Maltempo, notte da incubo in Sardegna. Morta una donna

Continua il maltempo in Sardegna. Frane, allagamenti e gravi disagi per i cittadini. Una donna di 45 anni è morta nelle campagne di Assemini, a circa 10 chilometri da Cagliari

Prosegue la forte ondata di maltempo che ha colpito la Sardegna, con le precipitazioni che sono riprese in modo intenso. Dopo diverse ore di ricerca èstato trovato il corpo della donna di 45 anni dispersa dalle 3 del mattino nelle campagne di Assemini, a circa 10 chilometri da Cagliari. Tamara Maccario si trovava in auto, con il marito e tre figlie, quando è rimasta bloccata dall’acqua che ha invaso la strada nella località Cortexandra, tra le statali 130 e 131. I cinque hanno subito abbandonato il mezzo nel tentativo disperato di mettersi in salvo. Ce l'hanno fatta tutti, tranne la signora Maccario, risultata dispersa. Le ricerche sono andate avanti tutta la notte e proseguite al mattino. Il corpo senza vita è stato trovato alla foce del canale, a valle rispetto al luogo dove è stata recuperata l'auto, in una zona pianeggiante non lontano dai centri commerciali alla periferia di Sestu.

Un elicottero HH-212 dell’80° Centro Combat SAR di Decimomannu (Cagliari) è stato impiegato nella ricerca della famiglia dispersa. Tre delle persone sono state soccorse dalle squadre a terra, il capofamiglia recuperato con il verricello dell’elicottero. L’equipaggio, allertato dal Comando operazioni aeree di Poggio Renatico (Ferrara) su richiesta della Prefettura, è decollato alle 2.10 del mattino dalla base aerea di Decimomannu per dirigersi nelle vicine campagne di Assemini, dove le squadre di soccorso a terra erano già impegnate nella ricerca dei 5 membri della famiglia. L’utilizzo degli speciali visori notturni in dotazione all’equipaggio ha consentito, nonostante le pessime condizioni del tempo e visibilità, di individuare uno dei componenti della famiglia, un uomo di circa 55 anni, che è stato prontamente recuperato calando l’aero-soccorritore tramite il verricello di soccorso. L’uomo è stato immediatamente messo in salvo.

Il maltempo ha imperversato per tutta la notte: tra mezzanotte e le 4 del mattino il momento più critico, con decine di chiamate di diversi sindaci che hanno contattato la sala operativa della protezione civile regionale. Capoterra, Uta e Assemimi i centri più colpiti nel Cagliaritano; San Vito, Castiadas e Villaputzu nel Sarrabus. Diversi gli interventi per soccorrere persone rimaste intrappolate, oltre alle cinque tra le statali 130 e 131. Sempre nella notte altri due dispersi sono stati trovati e messi in salvo ancora nella campagne di Assemini. Tutto l’apparato è mobilitato nel Sud della Sardegna dove restano chiuse la strada 195, che collega il capoluogo a importanti centri come Pula, Capoterra e Sarroch, oltre che la raffineria della Saras. Stamane si prevedono forti disagi per le migliaia di pendolari che saranno di fatto impossibilitati a raggiungere Cagliari. Resta in vigore l’ordinanza che prevede scuole, parchi e uffici pubblici chiusi.

La protezione civile regionale è stata impegnata anche nel Sarrabus dove, a causa dall’acqua e degli smottamenti, sono stati chiusi alcuni tratti della provinciale 49 e della statale 389. La fase critica delle precipitazioni si sarebbe esaurita nella notte. Resta comunque alta l’allerta con codice rosso. Prevista pioggia abbondante per l’intera giornata.