In Liguria il primato degli ipertesi

In tutta la regione crescono bronchiti, artrosi e allergie

La Liguria è al primo posto in Italia per i malati multicronici e detiene anche il record in negativo degli ipertesi. Crescono inoltre bronchite, artrosi e allergie. Cala il diabete. E non basta. La bilancia rivela tanti chili in più. E due grandi sorprese irrompono anche in Liguria: la sindrome di Vico o del malato ping pong e la sindrome di Giobbe. È questo il desolante quadro che emerge dal Rapporto «L’Italia dice 33» presentato ieri a Roma alla viglia del congresso della Fadoi (Federazione Associazioni Dirigenti Ospedalieri Internisti). «Sono tanti i malati – dice Giovanni Mathieu, presidente della Fadoi – che, una volta dimessi dall’ospedale sono costretti a breve termine ad un nuovo ricovero perché sul territorio non c’è continuità assistenziale. Sono i malati ping pong, quelli complessi e critici. Un ping pong che si gioca fra la corsia e la casa: ci si ammala, si va in ospedale, si viene curati e poi dimessi. Ma il territorio non dà sufficiente assistenza, per di più a casa c’è la solitudine e così si torna in ospedale. Per alcuni è una storia senza fine. Il malato è anche colpito dalla sindrome di Giobbe perché deve sempre aspettare: per una visita, un’analisi, un letto, un’operazione. Pazienti sì, ma non si sta esagerando?».
Ecco in dettaglio come la Liguria dice 33 attraverso i dati di Istat, ministero della Salute e Osservasalute.
Come si sente? Bene, grazie. «Come va in generale la salute?». A questa domanda in Liguria il 74,9 per cento degli intervistati dall’Istat nel 2003 – ultimo dato disponibile – ha risposto di godere di un buono stato di salute, meno della media nazionale (75,4). Un anno prima a dichiarare di sentirsi in buona salute in Liguria era stato il 71,3 per cento.
Le malattie croniche. In Liguria il 40,2 per cento degli intervistati dall’Istat nel 2003 ha denunciato di soffrire di almeno una malattia cronica (35,9 per cento in Italia) e 23,1 su cento hanno dichiarato almeno due malattie croniche (19,4 il dato nazionale). Dei malati cronici in Liguria 48,3 su cento hanno dichiarato di sentirsi in buona salute, più della media italiana (47,7 per cento). La Liguria, per quanto riguarda i multicronici, è al primo posto in Italia.
Le malattie croniche che tormentano di più in Liguria. Le malattie croniche più frequentemente indicate in Liguria sono l’artrosi e l’artrite (22,6 per cento) e l’ipertensione (16,4), i dati italiani sono rispettivamente del 18,9 e del 12,9 per cento. Seguono le malattie allergiche con l’8,1 per cento (8,5 il dato italiano); la bronchite cronica, inclusa l’asma bronchiale, con il 6,9 per cento (6,4 il dato italiano); i disturbi nervosi con il 5,4 per cento (4,1 il dato italiano); l’ulcera gastrica o duodenale con il 3,6 per cento (3,3 il dato italiano); le malattie del cuore con il 3,5 per cento (3,9 il dato italiano) e il diabete con il 3,4 per cento (3,9 il dato italiano).
Fra tutte le regioni, la Liguria presenta l’incidenza più alta di persone con ipertensione (insieme all’Umbria).