Una Lancia Delta super Turbojet da 200 cavalli

Sotto il cofano dell’esclusiva 1.8 Turbojet il potente propulsore torinese abbinato al cambio Sportronic.  Personalità e confort. Il raffinato allestimento Executive, sedili posteriori avvolgenti

Torino - È già sbarcata simbolicamente a Hollywood per prendere parte a«AngelieDemoni», il kolossal ambientato a Roma. Inoltre, in poco meno di un anno si è insediata al vertice delle vendite del segmento D e si prepara a essere «protagonista» al G8 dell’Aquila. In poco tempo Lancia Delta ha raccolto molti primati e spinto verso l’alto le vendite del marchio, ma non soddisfatta di queste performances, ora completa i ranghi familiari con una versione altrettanto da primato. Infatti, la nuova 1.8 Turbojet porta al debutto il primo motore a benzina turbo realizzato da Fiat Powertrain Technologies - abbinato all’altrettanto nuovo cambio automatico- sequenziale a 6 marce Sportronic - che si pone al vertice della categoria per la cavalleria composta da ben 200 unità proponendo, nel contempo, una potenza specifica di spicco:115 cv/litro.

Poi introduce nella famiglia il ricercato allestimento Executive, destinato anche alla 1.9 Twin Turbo Multijet a gasolio da 190 cv, pensato per soddisfare, soprattutto, le esigenze di chi normalmente si accomoda dietro. Si propone, quindi, come alternativa ad ammiraglie con dimensioni, pesi, consumi e prezzi ben superiorie per questo è equipaggiataanche con una selleria posteriore avvolgente e con la seduta arretrata, che lascia molto spazio per le gambe, e con le inedite sospensioni con ammortizzatori attivi, settabili tra Comfort e Sport, a richiesta (900 euro) sulle altre versioni. Che, nello specifico, sono la «Oro» da 29.100 euro e la «Platino» da 30.700 euro.

Capace di esprimere una personalità sportiva quando si mettealla frusta il motore (tocca i 230 orari passando dai 100 orari in 7,4 secondi), ma nel contempo anche di percorrere mediamente 12,8 chilometri con un litro e di vantare basse emissioni, Delta 1.8 Turbojet è assai intrigante da guidare. Infatti, nell’uso quotidiano mette in campo tanta elasticità e una buona fluidità d’erogazione grazie al notevole carico di coppia (32,6 kgm) già disponibile a soli 1.400 giri e alla dolcezza con cui il cambio scandisce i passaggi marcia, ma con estrema disinvoltura è anche pronta a mostrare il lato più incisivo della sua personalità quando si può affondare l’acceleratore e si setta l’elettronica che gestisce sospensioni, sterzo, acceleratore e cambio nella modalità più sportiva.

Quindi, grazie anche all’ausilio del sistema che simula il differenziale autobloccante, Lancia Delta1.8 Multijet è pronta a disegnare traiettorie precise ed efficaci anche sui percorsi più tortuosi, abbinando a tale comportamento una notevole agilità e un’elevata affidabilità. Sul piacere della guida possono influire anche i paddles dietro al volante con cui si gestisce manualmente la trasmissione, che consentono di scegliere i punti di cambiata più indicati infunzione della velocità e del percorso che si sta affrontando. Sul quale, comunque, non si rinuncia mai a un buon comfort.