Maltempo, il Tevere sorvegliato speciale

Le cattive condizioni meteo continuano a imperversare sulla Penisola. Preoccupano le esondazione nel Centro Italia mentre al Nord molte strade sono ancora bloccate dalla neve. Nuova allerta per la piena del Tevere

Milano - La perturbazione che sta interessando l’Europa, con neve e gelo, non ha concesso alcuna tregua all’Italia: piogge, temporali e nevicate abbondanti hanno provocato diversi disagi in buona parte delle regioni del centro-nord. E oggi si rischia di replicare.

Allerta per il Tevere Nuova allerta per il possibile innalzamento del livello delle acque del Tevere per le copiose piogge delle ultime ore. Dopo l’allerta della Protezione civile, la questura ha intensificato i servizi della polizia fluviale. I natanti della Polizia già da ieri stanno, infatti, perlustrando le rive del Tevere. L’obiettivo, come già in occasione della scorsa settimana, è quello di bonificare le aree lungo il fiume da eventuali presenze di senza fissa dimora, preservandone l’incolumità. Tra i compiti della polizia fluviale anche la verifica della presenza di oggetti pericolosi in acqua. L’attività della polizia fluviale viene integrata da quella degli equipaggi delle volanti, che si occupano di controllare i punti critici per il livello delle acque attraverso il monitoraggio dei ponti, anche in questo caso, per verificare la presenza di passanti che possano accedere alle aree a rischio. L’attività di controllo viene effettuata in stretto raccordo con la Protezione civile del Campidoglio e la prefettura, garantendo un costante flusso informativo in grado di ottimizzare la modulazione dei servizi in base all’evolversi degli scenari. 

L'Aquila allagata I maggiori disagi nelle zone dell’Abruzzo, con le zone colpite dal terremoto invase dall’acqua. L’esondazione dei fiumi hanno provocato l’evacuazione di oltre 200 persone. Anche nel Sannio le piogge hanno provocato molti disagi, tra cui una frana in località Pantano, alla periferia di Benevento: i vigili del fuoco hanno sgomberato cinque famiglie e hanno poi chiesto l’intervento dei tecnici per verificare la tenuta di alcuni tralicci dell’Enel. Problemi legati ai fiumi nel Lazio: critica la situazione del Velino e del Liri. Il Tevere nella notte ha raggiunto i 12 metri.

Autostrade bloccate Al nord, invece, è stata la neve a provocare i problemi maggiori. Particolarmente colpite, ma senza grossi disagi per la circolazione, le autostrade e i trafori. Chiusa per neve nell’entroterra genovese la strada provinciale 72 di Alpepiana, al confine con la provincia di Piacenza, in comune di Rezzoaglio.