L’amore aumenta le difese immunitarie nelle donne

L’innamoramento è vissuto dalle donne come una cascata di emozioni e reazioni fisiologiche senza limite e controllo. L’amore aumenta le difese immunitarie dell’organismo femminile. Lo conferma uno studio americano pubblicato sulla rivista Psychoneuroendocrinoloy

L’innamoramento nelle donne scatena una potente reazione immunitaria.

L’amore è percepito dalle donne come una cascata di emozioni e reazioni fisiologiche che non sono facili da controllare e misurare. Il corpo femminile quando si innamora produce battiti accelerati del cuore. Secondo gli scienziati americani, l’amore è molto di più di un virus.

L’innamoramento consente di proteggerci dalle malattie perché provoca l’innalzamento delle difese immunitarie. A dimostrarlo è una recente ricerca realizzata dall’Università Tulane a New Orleans e della California a Los Angeles. Lo studio in questione ha seguito circa quarantasette donne per due anni. Esse sono state monitorate sia durante la fase dell’innamoramento, del rapporto di coppia o dei momenti di abbandono e solitudine.

Da questo accurato monitoraggio è emerso un cambiamento evidente delle fluttuazioni immunitarie durante la fase dell’innamoramento. L’amore è stato considerato dagli scienziati americani che hanno condotto lo studio suddetto, un’esperienza significativa per l’esistenza di ogni donna.

L’amore incide molto sul benessere fisico e psicologico della donna. Gli analisti si sono resi conto che quando le donne che hanno partecipato si innamoravano erano più vitali, energiche. Le loro cellule marker della difesa immunitaria risultavano più produttive ed efficienti. Nei periodi di solitudine e abbandono invece si registrava un risultato opposto e le donne tendevano ad ammalarsi di più.

La ricerca americana sull’innamoramento delle donne ha dimostrato che il sesso femminile vive questa importante esperienza esistenziale in maniera diversa rispetto agli uomini. Le donne infatti sono più predisposte ad accogliere i cambiamenti fisiologici e psicologici rispetto al sesso maschile. È come se nella fase dell’innamoramento, il corpo femminile si preparasse già ad accogliere l’esperienza della gravidanza.

I ricercatori americani hanno pubblicato la ricerca nel dettaglio sulla nota rivista Psychoneuroendocrinology. Il direttore dell’indagine, il Dott. Damian Murray della Tulane University ha dichiarato espressamente che essa potrebbe ampliarsi successivamente al mondo maschile. Non ci si aspetta però di ottenere i medesimi risultati perché l’organismo maschile risponde diversamente all’amore perché non deve prepararsi fisiologicamente e psicologicamente ad eventuali gravidanze.