L’ex ministro governa e i treni sono più lenti

Caro direttore, questa mattina per recarmi al lavoro in treno da Bogliasco a Sestri Ponente (24 Km) ho impiegato un’ora e trenta minuti. Il treno che transita alle 8,05 da Bogliasco è giunto in stazione a Sestri alle 9,30. Poche sere fa stesso percorso altri quaranta minuti di ritardo.
Dopo un inizio anno relativamente tranquillo, successivo ai noti disagi subiti dai pendolari nel 2004, con il mese di maggio sono ripresi ritardi, soppressioni, guasti. Normalmente si viaggia con treni che hanno una buona percentuale di porte «fuori servizio» e alle fermate si assiste alle corse dei poveri viaggiatori da un vagone all’altro per trovare una via d’uscita. Auguriamoci che non abbia a verificarsi la necessità di un’immediata evacuazione dei passeggeri dal treno, o non so come finirebbe. E, mi scusi, ma a proposito di «evacuazioni» capita spesso di non potersi fermare più di tanto su una vettura dei nuovi Treni ad Alta Frequentazione a causa delle maleodoranti esalazioni provenienti dai bagni «a scarico chimico» che, ovviamente, non funzionano. Per nopn dire dello stato igienico delle vetture: in molte vetture qualche geniale stilista delle ferrovie ha pensato bene di realizzare i sedili in tessuto e non in plastica: mentre la plastica è facilmente lavabile, il tessuto si impregna di sporco, le macchie restano e spesso è preferibile viaggiare in piedi.
Un’ultima osservazione e non mi si venga a dire che sono razzista: i numerosi extracomunitari che affollano i nostri treni hanno la pessima abitudine di appoggiare le loro estremità scalze (e sporche) sul sedile di fronte, provvedendo, a volte, anche a un’accurata pulizia degli stessi durante il viaggio, con estremo gradimento di chi siede nelle vicinanze. Tutto ciò senza mai vedere ombra di personale al quale esternare lamentele. Da gennaio a oggi solo tre volte ho avuto il piacere di mostrare il mio abbonamento a un controllore.
Mi si permetta una malignità, ma tutto questo sarà mica da ricondurre all’arrivo alla Presidenza della Regione dell’ex Ministro dei Trasporti Burlando?