La resilienza: alleata per una vita felice

Come trasformare gli eventi stressanti e dolorosi in occasioni di crescita personale

Ci sono eventi nella nostra esistenza che lasciano inevitabilmente il segno perché sono stressanti, traumatici e dolorosi. Di fronte ad essi ci si sente destabilizzati. Riuscire a trasformare questi eventi spiacevoli in occasioni utili per la propria crescita personale non è per niente semplice. Essi ci paralizzano e non ci fanno evolvere come dovremmo.

La psicologia evolutiva consiglia di potenziare una capacità umana come la Resilienza che è una potente alleata nella conquista della felicità che tanto desideriamo e meritiamo. Prima di essere utilizzato dalla letteratura piscologica il termine “Resilienza” è nato all’interno dalle scienze dei materiali. Con “resilienza” si fa riferimento alla capacità del ferro di resistere alle forze esterne. Allo stesso modo l’essere umano è capace di ristrutturarsi di fronte ai fallimenti utilizzando al meglio la razionalità e il problem solving. La resilienza ci permette di cogliere i lati positivi delle difficoltà e delle avversità; ci fa sentire più forti, combattivi e perseveranti. Essa è capace di trasformare il “dolore” in occasioni utili e benefiche.

La resilienza è una risorsa dell’essere umano; è parte di noi! Per risvegliarla va allenata nel quotidiano seguendo questi utili consigli:

- Non piangerci addosso: le lamentele non permettono alle energie vitali di fluire liberamente perché attirano la negatività. Invece di sprecare tempo ed energie vitali occorre allenare il problem solving ossia la capacità di trovare delle soluzioni concrete ai problemi e alle difficoltà sfruttando la creatività che è in ognuno di noi;

- Non giudicare: sforzarsi di non essere troppo critici nei confronti delle situazioni, delle persone e di se stessi. Occorre valutare tutto con obiettività per generare nuove visioni del mondo;

- Essere nella dimensione del “qui” e “ora”: avere le antenne sintonizzate sul mondo esterno ed interno: dobbiamo essere continuamente connessi con ciò che ci accade. Bisogna vivere intensamente e da” protagonisti” la propria vita. Ogni occasione anche la più scontata o frivola può tramutarsi in una possibilità da cogliere senza paure e limiti;

- Essere ironici: l’ironia ci permette di non prenderci troppo sul serio; è una dote contagiosa e ha un effetto benefico sul cervello umano perché infonde positività;

- Esercitare la flessibilità: sapersi adattare alle molteplici situazioni amplia le diverse prospettive del mondo e le possibilità di azione. E’ utile mettersi nei panni di un'amica in difficoltà e cercare di capire come risolveremmo in prima persona la situazione.

Commenti
Ritratto di Giano

Giano

Dom, 27/05/2018 - 22:19

Ma voi credete davvero a quello che scrivete? E pensate che il bracciante calabrese o la signora Gavina della Gallura sappiano cos’è la resilienza ed il “problem solfing”, o che gli interessi saperlo? E poi siete sicuri che i consigli forniti in queste poche righe siano facilmente attuabili ed abbiano qualche utilità pratica? Come si fa ad essere ironici? Basta volerlo, oppure bisogna frequentare uno speciale master? Ce lo dite nel prossimo articolo?