Caro Prof, lo ammetta: la crisi è nata in Germania e i tecnici non servivano

Berlino ha imposto l'esecutivo Monti ma l'Italia non aveva colpe Il comportamento irresponsabile della Merkel è causa dei mali Ue

La cancelliera tedesca Angela Merkel e il premier Mario Monti

Gentile presidente Monti,

all'indomani dell'annuncio delle sue dimissioni e in vista della campagna elettorale, penso sia ineludibile dare una spiegazione su cosa sia veramente successo nell'estate 2011 e come e perché l'Italia sia entrata nel «baratro» della speculazione finanziaria.
Finalmente i conti tornano. E dire che bastava leggere con attenzione la semestrale di Deutsche Bank chiusa il 30 giugno 2011, da cui si sarebbero potute trarre preziose informazioni. 1) La vendita, da parte della principale banca tedesca sul mercato secondario, di titoli del debito pubblico greco per 500 milioni di euro e di titoli di Stato italiani per 7 miliardi. Segnale che ha generato panico sui mercati e ha aperto la strada alla crisi. 2) Una «impropria» valutazione del portafoglio derivati. Deutsche Bank non ha considerato le perdite derivanti dalla valutazione al valore di mercato, il famoso mark-to-market, della propria esposizione, di valore nominale pari a 130 miliardi di dollari, in un tipo particolare di titoli derivati, noti agli addetti ai lavori come «Leveraged super senior trades». Titoli che negli anni della crisi subiscono perdite fino a 12 miliardi di dollari. Colpo di scena: la principale banca tedesca non rispetta le regole che proprio la Germania ha imposto a tutta Europa. E non è un caso che sulla scorretta valutazione dei derivati da parte di Deutsche Bank in Europa tutti tacciono, come abbiamo detto, mentre è in corso un'indagine negli Stati Uniti presso l'autorità che controlla la borsa americana.
Tra febbraio e maggio 2011 in Germania succedono anche altre cose: i rendimenti dei Bund diventano nervosi e in rialzo, arrivando a toccare progressivamente il valore del 3,28% ad aprile 2011, contro, per esempio, il 4,8% sugli omologhi titoli italiani (spread 152 punti). Cosa che non può non impensierire il mondo finanziario privato e pubblico tedesco. I problemi sono nel sistema bancario tedesco, oggettivamente a rischio in ragione degli investimenti in titoli tossici di origine statunitense e in titoli greci. Non dimentichiamo che le banche tedesche reagiscono male agli stress test (li hanno superati tutte senza problemi le banche italiane e francesi, non li hanno superati 5 banche spagnole, 3 greche e una tedesca). L'episodio, sopra riportato, di Deutsche Bank con i «Leveraged super senior trades» ne è la prova. Che qualcuno abbia truccato i conti per superare l'esame europeo? Altro che Grecia!
Ma torniamo al nostro racconto, presidente Monti. Alto rendimento dei Bund, a cui dobbiamo aggiungere il dubbio valore dei titoli tossici e delle perdite sui titoli greci nei portafogli delle banche. Il tutto porta a una forte tensione nel sistema finanziario privato tedesco. A questo punto la rezione è immediata e, con il senno di poi, irresponsabile: le banche tedesche decidono di trasferire la crisi potenziale del loro sistema sui paesi considerati più deboli dell'eurozona. Come? Vendendo e dando indicazioni generalizzate di vendita dei titoli pubblici di questi Stati, soprattutto Grecia e Italia, sul mercato secondario. L'episodio dell'improvviso alleggerimento di portafoglio effettuato da Deutsche Bank a giugno 2011 si spiega solo così.
Le banche tedesche, quindi, hanno spostato la loro crisi sui debiti sovrani dei paesi «cicala», con enormi vantaggi per Angela Merkel. L'obiettivo finale: passare da una probabile crisi finanziaria a una vittoria sul campo della finanza pubblica e della finanza privata, quasi una vittoria da terza guerra mondiale.
È questa può essere la spiegazione della tempesta perfetta. Ecco svelato il grande imbroglio dello spread. Non c'entrano nulla i fondamentali dei paesi presi di mira, non c'entrano nulla i governi, se non per il fatto che si fanno prendere in contropiede e non riescono a reagire, travolti da una crisi tanto inspiegabile quanto feroce.
A questo punto andiamo ad analizzare i fatti. Vediamo come, con riferimento all'Italia, la corsa a rialzo dei rendimenti dei titoli di Stato cominci a giugno 2011, proprio in concomitanza delle due opache operazioni di Deutsche Bank. Questo spiega, presidente Monti, anche perché il cancelliere tedesco continui a difendere a spada tratta il suo sistema bancario e rifiuti la vigilanza della Banca Centrale Europea, prevista proprio dal progetto dell'unione bancaria che la Germania continua a osteggiare. Unione bancaria, economica, politica e di bilancio sono fondamentali. Il presidente della Bce, Mario Draghi, ne ribadisce l'importanza in tutti i suoi discorsi.
Perché la Germania ne blocca l'iter? Il disaccordo è solo e soltanto sulla prima delle unioni da implementare: quella bancaria, che il governo tedesco o non vuole, o vuole costruire a sua immagine e somiglianza. Al riguardo, la posizione di Angela Merkel è molto chiara: vigilanza unica affidata alla Bce certamente, ma solo sulle banche di rilevanza sistemica, assolutamente no sugli istituti regionali o sulle casse di risparmio dove si annida la più alta opacità e la più alta compromissorietà tra credito e potere politico locale. E non da subito, ma dopo le elezioni tedesche. Bell'esempio di rigore e trasparenza e, diciamolo, di irresponsabilità, con tutto quello che sta succedendo.
Non finisce qui. La Germania condiziona alla realizzazione dell'unione bancaria anche l'operatività del Meccanismo Europeo di Stabilità. Esso è in stand by, o meglio, non opera per l'obiettivo per il quale è stato pensato, vale a dire acquistare sul mercato primario titoli di Stato dei paesi sotto attacco speculativo. E rimane l'attesa. I vertici europei si susseguono senza, di fatto, risolvere nulla.
Purtroppo l'impasse rischia di durare fino a settembre 2013, data delle elezioni tedesche. Che fare a questo punto? Bisogna riaprire la partita con la Merkel e al più presto. Senza più subire le solite colpevolizzazioni. Perché la teoria dei compiti a casa si è dimostrata sbagliata e recessiva e perché sono state svelate le conseguenze negative che essa ha portato, in termini di economia reale nei paesi sottoposti a cure rigorose oltre il dovuto, e in termini di blocco di trasmissione della politica monetaria,
Basta guardare oltreoceano. Forte, dinamica, indebitata, ma piena di liquidità, l'economia americana cresce e corre, mentre il Vecchio Continente è ingessato in politiche economiche recessive. Il Pil cresce negli Stati Uniti del 2,7%, rispetto a una decrescita del -0,1% dell'Eurozona; il numero di disoccupati e di richieste di sussidi si riduce settimana dopo settimana oltre le attese (disoccupazione al 7,7%, rispetto all'11,7% dell'Eurozona), il mercato immobiliare traina l'economia. E, nonostante le critiche spesso rivolte al presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke, l'inflazione è più bassa che nell'eurozona (2,2% rispetto al nostro 2,5%). La forza degli Stati Uniti deriva da una governance pragmatica, determinata, esigente, interventista; da una politica economica efficiente - orientata alla crescita - e da una politica monetaria espansiva.
Su tutta la crisi sarebbe bene che anche la Bce si assumesse la responsabilità di fare chiarezza. Se si fosse fatta un'analisi seria e approfondita degli accadimenti di metà 2011, probabilmente la storia dell'Europa sarebbe stata diversa. E tacere, occultare o non interrogarsi abbastanza su quello che stava succedendo è stato un crimine che gli Stati, i cittadini, le nostre democrazie stanno pagando caro, in termini di distruzione dell'idea di Europa e delle relative derive populiste, che tanto la disgustano, presidente Monti.
Con la stima di sempre, suo Renato Brunetta.

Commenti

cast49

Lun, 10/12/2012 - 08:19

e poi dicono che Berlusconi ha torto, Berlusconi ha ragione da vendere, per chi capisce ciò che ha detto Brunetta.

Ritratto di croc

croc

Lun, 10/12/2012 - 08:40

Non ho titolo e competenza per capire se le tesi di Brunetta siano corrette, ma l'istinto e i segnali deboli di questi ultimi 18 mesi mi fanno pensare che abbia ragione. Per quanto mi riguarda sono anni che non compro prodotti tedeschi, soprattutto automobili...

a.zoin

Lun, 10/12/2012 - 08:41

Il resto dell`Europa non lo ha ancora capito, che la Merkel HA SEMPRE FATTO IL DOPPIO GIOCO. Come è possibile che IN EUROPA,solamente LA GERMANIA NON NE RISENTE DELLA CRISI ??? Che in Italia ci sia molta ,ma MOLTA corruzzione,è capibile,MA, i parlamentari Italiani devono essere uniti fra loro, NON ODIARSI. Infine, la stessa cosa, vale pure per MAGISTRATI e GIUDICI.

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 10/12/2012 - 08:41

io credo a quello che dice lei Brunetta, anzi le dico che la Germania bara e ha barato alla grande, ma il problema a parte l'imbroglio tedesco..se guarda bene e' nella "criminale" pochezza della nostra classe politica(destra e sinistra) che si e' fatta prendere facilmente per il. ciuffolo, classe politica senza dignita' che con la scusa(ce lo dice la Ue) ha messo il paese in una situazione recessiva, voi dove eravate se sapevate tutto? perche' non avete tenuto duro e smascherato le azioni tedesche?? andiamo!!

analistadistrada1950

Lun, 10/12/2012 - 08:45

Abbiamo dovuto togliere le macerie del muro siccome stavano soffocando e il nostro "prode", fra un pisolino e l'altro, con il suo sorriso intelligente affermò che ci avrebbe salvati con l'euro. Ha salvato le ricchezze di una cerchia ristretta anche Italiana e dei suoi amici intimi, che hanno investito mentre il Popolo, si è trovato il possduto dimezzato e, i prezzi raddoppiati. Da allora, valore dimezzato, nessun aumento di stipendi e pensioni, prezzi raddoppiati, grazie Prodi. Ci vorranno trent'anni, forse quaranta, ma i posteri ti malediranno!!!

giovanni PERINCIOLO

Lun, 10/12/2012 - 08:49

Professor Monti abbia un vero sussulto di dignità e dimostri un minimo di rispetto per gli italiani : smentisca, se se la sente! Lei é un tecnico, lei ha conosce i segreti della EU meglio della stragrande maggioranza dei politici italiani e quindi smentisca Brunetta con dati altrettanto chiari. Se invece non ne é in grado, come credo, la pianti di menarcelo atteggiandosi a salvatore della patria e si levi di torno in buon ordine!

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Lun, 10/12/2012 - 09:01

Grande Deutsche Bank.

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Lun, 10/12/2012 - 09:12

Caro Brunetta a parte snocciolare numeri e cifre e soprattutto un'interpretazione sua personalissima su come lo spread é aumentato, non c'é niente riportato che dimostri che Monti e i tecnici non servivano. Quello che invece si potrebbe meetere in risalto dalla sua personalissima analisi, che qualora la sua teoria sull'aumento dello spread fosse vera, e la decisione della Germania di spostare il problema finanziario su altri paese, dimostra che l'Italia aveva un debito pubblico elevato (sempre negato da Berlusconi) che non gli permetteva di poter assorbire tale manovra e soprattutto un governo debole e incapace (e le vorrei ricordare che era il governo Berlusconi di cui Lei ne faceva parte) non in grado di reagire, ma al contrario subirne le scelte al punto di firmare l'accordo per il pareggio di bilancio da raggiungere a fine 2013. Quindi il comportamento del Governo Berlusconi é stato quello di mettersi sugli attenti, abbassare il capo di fronte alla Merkel e dire "SignorSi, lo firmo". Per poi dimettersi 4 mesi dopo, suggerire a Napolitano l'unico nome accettabile per i PDL, quello di Monti, e sostenerlo con la fiducia e l'approvazione di tutte le tasse. E no caro Brunetta adesso non ci fregate piu' con la storiella che é tutta colpa di Monti (o sempre degli altri come negli ultimi 18 anni), ve ne siete stati un 1 anno intero con le mani in mano a farci sputare sangue con tutte le tasse che avete approvato insieme a Monti e adesso é arrivato il momento del popolo italiano di mandarvi tutti a casa Lei e Berlusconi.

Mario-64

Lun, 10/12/2012 - 09:21

Si ,d'accordo ,ma 2000 miliardi di debito pubblico italiano non li hanno mica fatti i tedeschi...

tulapadula

Lun, 10/12/2012 - 09:33

Certo che Brunetta ha un bel coraggio a parlare ancora.

gaspare_pannunzio

Lun, 10/12/2012 - 09:38

C*****e comuniste! La crisi non esiste!

qualunquista?

Lun, 10/12/2012 - 09:41

Se davvero questo anno di Monti fosse stato necessario, ora la situazione sarebbe davvero cambiata e non si spiegherebbe il timore di Napolitano per i mercati: la verità è che è stato messo una MARIOnetta della Merkel a far da burattinaio per i cittadini italiani. Non si spiega perchè quando i finiani hanno fatto mancare la maggioranza a Berlusconi la responsabilità della mancata realizzazione delle riforme sia stata atribuita al centrodestra, quando Alfano segnala che Monti ha varcato ogni limite della decenza la responsabilità viene data ancora al centro destra.... va bene che lamaggior parte dei personaggi di cui Berlusconi si è circondato non vede oltre il proprio personale zerovirgolaqualcosa per cento, però il sistema della divulgazione o meglio manipolazione delle informazioni lascia molto a desiderare

Ritratto di pedralb

pedralb

Lun, 10/12/2012 - 09:45

@rapax.....concordo quasi pienamente, non si tratta però di pochezza della classe politica, ma di alto tradimento verso la Repubblica e verso il Popolo e come tali andrebbero tutti giustiziati.

ilfatto

Lun, 10/12/2012 - 09:50

@cast49..,ma lei ci fa o c'è? secondo lei cosa dovrebbere scrivere un tizio come brunetta ministro del peggiore governo che MAI la repubblica abbia avuto correo dello sfascio considerato ZERO dai suoi colleghi ministri? MA sia serio e NON offenda l'intelligenza delle persone!! ps(cmq sono sicuro che è la SECONDA che ho detto....cordialmente)

laura

Lun, 10/12/2012 - 09:51

Senza andare a cercare le risposte complicate. L'Italia e la Germania sono due paesi manifatturieri, concorrenti da sempre, e' mai possibile che quello che fa comodo alla Germania, possa andare bene all'Italia?? Impossibile. L'Italia e' un concorrente da abbattere. Semplice. Gli Italiani avevano il piu' alto tasso di risparmio, in Europa e le banche tedesche enormi buchi derivanti dal portafoglio pieno di titoli greci? Soluzione: portiamo via i soldi agli Italiani, affossiamo la loro industria e, il gioco e'; fatto. Chi puo' aiutarici a fare qusto? Un burattino, vanitoso e borioso da manovrare a piacere e incensare dopo aver fatto il compito. MONTI.

marvit

Lun, 10/12/2012 - 09:52

Fate un giro in germania e vi sarà subito chiaro quello che Brunetta intende....attenti però,vi assalirà tanta,tanta rabbia:vedrete mangiare a 4 ganasce mentre noi rischiamo di morire di fame.Questa è la tanto decantata unione europea??Allora,scusate tanto:grazie...ed a non più rivederci

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 10/12/2012 - 09:53

Queste Parole di Renato BRUNETTA sovrastano il Cielo d'Europa come l'ILLUMINAZIONE DIVINA. Sono il riflesso dei DIECI COMANDAMENTI scritti sulle TAVOLE DELLA LEGGE date da DIO a MOSE' sul Monte SINAI. Subito, gli sia assegnato il PREMIO NOBEL on line, oltre che per gli elevati contenuti, per l'esposizione linguistica di ineccepibile trasparenza intuitiva. Renato BRUNETTA è un GIGANTE. D'ora in poi, quando vedrete un venditore ambulante, pensate che dietro di lui può esserci un Renato Brunetta. Quest'articolo dev'essere diffuso in tutti i Paesi Europei, in primis, in Grecia.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Lun, 10/12/2012 - 09:56

zoin , non ne risente perche' qui sanno amministrare.O per lo meno c'e pochissima crisi perche' se ci fosse una vera crisi aumenterebbero le tasse come in Italia diciamo furti legalizzati come tassa patente di guida ,tassa sul passaporto, pagamento autostrade ecc,qui non c'e perche non esiste la vostra crisi inoltre i politici qui non sono ladroni.A questo punto chi e' il colpevole delle crisi? Della Germania o dei vostri politici da 2 centesimi bucati?.Rapax lei non bara sono i vostri politici che vi hanno ingannato dicendo che con euro e dentro la Comunita' ci sarebbe stato lavoro per tutti sarebbe stato tutto piu' facile sapevano loro la faccenda,avete ascoltato il vostro professore bolognese? Ora cagate.a.zoin la Merkel fa gli interessi della sua nazione dei suoi cittadini mica si chiama Monti lei.

dalla spagna

Lun, 10/12/2012 - 09:57

Quando si possa scoprire la porcheria che hanno nascosto nelle loro casse di risparmio, faremmo bene a cacciare i tedeschi dall'Europa Comunitaria. Meglio essere meno, che stare a sopportare questa banda di truffatori. Li conosciamo già dal Sacro Romano Impero. Meglio evitarli.

Marionti

Lun, 10/12/2012 - 10:00

Dott. Brunetta, non penso che gli italiani debbano essere ancora presi in giro da lei. Vorrei capire da dove ha tirato fuori tutte queste cavolate invece di additare al gov berlusconi tutto lo sfacelo che ci sta intorno..com'è possibile che la spesa sia passata da 100 a 120 del pil durante il suo governo???? Irresponsabile..

ilfatto

Lun, 10/12/2012 - 10:00

brunetta...indimenticabile la frase di tremonti mentre costui parlava ad un convegno economico...in che mani siamo!! ma tant'è questo è il livello...molto basso (battute a parte) della destra italiana, incompetenza, sopravvalutazione di se stessi, superbia e arroganza che ci hanno portato ad avere le pezze al c..!

clandest

Lun, 10/12/2012 - 10:01

Stando a questo articolo la credibilità di berlusconi è così bassa da non riuscire a ottenere ragione neppure quando ce l'ha.

blackbird

Lun, 10/12/2012 - 10:03

Non serviva l'analisi di Brunetta, bastava rileggere le interviste rilasciata da Franco Modigliani durante le passate crisi monetarie europee per capire che le colpe sono tutte dell'ottuso comportamento della Germania. La loro rigidità teutonica applicata ll'economia e alla finanza produce solo disastri che gli altri sono costretti a riparare.

clandest

Lun, 10/12/2012 - 10:06

...quindi, stando a Brunetta, il problema non dipendeva dalla situazione economica dell'Italia, ma dall'incapacità di Berlusconi di farsi valere a livello internazionale. Ah beh.

Dario40

Lun, 10/12/2012 - 10:20

grazie Prof. Brunetta ! Finalmente è stata fatta chiarezza su quanto accaduto. Mi auguro che questa sua spiegazione, resa più semplice possibile, sia una delle armi di battaglia del Presidente Berlusconi nella prossima campagna elettorale.

Dario40

Lun, 10/12/2012 - 10:20

grazie Prof. Brunetta ! Finalmente è stata fatta chiarezza su quanto accaduto. Mi auguro che questa sua spiegazione, resa più semplice possibile, sia una delle armi di battaglia del Presidente Berlusconi nella prossima campagna elettorale.

bruna.amorosi

Lun, 10/12/2012 - 10:23

è cari amici io un dubbio lo ho altrimenti per quale motivo la GERMANIA è così contraria a BERLUSCONI ? perchè è stato l'unico che gli ha sbattuto sul muso quello che pensa .Bisognerebbe bastonare PRODI perchè ci ha svenduto al nemico ma è classico della persona essere avventato nel svendere le cose statali potete dire tutto il male che vi pare di BERLUSCONIma esso è imprenditore e nessuno gli deve insegnare come vendere .

cisco47

Lun, 10/12/2012 - 10:25

Caro Brunetta , professore da sempre !!! ma dove eri tu nel corso del 2011 ? perchè tutte queste belle cose non le hai dette al tuo amico Silvio e Tremonti ? chi c'era al governo a tutelare i nostri interessi ? c'era Berlusconi o Monti ??Per voi tutto andava bene ,non c'era nessun problema: i ristoranti erani pieni e gli arei lo stesso (lo diceva Silvio e voi a dire di siiiii !! Ed adesso dopo 10 anni(dico DIECI non UNO ) in cui siete stati al Governo di questo paese dovremmo fidarci di voi !!?? Mi sembra un lavoro da pazzi !!

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Lun, 10/12/2012 - 10:31

@a.zoin: Lo spread vero tra Italia e Germania non è la corruzione ma la magistratura. In Germania insabbiano tutto, in Italia fanno chiudere le fabbriche e mandano le intercettazioni ai giornali. Quelle di Berlusconi che parla con le sue donnine sono finite in prima pagina, quelle di Napolitano che insabbia le inchieste sulla mafia sono state distrutte. Non pensare che i nipotini dei nazi non siano corrotti, semplicemente non sono pirla come noi che ci autodistruggiamo.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 10/12/2012 - 10:43

Lei ha tutte le ragioni, caro prof. Brunetta, ma non so se la contromossa, quella di candidare nuovamente Berlusconi, sia stata una grande trovata! I mercati crollano, lo spread va alle stelle, e tutto questo non farà che dar fiato alle trombe della sinistra, dei magistrati pronti a colpire come serpenti e degli aficionados di questo vampiro venduto alla massoneria e alle banche straniere. Forse, se ci fossimo mossi prima (abbiamo avuto più di un anno per farlo) e avessimo cercato di ridare credibilità alla Destra, non saremmo ridotti a questo punto. Il pd si è mosso molto bene con le sue primarie, riuscendo a prendere in giro tutti con il finto litigio fra bersani e renzi, che in realtà sono culo e camicia, e guadagnando consensi con queste primarie. E il pdl cos'ha fatto? Ha appoggiato supinamente il governo, salvo qualche dissidente, e si è lasciato distruggere dai dubbi del suo capo. Non è così che si vincerà, temo! Bene l'accordo con la Lega e, mi auguro, anche con Storace, Crosetto e la Meloni (da esterni, però), ma non so se basterà.

Gioortu

Lun, 10/12/2012 - 10:44

Non è stato fatto dai Tedeschi,ma dalla DC,dal PSI e segnatamente dal PCI.

amedori

Lun, 10/12/2012 - 10:49

Monti che cosa ne sa non lo vedete che è mal messo???? La Merkel nazi marxista, qulcuno in Germania afferma che insieme al padre, gran Nazista, fosse anche membro della STASI, non c'è che dire l'EUROPA è proprio in buone mani. Winifred Engelhardt, ex membro anziano dell'Unione Cristiano Democratica asserisce in un libro[1] che la capacità della famiglia di viaggiare tranquillamente dalla Germania Est alla Germania Ovest, come anche il loro possesso di due automobili, porta alla conclusione che il padre di Merkel avesse relazioni con il regime comunista, in quanto tali libertà per un pastore cristiano e la sua famiglia sarebbero state impossibili nella RDT.[2]

FVIT

Lun, 10/12/2012 - 10:53

Una sola speranza. Che finalmente possano veramente in Italia dire la loro i "TECNICI"! Ma quelli "veri" come lo è Brunetta, non quelli, che magari lo sono pure, ma sfruttano le conoscenze a loro unico vantaggio. Purtroppo, per via del lavoro che faccio, ho a che fare con questi "signori" da circa 40 anni.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 10/12/2012 - 10:53

Secondo voi è mai possibile che berlusconi non sapesse che oggi sarebbero spariti soldi dalle tasche degli italiani? L'IMU da lui imposta e i danni di oggi fanno parte di un piano ben preciso. Di certo non a sua insaputa visto che viene dichiarato come persona molto intelligente

rokko

Lun, 10/12/2012 - 10:59

Leggere un cumulo di sciocchezze simili da uno che si dice pure "professore" è un insulto all'intelligenza delle persone. Tutti hanno ridotto l'esposizione verso i nostri titoli di Stato, i fondi americani, i giapponesi, i cinesi, i canadesi, ecc. ecc., non solo i tedeschi, ma di cosa stiamo parlando ?

Ritratto di FalliMonti Marionetta

FalliMonti Mari...

Lun, 10/12/2012 - 11:01

La cupola della neurozona sotto il controllo germanico, la Trilateral Commission e il gruppo Bilderberg, la finanza senza regole e senza scrupoli nemica dei popoli di cui Marionetta FalliMonti era il capo mandamento in italia ha iniziato la campagna elettorale per rimetterlo in sella e ricolonizzare l'italia... ITALIA LIBERA DALLE CASTE, VIA DALLA NEUROZONA E DAL NEURO, BASTA RICATTI DELLA NEUROMAFIA

CiaoPepp

Lun, 10/12/2012 - 11:04

Caro Brunetta, lei ha mille volte ragione ! Purtroppo nelle mente di tanti italioti,di solito quelli più ignoranti di economia, oppure piddini,oppure venduti per interesse, monti è il salvatore.Grazie per la sua opera di VERA informazione !

idleproc

Lun, 10/12/2012 - 11:08

'azz... mi trovo abbastanza concorde col Brunetta... FED a parte e ruolo delle banche centrali... Le banke centrali hanno finanziato a tasso zero la speculazione globale e hanno favorito il processo di trasferimento del buco dei capitali e profitti fasulli sul nulla dalle banke globali cosiddette sistemiche alle economie reali delle comunità nazionali... da cui l'esproprio a mezzo tasse e inflazione (ancora da venire in modo pesante). Pensare che i popoli se la mangino tranquillamente è fantasy.

mariolino50

Lun, 10/12/2012 - 11:16

franco@Trier Bello mio, voi tedeschi sapete amministrare bene, anche i soldi rubati agli altri come in questo momento, in Europa non ci dovrebbe essere questa guerra fratricida, altrimenti non ha senso, qui e ora quello più grosso lo mette nel di dietro agli altri, che lo porgono pure, un bel concetto di unità. Legga il post di Reinhard che credo sia la verità.

gucaval51

Lun, 10/12/2012 - 11:27

Avevate un governo con maggioranza bulgara e nonostante questo non avete prodotto altro che leggi ad personam e sputtanamento internazionale. Ora venite a pontificare? perche' non avete agito prima? Aveva ragione De Andre' riguardo ai nani. Guido

gazzifam

Lun, 10/12/2012 - 11:33

Tranquilli ho un'ideona: votiamo tutti Bersani così lo Spread precipita, il debito pubblico dimezza, gli stipendi aumentano, la produzione quadruplica e la culona dimagrisce.

therock

Lun, 10/12/2012 - 11:37

caro brunetta, ma è vero o non è vero che il vostro governo nell'estate del 2011 aveva impostato una manovra economica che, si diceva, recepisse pedissequamente le indicazioni della Bce facendosi dettare la linea da essa e dalla Germania di cui adesso ci diesgna dottamente il ruolo? Ed è vero o non è vero che il vostro governo scricchiolava, che il ministro dell'economia non andava in aula a votare le leggi di bilancio e che non siete stati sfiduciati solo per assenze dell'opposizione rimanendo al di sotto della maggioranza numerica di montecitorio in un paio di importanti votazioni? ed è vero che le dimissioni pilotate di berlusconi sono state il modo di farlo uscire di scena senza voti di sfiducia? ed è vero che questo governo di tecnici l'avete votato per un anno intero salvo scoprire dopo svariati mesi che la riforma del lavoro è spostata a sinistra e dopo un pò di settimane che aveva votato a favore dell'ingresso della palestina in rappresentanza onu? per cortesia, la smetta di fare il professorino, queste lettere avrebbe potuto scriverle ben prima se ci credeva davvero

cast49

Lun, 10/12/2012 - 11:39

tulapadula, parlano i komunisti deficienti ed ignoranti, tipo franceschini o la bindi, e non può parlare Brunetta?

Giuseppe Fiori

Lun, 10/12/2012 - 11:42

a Brune'... ma te e i tuoi illuminati compari, dov'eravate nel corso del 2011? Mica eravate al Governo? Monti v'ha fatto solo comodo per metterla in c... agli italioti ancora una volta senza metterci la faccia e perdere consensi... e qui che ancora si ragiona di destra e sinistra, di comunisti e fascisti... ma basta, io vedo solo un popolino sempre più bastonato, di qualunque colore sia, e una casta ingorda e indegna

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Lun, 10/12/2012 - 11:45

Infatti, la Germania ha ridotto la Grecia alla fame (però non mancava di vendergli i carri armati, etc..) poi ha comprati il comprabile e minacciandola di non dargli i soldi. Ma alla fine quando erano alla Rivoluzione del Popolo la BCE (Germania) gli ha sbloccato i soldi. QUESTO E' QUELLO CHE VOGLIONO FARE ALL'EUROPA NON ESSENDOCI RIUSCITO HITLER

giovanni PERINCIOLO

Lun, 10/12/2012 - 11:53

Cari trinariciuti, é vero che il grosso problema é il nostro debito mostruoso. E’ altrettanto vero che detto debito é il classico gatto che si mangia la coda e infatti neanche super mario é riuscito non dico a diminuirlo ma neanche a rallentarlo. Pero’ sarebbe giusto considerare che tale debito non é figlio di nn, ha genitori ben conosciuti : una madre di nome « balena bianca » ed un padre di nome PCI, genitori ben coadiuvati dai famigliari che si chiamano sindacati, all’epoca meglio conosciuti come la « trimurti ». Detto questo volete spiegarmi i per quale arcano motivo dovremmo dar fiducia a coloro che oggi si propongono come salvatori della patria essendo diretti discendenti di tali genitori ?? Mi riferisco ai bersani, bindi, casini, vendola, franceschini, con alla regia a giorni alterni prodi e dalema, ecc. ecc. e ben coadiuvati da camusso, landini, bonanni e soci assortiti. Venendo poi alla Germania che oggi va per la maggiore non dobbiamo dimenticare che nel 2005 era più o meno nella m…a fino al collo e solo la lungimiranza di un socialdemocratico vero e con gli attributi riusci a risanarla. Era il signor Schroeder che non esito’ ad applicare la cura più dura cominciando col ridurre di circa il 10% tutti i salari e a tagliare tutte le sacche di parassitismo statale (gli enti inutili vi ricordano qualcosa ??) senza paura di scontrarsi coi sindacati perché sapeva con chi aveva a che fare : sindacati responsabili che hanno sempre fatto gli interessi dei lavoratori e non del partito e che compresero l’urgenza e la necessità della cura! Quando da noi landini é rimasto al « salario variabile indipendente dal lavoro ». Ora ditemi, ce lo vedete bersani solo cercare di fare altrettanto ?? la reazione immediata di landini sarebbe quella di spegnargli il sigaro toscano proprio là dove immaginate voi e madame camusso non esiterebbe a cucinarlo a fuoco lento per poi servirlo alla prima festa trinariciuta al posto delle salamelle!

G_Gavelli

Lun, 10/12/2012 - 12:02

Grandi verità, On. Brunetta! A tutto questo si aggiunga che i Tedeschi hanno subito l'Euro per la megalomania di Kohl (Lei sa che almeno il 60% di loro ne era contrario), subito dopo la 2nda Guerra Mondiale hanno mangiato patate e conigli per 9 anni, che hanno subito una divisione territoriale alla fine della quale l'Ovest dovette di fatto mantenere l'Est, che - come sostenne poche sere fa Polillo a Ballarò (mi pare) - in Germania chi ha il lavoro "lavora" e non guarda le partite in TV. Tanto per dire che in Germania da tempo corre di bocca in bocca il "Warum?", che significato in un certo modo non vuol dire soltanto "Perchè?", ma "Chi ca... ce lo fa fare?". L'ultimo "Warum" nei primi anni '30 portò in dote Adolfo da Braunau. Ce lo siamo dimenticati?

Magnum500

Lun, 10/12/2012 - 12:04

Franco@Trier smetti di fare il finto tedesco DOC!!!!!!!!!!!!!!!!! ti pagano per infamare gli italiani puntualmente ogni giorno?perchè mi aggrego pure io allora,così vediamo che si prova ad essere nullafacenti come te

niklaus

Lun, 10/12/2012 - 12:06

Caro Brunetta, Lei ha ragioni da vendere, ma che le cose sarebbero andate cosi' lo poteva capire chiunque. Prima dell'introduzione dell'euro, la Germania aveva avviato con Theodor Weigel una politica di rigore, portando l'inflazione del marco ai valori minimi. D'altra parte, l'Italia faticava a rimanere nel "serpentone" e quando entro' nella zona euro si trovo' aggiogata alla pariglia di un carro, come un ronzino di fianco ad un purosangue, che per stare al passo si sarebbe infine sfiancato. E' verosimile che i nostri governanti di llora non l'avessero capito? Oppure ci hanno venduti al mercato tedesco?

tethans

Lun, 10/12/2012 - 12:21

E proprio vero che il diavolo fa le pentole ma non i coperchi .... Si sa da tempo che la Germania fa pagare agl altri stati i suoi debiti .. Com la caduta del muro di Berlino la Germania vendette il suo oro per la sua ricostruzione .. La Germania e in MERD. E noi Italia Grecia paghiamo i suoi debiti .. Come abbiamo già fatto con la prima e seconda guerra mondiale siamo stuffi .. Dobbiamo spezzare dividere questo stato parassita ..

killkoms

Lun, 10/12/2012 - 12:28

la crisi dell'eurozona è nata,più di 20 anni fà,quando la germania scaricò sullo SME(sistema monetario europeo)le tirbolenze derivate dalla riunificazione con lìex ddr!in quell'occasione i crucchi,per indorare la pilloa agli"ossi",di cui la merkel è una buonba rappresentante,in quanto gli stessi avrebbero sì avuto più beni e servizi,ma li avrebbero pagati di più,commise l'irreparabile!fù cambiato alla pari col marco federale il marco"democratico"!il vero cambio era di un marco occidentale contro 4"comunisti",e per la cronaca fino alla riunificazione il marco dell'est all'ovest non era nemmeno accettato!

FRANCO1

Lun, 10/12/2012 - 12:31

l'economia tedesca è in rallentamento, anche se è duro resistere in trincea pieni di stenti e contornati da traditori, vedremo presto i tedeschi con le pezze al culo; dobbiamo resistere resistere resistere e saper coltivare l'orto.

Ritratto di Pierobuono

Pierobuono

Lun, 10/12/2012 - 12:32

Caro Professor Monti se Brunetta ha torto, vada in televisione e dica che Brunetta dice bugie e che invece Lei ha gestito, in Europa,nei migliori dei modi i conti italiani e che solo la Germania è in grado di progredire in Europa mentre gli altri paesi sono in difficoltà. E allora spieghi perchè restiamo agli ordini della Germania e non mandiamo a casa gli incapaci che ci governano??? Ora che darà le dimissioni dica tutta la verità al popolo italiano!!!!!

killkoms

Lun, 10/12/2012 - 12:36

@niklaus,lei nel 1994 dov'era?

unosolo

Lun, 10/12/2012 - 12:41

non è da oggi che il Brunetta dica queste cose , come dire non esiste il miglior sordo chi non vuol sentire. In poche parole la nostra svalutazione è stata pilotata , ancora oggi al solo sentore del ritorno dell'ex sono ripartite le accuse dello spread che sale , ancora governa il Monti e la colpa è sua. Politici che hanno solo assecondato tasse senza permettere tagli alla casta , come si può credere che ha governato bene in un anno disastroso per i lavoratori , il PIL lo da il lavoro non la politica.La politica ha fatto solo danni e ancora non è finita. A volte mi domando se è normale contrastare un governo che lavora bene e dare fiducia ad un estraneo alla politica solo perche lo han voluto le opposizioni ed il capo . che fine ,.

killkoms

Lun, 10/12/2012 - 12:41

@iosperiamoche,va bene che siamo al festivsl delle menzogne su berlusconi,perchè chiunque né parla male viene creduto,ma a tutto c'è un limite!ci dica come,quando e perchè berlusconi avrebbe negato il debito pubblico italiano,e poi ne riparleremo!

cloroalclero

Lun, 10/12/2012 - 12:47

brunetta ma lei ha mai studiato economia?..ma come fa a scrivere certe scemenze?..la Germania ha colpa per le nostre carenze?..

rokko

Lun, 10/12/2012 - 12:51

FRANCO1, quando i tedeschi saranno con le pezze al culo noi probabilmente saremo già estinti.

Giorgio Marongiu

Lun, 10/12/2012 - 12:54

Condivido in pieno quanto afferma Brunetta in questo articolo. Andrei anche oltre sino a proporre la nazionalizzazione della Banca d'Italia e delle maggiori banche operanti in Italia, innanzitutto Intesa-San Paolo e Unicredit-Capitalia e Bnl perché sotto il controllo francese. Perché? E' un discorso lungo, apparentemente complicato ma in realtà semplicissimo: lo Stato non deve comprare la moneta dalle banche centrali o secondarie, tutte private, a tassi che variano dal 5% al 15% quando può stamparsi la moneta a costo 0. Chi imposterà la campagna elettorale sulla nazionalizzazione o rinazionalizzazione degli asset più importanti della nostra economia avrà vinto le elezioni.

mastra.20

Lun, 10/12/2012 - 12:55

sono daccordo ... ma queste cose professore perchè non le avete dette prima voi de PDL(quando eravate ancora al governo, perchè queste cose non le possiamo sapere noi ma chi governa ne era sicuramente al corrente ) .io non sono un economista ma da quel leggo l'avevo capito.. poi professore lo dica a quel SCHULTZ presidente che i mali di questa EUROPA è la Germania non Berlusconi.

conte edmond dantes

Lun, 10/12/2012 - 13:00

Prof. Brunetta, lei è sempre il migliore, se solo il presidente le avesse fatto fare il ministro dell' Economia! Altro che quel falso saputello di Tremonti

niklaus

Lun, 10/12/2012 - 13:00

@ killkoms 12:36 niklaus,lei nel 1994 dov'era? A Berlino, dove sono nato (nella DDR).

fraktal

Lun, 10/12/2012 - 13:03

secondo l'articolo del prof. Brunetta, la crisi dello spread italiano è stata innescata dalla vendita da parte della Deutsche Bank di 7 miliardi di nostri titoli. Dato che il nostro debito ammontava a circa 1.900 miliardi, si trattò della vendita di meno dello 0,4% del nostro debito. Se un evento di dimensioni così limitate ha innestato tutto quel can-can i casi sono due: o i nostri conti erano così disastrati da non poter far fronte ad un'emergenza piuttosto limitata o chi doveva farvi fronte in Italia si è fatto una bella dormita.

hip hip urra

Lun, 10/12/2012 - 13:08

Grazie Grazie prof. Brunetta finalmente qualcuno ha messo su un giornale le malefatte Deutsche Bank Quella che lei chiama «impropria» valutazione del portafoglio derivati è semplicemente un vero e proprio imbroglio da 130 miliardi di dollari e non capisco perchè sia stato tutto messo a tacere - sui giornali non vi è traccia. Stia pur certo che adesso ci penserà l'america a batostare la famosa deutch bank e il governo che gli regge il gioco. Grazie ancora per averlo detto è tanto che aspettavo qualche giornale che lo pubblicasse ma fino ad adesso niente. saluti P.

kayak65

Lun, 10/12/2012 - 13:11

cosa ha fatto di buono monti in 1 anno? l'aumento dello stipendio a napolitano e ai suoi cortigiani,csm,magistrati...ha fatto perdere il 10% della ricchezza nazionale regalandolo alla germania tramite il rifinanziamento del prestito alla grecia finito nelle banche tedesche.ha impoverito il ceto medio,vero motore dell'economia.ha aumentato il debito pubblico di 6 miliardi in un anno contro i 5 in tre anni di berlusconi.la disoccupazione e' aumentata sopra la media europea,mentre prima eravamo sotto.la situazione internazionale vede ancora i due maro' prigionieri di uno stato dell'india,come se lo facesse un lazio o una lombardia da noi.non ha tagliato nessun privilegio alla casta,anche lui stesso ne fa parte essendo senatore a vita.non ha venduto patrimoni obsoleti dello stato, ma ha preferito tassare la casa degli italiani,come se questa fosse un bene superfluo!volete monti una seconda volta?bene preparatevi a pagare ancora,regalando i vs meritati soldi ad un apparato statale che non funziona e che si fa dettare legge dai tedeschi con il fantoccio rosso al quirinale che scavalca il diritto primario di ogni democrazia.il voto

marco m

Lun, 10/12/2012 - 13:12

Sintesi dell'articolo dell'esimio Brunetta: "Noi non c'entriamo, e' colpa degli altri, della crisi, di Bilderberg, dei massoni, dei poteri forti, dell'allineamento dei pianeti, della brutta stagione. Ma non nostra. Si, abbiam governato 8 anni degli ultimi 10, si, avevamo una maggioranza schiacciante, ma se non abbiam fatto una che e' una delle riforme promesse e' colpa dei tedeschi. Se la disoccupazione aumentava e' colpa dei francesi. Se di liberalizzazioni non s'e' vista l'ombra e' colpa degli americani. Se di riforme del mercato del lavoro non se n'e' fatta una e' colpa dei giapponesi. Se la spesa pubblica, che avevo giurato di ottimizzare, e' aumentata e' colpa dei venusiani. Insomma e' colpa degli altri" E sarebbe questo il senso di responsabilita' di chi vorrebbe governare un paese? Ma nemmeno l'amministratore di condominio...

enzo1944

Lun, 10/12/2012 - 13:25

gucaval 51,non hai capito un accidenti dei tedeschi!...hanno fatto 3 guerre e le hanno sempre perse!...cambio di strategia,ed ora fanno le guerre Valutarie e Finanziarie,dopo che si sono messi a posto i loro conti(nascondendo le PORCHERIE FATTE negli ultimi 30 anni)!.....e dove le vanno a fare??....con i paese più indebitati d'Europa che a loro interessano!.....Italia e Grecia!....svegliati, alla merkel ed ai tedeschi,interessano le nostre spiagge(10/12 milioni di crucchi vengono in Italia a vacanziare tutti gli anni) ed alcune industrie(Finmeccanica,eni)e banche importanti!....della Grecia,interessano le Isole(ne hanno 1257)sempre affollate dai tedeschi!.....e mettono in crisi le nostre economie,con la collaborazione di servi sciocchi,come monti e napolitano,ci ripuliscono i nostri conti correnti,salvano le loro amiche Banche,ed ACUISTANO A PREZZI DI SVENDITA,le cose buone che abbiamo noi!....Svegliati,altrimenti monti farà come prodi,......regalerà/svenderà le cose buone degli Italiani per 4 soldi!

mariolino50

Lun, 10/12/2012 - 13:29

giovanni PERINCIOLO Studiati di più la storia, il vecchio Pci è sempre stato all'opposizione, anche per obblighi internazionali, Yalta, infatti abbiamo più di 100 basi americane, una volta si sarebbe chiamata occupazione militare, il debito è raddoppiato negli anni 82-92, in particolare sotto i governi Craxi ed in ultimo Amato suo vice, tutti sodali di Silvio trà l'altro, dopo ha avuto delle oscillazioni, ma il massimo aumento è in quegli anni, e non certo per colpa dei sindacati, visto che le paghe italiane sono metà dele tedesche o quasi. Se La Germania era con la cacca fino al collo, noi allora dove siamo, in apnea o alto fondale.

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Lun, 10/12/2012 - 13:30

Io mi ricordo il governo prodi, quel governo che un giorno votava delle leggi e il seondo giorno l'estrema sinistra alleata scendeva in piazza per dimostrare contro Spero per il bene dell'Italia che non si ripeta con il governo bersani, perchè allora si che lo spread volerebbe chissà dove e sarebbe la bancarotts.

Massimo Bocci

Lun, 10/12/2012 - 13:40

Ma un SERVO!!!! Crucco si!!!

chiara 2

Lun, 10/12/2012 - 13:49

d'accordo con LAURA..anche io sono arrivata alla conclusione che la "crante cermania" abbia cavalcato la crisi provocata dalla finanza USA per distruggere alcuni Paesi "scomodi", tra i quali l'Italia e che abbia tramato con il comunista del colle per fare saltare Berlusconi e mettere al suo posto Monti. Rimango allibita da come in Italia la popolazione sempre taccia, l'unico momento in cui alza la voce è per il tifare la squadra di calcio e parlare male di Berlusconi...CHE SCHIFO DI POPOLO

analistadistrada1950

Lun, 10/12/2012 - 14:09

Forse è un veggente è la luce che vedeva, non era gradita, ma temuta quanto un'alba, pur se dorata...

natalocc

Lun, 10/12/2012 - 14:17

premesso che sicuramente berlusca ha anche difeso i propri interessi, chi si intende un minimo di economia rifletta su questo punto: se è vero che lo spread e l'andamento dei titoli dipende dai fondamentali del paese di riferimento, fate un rapido raffronto tra italia ottobre 2011 e italia ottobre 2012 poi qualcuno mi dovrebbe spiegare la discesa dello spread se non come una vera e vergognosa manovra politico/ finanziaria contro il nostro paese cancellando il suo tessuto socio-economico levando di mezzo chi si intendeva davvero di economia (leggasi: tremonti) e mettendo al suo posto chi avendo preso la laurea in un istituto dove la stessa si può comprare - fidatevi lo so per certo - e non riuscendo nemmeno a trovare uno straccio di posto di lavoro a forza di lecchinaggio è riuscito in un bel posto in politica addirittura come pres. del consiglio, gioppino nelle mani di un vetero comunista che alla veneranda età di 85 e passa anni realizza il suo sogno di vedere pochi eletti multi milionari - la casta - e il resto del popolo in fila per un piatto di minestra. Ricordo ancora le parole di Monti per i vari suicidi di poveri disperati che non ce la facevano più gettando fra l'altro intere famiglie e bambini (!) nella miseria più nera: "tanto è meno rispetto alla grecia" pensate se le stesse cose le avesse dette berlusconi....

giovanni PERINCIOLO

Lun, 10/12/2012 - 14:30

Mariolino50. Il consociativismo seguito alla politica delle "convergenze pareallele" ti ricorda qualcosa??? La balena bianca allargava i cordoni della borsa e berlinguer si impegnava a calmare le acque. Ripassala un po'tu la storia. Saluti.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 10/12/2012 - 14:37

"Pace in famiglia e guerra fuori". Ma il Turco-Napolitano è montato in superbia e coi suoi sinistri rottamandi, ha reso la vita impossibile a Berlusconi, tradendo e rovinando l'Italia.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 10/12/2012 - 14:37

La crisi mondiale si chiama, obama, merkel,sarkozy, prodi.

macchiapam

Lun, 10/12/2012 - 14:43

Caro Brunetta, la sua analisi è impeccabile; ma occorre anche dire che la manovra di Deutsche Bank, certamente egoista, è stata determinata dalla previsione della crisi imminente: crisi che ha origini antiche e difficilmente rimediabili. Vede, caro Brunetta, grazie alla rivoluzione industriale l'Europa ha vissuto di rendita, per almeno un secolo, sul terzo mondo: ne importava le ricchezze e vi esportava i prodotti. Poi due guerre mondiali l'hanno impoverita e il terzo mondo ha imparato a fare da sè, mentre l'Europa ha sempre più importato dagli Stati Uniti e dal Giappone. Oggi la produzione europea complessiva è insufficiente a finanziare il ricco sistema sociale creato nel frattempo; e il disastro è perciò inevitabile. Ci attendono tempi molto difficili.

killkoms

Lun, 10/12/2012 - 14:45

@niklaus,nel 1994 in Italia si insediò il 1°,effimero,governo berlusconi,che durò pochissimo causa una maggioranza risicata al senato e la successiva defezione della lega!a berlusconi scoppiò subito in mano la grana pensionistica,aggravata da una sentenza della solita consulta,e la soluzione a portata di mano per tappare la falla era l'immediato passaggio dal sistema pensionistico retributivo a quello contributivo!apriti cielo!la trimurti sindacale,spalleggiata dalle sconfitte sinistre,aizzò le masse contro il governo berlusconi,bollato come"affamatore"dei pensionati!ma il bello sà quale fù?che le sinistre ipocrite,affossato berlusconi con la defezione della lega e la complicità di scalfaro,votarono la successiva riforma pensionistica fatta proprio da quel dini che da ministro di berlusconi dileggiavano!per la cronaca,la riforma nacque zoppa,poichè lasciò una parte della gente col sistema retributivo ed un'altra col contributivo,quindi apparve subito evidente che a meno di un exploit economico,la riforma andava ripresa,come accadde in seguito!morale?è toccato sentir dire alla ministra "chiagni e fotti"che"se si fosse passati TUTTI al contributivo nel 1994,non ci sarebbe stato bisogno oggi di andare in pensione a 67 anni"!il vituperato berlusconi ci era già arrivato nel 1994!

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 10/12/2012 - 14:47

per ottenere i risultati ottenuti sarebbe bastato affidare l' italia a prodi: avrebbe potuto almeno svenderla alla germania senza tante smancerie

giampi roma

Lun, 10/12/2012 - 14:51

quello che ha detto il prof Brunetta è perfettamente esatto.a ciò aggiungasi che ieri il FMI ha ammonito che è ancòr più preoccupante della situazione europea il fiscal cliff americano. fiscal cliff si ha quando in contemporanea con un aumento della tassazione vi è una minore spesa pubblica ovvero minore politica espansiva. quello che in Italia col governo Monti è in corso da oltre 12 mesi.il nostro fiscal cliff.invece di appuntare sempre l'attenzione sullo spread vogliamo dire i risultati disastrosi del governo attuale? rapporto debito pubblico/pil incrementato(nonostante l'aumento di entrate tributarie ovvero dal 120% al 126%- produzione industriale calata notevolmente -disoccupazione ai vertici storici- pil calato.se questo non basta.

Ritratto di WWW£aPace

WWW£aPace

Lun, 10/12/2012 - 14:52

ma guardateli nella foto come sono carini merkel e monti, sembrano proprio GATTO SILVESTRO e titti

Lino1234

Lun, 10/12/2012 - 14:56

Avete capito bene, lettori. Ora non ci resta che dare il governo al sig. Iosperiamochemelacavo. Lui si che ha compreso tutto, come al solito. Scommetto che godrebbe come un mandrillo se potesse DIMOSTRARE che le stupidaggini che scrive rispondessero al vero. Purtroppo i trinariciuti hanno imparato a trasformare i propri desideri in verità assolute, senza sentire necessità alcuna di informarsi e sono schiavi del loro odio viscerale. Era troppo buono Guareschi a definirli solo trinariciuti. Saluti. Lino

gianni.g699

Lun, 10/12/2012 - 14:57

Ma che scoperta !!! grande acume e grande intuito !!! ... sono millenni che i mangia patate ci provano in tutti i modi a prendesi il potere assoluto dell' europa e del mondo ma puntualmente sin dall’inizio dell'impero romano si sono rotti inevitabilmente le ginocchia !!! spero che alla fine di questa ultima tornata se li rompano talmente tanto da non ricrescergli più !!! almeno avremo qualche speranza in più di non ritrovarseli tra la balle per i prossimi 7 o 8 milioni di anni !!!

killkoms

Lun, 10/12/2012 - 15:06

@fraktal,non è la quantità che conta,ma il segnale che è stato lanciato!ed è un qualcosa che è stato già fatto nel 1992,quando la germania per attirare capitali,fece schizzare i tassi dìinteresse alle stelle!e l'Italia che aveva più titoli in scadenza,prima di svalutare la lira,bruciò molti miliardi nella folle rincorsa di amato ai tassi tedeschi!lo 0,4% è poco su un patrimonio,ma è tanto su un debito pubblico,poichè i possessori dei titoli hanno 2 speranze sugli stessi:che vengano onorati,ma prima di tutto che rendano!e la condizione essenziale affinchè rendano è che i tassi siano altri,obiettivo che si può raggiungere speculando!in borsa è così,basta una chiacchiera ed una vendita frettolosa,per fare danni incalcolabili!

buri

Lun, 10/12/2012 - 15:07

una volta parlando della Germania e delle sue pretese egemoniche Berlusconi disse o fuori loro o fuori noi, non possiamo eimanere con loro, ed è sempre vero, ma chi avrà il coraggio di mandare tutto all'aria. gli inglesi pensano che forse a loro converebbe uscire dalla UE bisognerebbe che ci pensassimo anche noi!

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Lun, 10/12/2012 - 15:13

Laura allora chi piu' furbo dei due Monti o la Merkel? La risposta ce la hai gia' data tu.

killkoms

Lun, 10/12/2012 - 15:36

@kayak65,se i risultati del prof.,debito aumentato e pil in calo, li avesse collezionati il governo berlusconi,ma sai quante ne scriveva il giornalastro del prepuziospuntato?e per la cronaca,le riporto quanto detto da ieri pomeriggio dall'ex ministro rotondi durante il programma della d'urso.il debito è cresciuto poichè l stato ha conti nuato ad emettere titoli,non solo per pagare quelli in scadenza,ma anche per far fronte all'ordinario,come il pagamento delle pensioni!i soldi rastyrellati dal prof.,con imue e tasse varie serviranno a 2 cose.rimpinguare le esauste casse elleniche,verso il cui debito le banche dei maestrini francotedeschi sono più esposte;e a rifinzanziare quelle banche spagnole,che tante stelle del calcio hanno fatto arrivare alla liga!

killkoms

Lun, 10/12/2012 - 16:30

@enzo1944,la grecia è anche,stranamente.,la nazione europea che produce più oro,e sembrerebbe abbia anche un potenziale giacimento petrolifero in mare!

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Lun, 10/12/2012 - 17:07

a.zoin perche' in Danimarca,Svezia,Norvegia Olanda e altri paesi c'e crisi? mavala'.La crisi c'e nei paesi latini formati da governi di ladroni ecco il segreto,politici scandalosi che rubano e restano sempre ancorati sulle potrone a governare,hai visto in Germania quando succede un piccolo scandalo che lo licenziano subito dico piccolo scandalo....credi che lavorare solamente 2 mesi possano prendere 4000 euro al mese di paga a vita? tethans vi ha obbligata lei a pagare i suoi debiti? siete stati minacciati da una invasione?O siete rimbecciliti?

mariolino50

Lun, 10/12/2012 - 17:11

giovanni PERINCIOLO La curva del debito pubblico non mente mio caro, il massimo aumento si è avuti in quelli anni lì, certo CRaxi non faceva favori ai comunisti.

killkoms

Lun, 10/12/2012 - 21:56

@cloroalclero,brunetta era docente universitario,e tu?le carenze le avevamo,ma la germania prounificazione ha messo il carico a tutta l'europa!senza la riunificazione germanica,ci sarebbe stata un'europa più prospera e ricca!

Ritratto di giubra63

giubra63

Mar, 11/12/2012 - 23:33

finalmente Brunetta ha elencato i motivi del golpe contro Berlusconi e la resa dell'Italia alla Germania!

Ritratto di giubra63

giubra63

Mar, 11/12/2012 - 23:44

x franco@Trier Lun, 10/12/2012 - 09:01 : se lei e' tedesco puo' dirlo, se e' italiano e' solo un codardo e traditore dell'ITALIA e se ne vada! W l'Italia e solo Berlusconi e Brunetta-Martino ci salveranno dalla schiavitu' della Germania! ITALIA SOPRA TUTTO!

Ritratto di giubra63

giubra63

Mar, 11/12/2012 - 23:53

x franco@Trier Lun, 10/12/2012 - 09:56 : prodi ci fece entrare nell'Euro scaricando il debito statale alle regioni, la merkel entro nell'euro scaricando € 700miliardi in bad company: entrambi hanno barato, la verita' e' che l'Euro cosi' concepito non doveva nascere. non c'e' stata trasparenza ma solo bugie-inganni da parte di tutti gli Stati fondatori, quando Berlusconi arrivo al governo nel 2001 Tremonti qualcosa disse ma se avesse raccontato tutto l'Italia sarebbe sprofondata, e poi i sinistri hanno un alta considerazioni di prodi il mortadella e cosi' comincio' il lento declino di tutta l'Europa.

Ritratto di giubra63

giubra63

Mer, 12/12/2012 - 00:06

x mariolino50 Lun, 10/12/2012 - 13:29 : il debito italiano deriva anche dalle baby pensioni nate negli anni '70 che Craxi nel 1983 voleva abolirle e casini si oppose dicendo che erano diritti acquisiti: ed ora cosa dice agli esondati??? le baby pensioni ci costano 9miliardi di euro all'anno!!!!