L'ex segretaria di Bossi accusa Giorgetti: "Un milione di euro per licenziare"

Cantamessa: "I dipendenti della Lega, essendo anche militanti, avrebbero rotto le scatole. Perciò andavano licenziati". E furono messi in mobilità tra il 2015 e il 2017

"Giorgetti mi disse che bisognava mettere da parte un milione di euro per incentivare il personale a licenziarsi". Daniela Cantamessa, l'ex segretaria di Umberto Bossi, torna a parlare ai microfoni del Post Internazionale (Tpi). E, sui fondi della Lega, accusa apertamente Giancarlo Giorgetti.

Dopo le dimissioni di Bossi, secondo la Cantamessa, che è già stata interrogata dai magistrati di Genova dopo una prima intervista sempre al Post, nelle casse del Carroccio erano presenti 40 milioni di euro. "Poi - rivela - tutte le attività vennero esternalizzate con spese allucinanti e il personale interno fu liquidato, nonostante costasse solo 4 milioni all'anno. Pensammo ci fosse in atto un'azione per chiudere la Lega". La cacciata dei dipendenti, secondo l'ex segretaria del Senatur, sarebbe stata perfettamente funzionale all'operazione. "Il concetto era semplice - continua ai microfoni del Tpi - io prendo dei mercenari e li pago per fare ciò che devono fare. I dipendenti, essendo anche militanti, avrebbero certamente rotto le scatole. Perciò andavano licenziati".

Tra il 2015 e il 2017 la quasi totalità dei dipendenti del Carroccio venne messa in mobilità. Nell'inchiesta pubblicata oggi, il Post ha intervistato anche due ex impiegati del Carroccio, Roberto Callegari e Andrea Tampieri. E entrambi hanno confermato le parole della Cantamessa. "Dopo le dimissioni di Bossi tutti i soldi sono stati sperperati - dicono - fu acquistato, ad esempio, un nuovo programma di contabilità che poi si rivelò inutilizzabile. Il costo, in questo caso, fu di 80mila euro. Anche altre attività furono esternalizzate, comprese quelle relative ai nostri licenziamenti. Siccome non avevano le palle per lasciarci a casa, il lavoro sporco lo hanno fatto fare alla PricewaterhouseCoopers".

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 05/11/2018 - 10:51

La ex segretaria di Bossi accusa Giorgetti. La storia si ripete sempre uguale. Politicamente "grande", Bossi si è "sminuito" di fronte alla Lega per le sue manovre "economiche", penose per non dire squallide. Però lo hanno riportato egualmente in Parlamento, con mia personale meraviglia. Ora brilla la stella nuova, Salvini il Grande, che però pare male avviato, essendo ormai legato ai contaballe di Grillo, guidati da Di Maio, l'uomo che la Storia ricorderà, forse, come il Grande Ignorante. Mala tempora curunt.

VittorioMar

Lun, 05/11/2018 - 11:17

...sembra una "STUPRATA" CHE SI RICORDA DOPO anni dello SCHERZO !!

frabelli1

Lun, 05/11/2018 - 11:22

Gli EX come tali sono ex persone che hanno goduto e non godono più. Da ex vengono fuori le “peggio cose”.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 05/11/2018 - 11:36

Che in via Bellerio ci fosse un mezzo manicomio, per colpa degli infiltrati di sinistra, e non solo, é cosa risaputa. Per esempio io avrei lavorato volentieri e quasi gratis per sviluppare un sistema informativo su piattaforma AS400 IBM, soprattutto dopo aver sentito delle maldicenze circolare tra miei, altri clienti raggiunti dallo stesso rappresentante IBM della Lega. Ma pensiamo anche piatto ricco mi ci ficco della banca, in cui l'azionista di Radio Padania Bossetti concesse prestiti quasi come il babbo della Boschi. Pensiamo anche alla femminista Pivetti a capo della Consulta Cattolica. Eppure tutto lo schifo era considerato "normale" nel degrado sociale dell'Italia napolitanizzata da Giorgio Napolitano.

Albius50

Lun, 05/11/2018 - 13:12

Anche questa ha bisogno delle mance supplementari x campare, la FEDELTA' non esiste +.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 05/11/2018 - 13:23

Scusate un momento, ma spendere soldi del Partito, per dare le LIQUIDAZIONI ai dipendenti del Partito e LEGALE SOLO se lo fanno quelli del PD, che ne hanno licenziati TANTI!!! O vale anche per gli altri partiti. Poi un programma da 80 MILA €uro, non puo far SPARIRE 40 milioni, O NO!!!La realta invece e un'altra. I soldi sono stati spesi in massima parte per l'attivita politica, per l'apertura delle sezioni,gli affitti, le bollette telefoniche ed elettriche, la compera di materiali propagandistici ecc, tutto avvenne sotto la conduzione Maroni. Ma non sono stati DOCUMENTATI!!! AMEN.

giovanni951

Lun, 05/11/2018 - 13:58

queste “novitá” che escono dopo anni e anni sono inutili soprattutto se non supportate da prove.

Ritratto di hurricane

hurricane

Lun, 05/11/2018 - 13:58

Chiacchiere al vento... sponsorizzate chissà da chi. Forse da qualcuno che ha interesse a gettare fango sulla "nuova" Lega di Salvini?

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 05/11/2018 - 14:05

anche questa spara a scoppio ritardato, poveraccia.

Michele Calò

Lun, 05/11/2018 - 15:02

Ognuno se la canta e se la suona come gli conviene. Dopo Bossi ci fu Maroni dal 1 luglio 2012 al 15 dicembre 2013. Perchè tutti a chiamare in causa Salvini e non il Bobo direttamente interessato ed in carica nel periodo? C'entra per caso quel ricatto delle toghe rosse per cui l'ex di Lotta Continua e sassofonista lo tengono per le palle con l'inchiesta sul suo periodo in regione Lombardia? Questo spiega la sua uscita dalla politica ma anche le sue dichiarazioni anti Salvini. Ed il Berlusca ne sa parecchio.

Mannik

Lun, 05/11/2018 - 16:38

Hernando45, lei è l'unico che non ha ancora capito che i 40 milioni sono stati rubati (perché la Lega non ne aveva diritto) e poi sono stati fatti sparire.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 05/11/2018 - 17:41

Mannik carissimo 16e38. Dopo mani pulite fu fatta dal S/governo Prodi (ma forse tu a quei tempi frequentavi ancora l'asilo infantile,mentre io gia ero Consigliere Comunale) Per evitare le famose MAZZETTE ai partiti, fece una legge per dare ad ogni partito dei RIMBORSI ELETTORALI (cosi li chiamarono) dopo ogni tornata elettiva di un TOT ad ogni voto ricevuto. Quindi mentre il PD ad es avendo ricevuto piu voti ebbe 160 milioni, la Lega con meno voti ne ebbe SOLO 48. I VOTI contati per stabilire queste cifre li fece il VIMINALE. Quindi secondo il tuo ragionamento al VIMINALE hanno sbagliato il conteggio dei voti della Lega, negli anni in cui Maroni, gia NON era piu all'Interno (perche sti soldi sono riferiti al periodo 2007-2013 quando la legge fu abolita) MA VA A CIAPÀ I RATT!!!!