Istat, nel 2007 inflazione all'1,8%

Nell’anno appena concluso i prezzi sono cresciuti meno del 2006 (2,1%). Si tratta
del livello più basso dal 1999. Consumatori sul piede di guerra: <strong><a href="/a.pic1?ID=234258">&quot;E' un dato bufala&quot;</a></strong>

Roma - L’Istat conferma le stime sull’inflazione dell’intero 2007. Nell’anno appena concluso i prezzi sono cresciuti dell’1,8% (contro il 2,1% del 2006). Si tratta del dato più basso dal 1999, quando si era registrato un tasso inflazionistico dell’1,7 per cento. Il tasso di inflazione armonizzato, continuano i ricercatori, è pari al 2 per cento (in calo dal 2,2% del 2006).

Anche il dato sul tasso di inflazione trasmesso è confermato. A fine 2008, se i prezzi rimanessero fermi al livello di dicembre 2007, spiegano i ricercatori, il tasso di inflazione annuo sarebbe pari all’1,3 per cento. Si tratta di un dato, aggiunge l’Istat, molto alto, se si considera che l’anno scorso era pari allo 0,5 per cento. Il motivo è legato all’alto livello dei prezzi registrato nell’ultima parte dell’anno.