Una legge per riparare i campanili

Per chi suona la campana? Per il consiglio regionale. E chi la fa suonare? Il consigliere Gianni Macchiavello, della Lista Biasotti.
È stato lui infatti, ieri, il primo firmatario di una proposta di legge, sottoscritta anche dai consiglieri Franco Rocca e Matteo Marcenaro, che si propone di sostenere la manutenzione straordinaria ed il restauro dei campanili, delle torri campanarie e delle torri civiche dei Comuni della Liguria e quindi preservare e valorizzare questo patrimonio culturale, storico e architettonico che è proprio del nostro territorio.
«Spesso i Comuni e gli enti di culto - spiega Gianni Macchiavello - non riescono a reperire fondi sufficienti per agire su edifici che richiedono interventi consistenti. Da qui la necessità di redigere una legge regionale che, prevedendo dei contributi, possa tutelare e salvaguardare un patrimonio unico che può diventare anche un'opportunità di rilancio per il turismo locale».
«Non dobbiamo infine dimenticare - ha concluso il consigliere regionale - che il recupero di queste strutture architettoniche, così legate alla storia del nostro territorio e alle nostre tradizioni, rappresenta un modo per tramandare e far conoscere alle generazioni future le radici storiche, culturali e religiose della nostra regione e allo stesso tempo un modo per riappropriarsi di quella identità socio-culturale che rischia, altrimenti, di essere confinata nei recessi più oscuri della nostra memoria».