L’orto entra in classe: più verdura nei menù

Se zucchine, patate e pomodori al vostro bambino proprio non vanno giù, per convincerli a mangiarle, basta fargliele coltivare. È «Più frutta e più verdura», una delle tante iniziative di «Milano ristorazione», la società di proprietà del Comune, che imbandisce le tavole delle mense delle scuole cittadine. Il cuore dell’idea è collocare all’interno delle strutture scolastiche degli orti. «Sì, proprio degli orti che, dopo un periodo di sperimentazione attuato in 15 istituti, cercheremo di allestire in tutte le scuole dove è possibile - spiega Michele Carruba, presidente di Milano ristorazione -. È importante che i bambini contribuiscano alla nascita di un’insalata o di un frutto. Spesso infatti si trovano nel piatto una verdura tagliata e non sanno neppure come è fatta in natura, facendoli giocare e facendogli scoprire come crescono gli alimenti che poi mangiano, possiamo modificare in positivo le loro abitudini alimentari». Inoltre, Milano ristorazione confeziona menù personalizzati, preparati in base alle esigenze sanitarie ed etico-religiose dei bambini. Ma se non bastasse tutto questo, c’è anche il pane su misura per i più piccoli. Un’idea simpatica per contenere gli sprechi alimentari. «Il pane avanzava sempre. Allora abbiamo deciso di abbassare la pezzatura da 50 a 25 grammi. Ora i bambini ne sprecano molto meno».