Urss, Kissinger, massoneria. Ecco i misteri di Napolitano

Da dirigente Pci intrattenne rapporti riservati con Unione sovietica e Usa, dove andò durante il sequestro Moro. E da allora la "fratellanza" mondiale lo tratta con riguardo

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano

«Il presidente Napolitano è stato sempre garante dei poteri forti a livello nazionale e degli equilibri internazionali sull'asse inclinato dal peso degli Stati Uniti» scrivono i giornalisti di inchiesta Ferruccio Pinotti (del Corriere della sera) e Stefano Santachiara (Il Fatto) in I panni sporchi della sinistra (ed. Chiarelettere). Il primo ritratto, di 60 pagine, è dedicato proprio al presidente della Repubblica («I segreti di Napolitano»), «l'ex ministro degli esteri del Pci» come lo definì Bettino Craxi interrogato dal pm Di Pietro nel processo Enimont. I rapporti con Mosca, quelli controversi con Berlusconi (il mensile della corrente migliorista del Pci, Il Moderno, finanziato da Fininvest, ma anche dai costruttori Ligresti e Gavio), e le relazioni oltreoceano, con Washington. Una storia complessa, dalla diffidenza iniziale del Dipartimento di Stato Usa e dell'intelligence americana («nel 1975 a Napolitano gli fu negato il visto, come avveniva per tutti i dirigenti comunisti»), alle aperture dell'ambasciata Usa a Roma, al «misterioso viaggio» di Napolitano negli Stati uniti nel '78, nei giorni del sequestro Moro, l'altro viaggio insieme a Occhetto nel 1989, fino «all'incontro festoso, molti anni dopo, nel 2001, a Cernobbio, con Henry Kissinger, ex braccio destro di Nixon, che lo saluta calorosamente: “My favourite communist”, il mio comunista preferito. Ma Napolitano lo corregge ridendo: “Il mio ex comunista preferito!”».

Il credito di Napolitano presso il mondo anglosassone si dipana nel libro-inchiesta anche su un fronte diverso, che Pinotti segue da anni, la massoneria, e che si intreccia con la storia più recente, in particolare con le dimissioni forzate di Berlusconi nel 2011, a colpi di spread e pressioni delle diplomazie internazionali. Su questo terreno gli autori fanno parlare diverse fonti, tra cui una, di cui non rivela il nome ma l'identikit: «Avvocato di altissimo livello, cassazionista, consulente delle più alte cariche istituzionali, massone con solidissimi agganci internazionali in Israele e negli Stati Uniti, figlio di un dirigente del Pci, massone, e lui stesso molto vicino al Pd». Il quale racconta: «Già il padre di Giorgio Napolitano è stato un importante massone, una delle figure più in vista della massoneria partenopea» (proprio nei giorni successivi all'uscita del libro sarebbe spuntata, dagli archivi di un'associazione massonica di primo piano, la tessera numerata del padre di Napolitano, ndr). Tutta la storia familiare di Napolitano è riconducibile all'esperienza massonica partenopea, che ha radici antiche e si inquadra nell'alveo di quella francese...». Avvocato liberale, poeta e saggista, Giovanni Napolitano avrebbe trasmesso al figlio Giorgio (legatissimo al padre) non solo l'amore per i codici «ma anche quello per la “fratellanza”» si legge. E poi: «Per quanto riguarda l'attuale presidente, negli ambienti massonici si sussurra da tempo di simpatie della massoneria internazionale nei confronti dell'unico dirigente comunista che a metà anni Settanta, all'epoca della Guerra fredda, sia stato invitato negli Stati Uniti a tenere un ciclo di lectures presso prestigiosi atenei. Napolitano sarebbe stato iniziato, in tempi lontani, direttamente alla «fratellanza» anglosassone (inglese o statunitense)». Da lì il passo ad accreditare la tesi, molto battuta in ambienti complottisti, di un assist guidato a Mario Monti, è breve, e viene illustrata da un'altra fonte, l'ex Gran maestro Giuliano Di Bernardo («criteri massonici nella scelta di Mario Monti») e da uno 007 italiano. L'asse di Berlusconi con Putin - specie sul dossier energia - poco gradito in certi ambienti, entra in questo quadro (fantapolitica?). Con un giallo finale nelle pagine del libro, raccontato dalla autorevole fonte (senza nome): Putin avrebbe dato a Berlusconi delle carte su Napolitano. Se queste carte esistono, riguardano più i rapporti americani di Napolitano che quelli con i russi». Materiale per una avvicente spy story su Berlusconi, Napolitano, Monti, Putin, la Cia, il Bilderberg...

Annunci

Commenti

Tobi

Ven, 29/11/2013 - 08:38

ah, ecco come si fa carriera in questo paese. Se è vero quanto scritto nell'articolo, allora sappiamo che addirittura l'accesso alla più alta carica dello stato avviene per criteri che nulla hanno a che vedere con la meritocrazia. Una non-meritocrazia che in questo paese è imperante e certificata addirittura fino al sigillo del capo delo stato. Che sporcizia!

canaletto

Ven, 29/11/2013 - 08:40

SE HA LA COSCIENZA A POSTO DEVE TESTIMONIARE. DICO SOLO QUESTO.

wall333

Ven, 29/11/2013 - 08:45

Si capisce che e' arrivato il turno di Napolitano per il metodo....meglio non scrivere il nome altrimenti questa post non passa la censura.

Ritratto di gianni2

gianni2

Ven, 29/11/2013 - 08:49

nessuno che abbia il coraggio di definire questo personaggio per quello che è? Una maledizione per la democrazia, un dittatore della peggiore specie.

swiller

Ven, 29/11/2013 - 08:51

Ecco quì un'altro esemplare di parassita.

glasnost

Ven, 29/11/2013 - 08:57

Gli uomini di sinistra, collegati da sempre ai poteri forti, attraverso la massoneria vanno avanti sicuri di poter ridurre l'Italia alla schiavitù senza che nessuno osi neanche protestare. Ci blandiscono col buonismo attraverso i loro giornali e ci terrorizzano attraverso la loro magistratura. Trattano tutti quelli che non sono dei loro come "nemici" secondo i dettami del comunismo o, se vi piace di più, dell'islamismo. E' arrivata l'ora di svegliarsi e di cominciare anche noi a considerarli "nemici" e ad agire di conseguenza

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 29/11/2013 - 08:58

MA CHE FATE SCOPRITE L'ACQUA CALDA ?

angelomaria

Ven, 29/11/2013 - 09:03

TRADIMENTI SCUSATE

a.zoin

Ven, 29/11/2013 - 09:08

Fortunatamente ,questa persona, è a capo dello stato "Taliano". La persona che dovrebbe essere ad esempio,colui che avrebbe l`ultima parola sulle sorti del paese, l`Italia. Dopo gli eventi di queste ultime settimane, mi chiedo quale è la differenza tra: DEMOCRAZIA, COMUNISMO E FASCISMO. Questa mia richiesta viene dal fatto che, secondo il mio parere, tutti e tre i partiti,sono rapresentati dal nostro governo sotto il nome di : DEMOCRAZIA- CRISTIANA. Forse la parola cristiana,dipende ,che in Italia abbiamo il Vaticano??? Se va avanti nel modo in cui governano, possiamo chiamarla DEMOCRAZZIA-MUSSULMANA. Perchè tutto ciò: ( Da come vogliono svendere i TESORI-ITALIANI e da come vengono INTEGRATI gli EMIGRANTI ), sembra che questi individui, vengano pagati dallo straniero per mettere la popolazione alla SCHIAVITÙ e lo stato a FERRO e FUOCO. Ringrazio sua Eccellenza e con lei i suoi Rapresentanti.

idleproc

Ven, 29/11/2013 - 09:20

La domanda legittima che si deve fare a Berlusconi è: Per quali ragioni è stato zitto e chi lo ha "consigliato" a stare zitto su vicende che hanno gravemente danneggiato l'Italia demolendone la Sovranità e conseguentemente il sistema economico, produttivo e sociale. Ricordo che in epoche in cui il processo poteva essere fermato e che ha avuto tradimenti evidenti di varia natura legati a questa strategia di sbracamento e svendita dell'Italia, è stato zitto. Avrebbe avuto dietro e a suo sostegno larga parte del popolo italiano, trinariciuti compresi. Per salvare il suo onore dovrebbe raccontarla tutta invece di attacare solo ed esclusivamente la Magistratura che è un aspetto secondario del problema.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 29/11/2013 - 09:31

Se uno è liberal-massone, non è comunista, come invece credono i più sprovveduti che stanno sempre lì a ricordare le frasi di Napolitano a favore dell'intervento sovietico in Ungheria nel 1956. Ma quella era pura recitazione. Come ho scritto già in altro post, non ho mai considerato Napolitano un vero comunista. Cresciuto in una famiglia liberale, G. Napolitano all'Università fece parte del GUF (Gruppo Universitario Fascista), si laureò in legge, coltivò interesse per il teatro (egli stesso recitò in piccole parti), e solo nel 1945 aderì al Partito comunista. Si è quindi convertito sulla via di Damasco al comunismo, oppure ha fatto parte di quella dirigenza del partito comunista che (recitando la "parte" del "compagno") teneva a freno gli spiriti rivoluzionari della base tendendo a democratizzarla e liberalizzarla? La sua storia personale in quanto leader dell'ala migliorista del partito, e poi uomo delle istituzioni, mi fa propendere per la seconda ipotesi. Questi ultimi studi sulle sue appartenenze massoniche non fanno che rafforzare le mie ipotesi.

Ritratto di flordluna

flordluna

Ven, 29/11/2013 - 09:39

buongiorno! e' da sempre che ci sono questi giochi di potere e le plebaglie sono state sempre manipolate con paroloni, per dare loro l'idea di decidere e di contare qualcosa.. quando in realta' le suddette plebaglie contano meno che zero in scelte e decisioni ed il dividi et impera e' servito anche a questo! In nessun paese al mondo si e' mai pensato di curare gli interessi del popolo, ma solo quello dei poteri forti: multinazionali e banche! Ogni passo e' pianificato ed i signori del potere non tollerano coloro che si intromettono o rischiano di frenare i loro progetti: Joerg Haider, Berlusconi e Strauss-Khan e non ultima Alba Dorata docent! se riflettete ve ne rendete ampliamente conto! la sinistra capitalista mondialista, sta trascinando l'occidente verso l'annichilimento e la perdita di ogni identita' e dignita' ..meditate!!! e lo dico anche a wall33 sveglia invece di fare pseudo ironia sprecata!

enzo1944

Ven, 29/11/2013 - 10:04

Che comanda il mondo,sono i soldi!...cioè la Trilaterale,il Bilderberg,l'Aspen Institute,il BLANKFEIN(Ebrei),con le Banche d'affari USA,CEE e Tedesche!...Costoro sono tutti appartenenti alla Massoneria Internazionale.....che,in Italia,è rappresentata da ciampi,prodi mortadella,monti,napolitano,lettino jr.,dai presidenti e amm.delegati delle banche Unicredit,S.Paolo,MPSiena,colaninno,etc.etc.etc)....e da un buon gruppo di Magistrati!........Lasciamo agli Italiani tirare le conclusioni!... ora,Papa Francesco ha avuto il coraggio di dire che il denaro e le banche,fanno avvizzire e morire le Società che come obbiettivo mettono davanti a tutto I SOLDI E IL POTERE!....e credo abbia proprio ragione!

vince50_19

Ven, 29/11/2013 - 10:04

wall333 - Se accenna la metodo Boffo le consiglio la lettura di un libro - I panni sporchi della sinistra (I segreti di Napolitano e gli affari del Pd) di Ferruccio Pinotti e Stefano Santachiara - Chiarelettere in cui viene trattato il tema "Napolitano e certi suoi atteggiamenti, prese di posizione" etc.. In questo modo si ricrederà al 100%, visto che quegli scrittori non fanno disitinzioni di bandiera politica. Se guarderà la collana troverà di tutto e di più. Altro che metodo Boffo.. Cordialità

blues188

Ven, 29/11/2013 - 10:21

liberopensiero77, perché lei esclude la sincerità negli scritti degli altri commentatori ma pone la sua opinione come la più reale e la più vera? Quel 'non ho mai considerato..' stona e con l'articolo e con l'ottimo Pinotti che ha il coraggio di scrivere articoli molto ben documentati. Se lei ha un'opinione è valida esattamente come quella altrui.

niklaus

Ven, 29/11/2013 - 10:27

Puo' darsi che Napolitano sia iscritto ad una loggia massonica, ma certo non al tempo dell'URSS, quando i comunisti massoni finivano nei Gulag. Quanto alla massoneria americana, essa riunisce le migliori teste sia dei repubblicani che dei democratici. E' noto che la loggia centrale e' quella del "Capitolo 322" insediata all'Universita' di Yale. La massoneria americana e' impermeabile a influenze straniere, tranne che per la loggia sionista del "B'nai B'rith", che ha addrittura come motto "Prima Israele, poi l'America". Kissinger (un ebreo) ha avuto un ruolo importante in questo pool di cervelli, che dettano la politica USA. Se Napolitano e' entrato in contatto con questo ambiente, certamente e' stato usato per scopi che non conosciamo. Una bella prospettiva per un Presidente della Repubblica Italiana.

Cadenas

Ven, 29/11/2013 - 10:36

scriviamo un po di questi sognori noti frequentatori dei salotti del bilderberg e del nuovo ordine mondiale!! il male deriva da li e loro ne sono parte la loro strategia e la distruzione sociale per un facile controllo! vanno scritte queste cose tutti devono sapere

elio2

Ven, 29/11/2013 - 11:02

Non mi meraviglia proprio per niente, anzi sono convinto che sia molto, ma molto peggio di ciò che conosciamo di lui.

baio57

Ven, 29/11/2013 - 11:02

@ wall333 - Forse non hai inteso che l'articolo è ripreso dal libro " I panni sporchi della sinistra " ,scritto dai giornalisti del Corsera e del Fatto. Il metodo Boffo ( che comunque aveva una pendenza per molestie ),non c'entra proprio un caXXo .

Atlantico

Ven, 29/11/2013 - 11:05

Bracalini, è sicuro che la massoneria non le sia molto, molto, molto più vicina di quanto lei sappia ?

vince50_19

Ven, 29/11/2013 - 11:06

liberopensiero77 - Prima di spendersi ulteriormente legga quel libro di Pinotti e Santachiara, che documenta molto bene certi "segreti" di Napolitano. Altro è quello a cui ciascuno di noi vuole più o meno credere e di sicuro il suo assunto non è in grado di imporre alcunchè se non a se stesso.

bruno.amoroso

Ven, 29/11/2013 - 11:11

eccola! è arrivata la macchina del fango!

Ritratto di flordluna

flordluna

Ven, 29/11/2013 - 11:12

Buongiorno! e' da sempre che ci sono questi giochi di potere e le plebaglie sono state sempre manipolate con paroloni, per dare loro l'idea di decidere e di contare qualcosa.. quando in realta' le suddette plebaglie contano meno che zero in scelte e decisioni ed il dividi et impera e' servito anche a questo! In nessun paese al mondo si e' mai pensato di curare gli interessi del popolo, ma solo quello dei poteri forti: multinazionali e banche! Ogni passo e' pianificato ed i signori del potere non tollerano coloro che si intromettono o rischiano di frenare i loro progetti: Joerg Haider, Berlusconi e Strauss-Khan e non ultima Alba Dorata docent! se riflettete ve ne rendete ampliamente conto! la sinistra capitalista mondialista, sta trascinando l'occidente verso l'annichilimento e la perdita di ogni identita' e dignita' ..meditate!!! e lo dico anche a wall33 sveglia invece di fare pseudo ironia sprecata! concordo con CADENAS .... anche se gli dico che sono argomenti tabu'.......

mar75

Ven, 29/11/2013 - 11:19

Ricordo che è stato rieletto con l'appoggio del pdl, direi che l'hanno addirittura implorato a ricandidarsi, per non far eleggere come PdR un'altra persona della centro sinistra, visto che il pdl era in minoranza. Ora, visto che non ha fatto quello che voleva silvio, tirate fuori le solite storie, anche di 50 anni fa. Perché non le avete scritte prima?

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 29/11/2013 - 11:26

#liberopensiero- le tue tesi sono sempre strampalate,quindi napolitano sarebbe uno di quella dirigenza 'bella,brava e buona',che si serviva della maschera 'comunista' per il bene della base che doveva essere 'democratizzata',facendole calmare i bollenti spiriti. Forse per questo teneva il piede nelle due staffe,USA-URSS.Una maniera più cervellotica per spiegare il comportamento di napolitano,se ti sforzi,potrai sempre tovarla.

baio57

Ven, 29/11/2013 - 11:34

@ bruno.amoroso - Ma leggi solo il titolo ?

renzolino

Ven, 29/11/2013 - 11:39

Chi è andato qualche mese fa a supplicarlo di farsi rieleggere? Mi sbaglio o se ne è vantato anche Berlusconi? Siamo seri. Ora è il male assoluto! Che delusione! Povera Italia

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 29/11/2013 - 11:54

#liberopensiero. Scusa,dimenticavo,potresti anche avanzare l'ipotesi che napolitano era un agente della CIA che si travestiva da comunista.O forse era un agente del KGB travestito da uno della CIA.Boh...scegli tu. In ogni caso si tratterebbe sempre di persona limpidissima.

Ritratto di flordluna

flordluna

Ven, 29/11/2013 - 11:59

troppi commentatori leggono solo il titolo dell'articolo e sproloquiano... that's Italy

lupo.rex

Ven, 29/11/2013 - 12:26

Napolitano chi? Quello che definì i carrarmati che entrava a Praga "portatori di libertà"? Quello è capace di credere che Jan Palach si diede fuoco in segno di festa per l'arrivo dei carrarmati comunisti. Ha mandato Berlusconi davanti al suo concittadino Antonio Esposito ma si rifiuta di incontrare i magistrati palermitani che sanno tutto di lui e Mancino, perché le intercettazioni tra i due sono state distrutte ma loro le hanno ascoltate. Vada a testimoniare se ha un minimo di dignità!

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Ven, 29/11/2013 - 12:27

Ecco il massone comuinista che sta riducendo l'Italia ad un paese del terzo mondo... Ricordiamo anche che nel 1997, era ministro dell'Interno di un governo (Prrrodi) che mise il segreto di stato sugli sversamenti di rifiuti tossici dei casalesi facendo crepare di cancro gli ignari cittadini, peraltro concittadini del napoletano Napolitano... Un uomo che ama la sua gente. Legami con la massoneria, intercettazioni stato-mafia distrutte, segreto di stato sui casalesi, sovversione dell'ordine democratico... Una persona per bene.

eras

Ven, 29/11/2013 - 13:01

Qualcuno si prenda la briga di smentire i vari sbugiardatori dei complottisti stile Cicap che credono di smontare e deridere certe cose. Grazie.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Ven, 29/11/2013 - 13:13

liberopensiero77..mi ricordi Fassina ieri sera a Porta Porta..difronte a tre rapporti di associazioni di categoria e Sole 24ore che smentivano clamorosamente i "suoi" dati sulla maggiore pressione fiscale causata dalla Legge di Stabilità, smentisce fior fior di tributaristi come l'ospite del sole 24ore..dicendo in pratica che i loro dati erano sbaglaiti..non cambierete mai..la verità è sempre e solo lavostra..anche se il sole è giallo e il mare blu..e non viceversa come vi piace propagandare..E'NEL VOSTRO DNA!!

Mr Blonde

Ven, 29/11/2013 - 13:25

Reinhard "mise il segreto di stato sugli sversamenti di rifiuti tossici dei casalesi" mi dai un riferimento che vorrei documentarmi?

Cadenas

Ven, 29/11/2013 - 13:29

e' cosi banale e privo di importanza rinfacciare che il pdl ha appoggiato il massone oppure no anche loro sono in parte effetto dello strapotere dei veri livelli superiori di potere da cui napolitano prende ordini!!

agosvac

Ven, 29/11/2013 - 13:53

Quando sento parlare della Massoneria in questi contesti fatti di relazioni, per lo più finanziarie, tra potenti, mi viene quasi da piangere! La Massoneria delle origini era ben altro che questa consorteria di associati che pensano solo al potere sia finanziario che politico, era un'associazione esclusivamente dedicata all'ottenimento ed alla conservazione di poteri del tutto e solo spirituali. Una delle regole fondamentali era la rinunzia totale al potere fine a sè stesso! La massoneria di cui si parla oggi è nient'altro che la degenerazione della vera Massoneria. Tra l'altro non è che la Massoneria nasce tutta d'un colpo tra la fine del '600 ed i primi del '700, è solo l'erede di altre associazioni segrete( ma solo perchè ciò di cui si occupavano concernevano appunto i segreti spirituali, non per fini strettamente egoistici)che risalivano addirittura ad epoche così lontane nel tempo che se ne è persa la memoria. Se qualcuno fosse realmente interessato allo studio di quel che è stata la Massoneria, li invito a leggere ciò che, a suo tempo, scrisse Renè Guenon su di essa.Sono una serie di articoli non di facile lettura ma molto interessanti.Per quanto riguarda la massoneria attuale, ammesso che ancora esista, si tratta di un'associazione che di spirituale ha poco e niente e che è così chiusa che pochi la conoscono nella sua realtà.Entrarci non è solo difficile ma quasi impossibile.

antoniociotto

Ven, 29/11/2013 - 14:32

wuoèèèè kkk non commentate????? se si parlava del berlusca alle due del pomeriggio i commenti sarebbero arrivati a più di duecento. questo dimostra quanto siete falsi.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Ven, 29/11/2013 - 14:46

@Mr Blonde: Non metto link esterni che di solito non passa il commento, ad ogni modo basta cercare "segreto di Stato Casalesi" e trovi le info che ti occorrono. Carmine Schiavone testimoniò che i Casalesi sversavano nelle discariche scorie nucleari provenienti della Germania e il governo mise il segreto di Stato. Capo del Governo era Romano Prrrodi, Min Int. Napolitano, Min. Sanità Rosy Bindi (oggi all'antimafia).

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 29/11/2013 - 14:58

brunoamoroso.Copriamo di fango la merda. cosi non respiriamo la puzza.

antoniociotto

Ven, 29/11/2013 - 15:03

quando il kompagno giorgio esaltava la dottrina di lenin, quando da dirigente del pci (partito komunista italiano) amoreggiava con il pcus e ne percepiva dollari, quando in cambio dei soldi forniva insieme a cossutta berlinguer occhetto ecc. informazioni segrete al pcus. in altre parole faceva la spia. quando elogiava l'invasione dell'armata russa in Ungheria che provocò migliaia di vittime. quando cospira contro un governo democraticamente eletto favorendo altri stati danneggiando il suo. quando calpesta la costituzione sostituendosi di fatto al Parlamento che è il solo organo che la costituzione deroga al volere del popolo sovrano, a voi kkk non vi fa un poco schifo? non dovreste manifestare se non altro almeno un poco di sdegno? se tacete confermate di essere in mala fede e di conseguenza date ragione a chi sostiene che siete contro Berlusconi solo per nascondere cosa siete realmente.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 29/11/2013 - 15:13

tutto ampiamente noto

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 29/11/2013 - 15:16

@ uno-nessuno - 11.26. Esattamente, secondo me buona parte della dirigenza del PCI non era affatto rivoluzionaria, e questo sia da un punto di vista teorico (Gramsci distingueva fra la guerra di movimento che si era fatta in Russia dalla guerra di "posizione" che si doveva "combattere" in Italia), sia sotto il profilo della realtà dei fatti, dal momento che non ha mai sfruttato occasioni rivoluzionarie per prendere il potere (come dopo l'attentato a Togliatti nel 1948). Col passare degli anni poi la "guerra di posizione" (quella che comunemente viene considerata "infiltrazione" nelle istituzioni statali), lungi dal condurre alla vagheggiata "rivoluzione", ha portato la dirigenza (anche locale) del PCI ad adattarsi al sistema sociale occidentale, fino ad arrivare perfino al consociativismo con la DC. La frattura fra vertici dei partiti e base viene affrontata da molti politologi, fra cui Roberto Michels. Anche gli esponenti della teoria delle élites enunciano tesi strampalate? Eppure si studiano all'Università. Ci hai mai messo piede?

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 29/11/2013 - 15:56

#liberopensiero77 .Ahahahaa,ecco che viene fuori il kompagno che vuole il documento accademico ufficiale che attesti e dia autorevolezza alle sue competenze e opinioni,rafforzate da colte e ostentate citazioni di eccelsi studiosi.Qualche vaga idea della strategia teorizzata da Gramsci l'abbiamo, e anche del suo essersi realizzata in modo subdolo,i risultati sono patenti,non c'è bisogno di essere frequentatore di Università,dove sono ben accetti solo i tipi come te,e quelli come Monti. .

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 29/11/2013 - 16:21

A parte che non sono Kompagno, ma assolutamente liberale, faresti bene ad entrarci qualche volta, anche per caso, all'Università, così potresti metterci qualcosa in quella zucca vuota ...

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 29/11/2013 - 17:46

#liberopensiero. Dovrei andare nel sacro ateneo per imparare l'uso disinvolto dell'ossimoro,per cui tu ,'comunista',ti definisci 'liberale'? Peccato che tu non abbia specificato a quale corrente appartieni.Ad una testa come la tua io preferisco la mia zucca vuota,almeno in essa non si annida lo spocchioso pregiudizio per cui solo frequentando certi luoghi la si possa riempire,che poi si tratti,metaforicamente parlando, di materia puteolente che abiliti ai misfatti,non ha importanza. Monti, del quale tu devi essere un 'fan', e i suoi masnadieri,lo hanno ampiamente dimostrato.

Ritratto di dardo_01

dardo_01

Ven, 29/11/2013 - 23:49

Aspettiamo con ansia il seguito della storia, anche se pensavo che l'epoca dei dossier fosse finita!

albertzanna

Sab, 30/11/2013 - 00:33

liberopensiero77 Ven, 29/11/2013 - 16:21 Se lei è un "assolutamente liberale", e ragiona e scrive le corbellerie che scrive, allora io sono un Dragone di Komodo. Quanto all'università, io mi sono laureato a Bologna anni 68 e avanti, dove si pretendeva di farmi fare gli esami di gruppo, con dei citrulli iscritti comunisti che mi si siedevano di fianco, nella sessione di esame, per approfittare che io ero uno che studiava. Ed io regolarmente mi alzavo e me ne andavo, perché io avevo la zucca piena di voglia di fare e imparare, quei citrulli avevano solo zucche vuote. E che lei sia un Kompagno lo si evince solo a leggere le sue parole.

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Sab, 30/11/2013 - 11:05

# Reinhard. Adesso abbiamo capito meglio perché la Binda è l'individuo più adatto a presiedere l'Antimafia...anche perché lei ha frequentato una prestigiosa Università, allieva (degenerata) di Maestri assassinati da 'compagni che sbagliano',con tali 'certificate' garanzie il lettore Liberopensiero sarà più contento.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Sab, 30/11/2013 - 18:47

albertzanna, o Lei non si è mai laureato, oppure è parecchio fuori allenamento nello studiare, perchè io scrivo da anni su questo giornale e quello che scrivo è sempre stato di tenore liberale. Del resto, è tipico dei berlusconiani acritici sparare giudizi senza approfondire, del tipo che se uno non è berlusconiano, allora è un Kompagno. La teoria delle élites, di cui ho brevemente accennato è una teoria liberale; il problema è che Lei non la ricorda oppure non l'ha mai studiata, mentre a quell'altro genio di uno-nessuno non interessa neanche conoscerla, perchè a lui va bene così, non sapere e vantarsi di non sapere ...

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Dom, 01/12/2013 - 12:24

#liberopensiero.Depongo le mie scuse ai suoi piedi,ho sbagliato,forse lei non è komunista,forse è un 'finiano' ,le cui teorie liberali sono molto elastiche e si adattano a quelle mondialiste.Se oltre la teoria delle élites ogni tanto si riguardasse anche quelle socratiche forse il suo nasino all'insù cambierebbe posizione con movimento diretto verso il basso.Devotamente, la prego di accettare gli ossequiosi saluti di uno privo di corona di alloro, ma consapevole di non sapere.

fabiou

Lun, 02/12/2013 - 16:10

gia 15 anni fa maurizio blondet aveva scritto sul potere massonico di napolitano, amico di amendola che era amico del banchiere mattioli.

ammazzalupi

Lun, 02/12/2013 - 19:09

NAPO-KAPO = Una massonica SCORREGGIA IMPAZZITA.

manente

Lun, 02/12/2013 - 20:58

Per controllare l'Italia basta fare eleggere un Pdr in linea con le politiche di Usa, Gran Bretagna ed Israello. In un Paese sovrano, personaggi di questo genere, identificati come traditori, come minimo vengono messi in condizione di non nuocere, come avviene in Usa, G.B. etc., mentre qua da noi, se non sono di questa risma, non possono mai arrivare a diventare Pdr.

MarianoClaudioV...

Ven, 03/04/2015 - 18:47

Kissinger, nonostante quel suo ridicolo Nobel per la pace, ha le mani che grondano il sangue dei desaparecidos di Argentina,Cile e Paraguay. Napolitano Giorgio non è mai stato un comunista ma un massone della prima ora en travesti da paladino del popolo lavoratore (in grisaglia e Panama). I due sono notori componenti del CFA della Trilateral ( 2 creature della famiglia Rockfeller, i Rotschild del '900). Solo gli italiani notoriamente privi di senso critico e pronti alla proskinesis al potente, potevano ossequiare questo travestito di casa nostra. Ma il tempo è galantuomo e la verità,alla lunga verrà propalata anche al popolo elettore.....questo Gran Credulone (2* Victor Hugo). Io al suo posto mi farei cremare....per evitare un probabile "rischio deiezioni" ovviamente proletarie.

MarianoClaudioV...

Ven, 03/04/2015 - 19:00

Rispondo a Niklas che ritiene impossibile l'appartenenza del migliorista ai grembiulini ( al tempo dell'URSS) .Che tenerezza infantile.....forse il nostro Candide non sa. che Podgorny, Kossigin e soprattutto Breznev lo erano eccome ( tutti e tre affiliati nella stessa Super loggia "Oriente") . Per tornare a Henry e Giorgio si legga : "Il Romanzo della Crisi" ed Aliberti e capirà qualcosa. Buona Pasqua