distanza tra i partiti che si rifanno a SILVIO e quelli di sinistra è ormai abissale, nessun "recupero" dei rossi è più possibile. SILVIO aggiungerà lo scalpo di renzi alla Sua cintura. Si tratta solo di fissare la data per le elezioni.

emmea

Ven, 09/05/2014 - 08:55

Secondo me FI è sovrastimata. Purtroppo gli scandali pesano, le inchieste giudiziarie sui suoi esponenti pure e per di più certe votazioni in parlamento in tema di arresti a deputati o senatori di qualunque partito, indagati per gravissimi reati, sono un vero suicidio. Morale: il 26 maggio p.v. a mio avviso, se FI arriverà al 15% sarà un miracolo. Detto questo, per quanto riguarda il PD e il M5S la partita, secondo me, se la giocano loro. Ho dei dubbi che NCD-UDC, FDI-AN e Lista TSIPRAS supereranno lo sbarramento del 4% mentre la LEGA ce la dovrebbe fare. Sarà un testa a testa PD - M5S fino alla fine, ma al traguardo arriverà primo il M5S, ma di poco, nonostante le molte schede annullate. Consiglio al M5S una mobilitazione massiccia in tutte le sezioni elettorali con la ferma richiesta del rispetto alla lettera delle modalità di spoglio delle schede, ritiro di tutte le matite, penne, rossetti ecc., verifica delle mani e delle unghie di tutti gli scrutatori ed estrazione di una scheda per volta dall'urna e registrazione del relativo voto. Sono gli unici che possono farlo perché sono per lo più giovani ed hanno quell'entusiasmo che contraddistingue la loro età, sono molto motivati e ne hanno il diritto perché c'è in ballo il loro futuro.