Ue, Schulz difende l'austerity: "Il criterio del 3% non si tocca"

Il candidato del Pse alla presidenza della Commissione Ue in trattoria con Renzi. Sul tavolo il semestre italiano: spuntano i nomi di D'Alema e Letta

Il premier Matteo Renzi in trattoria con Martin Schulz

Matteo Renzi e Martin Schulz a pranzo insieme. Il premier ha portato il candidato del Pse alla presidenza della Commissione europea nella storica trattoria di Firenze, Il Latini, per fare il punto sulla partita europea. A poco più di due settimane dalle elezioni, Schulz è infatti accorso nel capoluogo toscano per partecipare alla conferenza annuale The State of the Union che, da quattro anni a questa parte, si tiene nel giorno della festa dell’Europa. E, nel salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio, si è confrontato con quattro dei sei candidati in campo per la guida della Commissione europea: Jean Claude Juncker per i popolari, Guy Verhofstadt per i liberaldemocratici e Josè Bovè per i verdi.

Per la prima volta, grazie alle novità del Trattato di Lisbona, il voto per il Parlamento europeo peserà anche sulla futura scelta del presidente della Commissione. Assente a Firenze solo il greco e leader della sinistra alternativa Alexis Tsipras, impegnato nel suo Paese. Per stessa scelta dei verdi che hanno due candidati alla presidenza, al confronto fiorentino ha partecipato Bovè, considerato uno dei padri dei no global, e non la giovane eurodeputata tedesca Ska Keller. Pur nelle differenze, tutti e quattro i candidati nel corso di oltre un’ora e mezza di confronto hanno spinto sull’acceleratore del cambiamento di rotta e del rinnovamento. Moderati da Tony Barber del Financial Times, Monica Maggioni direttore di Rainews24 e J.H.H. Wiler, presidente dell’Istituto universitario europeo che ogni anno organizza l’assise fiorentina, opposti l’uno all’altro, si sono presentati esponenti politici ben noti nel panorama europeo. Il popolare lussemburghese Jean Claude Juncker (60 anni) è stato presidente dell’Eurogruppo dal 2005 al gennaio 2013. Il socialista tedesco Martin Schulz (59 anni) è presidente del Parlamento europeo dal gennaio 2012, mentre il liberale belga Guy Verhofstadt, già premier del suo Paese è attualmente presidente del gruppo dei liberaldemocratici nell stessa Assemblea. Anche Josè Bovè, storico leader francese, conosce bene i palazzi di Bruxelles per essere stato eletto al parlamento europeo nel 2009.

Se Schulz davanti alla platea di Firenze ha insistito molto sulla lotta alla disoccupazione ("Ci sono 27 milioni di disoccupati in Europa"), Juncker ha puntato l’accento anche sulla necessità di avere un sistema di immigrazione legale e come ex presidente dell’Eurogruppo, sulla politica economica, ha difeso quello che è stato fatto. Risposte politiche e non tecnocratiche alla crisi sono quelle invocate dal verde Bovè. "Se fossi presidente della Commissione europea non permetterei flessibilità sui parametri macroeconomici", ha detto Juncker. Secondo Schulz, invece, il criterio del 3% per il rapporto tra deficit e pil non può essere cambiato: "Bisogna guardare ad esso distinguendo fra spesa corrente e investimenti per il futuro: ha ragione Renzi quando sostiene di distinguere fra investimenti per il futuro e spesa corrente". Categorico invece Guy Verhofstadt: "Non possiamo abbassare le condizioni del patto di stabilità". Il veterano del movimento ambientalista Bovè ha sostenuto come nel vincolo del 3% nel rapporto tra deficit e pil "non bisogna contare la spesa per gli investimenti" che "dovrebbe cambiare naturà e diventare da nazionale a comunitaria"Per la futura Commissione europea, i quattro candidati hanno proposto ricette diversificate. C'è chi, come Juncker, è più attento al rapporto coi governi e chi, come Bovè, intende spingere sull’acceleratore per una maggiore capacità di spesa.

Il nuovo esecutivo europeo sarà nominato con ogni probabilità nel prossimo autunno, quando l’Italia avrà la presidenza di turno dell’Ue, per il nostro Paese si fanno i nomi di due ex premier: Massimo D’Alema ed Enrico Letta.

Commenti

giovanni PERINCIOLO

Sab, 10/05/2014 - 10:50

Che bravo il nostro kapo'. Quando il criterio del 3% venne stabilito su imput proprio della germania venne subiti disatteso dalla Germania stessa e dalla Francia senza alcuna sanzione e/o "rimprovero". Quando invece sono gli altri a sforare, specialmente l'Italia, diventa dogma sacro. Ma non troppo perché anche questa volta per la Francia viene applicato un criterio diverso e la stessa puo' rinviare di ben due anni il rientro.... Bravo kapo' e brava frau kulona!

paolonardi

Sab, 10/05/2014 - 11:16

Discorsi senza alcun senso di individui, quasi in toto, avulsi dalla realta' quotidiana che parlano per frasi fatte tanto da ricordarmi un gadget degli anni '60 dove si potevano assemblare frasi altisonanti e di apparente senso comune ma prive di alcun significato. Continuo a sostenere che la UE non e' solo inutile, ma dannosa.

giovauriem

Sab, 10/05/2014 - 11:22

per il semestre della presidenza europea all'italia si fanno i nomi di dalema o letta. ai politici di centro destra dico:imparate come la sinistra fa asso piglia tutto,non lascia liberi nenche i portierati dei condomini privati e tutto nelle loro mani,radio, televisione,giornali,burocrati,sindacati ecc.quando andate al governo ricordatevelo

giovauriem

Sab, 10/05/2014 - 11:23

per il semestre della presidenza europea all'italia si fanno i nomi di dalema o letta. ai politici di centro destra dico:imparate come la sinistra fa asso piglia tutto,non lascia liberi nenche i portierati dei condomini privati e tutto nelle loro mani,radio, televisione,giornali,burocrati,sindacati ecc.quando andate al governo ricordatevelo

Raffaele Augello

Sab, 10/05/2014 - 11:31

Dio ci guardi dagli accordi di questi quattro scalzacani, compreso il nostro Renzuccio che, in questi frangenti elettorali e pre-elettorali, pur di far risultato ad ogni costo come "Premier di turno", è difficile che stia a curarsi troppo dell'Italia e degli Italiani, perché così hanno fatto, fanno e sempre faranno, i nostri "bravi governanti di turno"!

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 10/05/2014 - 11:42

L ´europa dei cittadini , non delle banche.Cosi si fa pubblicita questo topo , nella sua Germania.

Ritratto di Riky65

Riky65

Sab, 10/05/2014 - 11:47

Sotto la barbona di Martin in effetti si celano un paio di baffettini di non lontana memoria .E' lui il vero nazi in Europa, è lui il pericolo vero!!!!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 10/05/2014 - 11:54

A questo punto solo i colonnelli possono salvarci. Peccato che in Italia esistano soltanto paciosi padri di famiglia. Provvederemo ad importarne dalla Grecia.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 10/05/2014 - 12:03

Ma sto alcolizzato non muore mai? Fuori, fuori, fuori dall'euro. Subito.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 10/05/2014 - 12:13

hai ragione Schulz non ascoltare questi comunisti italiani.Li avete ascoltati 70 anni fa e avete visto come siete finiti.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 10/05/2014 - 12:13

hai ragione Schulz non ascoltare questi comunisti italiani.Li avete ascoltati 70 anni fa e avete visto come siete finiti.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 10/05/2014 - 12:13

hai ragione Schulz non ascoltare questi comunisti italiani.Li avete ascoltati 70 anni fa e avete visto come siete finiti.

mario massioli

Sab, 10/05/2014 - 12:17

Non se ne può più. Se fossi più giovane senza acciacchi che purtroppo ò penserei seriamente di trasferirmi in un altro stato però SOVRANO. Alla fine degli anni 2000 eravamo la prima nazione per risparmio famigliare e produzione in europa. Ora siamo tra I PIIGS (maiali) europpei. COS'E' SUCCESSO? Siamo entrati nell'eurozona, grazie a ciampi e prodi in prima fila con alchuni alti dirigenti del pd. Senza consultazioni non solo nazionali ma anche parlamentari. Ci avevano venduto l'entrata in eurozona come la soluzione di tutti I ns. Problemi. Con I vari trattati euopei abbiamo rinunciato alla ns. SOVRANITA' MONETARIA E PARLAMENTARE, STRAVOLGENDO 17 ARTICOLI DELLA NS. COSTITUZIONE.(Paolo barnard) E ORA COME SIAMO MESSI. Abbiamo la disoccupazione giovanile vicino al 50% , la disoccupazione generale oltre il 12% (la reale disoccupazione attorno al 30% consideranno tutte le persone costrette a lavori sotto pagati e sottooccupati che non permettono un normale sostentamento famigliare) suicidi di piccoli imprenditori ecc ecc. Persone specialmente giovani costrette a espatriare per trovare lavoro. Il governo terzo eletto DALLA CASTA senza elezioni nazionali, inchinato alla direzione europea, specialmente tedesca. Consiglio vivamente la lettura e visione della ME-MMT, è economia macroeconomica funzionale per il 99% dei cittadini,mentre la neoclassica/neomercantile in corso in europa(NON SOLO) DI ESTREMA DESTRA FINANZIARIA E' FUNZIONALE PER L'1% DELLA POPOLAZIONE. Quando vedo che nonostante tutto il PD è in testa nei sondaggi, penso sia vero il detto OGNI POPOLO HA I GOVERNI CHE MERITA.

pinux3

Sab, 10/05/2014 - 12:23

Perchè non scrivete che Juncker, il candidato del PPE (cioè di FI) sul 3% è molto più "rigido" di Schultz?

agosvac

Sab, 10/05/2014 - 12:53

La cosa strana è che i primi a sforare questo 3% nei primi anni dell'avvento dell'Ue e dell'euro, siano stati i tedeschi. La cosa ancora più strana e che denota la mancanza di riconoscenza di questo schultz è che senza l'intervento dell'Italia, allora guidata da Berlusconi, la Germania avrebbe subito gravi reprimende e dure multe!!! Furono infatti Tremonti, ministro del tesoro e Berlusconi Capo del Governo italiano, a parlare a favore della Germania, grandissimo errore di cui si stanno oggi pagando le conseguenze. Questo serva da lezione all'attuale Capo del Governo italiano: mai parlare a favore di una nazione che ha più volte causato la rovina dell'Europa e di mezzo mondo!!!!!

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 10/05/2014 - 13:00

@Pinux3-Orossi o neri la politica tedescadalla riunificazione e la stessa.Vogliono l´ egemonia in Europa.E schulz sarebbe stato premiato per continuare la politica del comunazi cancelliere chiamato schröder.

Ritratto di filatelico

filatelico

Sab, 10/05/2014 - 13:37

Kapo Schultz vai all'INFERNO, tu e quei delinquenti di berlino e bruxelles. W l'ITALIA W LA LIRA ITALIANA NO EURO NO TRATTATI CAPESTRO

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Sab, 10/05/2014 - 13:51

Mi sembra di intravvedere Matteo Fonzi che prende appunti..Votare Forza Italia significa contrastare il Europa il partito dei Burocrati che stanno strangolando l'economia dell'Italia..Junker farà quello che dicono i parlamentari di FI.. il cui Leader il Cav Silvio Berlusconi..ha dimostrato con i fatti di opporsi all'egemonia teutonica..infatti la Kulona lo vorrebbe vedere fuori dalla politica!!

Massimo Bocci

Sab, 10/05/2014 - 14:05

Una trattoria??? Da cento euro a cranio chi altri la potrebbe frequentare se non LADRI....UE!!! COMUNISTI!!! Lochescion, che frequentano (assiduamente solo LORO!!!) a SBAFO CON I NOSTRI SOLDI!!! Italiani fuori dalla TRUFFA EURO!!!! Poi penseremo alla METASTASI COMUNISTA...COOP!!! Regime che ci RAPINA e VESSA!!! DA 65 ANNI!!!

buri

Sab, 10/05/2014 - 14:28

La festa dell'Europa? che cì+ da festeggiare con quest'Europa? sr poi viene a parlare Schulz in casa nostra c'è solo da piamgere! comunque il kapo è un ottimo spot per gli eorosvettici

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Sab, 10/05/2014 - 14:30

Sull'Europa la politica di Forza Italia non è per niente chiara. Mentre l'elettorato sa che in Europa vive e vegeta una gran massa di magna magna riciclati dai singoli contesti nazionali, avvezzi a servire il potere economico per convenienze personali.

INGVDI

Sab, 10/05/2014 - 14:49

Seduti sullo stesso tavolo quelli che vogliono distruggere la cultura cristiana e la dignità della persona.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Sab, 10/05/2014 - 15:22

Poveri NOI Italiani....! Penso che SCULTZ sappia scegliere bene il suoi prediletti italiani. Anche questa E.U. ha tutti i connotati della rovinosa Politica Itasliana KGB.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 10/05/2014 - 15:48

La ribollita D'Alema o il branzino lesso alla Letta? Manca lo Stinco Bindi rosy con le patate del mugello e ci sono tutti.

Ritratto di echowindy

echowindy

Sab, 10/05/2014 - 16:27

GUARDIAMOLI BENE QUESTI “TUMORI TECNOCRATI DI BRUXELLES, TUTTI BULLI DI HOMO POLITICUS DELLA SINISTRA EUROPEA”. QUI’ NON SEGUONO I PROPRI CONVINCIMENTI MA IL PROPRIO TORNACONTO. VERGOGNOSAMENTE STRAPAGATI PER NON RAPPRESENTARE IL POPOLO: NOI POVERI COMUNI MORTALI. NON E’ DIFFICILE IMMAGINARE CHE A TAVOLA ABBIANO PARLATO SOLO DELLA LORO RIELEZIONE PER MANTENERE LA POLTRONA, I PRIVILEGI. PER ESSERE RIELETTI DEVONO CONTINUARE AD OBBEDIRE AI POTERI FORTI (BANCHIERI-ASSOCIAZIONI DI MASSONERIA), DA CUI DIPENDONO PER ESSERE CANDIDATI… VERGOGNA… VERGOGNA… VERGOGNA!

eloi

Sab, 10/05/2014 - 16:41

Guardate la foto. Ingranditela cliccando su la stessa. Noterete a metà scale ripreso dalla cintola in giù, il curioso spettatore del pranzo comunitario, zaino in collo come un normale closciard, ecc... ecc...

Maurizio Fiorelli

Sab, 10/05/2014 - 17:22

Quante chiacchiere senza costrutto.Tutti questi disoccupati che nessuno sapeva esistessero li impensieriscono,non erano consapevoli delle critiche che cadevano come grandine sul loro operato governativo;nessuno prima di loro aveva messo in evidenza quello che, da sempre e in tutti i paesi sotto elezione,raccontano indignati i candidati all'elezione per il bene del(i) popolo(i).Uno più bravo dell'altro,il contadino,già condannato,che combatte contro i mulini a vento,il socialista che vorrà,immagino,aquisire qualche benemerenza supplementare nella sua Acquisgrana natale,il liberale che bè, lui deve ingrandire la tenuta vinicola comprata alcuni anni fà non lontano da Montalcino,mentre il lussemburghese non corre nessun rischio nel suo paese bancario per eccellenza.La politica li ha già ingrassati e gratificati oltre ogni misura ma,ligi al loro dovere,insonni fino allle elezioni,talmente occupati ad escogitare il miglior modo per uscire da questa crisi che ci paralizza.Ma si riaddormenteranno il giorno per alti cinque anni,buona notte,tanto paghiamo noi!!

Ritratto di giangilo

giangilo

Sab, 10/05/2014 - 17:22

uno Schulz Kapo' chiamato SPRITZ da bere al bar Germania.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 10/05/2014 - 17:24

Ma, Martin schulz dimentica molto volentieri che é stata proprio la Germania a violare la soglia del 3% del trattato di Maastricht? é adesso come mai nessuno a Bruxlless glielo vuole ricordare a questo alcolizzato?! noi non dobbiamo andare in Europa come dei pezzenti ad elemosinare un pezzo di pane,perche paesi come la Germania capiscono solo quando tu batti i pugni sul tavolo che i Tedeschi stanno esagerando con il loro doppiopesismo, loro i Tedeschi permettono ai Francesi di superare la soglia del 3% perche la Francia insieme alla Germania si sono divisi il potere in Europa, mentre gli altri paesi sono solo dei Legionari per loro che devono fare quello che vogliono questi 2 paesi! É questa non é l,Europa dove tutti sono uguali e decidono il bene di tutti i paesi Europei!,é questa non e l,Europa democratica che i politici come Schumann, Adenauer e de Gasperi volevano ereggere, questa Europa ricorda piu una dittatura dove i Leader politici come Berlusconi che dicono la veritá devono essere eliminati é non essere candidati alle Elezioni Europee, questo modo di fare politica non é né Democratico e neppure legittimo, perche chi vuole eliminare politici scomodi che difendono il loro Paese, alimenta cosi il Populismo che Napolitano vorrebbe eliminare!.

Klotz1960

Sab, 10/05/2014 - 18:00

Le elezioni per il Parlamento saranno un ottima cura per il kapo'.

gamma

Sab, 10/05/2014 - 18:04

Quello che gli italiani dovrebbero capire è che è molto importante andare a votare. Volenti o nolenti il Parlamento europeo sta assumendo sempre più importanza per cui non andare a votare è come darsi la zappa sui piedi. Chi non c'è non gioca, si diceva una volta. Specialmente per coloro che hanno una posizione critica nei confronti dell'Euro o addirittura totalmente contraria è importante esprimere il proprio voto.

angelomaria

Sab, 10/05/2014 - 18:40

quel 3'4 % che serve a noi come sbarramento elettorale che stillino e faccino i capricci quanto vogliono non basta tradire per andare avanti se non mi sbaglio occorrono numeri di voti e votanti quello che voi con la dignita'non avete!!!!!

angelomaria

Sab, 10/05/2014 - 18:48

dimenticavo che quando loro parlano d'austerity tanto per farmi capire parlano della nostra!!!!!

giovanni PERINCIOLO

Sab, 10/05/2014 - 19:17

@ pinux3. Gli articoli cerca di leggerli prima di commentarli invece di limitarti ai titoli! Per tua informazione sta infatti scritto :""Se fossi presidente della Commissione europea non permetterei flessibilità sui parametri macroeconomici", ha detto Juncker.". Saluti.

il consumatore

Sab, 10/05/2014 - 19:32

Vista la tavolata, questa dichiarazione l'avrà fatta alla fine del pranzo, dopo aver scolato diversi bicchieri di vino?

Angel59

Sab, 10/05/2014 - 20:05

Questi signori si incontrano sempre a tavola, poi il conto lo paghiamo noi!! Non possono parlare nei loro uffici?

tormalinaner

Sab, 10/05/2014 - 21:07

Mandiamo il Kapò shultz a casa non vogliamo nazisti in Italia

ghorio

Sab, 10/05/2014 - 21:22

Ma Schulz non doveva essere contro la Merkel? Oppure la nuova alleanza in Germania lo condiziona? L'Europa va cambiata, perché l'austerità giova solo alla Germania e visto che la stragrande maggioranza è contro l'austerità bisogna cambiare alcune regole, tipo fiscal compact, il tre per cento e così via, compreso la strapotere del burocrati , pagati in modo stratosferico.

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 12/05/2014 - 22:19

Sul punto Schulz ha Ragione. I compari Italioti vorrebbero ricominciare a far debiti come prima dell'euro e poi farli pagare alla Germania con la scusa della solidarietà