Essere felici è possibile: tre consigli dagli esperti

La felicità non è impossibile da raggiungere e, a confermarlo, è uno studio realizzato dall’Università di Harvard: per una vita sana sono di fondamentale importanza i rapporti sociali

Ansa

La felicità è un concetto tanto bello quanto astratto: molti filofosi e scrittori si sono cimentati nell'impresa di ricercarla e descriverla nella sue forme sfuggenti. Arthur Schopenhauer gli ha dedicato un libro diviso in massime, uno dei più famosi su questo tema, "L'arte di essere Felici". Alla fine, però, ciò che ne emerge è un nugolo di consigli, difficili sia da comprendere che da applicare.

In realtà sembra che sia possibile essere felici con poco. A sostenerlo è uno studio realizzato dall’Università di Harvard, condotto per un lunghissimo periodo di tempo, in cui sono stati esaminati scientificamente due gruppi diversi di persone. Dal 1938 i ricercatori hanno monitorato ogni due anni il grado di soddisfazione del campione e ogni cinque anni il loro stato di salute, attraverso analisi del sangue, delle urine ed elettrocardiogrammi.

Il risultato non è poi così difficile da immaginare: l'uomo, per essere felice, ha bisogno di rapporti umani e sociali, purché siano sinceri e duraturi. A confermare la tesi c’è un altro studio, del 2014, pubblicato sulla rivista Social and Personality Psychology Compass, secondo cui l’umore, il sonno e il benessere generale vengono compromessi, anche in maniera grave, dalla solitudine. Lo diceva a suo modo già Aristotele: "l'uomo è un animale sociale".

Dallo studio di Harvard gli esperti hanno ricavato tre semplici consigli per vivere felici:

  • Avere rapporti stretti. Il gruppo di volontari che afferma di avere rapporti stretti con la famiglia e gli amici, sta meglio ed è più in salute;
  • Dare importanza alla qualità e non alla quantità dei rapporti. Dallo studio emerge, infatti, che le persone che hanno rapporti sentimentali sereni, anche se non si convoglia a nozze, sono più in salute e felici rispetto, ad esempio, a coppie sposate e famiglie in cui si litiga spesso. Lo stesso consiglio vale per le amicizie: avere tanti amici virtuali sui social non è produttivo, piuttosto bisognerebbe concentrarsi su poche cerchie di conoscenze di qualità;
  • Puntare su un matrimonio stabile. Secondo quanto esaminato negli anni dagli studiosi, avere al proprio fianco un partner comprensivo e su cui contare nei momenti di sconforto è molto importante per il benessere psicofisico. Ne consegue che un matrimonio duraturo regala felicità.

Nei test sperimentali è stato evidenziato anche che le persone sposate, senza aver subito divorzi o separazioni, hanno avuto punteggi sulla memoria più alti rispetto agli altri. Un'altra ricerca del 2013, pubblicata sulla rivista PLOS ONE, conferma questa tesi: aveva infatti suggerito che un matrimonio felice potesse aiutare le coppie a stare alla larga da malattie come la demenza senile e l’Alzhaimer.

Commenti

Tommaso123

Sab, 02/04/2016 - 15:33

E un articolo saggio, la nostra felicita punta sempre di piu sui rapporti umani e sociali che sulla ricchezza e sulla qualita della vita, questi ultimi anche contano per ottenere un felicita ma non piu di una soddisfazione spirituale basata sulla comunicazione con gli altri, un vera amicizia comporta un felicita senza prezzo, cerchiamo la nostra felicita.