Ue senza vergogna: più soldi ai partiti

L'Europa tira la cinghia ma il Parlamento di Strasburgo vuole aumentare del 9% i fondi alle forze politiche 

Roma - C'è un Parlamento, in Europa, in cui malgrado la crisi e la progressiva impopolarità della casta, gli stipendi dei deputati stanno per essere ritoccati al rialzo e il finanziamento ai partiti sta per crescere di una percentuale quasi a due cifre. Questo Parlamento (o meglio: questi Parlamenti, visto che le sedi sono due) è quello europeo. Che nel silenzio generale sta facendo una sua particolarissima spending review al rialzo.

La vicenda è rivelata da un articolo dell'inglese Daily Telegraph, che è andato a frugare tra le pieghe del bilancio 2014 scoprendo che l'Europarlamento di Bruxelles e Strasburgo l'anno prossimo ci costerà 56,4 milioni di euro in più. Il costo totale dell'euroassemblea - composta da 766 membri di 28 diverse nazioni e con 24 lingue ufficiali - toccherà così 1,86 miliardi di euro. Numeri sconcertanti considerando che ogni Paese membro sta soffrendo - chi più chi meno - i morsi di una crisi che non accenna a finire ed è alle prese con i tagli alla spesa pubblica.

Il grosso degli aumenti riguarda gli stipendi dei parlamentari e dei funzionari: 40 milioni annui in più (+4,4 per cento) per una spesa totale che sfiora il miliardo. Ad almeno tre «euroburocrati» meritevoli sono garantite - alla faccia della crisi - promozioni, un regalino da 180mila euro all'anno l'uno. E non finisce qui: mentre in Italia infuria la polemica sul finanziamento pubblico dei partiti, che potrebbe essere sbianchettato del tutto, l'ineffabile Bruxelles garantisce ai partiti politici europei, che per altro sono mostruosità politiche frutto dell'assemblaggio di sigle politiche nazionali spesso molto lontane tra di loro, un aumento del 9 per cento. Soldi che i partiti potranno spendere allegramente nella campagna per le elezioni della prossima primavera.

Elezioni che rischiano di costare caro al cittadino del Vecchio Continente. A Bruxelles si stanno facendo tutti gli sforzi per aprire prima del voto (anticipato al 22-25 maggio rispetto alle date previste del 5-8 giugno per dar tempo all'assemblea di prepararsi per l'elezione del presidente della Commissione europea di luglio) la Casa della Storia Europea, una struttura che «promuoverà la consapevolezza dell'identità europea». Fini assai nobili ma altrettanto costosi: per il periodo 2011-15 erano stanziati 31 milioni di euro per la ristrutturazione e l'ampliamento dell'edificio, 21,4 milioni per le mostre permanenti e temporanee e 3,75 milioni per costituire la collezione. Ma lo sforzo per anticipare l'apertura di un anno rispetto all'iniziale obiettivo del 2015 varrà (si fa per dire) l'anno prossimo un conto di 13 milioni, il doppio rispetto al previsto. Lo stesso vale per il cosiddetto «Parlamentarium», un'esposizione multimediale che celebra il lavoro dell'assemblea europea: il conto aumenta del 27 per cento raggiungendo i 5 milioni all'anno. Insomma, mentre ovunque in Europa musei e gallerie spesso prestigiosi chiudono i battenti o sono costretti a drastici ridimensionamenti, il Parlamento europeo trova giusto autocelebrarsi così.

La conseguenza inevitabile di questa sfacciata politica è l'aumento dell'euroscetticismo non solo in Gran Bretagna, dove da vent'anni esiste l'Ukip, il partito per l'indipendenza del Regno Unito che chiede l'uscita dall'Ue, ma nel resto dell'Europa. Un'epidemia a cui la stessa Ue risponde spendendo, secondo indiscrezioni raccolte dallo stesso Telegraph, circa 2 milioni di euro per controllare coi cosiddetti trolls i dibattiti online in vista delle prossime elezioni. Insomma, paghiamo per metterci il bavaglio da soli.

Commenti

sorciverdi

Gio, 08/08/2013 - 09:32

Ecco un'ulteriore prova, qualora quelle già evidenti non bastassero, della totale DANNOSITA'di questa indegna UE capace solo di mantenre vecchie caste e crearne di nuove, ovviamente il tutto a spese di mezzo miliardo di sudditi la maggior parte dei quali o ha il ftao corto o proprio è allo stremo. Possa la UE crollare e nel crollo seppellire, metaforicamente, tutti i suoi responsabilie complici!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 08/08/2013 - 09:44

questo accade perchè nel parlamento europeo la maggioranza è comunista. e questo chiude tutta la vicenda: soltanto loro vogliono comandare, e se ne fottono delle critiche

Ritratto di Destrimane

Destrimane

Gio, 08/08/2013 - 10:05

questa dovrebbe essere la 1° notizia su tutti i media invece stiamo qua a trastullarci tra berlusconiani e antiberlusconiani..e intanto gli euro fanatici ci fanno la pelle a tutti berlusconiani e antiberlusconiani

Ritratto di komkill

komkill

Gio, 08/08/2013 - 10:22

Ecco cosa succede a lasciare che un ente sia autoreferenziale: il parlamento europeo si limita a sputare sentenze su tutto mentre nessuno, apparentemente, si preoccupa di valutarne l'operato. Tranne ovviamente chi comanda in Europa, vedi Obama e chi gli tira i fili, la massoneria, ecc. ecc.

Ritratto di serjoe

serjoe

Gio, 08/08/2013 - 15:42

Ecco spiegato il motivo perche' tutti o guasi i politici sono "innamorati" della UE,mentre la maggioranza del popolo la odia.

Maurizio Fiorelli

Gio, 08/08/2013 - 18:32

Finalmente si comincia a mettere nero su bianco le pratiche della casta europea.Non ci sono illusioni da farsi,è una voragine che inghiotte miliardi. Moltissime persone,politiche e non,farebbero carte false per entrarci sapendo che gli stipendi sono alti,i vantaggi vari esistono e una volta imbucati chi ti muove più? Vivendo in questa prospettiva vi preoccupereste di essere di destra,di sinistra di sopra e di sotto? Ricordate, Francia o Spagna....basta che se.....

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 09/08/2013 - 02:59

QUESTA e la globalizione .Oramai a tutti i livelli veniamo spremuti come limoni.Rivoglio i tempi dei vassalli , in quei tempi secondo il metro di oggi eravamo al medioevo .Ma oggi a che epoca siamo ?

piertrim

Ven, 09/08/2013 - 13:22

Questa non è l'Europa che volevamo e considerato che è quella dei magna-magna, non andrò più a votare per le Europee.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Ven, 09/08/2013 - 14:42

...Il pesce puzza dalla testa.