Soffri di mal d’auto? Ecco come superarlo

Il mal d’auto o chinetosi è un disturbo molto comune che non consente di godersi i viaggi verso le mete vacanziere. Provoca nausea, vomito, sudorazione eccessiva, tachicardia. Ecco i consigli degli esperti per affrontarlo al meglio

Il mezzo più utilizzato per raggiungere le mete vacanziere si conferma l’automobile. A rovinare una bella gita al mare o in montagna si può rivelare la chinetosi conosciuta, nota come “mal di viaggio”.

A provocare questo disturbo comune diffuso soprattutto tra i bambini, le donne e i soggetti che soffrono di emicrania è un’incongruità tra gli stimoli vestibolari e quelli propriocettivi. Nei soggetti che soffrono di mal d’auto infatti si registra una sorta di ipersensibilità del centro dell’equilibrio. Esso è situato all’interno dell’orecchio. Quando quest’area percettiva è moto sollecitata si soffre di nausea, vomito, pallore, sudorazione eccessiva, tachicardia e sudorazione fredda e sonnolenza.

Questi sintomi si registrano maggiormente quando si è seduti sul sedile posteriore di un veicolo. Si verificano quando si osserva con attenzione un punto interno dell’abitacolo e all’improvviso l’auto subisce un’accelerazione improvvisa o esegue una svolta imprevista. Si crea in questo caso una netta incongruità tra le informazioni di derivazione visiva con quelle vestibolari, legate al movimento. Ed è così che il cervello va letteralmente in tilt e ci sentiamo letteralmente destabilizzati.

Ecco i consigli degli esperti per affrontare al meglio questo problema:

- Sedersi avanti: sedersi accanto al guidatore serve per concentrarsi sulla strada e non assecondare il malessere;

- Si ad uno spuntino leggero e salutare: al bando pasti troppo pesanti ed elaborati quando si deve affrontare un viaggio in auto. Prediligete spuntini leggeri a base di frutta, verdure fresche, grissini, crackers, frutta secca. Evitare di bere bibite gassate o alcoliche;

- Distrarsi durante il viaggio: ascoltare musica o intrattenere con interessanti chiacchierate il guidatore serve per affrontare il viaggio con una marcia in più;

- Programmare soste intelligenti: fare diverse soste durante il percorso per refrigerarsi, rigenerarsi con un caffè;

- Combattere la nausea con rimedi naturali: per contrastare la nausea, il principale sintomo di questo disturbo può essere utile assaporare un pezzetto di zenzero. Indicati e molto efficaci sono anche i braccialetti antinausea. Essi agiscono esercitando una pressione su un punto di digitopressione localizzato nel polso e che è in grado di influenzare la nausea.

Commenti

dredd

Gio, 20/06/2019 - 10:54

Ci sono i farmaci anti nausea e consigliate i braccialetti?