Lo tsunami travolge Grillo alle urne

Clamoroso flop del Movimento 5 Stelle: persi fino al 25% dei voti. La base s'infuria col leader: "Un vaffa pure a te"

Roma - E un giorno arrivò lo tsunami al contrario. Consensi dimezzati, percentuali polverizzate, il naufragio della protesta che affonda nell'indifferenza, l'astensione delusa. Dal sogno della vittoria all'inferno della rincorsa. È la prima sconfitta del movimento politico che finora aveva volato con il vento degli dei ai piedi. L'onda che travolge se stessa. Ed è la base, ora, a fare la rivoluzione: «Caro Beppe, adesso il vaffa te lo prendi tu!», parte l'insulto dal blog. Dalle stelle alle stalle.
Chissà se Grillo l'aveva capito a piazza del Popolo, venerdì sera, quando la riempì molto meno che la polizia di Stato per la festa annuale. In quella stessa Roma dove il Movimento cinque stelle era planato sopra il 27% appena tre mesi fa, il candidato sindaco Marcello De Vito ha raccolto meno della metà dei consensi: sotto il 13%. Per poco non gli ha soffiato il terzo posto Alfio Marchini. L'astensionismo viene da lì, dai grillini delusi, è stata la prima lettura (Roma con il 52% perde una media del 20% di elettori rispetto a politiche e comunali scorse). Ma nella Capitale il M5S si è addirittura difeso rispetto ad altre città italiane, dove il crollo ha sorpreso anche i rivali. La fuga dal Movimento anticasta è avvenuta insomma anche a vantaggio di altri partiti. A Siena, dove Grillo pensava di costruire la nuova roccaforte stellata dopo la presa di Parma, al galoppo sulle ceneri del Pd per lo scandalo politico-bancario del Monte dei Paschi, il candidato Michele Pinassi si è fermato a poco più delle briciole, 8,34%. L'affluenza è stata bassa (68,39%) ma non giustifica le perdite. A Brescia ha fatto poco meglio di lui Laura Gamba (7,41%). Cifre che sono un terzo, un quarto dei voti raccolti alle politiche di febbraio. E infinitamente più piccole degli ultimi sondaggi nazionali, che davano invece il Movimento in tenuta. In Val d'Aosta per la Regione, dove hanno votato il 75% degli elettori, i grillini precipitano al 6,62%. A Vicenza, Claudio Cicero si ferma poco sopra il 6. Meglio ad Ancona, intorno al 15% ma con un meno 14%. A Imperia, in terra grillina, tracollo all'8,75. A febbraio il M5s era primo partito con il 33,65%. Il «mandiamoli a casa tour» di Beppe non ha spedito al parco gli altri, questa volta. Unica eccezione Imola, 18,8%. Ma il ballottaggio rimane un miraggio ovunque.
Fino a sera Grillo è rimasto zitto. Non un post, non un tweet. Anzi sì, un post, un intervento del giornalista Massimo Fini, sul colpo di Stato dei partiti. Secondo indiscrezioni sarebbe arrivato l'ordine ai senatori del Movimento: non commentare a caldo i dati. I fedeli da cinque stelle o morte incitano: «Abbiamo perso una battaglia, ma vinceremo la guerra». Però l'onda della delusione si gonfia. Al golpe molti non credono più: «Inutili le manfrine sui brogli». «Noi elettori abbiamo fatto di tutto per farvi capire che la linea antipragmatica e oltranzista sarebbe stata un colossale autogol». Firma: un vostro (ex) elettore Jep Gambardella. «Sconfitta pesantissima - scrive Giovanni -. Utile un immediato congresso del M5S. O si riesce a capire cosa vogliono i cittadini oppure alle prossime politiche ne resterà uno solo, sì ma di parlamentare». Più che di Grillo, è dei parlamentari la colpa: «Beppe, Roma è un brutto segnale - avverte Nino - digli a quei 4 str... che abbiamo mandato in Parlamento di cambiare attitudine: che si mettano a lavorare. Ricordagli che sono dei miracolati di SanGrillo». Sembra il giorno del giudizio. C'è chi parla di «errori macroscopici nella fase comunicativa». Antonio Filigheddu: «Non si deve parlare con i giornalisti? Non sono d'accordo ma mi adeguo. Poi vedo l'intervista su Oggi, corredata di servizio fotografico, dei due portavoce Crimi e Lombardo. Vi ricordate la pubblicità delle calze bianche e corte indossate ad un appuntamento galante? Medesimo effetto! Punti persi -200».

Commenti

daniele c

Mar, 28/05/2013 - 08:30

che ne dite, paesi scandinavi o australia? sono indeciso... pd e pdl ve li lascio a voi

il corsaro nero

Mar, 28/05/2013 - 08:32

Vuoi vedere che si sono scordati di leccare la matita e gli hanno cancellato i voti?

elalca

Mar, 28/05/2013 - 09:03

grazie Beppe, mille e mille grazie. subito dopo le elezioni scommisi con amici che alle amministrative il tuo partito sarebbe scomparso - o quasi - per assoluta inconsistenza cerebrale (e di programmi) del capo e dei suoi pretoriani. in palio una cena in un rinomatissimo ristorante lombardo. Ho vinto e sabato mangerò e berrò alla faccia tua e di quei somari che ti hanno concesso credito. Grazie beppe

Ritratto di echowindy

echowindy

Mar, 28/05/2013 - 09:23

GRILLO ASCOLTA E PRESTA MOLTA ATTENZIONE AI RISULTATI FUNESTI CHE ESCONO DA QUESTE URNE. QUESTO INTERREGNO SERVA A FARVI MEDITARE E CAMBIARE LA CULTURA CERVELLOTTICA DELL’INTERO M5S. LANCIATE APPELLI AL CAMBIAMENTO MA NEI FATTI SIETE CHIUSI IN UNA SCATOLA DI IPOCRITE UTOPIE PER TUTELARE NELLA VOSTRA CONFUSIONE LE VOSTRE REDDITIZIE POLTRONE E A TUTTO QUELLO CHE E' PIU' CONVENIENTE AL VOSTRO PARTITO … AVANTI DI QUESTO PASSO PRESTO VI TROVERETE IN UN "CORSO DI SOPRAVVIVENZA."

zccprb

Mar, 28/05/2013 - 09:48

L'armata Brancaleone con Gassman almeno faceva divertire. L'"Invincibile Armata " di Grillo mi sembrava più un fritto misto, dove c'era di tutto , ma il pesce era marcio ,l'olio fritto e rifritto, e puzzava ed il cuoco illuso che credeva di essere maestro di cucina

Fab73

Mar, 28/05/2013 - 09:58

elalca, in effetti hai ragione. Chi ha votato 5stelle è decisamente un somaro. Figurati chi ha votato per gli altri!!!!

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Mar, 28/05/2013 - 10:07

"Tanto tuonò che piovve"per dirla con un vecchio adagio.Il ridimensionamento di questo sguaiato cerbero e della sua inconsistente scientologrill è,oltre ogni più rosea previsione,iniziato.Il popolo Italico ,considerato da costui bue,ha dimostrato la forza e la pazienza del bue stesso castigandolo. Ora attendo curioso quale reprimende snocciolerà per giustificare la solenne trombatura. Malgrado il marino a Roma e il cattivo tempo, oggi è una bella giornata.

peroperi

Mar, 28/05/2013 - 10:14

io l'avevo votato. Speravo mandasse a casa i Ladri di Stato. Non lo rivoterò perche' ha dimostrato la sua incapacità politica di entrare a far parte di un governo insieme a Barsani pur di iniziare a fare il cambiamento. Evidentemente il confronto diretto col potere lo spaventa. Fare catastrofismo, predire disgrazie per la colpa degli altri e dimostrare di non saper fare lo ha automaticamente escluso da ogni competizione. Una cosa di buono l'ha fatta: ha messo paura ai ladroni che adesso sanno che piu' di tanto non possono strafare perche' il popolo dell'astensionismo sta a guardare. Ora il M5S diventerà un partitino come tutti gli altri ed avremo una nuova casta nella casta.

buri

Mar, 28/05/2013 - 10:23

Povero Grillo! a chi il suo prossimi Vaffa....? o forse capirà che gli insulti e le farneticazioni non bastano? quello chi serve è un programma credibile e proposte serie, non un capogruppo al Senato che dorme durante una seduta, oppure un capogruppo alla Camera, che vanta addirittura una laurea in giurisprudenza, (presa chissà dove?), ma che non sa che per essere eletto Presidente della Repubblica bisogna aver raggiunto 50 anni di età, e poi parlamentari che litigano sugli scontrini delle spese sostenute per salvare la diaria

Azzurro Azzurro

Mar, 28/05/2013 - 10:24

meno male l'hitler dei poveri e' finito. ora occorre far sparire i komunisti

alberto1935

Mar, 28/05/2013 - 10:27

E' il primo grillo capace di saltare all'indietro. E che salto!

meverix

Mar, 28/05/2013 - 10:39

A mio avviso Grillo ha perso i voti che aveva preso da destra e dalla Lega, essere dalla parte dei no tav e fare dell'antiberlusconismo senza saper proporre null'altro no ha pagato. Ovviamente i delusi di destra e Lega non sono tornati a votare i rispettivi partiti preferendo l'astensione. A sinistra, nonostante le ruberie, continuano a votare imperterriti il loro partito...alla faccia!

janry 45

Mar, 28/05/2013 - 10:47

Io invece credo che sia Grillo che Berlusconi siano usciti rafforzati personalmente da questa tornata elettorale.Il risultato del voto è un messaggio ai politici del M5S e del PDL che senza i loro capi non sono un caxxo.

Accademico

Mar, 28/05/2013 - 11:08

Ma che cosa pretendevate da un comico, per giunta scoppiato?

farcare

Mar, 28/05/2013 - 22:27

FLOP GRILLO? vediamo gli altri partiti... RICAPITOLIAMO giusto con qualche esempio: Per i Media di Regime il M5S sta perdendo voti, ma la matematica non è un opinione! 2008 Roma: PD voti 521.880 2008 Roma: M5S voti 40.473 2013 Roma: PD voti 267.605 (-254.275) 2013 Roma: M5S voti 130.635 (+90.162) 2011 Siena: PD voti 11.723 2011 Siena: M5S voti 833 2013 Siena: PD voti 6.483 (-5.240) 2013 Siena: M5S voti 2.194 (+1.361) 2008 Ancona PD: 15.885 2008 Ancona PDL: 17.432 2008 Ancona M5S: 2.625 2013 Ancona PD: 10.652 (-5.233) 2013 Ancona PDL: 4.266 (-13.166) 2013 Ancona M5S: 5.711 (+3.086) 2009 Avellino PD: 10.324 2009 Avellino PDL: 5.043 2009 Avellino M5S: 0 2013 Avellino PD: 6.845 (- 3.479) 2013 Avellino PDL: 2.513 (- 2.530) 2013 Avellino M5S: 1.054 (+1.054) 2008 Imola: PD 21.032 2008 Imola: PDL 7.787 2008 Imola: M5S 0 2013 Imola: PD 12.996 (- 8.036) 2013 Imola: PDL 2.897 (- 4.890) 2013 Imola: M5S 5.554 (+ 5.554) 2009 Imperia: PD 4.302 2009 Imperia: PDL 12.118 2009 Imperia: M5S 0 2013 Imperia: PD 3.490 (-812) 2013 Imperia: PDL 4.180 (-7.938) 2013 Imperia: M5S 1.776 (+1.776) 2011 Pomezia: PD 4.918 2011 Pomezia: PDL 4.245 2011 Pomezia: M5S 1.768 2013 Pomezia: PD 3.181 (-1.737) 2013 Pomezia: PDL 4.570 (+ 325) 2013 Pomezia: M5S 5.199 (+3.431) P.S.: aggiornato con dati Imola e Imperia e POMEZIA (dove si va al BALLOTTAGGIO), sistemati gli anni delle ultime comunali per Avellino e Siena segnate erroneamente con 2008 in realtà i dati del minsitero erano riferiti al 2009 e al 2011. Per ancona nel 2008 la lista era lista civica - beppegrillo.it visto che il M5S è nato ufficialmente il 4 ottobre 2009.