Mafia Capitale, il libro delle mazzette. "Alla Cicciona 2500 euro"

Spuntano due quaderni con la contabilità segreta di Mafia Capitale. E il tariffario delle persone pagate

Salvatore Buzzi, braccio destro di Massimo Carminati nella cupola affaristica romana

Nuovi dettagli sull'inchiesta "Mafia Capitale". Spunta la contabilità segreta della banda di Carminati, l'ex Nar che secondo gli inquirenti sarebbe stato a capo del sodalizio criminale che controllava gli affari più importanti in tutta la città di Roma. Il "libro mastro" delle mazzette, su due quaderni, uno bianco e uno rosso, scritto dalla segretaria di Salvatore Buzzi, l'uomo della "Cooperativa 29 giugno", considerato il braccio operativo per gli appalti di Mafia Capitale. Le persone che ricevevano soldi sono indicate con delle sigle. Lo sforzo degli investigatori è concentrato su quella lista, setacciando ogni riga e ogni sigla, per cercare di risalire a tutti i nomi dei beneficiati dalla banda. 

"Allora, mi servono due e cinque per la Cicciona, mille e cinque per Coratti (Mirko, ex presidente del consiglio comunale, ndr), uno per Figurelli (Franco, capo segreteria di Coratti, ndr), mille per il sindaco di Sant'Oreste, so sette. E se alla Cicciona non glielo do, cinque, sei. Eccoli qua, questa segnamo Gramazio e l'altro chi era?". E' il contenuto di una delle numerose intercettazioni dei Ros tra Buzzi e Carminati. Richieste che devono essere verificate, per trovare o meno riscontri, sui due quaderni su cui Nadia Cerrito, la segretaria, teneva la sua precisa contabilità.

Il 27 maggio viene registrata un'altra conversazione ritenuta importante, tra Buzzi, il suo collaboratore Guarany e altri due uomini. Buzzi è molto seccato perché gli affari con l'Ama (rifiuti e ambiente di Roma, ndr) non vanno come lui sperava. Ma di chi è la colpa? Secondo Buzzi è di qualcuno che lui ha pagato ma che, nonostante questo, mette i bastoni tra le ruote: "Senti io allora fra poco vedo l'amico Friz e glielo dico che noi gli abbiamo dato un po' di soldi per amicizia... anche perché non ci rappresenta politicamente, posso dirgli questo? Un "cip per buona volontà", poi se non gli basta e vuole diventare pure nemico ci diventa, non ci frega un cazzo, anche perché con quella cifra me compro il Consiglio Comunale, no tu che dici?".

Come già scritto in precedenza al centro degli affari ci sono anche i campi rom. In un'intercettazione dell'11 aprile, come ricorda Repubblica, Buzzi parla dell'ampliamento del campo rom di Castel Romano. Lui intende mettere le mani su quell'affare e si sente abbastanza sicuro, perché dal Comune lo hanno rassicurato (lo avrebbe fatto Emanuela Salvatori, responsabile dell'Ufficio rom): "Quello che dice lei - spiega Caldarelli a Buzzi - è 'noi paghiamo 300 persone e in realtà sono 150'".

A parlare di "libro nero" sono proprio Buzzi e Carminati, come appurano gli inquirenti dalle intercettazioni. Tra loro affrontano temi di questo genere: quanti soldi dare a questo o quel funzionario comunale compiacente, come "ricompensare" quel direttore della municipalizzata. E nei quaderni ci sono le annotazioni precise dei soldi da dare al "Cecato" (Carminati). Con una tecnica molto collaudata volta a non lasciare traccia degli illeciti. "Lo sai che faccio? - spiega Carminati a Buzzi e ad altri della Copperativa 29 Giugno - . Io l'aggiorno e poi mi strappo gli ultimi, capito come? Prendo, confronto e l'ultimo lo strappo".  Tanta accortezza evidentemente serviva per occultare prove di illecito a carico. 

Buzzi, trasferito in un carcere nel Nuorese, ieri ha partecipato all'udienza del tribunale del Riesame. E ha reso dichiarazioni spontanee: "Con Carminati ci eravamo conosciuti in carcere anni fa. Poi ci siamo rincontrati nel 2012. Non abbiamo fatto nulla di illecito". Il suo avvocato sottolinea che Carminati era solo un "dipendente" della cooperativa 29 Giugno. E Buzzi ha preso le distanze da Carminati anche a livello ideologico. Lui tiene a far sapere di non aver nulla a che fare con l'estrema destra. E neanche con la sinistra. Lo spiega così: "Qui non è questione di 'Mondo di mezzo' (la definizione data da Carminati, ndr) ma di destra e di sinistra. Io ho vinto appalti con amministrazioni diverse". 

Commenti

paco51

Gio, 18/12/2014 - 09:56

E' tutto normale! NON C'è UN APPALTO IN ITALIA CHE NON SIA PRE-ASSEGNATO. CON RICONOSCIMENTO A CHI DECIDE E SMAZZA LA CARTE. Sfido chiunque a tirare fuori un fascicolo , con intercettazioni segrete fatte prima della gara, e poi veder come sono andate effettivamente le cose: Puoi fare quello che vuoi, se la norma è riconducibile ad una formula matematica, si è in grado di intervenire alla grande PRIMA DURANTE E DOPO.. C'è un solo metodo sicuro. fai la gara con la media ed aggiungi un decimale a tre cifre alla media , il valore del decimale da aggiungere è dato dal ministro ( come media di tre valori di tre ministri)la mattina della gara e pubblicato su internet alla ore 12 quando inizia l'apertura delle buste, che va fatta sino alla fine senza rinvii. questo vale per tutta italia regioni e provincie speciali incluse. Altrimenti è meglio rinunciare-.

Boxster65

Gio, 18/12/2014 - 10:15

Che Paese l'Ita(g)lia. Nel mio Paese ideale, Carminati, Buzzi e tutti i politici corrotti sarebbero passati per le armi. Con questo sistema avremmo un bel contenimento della popolazione dal punto di vista demografico.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Gio, 18/12/2014 - 10:36

Se codesti disonesti, venissero seriamente condannati (e quando parlo di serietà è proprio quello che intendo) mi piacerebbe vedere in faccia quelli che avrebbero il coraggio di criticare la condanna. Poi, se potessi, farei condannare anche loro. Basta patria del diritto: è necessaria la patria del DOVERE!

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Gio, 18/12/2014 - 10:45

Ieri ho ascoltato su un TG l'intervista all'avvocato di Buzzi. Ascoltando le parole dell'intervistato, mi sono indignato, per le scusanti che blaterava; sembrava come se, con la sua arringa, scagionasse questo farabutto e i suoi compari, agnellini sacrificati sull'altare mediatico: secondo l'avvocato questa gente non ha toccato un cent, e anzi, ....! Mah, si resta di stucco a vedere come possano essere dati avvocati difensori a certa gentaglia. Li darei in pasto al popolo. Se in Italia siamo a questo punto, dove le tasse non bastano mai, è proprio grazie a questa gente, che reputo più pericolosa di assassini, perché sono assassini delle risorse monetarie di noi italiani.

DIAPASON

Gio, 18/12/2014 - 10:50

Sono 15 giorni che manco dall'Italia, mi domando e domando a qualcuno se ancora il TG3 apre il notiziario con la banda della magliana oppure a iniziato con le COOP rosse.

Ritratto di gabrichan46

gabrichan46

Gio, 18/12/2014 - 11:02

Un attimo, fermi con le condanne. Ci sarà tempo. Quello che vorrei, da parte di una magistratura onesta, una indagine che parta dalla nascita della cooperativa (o delle cooperative) dagli appalti ottenuti dalle passate amministrazioni comunali, fino agli aspetti grigi dell'inchiesta odierna. Quando sento il sindaco Marino dire che il malaffare nasce dai tempi della giunta Alemanno mi nascono due domande: l'indagato Odevaine da quando è al Comune? Perché in 18 mesi di governo si è lasciato che tutto procedesse indisturbato?

scipione

Gio, 18/12/2014 - 11:02

E continuano stalinianamente : " non abbiamo fatto nulla di illecito ".E Orfini se la prende con il Prefetto.Da manicomio stalinista.

Gioa

Gio, 18/12/2014 - 11:12

un avvocato che difende buzzi carminati.....ma come fanno!!. Per soldi? Abbiamo visto quanto per soldi si possa arrivare a fare e da parte di questi avvocati a blaterale. Prima c'è l'uomo poi l'avvocato. COME PUO' UN RAPPRESENTANTE DELLA LEGGE BLATERARE L'INNOCENZA DI COSI' IMMENSI CRIMINALI. Se un avvocato riesce a blaterare in favore di questa GENTAGLIA...non sarà come loro...MA SIMILE!!. AVANTI A TUTTA ROTTA PER PORTARE ALLA LUCE I NOMI DEI SOGGETTI PER FORTUNA NON BEATIFICATI!!. LIBRO NERO, ROSSO SICURO SPUNTERA' ANCHE IL LIBRO ROSSICCI!!. SIAMO VERAMENTE STUFI DI PAGARE PER QUESTA GENTAGLIA DISONESTA, DELIQUENTE CHE ALLE SPALLE DI NOI ONESTI ITALIANI. QUANDO ALLE SPALLE DELLA DELIQUNEZA MAFIOSA, "NDRANGHETA C'E' L'ISTTUZIONE ALLORA IL REATO ASSUME UNA GRAVITA' SENZA PRECEDENTI!!. VOGLIAMO UN ITALIA PULITA DOVE CHI INGIUSTAMENTE SI E' COSTRUITO IL "PROPRIO AVVENIRE" PAGHI E FORTE!!.

Gioa

Gio, 18/12/2014 - 11:14

SOLDINI PUBBLICI PER INTERESSI PROPRI....E' ORA DI FINIRLA. CHI HA COMMESSO IL REATO PAGA LA SUA INGIUSTIZIA CHI COMPLICE PAGA QUANTO IL DELINQUENTE CHE SIA: MAFIA, "NDRANGHETA, CAMORRA!!.

Casaitaliana

Gio, 18/12/2014 - 11:26

ila vosa assurda in tutto questo che n un paese schifoso come questo hanno ancora il coraggio di ammazzare le persone di tasse .... ma cosa aspetta la gente a fare uno sciopero fiscale vero ???

agosvac

Gio, 18/12/2014 - 12:42

Egregio gabrichan46, è ovvio che marino dia tutte le colpe ad alemanno, mica le può dare a sé stesso! Ma recentemente il signor buzzi ha sostenuto che la manfrina era cominciata fin dall'amministrazione rutelli, ben prima di quella alemanno! Del resto uno dei massimi esponenti del malaffare, certo odevaine, era vice di veltroni, il che è quanto dire!!!

Mechwarrior

Gio, 18/12/2014 - 13:21

Ancora vi dividete destra/sinistra? sveglia!!!! qui rubano tutti

atlantide23

Gio, 18/12/2014 - 15:00

Sono indignata (si’ ora questo aggettivo abusato e’ necessario) perche’ ho sentito , per l’ennesima volta, il solito disonesto sinistro, tale speranza, ieri dalla gruber , fare il panegirico dell’ onesta’ di quel furfantello di marino, proclamandolo “ baluardo contro la corruzione e la disonesta’. Mi sembra chiaro che cosi’ la corruzione non si sconfiggera’ mai. E per l’ennesima volta chiedo ai giornalisti , ai politici che SANNO CHE marino non e’ quello specchio di onesta’che la sinistra si ostina a spacciare pubblicamente : PERCHE’ TACETE ? I sinistri, le cronache insegnano , non si farebbero scappare l’occasione per fare il solito j'accuse contro la destra. Dai diciamolo , nella lotta politica la sinistra ha una marcia in piu’ .

atlantide23

Gio, 18/12/2014 - 15:32

@Mechwarrior e' assolutamente vero. La porcata e' che i sinistri sembra che ci siano capitati per caso, in quella cloaca e che marino sia uno specchio di onesta' . E invece non e' vero perche' marino e' quello che, per fregare un po' di soldi alla soc.americana per cui lavorava, esibiva doppia fattura, finche', scoperto, l'hanno costretto a dare le dimissioni con una lettera di accettazione delle stesse, da far paura, per la vergogna. E invece il furfantello, candidato dal PD, si e' presentato alle elezioni di sindaco di roma e i romani, ignoranti o menefreghisti, non saprei, l'hanno votato.

flip

Gio, 18/12/2014 - 15:40

ma questi delinquenti di amministratori pubblici e non , (ora in galera) continuano a percepire lo stipendio mensile? Perché oltre la beffa abbiamo anche il danno.

flip

Gio, 18/12/2014 - 16:17

MechWarrior. hai perfettamente ragione. solo che quelli di sinistra, da sempre, si presentano come paladini dell' onestà della correttezza fatta uomo, della chiarezza nei propositi e tante altre belle balle che incantano i loro elettori ai quali viene raccontata un' altra storiella. TG3 docet!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Ven, 05/06/2015 - 07:11

Ma é mai possibile che in Italia non ci sia una divisa militare pieni di attributi? Purtroppo il marcio é talmente esteso che solo un BISTURI deciso puo' estrirparlo. Lo so, questo vuol dire rivoluzione con sangue, del resto era questa l'intenzione del Partito Armato del dopo guerra. Ancora negli anni 70 ricordo bene, si ritrovavano arsenali d'armi perfettamente conservate.Allora se rivoluzione deve essere , che sia, pero' devono essere debellati tutti i marci,nessuno escluso.