Anno nuovo: consigli per accettare il corpo

L'anno nuovo chiede di avviare un nuovo percorso, basato sulla consapevolezza e l'amore verso se stessi, evitando gli eccessi di autocritica

Con l'avvio dell'anno nuovo, di solito prendono vita una serie di idee e buoni propositi di forte ispirazione: un percorso importante da seguire per i successivi 12 mesi, così da ottenere maggiore benessere e felicità. Il più gettonato riguarda l'accumulo dei chili e del peso, in concomitanza con le feste, che sprona ad affronatre diete e sessioni sportive. In realtà, quello che il nostro corpo e la nostra mente chiedono con insistenza è una ricerca concreta di un equilibrio che sia mentale e fisico, che possa offrire solo benessere e serenità. Se non serve per motivi di salute, ovvero se i chili in eccesso non sono un limite importante, non è necessario stressarsi con diete e privazioni e neppure affaticarsi in palestra, specialmente se non si ama lo sport. L'umore di questo nuovo anno deve condurci verso una migliore consapevolezza di noi stessi, una conoscenza che garantisca positività e rispetto, e che sproni verso una migliore accettazione del proprio essere. Buoni propositi, idee, suggerimenti, azioni da mettere in pratica, per avviare un percorso di vita migliore e ricco di felicità.

  • Social network: i social network sono pieni e stracolmi di immagini di bellezza distorta, foto in apparenza motivazionali di un prima e un dopo raggiungibili in apparenza con poca fatica. Pagine dedicate a diete, fitness e trucco dove l'eccesso è spinto verso l'estremo e potrebbe invogliare a seguire regimi alimentari dannosi per la salute. Meglio eliminare ciò che ci fa sentire inadeguati preferendo modelli più realistici e in linea con la società che ci circonda, così silenziando pagine social troppo estreme;
  • Alimentazione: seguire un'alimentazione sana e bilanciata è importante, ma sforzarsi di trangugiare prodotti che non si amano è del tutto sbaglitato. Meglio preferire un pasto sano, con alimenti che si adornao, ovviamente senza esagerare con grassi e quantità dannose per la salute ma senza rivolgere l'attenzione solo a prodotti troppo limitanti;
  • Moda: scegliamo abiti e linee in sintonia con il nostro essere e il nostro corpo, senza farci condizionare da mode e taglie eccessivamente strette. Il look deve rispecchiare l'indole personale senza svilire il nostro animo;
  • Giudizio: basta con i giudizi troppo serveri e l'autocritica estrema, ma via libera alla compassione e al rispetto verso noi stessi. Non devono mancare affetto, sostegno e rispetto, utili ad andare avanti, indispensabili alla motivazione personale;
  • Sport: se l'allenamento che si segue non soddisfa è bene cambiarlo, non è necessario seguirlo solo per motivi di peso, meglio invece provare qualcosa di nuovo ogni mese fino ad individuare quello giusto per il proprio benessere;
  • Look sportivo: per sentirsi motivati ad affrontare un po' di sport è bene scegliere il giusto look, magari una maglietta colorata, un pantalone comodo ma tecnico e una t-shirt con scritte motivazionali;
  • Grasso: è indispensabile modificare l'atteggiamento che si ha verso il grasso in eccesso, perché con il tempo si può trasformare in critica e pregiudizio verso se stessi e verso chi è in sovrappeso;
  • Discorsi sul corpo: è necessario frenare commenti e discorsi sul corpo e sulla forma fisica, magari sileziando tecnologicamente i profili social degli amici ossesionati dalla bilancia e dal corpo perfetto. Strategia che si può attuare anche dal vivo cambiando discorso;
  • Sensazioni: assaporare il cibo con gusto e consapevolezza rende il pasto più intrigante, per questo è bene concedersi qualche secondo per osservare il piatto e annusare il profumo della pietanza. Qualche respiro prima di iniziare a mangiare rallenterà la foga verso il cibo, aumentando l'interesse verso i dettagli e la situazione;
  • Imperfezione: l'estremo giudizio verso noi stessi ci spinge a cercare sempre l'appovazione e la perfezione, rischiando di digerire male i fallimenti. Ma cadere è importante perché aiuta a crescere, per questo è bene risultare imperfetti almeno una volta al mese, magari misurando noi stessi con attività non in linea con il nostro essere;
  • Cura: amare se stessi, con questo corpo e con questo taglio di capelli, prendendosi cura del benessere senza attendendere la forma perfetta o il momento migliore.