L'Abi apre una «scuola» per la Pubblica Amministrazione

Nasce un corso per formare i manager del credito che lavorano con gli uffici pubblici e i dirigenti statali che si occupano di investimenti e contabilità. In campo anche SDA Bocconi

Favorire la conoscenza reciproca tra banche e Pubblica Amministrazione, così da confrontare i servizi offerti dalle prime e le necessità delle seconde per il territorio e favorire la ripresa.
È l'obiettivo dell'Executive education programme, l'iniziativa pensata dall'Abi (l'associazione bancaria italiana) in collaborazione con Sda Bocconi. Il percorso formativo si rivolge sia al management delle banche che operano con le pubbliche amministrazioni sia ai dirigenti pubblici che seguono finanza, contabilità e controllo. In particolare l'Executive education programme punta ad aiutare le banche a sviluppare figure professionali capaci di individuare gli strumenti di finanziamento più efficaci per la Pubblica Amministrazione, scegliere le soluzioni per valorizzarne il patrimonio immobiliare e per accedere agli strumenti di finanza agevolata.
Nella Pubblica amministrazione, l'iniziativa punta invece a sviluppare competenze utili per trovare le forme di finanziamento più sostenibili e per monitorare la struttura economica dell'Ente. Il programma si compone di 4 moduli con cadenza mensile, che si svolgeranno nella prima metà del 2010. Gli interessati potranno partecipare a tutto il percorso o a una singola parte formativa.