Vacanze record per i giudici. Ogni anno riposano 51 giorni

I tribunali sono sepolti sotto milioni di procedimenti penali e civili arretrati, ma questo spaventoso debito giudiziario non intacca antiche certezze

Il sabato è rarefatto, la domenica viene santificata senza eccezioni. E poi c'è l'estate, la lunga stagione del riposo: dal penultimo lunedì di luglio - quest'anno dal 22 - alla metà di settembre la magistratura italiana lavora a ranghi ridotti. Quel periodo è chiamato infatti feriale e questo significa che si fanno solo i processi urgenti: quelli con detenuti, quello di Berlusconi in Cassazione, a rischio prescrizione, pochi altri. Le toghe vanno in vacanza, anche se più di un giudice spende uno spicchio del presunto ozio per scrivere sentenze chilometriche e faticose. La giustizia tricolore, si sa, arranca: i tribunali sono sepolti sotto milioni di procedimenti penali e civili arretrati, ma questo spaventoso debito giudiziario non intacca antiche certezze: dal 1° agosto al 16 settembre, dunque grossomodo in coincidenza col periodo feriale, c'è la cosiddetta «sospensione dei termini». I tempi della procedura vengono semplicemente congelati e tutto si ferma perché il solleone complica la vita. Non sarà una casta, definizione che i diretti interessati respingono con sdegno, ma la magistratura dispone davvero di un tesoretto che non ha eguali nella società: quarantasei giorni di vacanze canoniche, più i cinque delle festività soppresse, come San Giuseppe e il 29 giugno. In totale, fanno 51 giorni. Un record, sia detto con invidia.

E si capisce come già nel '98, ormai 15 anni fa, l'avvocato di rito ambrosiano Gaetano Pecorella, che conosceva bene la controparte con cui si confrontava tutti i giorni a Palazzo di giustizia, appena eletto deputato presentò una proposta di legge per accorciare quella lenzuolata. «Naturalmente non se ne fece nulla - racconta al Giornale il penalista che per alcuni anni ha difeso anche il Cavaliere - il mio progetto si è perso in un cassetto come quelli successivi».

Tutti sanno che il numero 51 sul pallottoliere del riposo è un miraggio: gli operai hanno diritto a 4 settimane di ferie; gli impiegati qualcosa in più: le solite 4 settimane, dunque 28 giorni, fino a 10 anni di anzianità; quattro settimane più un giorno se l'anzianità sale ed è compresa fra i 10 e i 18 anni; quattro settimane più sei giorni, dunque 34, se si lavora da più di 18 anni. Gli insegnanti si attestano più o meno sulle stesse cifre, i giornalisti vanno più in là e sono, col maturare della professione, dei privilegiati: dopo quindici anni in trincea un cronista gode di quaranta giorni di vacanze. Ma attenzione: nei quotidiani, e non solo in quelli sportivi, il sabato e la domenica, sono come il lunedì e il martedì e lo stesso calendario cancella i week end con relative aspirazioni di chi informa dallo schermo della tv.

Nelle cittadelle giudiziarie questi problemi non ci sono, è vero che i dibattimenti si celebrano con anni e anni di ritardo, ma le vecchie consuetudini non vengono scalfite. Certo, anche due settimane in più nelle aule e in udienza darebbero un filo di sollievo ad un settore perennemente in ritardo su qualunque tabella di marcia, ma i giudici, in coro, respingono le proposte alla Pecorella: sarebbero solo suggestioni. E ributtano la palla dall'altra parte: «Se abbreviamo le nostre vacanze - spiega al Giornale Fabio Roia, magistrato di lungo corso al tribunale di Milano ed ex componente del Csm - a ribellarsi non siamo noi magistrati ma gli avvocati. Sono loro a non volere, per ovvie ragioni, le udienze in agosto: in quel periodo gli studi legali chiudono e tutti vanno al mare».

Insomma, le riforme, secondo la più consolidata tradizione di casa nostra, evaporano prima ancora di essere scritte. Scintille, polemiche, grandi ragionamenti e poi tutto come prima. E a voler essere perfidi ci sono giornate strategiche, piazzate a ridosso dei ponti, che offrono cartoline edificanti da Milano a Roma e da Nord a Sud: casualmente la folla che si aggira quotidianamente fra i corridoi e le aule si dirada in un clima semifestivo. A volte basterebbe poco, anche un segnale minimo, per invertire il trend: l'allora presidente del tribunale di Roma Luigi Scotti spiegò al Giornale qualche anno fa la sua tecnica per risvegliare l'impegno dei colleghi un po' distratti. All'ora del caffè girava come un preside da una stanza all'altra. E quando, con fastidiosa insistenza, s'imbatteva in una scrivania vuota, lasciava un bigliettino di saluti, naturalmente affettuosi. Miracolo: la produttività registrò un'impennata. Oggi si accelera giusto per il Cavaliere: ci fosse sempre lui di mezzo, la nostra giustizia sarebbe la più veloce del mondo.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 13/07/2013 - 09:33

In compenso lavorano molto. Producono un numero impressionante di prescrizioni, probabilmente un record mondiale. Ma il Ministero dell'Ingiustizia non ci fa mai conoscere nulla al riguardo: il loro "lavoro" va rispettato, come le sentenze.

cgf

Sab, 13/07/2013 - 10:48

e io pago.... btw per pagare non vado nemmeno in vancanza!

a_zotti52@virgi...

Sab, 13/07/2013 - 11:00

spero tanto che la magistratura italiana sanzioni pesantemente questo giornale che per difendere il padrone deleggittima ogni giorno la Magistratura stessa portando fango a una Istituzione fondamnetale per la democrazia , logicamente il giornale vorrebbe che a giudicare il Cav fosserro Lele Mora o la Minetti oppure il magnifico Bondi; ma fatemi il piacere io Vs lettore se continua cosi´ vado a Casa Pound almeno li hanno degli ideali che non siano solo il vil denaro. pubblicare prego

deluso

Sab, 13/07/2013 - 11:01

Scusate eh, ma che senso ha contare i weekend? Un operaio con 4 settimane di vacanza più la domenica libera sfonda quota 80 giorni, un impiegato che fa sabato e domenica liberi sfonda quota 100 giorni... da lavoratore mi sento preso in giro da questo articolo.

unosolo

Sab, 13/07/2013 - 11:02

la velocità serve solo verso chi ostacola , altri cattivi li lasciamo indietro cosi possono andare a casa tranquilli e sereni , magari perche non facciamo in tempo a depositare sentenze o sbagliamo forma cosi con i vizietti creati li mandiamo a casa , speriamo solo che non chiedano risarcimenti per la detenzione , Velocità e tappe forzate . Siamo normali ad agire cosi velocemente verso una sola persona o dovremmo farlo con tutti .

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 13/07/2013 - 11:04

Però non fanno week end in Russia come vere toghe rosse

Ritratto di Marco Marconon

Marco Marconon

Sab, 13/07/2013 - 11:07

Ma vi rendete conto che i vostri titoli gridano un'unica speranza: PRESCRIZIONE!. Non vi sembrano giá eccessive quelle totalizzate dal Cavaliere?

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Sab, 13/07/2013 - 11:18

Poverini, ora capisco. Devono sbrigarsi con Silvio altrimenti saltano qualche giorni di ferie....Ma andate a za...re!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 13/07/2013 - 11:22

poverini, guadagnano 200 mila euri, ma porca misera come sudano! poverini.... faticano molto per mettere dentro gli stupratori, e tirare fuori dal carcere gli innocenti.... porca miseria, come lavorano!!!

Ritratto di ..NoKaSt@.

..NoKaSt@.

Sab, 13/07/2013 - 11:23

come dire...UNA CASTA

Ritratto di mark 61

mark 61

Sab, 13/07/2013 - 11:26

sarebbe interessante sapere cosa ne pensa il giornale delle vacanze di tanti politici con i soldi nostri .vedi Formigoni ma su questo silenzio totale vero ?????

maumen

Sab, 13/07/2013 - 11:26

Continuiamo a denunciare il livello infimo di produttività nel pubblico piegò ma nessuno prende in esame lo strumento per innalzarlo che è uno solo, quello che nel privato funziona eccome... I Dirigenti devono essere retribuiti con sistemi incentivanti legati alla produttività quindi se un magistrati guadagna 120000 euro l'anno, facciamo che sono "garantiti" 60.000 mentre la restante parte si corrisponde l'anno successivo a condizione che abbia chiuso almeno xxx processi .... Ovviamente se la produttività continua ad essere scarsa, risoluzione del contratto .... fine...

xgerico

Sab, 13/07/2013 - 11:32

Haoooooooooo.......... ma voi del giornale invece siete già in ferie??? Non pubblicate na mazza!

MEFEL68

Sab, 13/07/2013 - 11:37

Questa è vera. Alcuni anni fa, come pedone,stavo fermo ad un semaforo nei pressi del Palazzo di Giustizia di Roma. Vicino a me un signore, evidentemente non romano, chiese ad un altro dove fosse il Palazzo di Giustizia che già era ben visibile. L'altro, indicandolo e con risposta pronta disse:"Il Palazzo è quello, la Giustizia non lo so": di fronte

tonipier

Sab, 13/07/2013 - 11:39

" DIRITTO, LEGGE E GIUSTIZIA " D'altro canto, se l'idea della giustizia, al pari di quella della legge, non può decampare dalla necessità di attuazione dell'ordine, è evidente come qualsiasi deviazione della funzione giudiziaria dal dovere istituzionale di attualizzazione nella realtà concreta dei valori del giusto, qualsiasi inversione dei modelli normativi nei quali si appalesa l'imperativo dell'ordine, pongono ed accentuano le premesse della degenerazione istituzionale che tende a sostituire all'imperio della legalità il principio dell'arbitrio e la diffusione dell'anarchia.

Ritratto di mina2612

mina2612

Sab, 13/07/2013 - 11:50

..51 giorni di ferie.. ma che cosa volete che siano?? E' il giusto riposo del guerriero! Pensate solo a quanta fatica che hanno dovuto sopportare i giudici di Milano per origliare.. guardare dal buco della serratura.. intercettare ogni sussulto o amplesso.. studiare l'intricata psicologia orientale della Ruby.. e senza contare tutti gli altri processi.. ma a pensarci bene sono un po' pochini quei cinquantuno giorni..!

tonipier

Sab, 13/07/2013 - 11:50

"INCUDONO PAURA" Come si spiega che il MIMISTRO della GIUSTIZIA... denuncie come questa, non invia ispettori a verificare quello che realmente succede nella spartizione delle cause nelle varie PROCURE?....guardare i fascicoli, guardare quello che scrivono...sarebbe da arrestarli immediatamente, parole, parole, altro che parole....( GENTE CHE PIANGE)

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 13/07/2013 - 11:53

prendono le vostre tasse e li regalano a questi massoni servi del potere occulto, se vi ribellate finite in carcere, qualche telefonata o pentito potrà accusarvi sempre, è il braccio armato quello che fa il lavoro sporco in Italia per conto del Nuovo Ordine Mondiale distaccamento europeo presso BCE Francoforte.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 13/07/2013 - 12:07

I militari usufruiscono di ferie ancora più prolungate. Generosamente elargite come premio...per piangere in pubblico in occasione di discorsi particolarmente retorici. Vedasi l'ex ministro della difesa, passato alla storia per la sua incontinenza emotiva.

lamwolf

Sab, 13/07/2013 - 12:37

E io pago......e poi la gente si suicida, perché non vede spiragli di giustizia con processi all'infinito. La gente si rovina la vita per ottenere giustizia impegnando i risparmi e beni di ogni genere. E c'è chi se ne frega!!!!!!!

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Sab, 13/07/2013 - 12:39

Beati loro si fanno le leggi ad hoc. Poi predicano che bisogna risparmiare, tagliategli lo stipendio del 50% minimo.

cgf

Sab, 13/07/2013 - 12:48

@a_zotti52@virgi... è diritto di cronaca non è fango gettato gratuitamente... si vergogni e se non le piace questo giornale perché lo legge? ancora di più perché commenta? ci sarebbe un aggettivo che identifica in pieno il suo comportamento, blablabla può dare aria alla lingua/denti fin che vuole, i fatti parlano molto di più, ma per lei quell'aggettivo sarebbe un complimento

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Sab, 13/07/2013 - 12:48

I politici riposano 300 giorni e guadagnano di più ! Ma che cosa diavolo scrivete amici della casta!!!! ???

SteveCanelli

Sab, 13/07/2013 - 12:48

Il problema non sono solo le ferie. È soprattutto quello che (non) fanno quando sono in ufficio e ancora di più come lo fanno. I tanti "geni" che li difendono a spada tratta pur di dar contro a Berlusconi, dovrebbero averti a che fare almeno una volta nella vita e capirebbero che razza sono.....

MonTyler

Sab, 13/07/2013 - 13:24

Guida per riconoscere un berlusconiano, enunciato: Se un individuo tenta in ogni modo di rallentare il lavoro della magistratura, con legittimi impedimenti, leggi ad hoc, scuse di varia natura, manifestazioni, scioperi delle camere e simili, per poi lamentare con decisione la lentezza della giustizia italiana è definibile come "ipocrita-paraculo". Se questo individuo è fiero dei punti di cui sopra è definibile come "berlusconiano".

MonTyler

Sab, 13/07/2013 - 13:24

Guida per riconoscere un berlusconiano, enunciato: Se un individuo tenta in ogni modo di rallentare il lavoro della magistratura, con legittimi impedimenti, leggi ad hoc, scuse di varia natura, manifestazioni, scioperi delle camere e simili, per poi lamentare con decisione la lentezza della giustizia italiana è definibile come "ipocrita-paraculo". Se questo individuo è fiero dei punti di cui sopra è definibile come "berlusconiano".

maubol@libero.it

Sab, 13/07/2013 - 13:28

Fanno gli straordinari solo per Berlusconi. Nessuno è mai capitato nelle loro mani per una causa di recupero crediti? Se hai bisogno di avere i tuoi soldi puoi fallire... Riforma subito!

tiro

Sab, 13/07/2013 - 13:29

Che dire beati loro che possono usufruire di questi benefici. Ci dispiace per lo scomodo imputato che ha determinato i doverosi straordinari per sistemare la faccenda Cavaliere! Come dire, un vero seccatore che porta ai supplementari i volenterosi magistrati. Però da questo episodio insolito si arguisce, con stupore e soddisfazione, che il solito Cavaliere riesce a mettere in riga gli scansafatiche che fanno in tutti i modi per accaparrarsi tutti i privilegi concessi, per longeva consuetudine, dalla pubblica amministrazione. Per cui mi chiedo, vuoi vedere che se ottenessimo, con una rocambolesca alchimia a clonare almeno un centinaio di “Cavalieri” da piazzare su tutto il territorio italiano, riusciremmo a risolvere le nostre solite pecche amministrative ed operative! Se il risultato fosse questo io mi adopererei per amore dell’Italia. Infatti se così fosse, i vari Cavalieri metterebbero a duro lavoro, concedendo solo giuste ferie, molti magistrati italiani, avvantaggiando, di conseguenza, tutti i cittadini italiani in attesa di verdetto. L’Italia diventerebbe improvvisamente appetibile agli investitori stranieri, da sempre contrariati nei nostri confronti, si ripristinerebbe l’ordine e la credibilità del popolo italiano, ma soprattutto si conferirebbe una grossa dote alle istituzioni: l’affidabilità a garanzia dei diritti e doveri.

Silviovimangiatutti

Sab, 13/07/2013 - 13:46

Tagliate loro gli stipendi del 50%. E poi vediamo come va a finire. Letta & Alfano: dove siete ?

J.J.R

Sab, 13/07/2013 - 13:47

Siete proprio un piccolo giornale...alla pari di novella2000 vi limitate a notizie gossipare, ricerche di scheletri in armadi vari, "indagini" su abbigliamento, pettinatura e abbronzatura di personaggi a voi invisi. Praticamente siete un giornale di merda che alimenta la merda che vi e ci circonda. E i vostri assidui lettori continano a chiamare Feltri "Dott. Feltri" MA...a meno che non abbiano istituito una università serale in gossip e stronzate, non vedo in quale facoltà possa essere laureato il Feltri. Buona estate.

J.J.R

Sab, 13/07/2013 - 13:53

MonTyler: post degno di essere annoverato tra le leggi di Murphy. Geniale!!!

agosvac

Sab, 13/07/2013 - 14:52

Egregio azotti e così via, lei sarà anche un lettore di questo Giornale, ma è anche un bel po' scemo. Ma che c'è di delegittimante della magistratura fare presente che in magistratura godono di ben più ferie che in altre realtà lavorative??? Si vuole solo fare presente che se lavorassero un po' di più ed avessero un po' meno ferie, forse, dico forse, gli arretrati sarebbero un po' di meno. Io sono pensionato bancario e ricordo che le mie ferie erano 20 giorni lavorativi fino ad una certa anzianità poi di 25 giorni. Ben lontani dai 51 giorni dei magistrati.

agosvac

Sab, 13/07/2013 - 14:57

Egregio deluso, forse lei dovrebbe chiarire un po' meglio quel che dice. Come fa uno che ha 4 settimane di vacanza a sfondare gli 80 giorni? O, forse , lei aggiunge alle ferie anche le Domeniche??? Perchè in questo caso i 51 giorni dei magistrati diventerebbero, probabilmente, molti di più. Siamo in attesa di chiarimenti!

roberto zanella

Sab, 13/07/2013 - 15:16

TUTTI A FIRMARE I REFERNDUM RADICALI...TUTTI A FIRMARE I REFERENDUM RADICALI..VEDRETE CHE IL PD NON LO FARA' E SI DIMOSTRERA' DEL PERCHE' C'E' CASSON CHE PARLA IN QUEL MODO,SONO LA LUNGA MANO DEI GAPPISTI IN TOGA IN PARLAMENTO

deluso

Sab, 13/07/2013 - 15:31

agosvac, se legge l'articolo specifica che nel calcolo sono incluse le domeniche nel conteggio... per questo l'articolo non ha senso (non dico che i magistrati lavorino tanto, come tutti i dipendenti pubblici son dei fancazzisti, però l'articolo è scritto coi piedi)

hector51

Sab, 13/07/2013 - 15:42

La legge è uguale per tutti come le ferie.

maubol@libero.it

Sab, 13/07/2013 - 16:07

Una sana riforma con un taglio del 50% dello stipendio, una percentuali a cause concluse farebbero 10 gg all'anno di ferie, 18 ore di lavoro su 24, sabato incluso!

giovannibid

Sab, 13/07/2013 - 16:14

non avete messo in conto che gli uffici giudiziari fanno orario unico tutto l'anno così non solo i giorni ma anche le ore vanno conteggiate

cicero08

Sab, 13/07/2013 - 16:18

Quel disegno di legge dell'avvocato Pecorella in uno con il mancato varo di un principio che sancisca la responsabilità civile dei magistrati dimostra quanto sia strumentale agitare periodicamente propositi di riforma della giustizia. Non sono riusciti a fare passettini figuriamoci se riusciranno mai a compiere il grande salto. !

Triatec

Sab, 13/07/2013 - 16:27

Deluso@ Nei 51 giorni come fanno ad essere comprese le domeniche? Fai due calcoli e vedi che le domeniche in un anno sono 52 e 52 sono i sabati, poi ci sono i 51 giorni di ferie che comprendono le festività soppresse. Ti è chiaro? Dai provaci!

rugia

Sab, 13/07/2013 - 16:30

Vacanze record per i giudici. Ogni anno riposano 51 giorni: LAVORANO SOLO POCHE ORE AL GIORNO, PERCEPISCONO STIPENDI DA FAVOLA, IMBARAZZANTI...E LASCIANO SCADERE I TERMINI X I PROCESSI DEI POVERI CRISTI NORMALI, L'EUROPA SANZIONA L'ITALIA X I RITARDI DEI GIUDICI E PROCESSI ....CHE SCHIFO CHE VERGOGNA....OCCORRE FARE PIAZZA PULITA E DI CORSA:::::

Triatec

Sab, 13/07/2013 - 16:32

a_zotti52@virgi.# Questo giornale dovrebbe essere sanzionato perché ci informa di quanto lavorano i giudici? Il reato consiste nel far sapere quanto lavorano i dipendenti pubblici? Farà mica parte della categoria?

Silviovimangiatutti

Sab, 13/07/2013 - 21:05

@ J.J.R. Vedi caro comunista, l'improduttività dei dipendenti pubblici è il vero cancro di questo paese, la vera causa del debito pubblico che sovraccarica le generazioni future dei maggiori interessi che le agenzie di rating avvallano con i loro giudizi catastrofici. Per non parlare della fonte di inflazione che i loro stratosferici stipendi causano. ALTRO CHE PETTEGOLEZZI o NOVELLA 2000. Di sicuro le Tue testate - tipo REPUBBLICA - di queste meraviglie non accennano nemmeno perché con la magistratura ci sono alleate per attaccare il loro nemico comune.