Come liberarsi dai sensi di colpa in ferie

Nonostante le ferie siano un diritto dopo un anno di lavoro il 95% degli italiani si sente in colpa nel lasciare l’ufficio per qualche settimana. Ecco i consigli dei psicologi per liberarsi dai sensi di colpa e godersi il meritato riposo

Con l’arrivo dell’estate cresce la voglia di andare in vacanza per concedersi un meritato periodo di tempo da dedicare al relax e al divertimento. Nonostante sia nostro diritto andare in ferie, il 95% degli impiegati soffrono di sensi di colpa. Ciò li spinge a mantenerli reperibili anche quando vanno in vacanza. Si assiste così ad un controllo costante di mail di lavoro per continuare ad essere costantemente aggiornati su ciò che accade in ufficio durante la propria assenza.

Questo comportamento non giova per niente al proprio benessere psico- fisico. Si rischia di tornare in ufficio più stressati di prima, stanchi e irascibili. In Francia si è addirittura fatto ricorso ad una legge specifica in grado di garantire il “diritto al distacco”. Se ci si concede una pausa dal lavoro, gli psicologi consigliano di staccare realmente per ricaricarsi mentalmente e fisicamente. Ecco i consigli degli esperti per godere al massimo di una meritata vacanza senza essere invasi da inutili sensi di colpa:

- Disconnettersi dal mondo: spegnere il cellulare o al massimo disattivare la connessione. Godersi a pieno il “qui e ora” della vacanza senza distrazioni o interruzioni;

- Fare quello che ci fa star bene: dedicarsi ad attività piacevoli che consentano alla mente di distrarsi e non pensare al lavoro vi consentiranno di rilassarvi quando sarete in preda al nervosismo e all’ansia;

- Prima di partire costruire un programma di emergenza: per sentirsi più tranquilli prima di partire per le vacanze occorrerebbe controllare tutte le scadenze imminenti. Serve per pianificare le priorità in maniera efficace. Sarebbe opportuno delegare ciò che è rimasto in sospeso o incompiuto ad un collega fidato;

- Aprirsi alle novità: in vacanza sperimentate ogni giorno qualcosa di nuovo. Vi aiuterà a non temere ciò che non conoscete e ad accoglierlo come fonte di creatività;

- Fare tanto movimento: fare passeggiate, nuotate stimolano la positività e vi consentono di fare il pieno di energie vitali.