"Maduro spende 400mila dollari per il compleanno di Fidel Castro"

Esplode la polemica in Venezuela per la delegazione in visita a Cuba al compleanno di Fidel Castro, l'opposizione e la corte di "militari e ballerine" mentre: "I venezuelani non hanno medicine"

“Maduro ha speso 400mila dollari per andare a festeggiare il compleanno di Fidel Castro”. L’accusa arriva dal vicepresidente del partito d’opposizione Progetto Venezuela, Carlos Berrizbeitia che dalle colonne del quotidiano El Nacional fa i conti in tasca alla missione cubana del governo di Caracas, guidato proprio dall'ex delfino di Hugo Chavez, Nicolas Maduro.

Parafrasando polemiche “antiche”, secondo quanto denuncia il parlamentare di minoranza, Maduro ha portato con sè “in vacanza” una corte di “militari e ballerine” per festeggiare il compleanno del lìder maximo Castro che ha compiuto novant’anni il 13 agosto scorso. Spendendo una cifra elevatissima in uno dei momenti più delicati, sul fronte interno, della politica venezuelana.

“Non era necessario farsi il viaggio a L’Havana con l’aereo presidenziale che costa ai cittadini 25mila dollari ogni ora di volo e inoltre il presidente Nicolas Maduro ha portato con sè cantanti, giornalisti e amici per per far gli auguri a Fidel. Il conto supera i 400mila dollari perché la comitiva di Maduro superava le ottanta persone ed è rimasta a L'Avana per una settimana".

L’esponente dell’opposizione ha poi aggiunto: “Solo per gli spostamenti, il vitto e l’alloggio della missione, che è rimasta nella capitale cubana per una settimana dall’8 fino al 14 agosto, la carovana governativa di militari, ministri e giornalisti ci è costata 15mila dollari al giorno per un totale, a fine viaggio, di almeno 105mila dollari. E poi c’è da contare le spese della trasferta per la televisione di Stato, per quanto è stato pagato a cantanti, tecnici, ballerini, intrattenitori e musicisti”.

L’accusa che chiosa l'attacco finale dell'opposizione all'esecutivo socialista di Maduro è al vetriolo: “Tutto questo succede mentre i venezuelani non hanno cibo e medicine e si muore, negli ospedali, quando ci sono le emergenze che i sanitari non riescono più ad affrontare”.

Commenti
Ritratto di ezekiel

ezekiel

Mer, 17/08/2016 - 13:26

Povero Venezuela come ti sei ridotto. Questa è la fine che fanno i paesi che sono in mano a governi comunisti. Italia stai attenta!

ziobeppe1951

Mer, 17/08/2016 - 15:06

Questo è il paese che piace ai kkkattokkkomunisti, fame, miseria, tanto c'è Dio che vede e provvede

cgf

Mer, 17/08/2016 - 17:28

proprio ieri pensavo quanto sarebbe bello tornare in Venezuela, in particolare el Parque Nacional Canaima. Se prima con Chavez era già dura, ora è impossibile, pobre Venezuela

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 17/08/2016 - 17:38

Amano così tanto i poveri, che cercano di aumentarne il numero.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 17/08/2016 - 23:10

Seguo costantemente i tg sudamericani. In Venezuela non sanno come mettere insieme il pranzo con la cena, non ci sono medicine, gli scaffali vuoti, i piú fortunati vanno a fare la spesa in Colombia. Cuba non sta meglio. E questi tamarri festeggiano. Ma festeggiate sto par ciufoli che é meglio.

blackbird

Gio, 18/08/2016 - 01:00

@Leonida55: Esatto! E gli oppositori rosicano perchè gli elettori sono contenti di impoverirsi e continueranno a sostenere Maduro! Italia insegna.

levy

Gio, 18/08/2016 - 07:54

Prendono il potere promettendo di togliere ai ricchi per dare ai poveri, ed inoltre non consentono a chi ne è capace di produrre la ricchezza,e se la producono ,sempre per il bene collettivo, la tassano oltremisura o la confiscano. Ovviamente il paese finisce in miseria e si ribella, allora rafforzano la protezione di se stessi e del loro potere fino a diventare dittatori circondati da militari. Questa è la storia di Chavez e di Maduro.