LIBRO Ad ogni bambino il suo sport

Non è un manuale, non è indirizzato solo alle persone del settore, ma è un ulteriore modo di porre al "centro" la
profonda conoscenza dell'uomo così com'è

di Laura Maria Mariani-Masini

Evi Crotti , Alberto Magni, Ad ogni bambino il suo sport, Edizioni Red , Milano 2010

Non è un manuale, non è indirizzato solo alle persone del settore o esclusivo per gli addetti ai lavori (la vasta gamma di coloro che si occupano dell'infanzia e delle loro più disparate problematiche) ma, secondo l'inconfondibile stile degli autori Evi Crotti e Alberto Magni, che attiene al rigore scientifico, chiarezza espositiva ed immediate individuazioni tematiche, è un ulteriore modo di porre al "centro" la profonda conoscenza dell'uomo così com'è; ed in questo caso del bambino e dello sport. Essi prendono il bambino per mano, lo pongono su di un piedistallo e con la scelta di un linguaggio penetrante ed efficace lo analizzano sì con gli occhi degli esperti studiosi, ma soprattutto con quelli dell'amore smisurato per un essere che è in divenire e, quindi, a maggior ragione, il lavoro viene sviluppato col massimo rispetto a lui dovuto.

Per ciascun bambino, qui considerato nella prima fase di scolarizzazione fino all’adolescenza, è scrupolosamente analizzato sia un disegno che la scrittura, fornendo per entrambi apposite spiegazioni chiare e di facile fruibilità. Al termine ne scaturiscono appropriati suggerimenti circa lo sport o gli sport maggiormente idonei per il bambino-ragazzino.

Viene così fornita la chiave per aprire le porte ad una lettura consapevole ed attenta di ogni capitolo.

Meraviglioso il tratteggio dei caratteri per ciascun bambino: dall’iperemotivo al perfezionista, allo svogliato e via dicendo.

E' come se gli autori desiderassero porsi, con discrezione, al fianco dei genitori essere con loro cooperanti e percorrere al loro fianco la strada dell’interazione attiva, sempre ponendo in primo piano solo il bene del bambino, anche quando si tratta della scelta di uno sport che, forse ai meno attenti, sembrerebbe un qualcosa di semplicistico o poco importante per colui che diventerà un uomo. Di chicche se ne trovano di molteplici:

- dalla consulenza della Dott.ssa Anna Rabbi, medico omeopata, con indicazione dell'idoneo fiore di Bach al termine della tematica trattata nell’apposito capitolo;

- indicazioni e informazione generali del CONI per ciascuno sport; sulle funzioni dell'apprendimento e dello sviluppo motorio durante il ciclo della prima fase della vita del bambino (5-10 anni);

- gli aspetti concernenti l'evoluzione neurofisiologica del bambino, sempre con accurata analisi;

- citazioni di filosofi e, a chiusura del libro, note stilate da un filosofo, da un allenatore ed ex calciatore che meritano di essere meditate;

- il concetto che "lo sport non impegna solo il fisico, ma coinvolge anche la sfera emotiva" pervade un po' tutta l'opera.

A metà percorso del libro si passa all’analisi dello "Sport Uno per Uno" dove viene riproposto il filo conduttore: interazione analisi disegno-scrittura-spiegazioni-richiami e suggerimenti.

Ogni sport è introdotto da breve citazioni degli atleti più conosciuti (ecco un'altra chicca) da Cova a Juri Chechi, Federica Pellegrini, A. Lucchetta e poi A. Tomba, Yogi Berra, R. Baggio, V. Rossi, M. Galiazzo (scoprite voi gli altri nomi perché ve ne sono di veramente importanti e conosciuti). In poche parole tutte le discipline sportive sono qui elencate, esaminate e illustrate sia sotto i loro aspetti positivi che in quelli critici. Nulla è sfuggito agli autori.

Beh, cari genitori è proprio un libro per voi, dedicato a voi; leggetelo con la predisposizione de "genitori non si nasce ma si diventa giorno dopo giorno". E, come sarebbe bello se voi poteste o voleste leggerlo con i vostri figli! Sarà allora lettura e rilettura, meditazioni e discussione, scambi di opinioni, dunque una vera e attiva interazione. I genitori potranno scoprire aspetti dei loro figli forse fino al quel momento a loro sconosciuti o inaspettati. Si sa in questa vita nulla è dato per scontato.

Un testo che può e dovrebbe successivamente fuoriuscire dall'ambito famigliare per essere condiviso con gli allenatori, con gli insegnanti di educazione fisica e non, perché no fra gli stessi bambini?

Il commento più semplice che sgorga dal cuore: come tutti i libri degli autori Evi Crotti e Alberto Magni, si leggono dapprima tutti d'un fiato (troppe sono le curiosità che suscitano); quindi, inevitabilmente, si ritorna più volte su ciascun capitolo, pagina, disegno, suggerimento e l’anima si arricchisce, sempre. Ciò che questa loro nuova fatica ci vuol trasmettere è che "coltivare il talento con l'amore per il fiore da noi più amato lasciando i tempi giusti" e sottolineerei ancora con più vigore, perché questo fiore è un BAMBINO.

Annunci
Altri articoli