Mancano solo gli orali Oggi la terza prova

Si è conclusa la terza e ultima prova scritta degli esami di stato. Si trattava di un "quizzone" su cinque delle discipline oggetto di studio durante l'anno, test diversi scelti da ogni commissione. La maggior parte degli istituti ha scelto i quesiti a risposta libera. E alla fine della settimana cominceranno i colloqui orali

Milano - Non mancano che gli orali per metter fine alla maratona di studio dei 500 mila studenti che quest'anno sono alle prese con la Maturità. Oggi in tutti gli istituti superiori si è svolta la terza e ultima prova degli esami di maturità. I ragazzi hanno dovuto rispondere a dei test che, a differenza delle due precedenti prove, sono predisposti non dal ministero dell'Istruzione, ma dalla stessa commissione esaminatrice.

La terza prova Stando ai dati diffusi dal ministero della Pubblica istruzione, le commissioni si sono orientate in maniera prevalente, sui quesiti a risposta libera, con una percentuale del 48,8%, che risulta anche superiore a quella del 2006 (45,92%). Al secondo posto nella scelta delle commissioni esaminatrici si è piazzata la tipologia mista di quesiti e test con una percentuale del 19,1% rispetto al 21,79% dello scorso anno. I questionari con risposta multipla sono stati scelti nel 15,5% dei casi (15,81% nel 2006), mentre la trattazione sintetica di argomenti, con il 14,5%, risulta anche quest’anno vincente nei licei. Ancora parziali i dati relativi alle scelte effettuate nei licei artistici e negli istituti d’arte: nella maggior parte di queste scuole è ancora in corso lo svolgimento della seconda prova scritta, la cui durata va da tre a cinque giorni.

Prove articolate Dalle scelte delle Commissioni emerge la tendenza a verificare la preparazione dei candidati attraverso prove articolate e argomentate, tali cioè da consentire a ogni studente la personalizzazione del proprio lavoro. Dalle indagini compiute dagli Ispettori negli istituti sede d'esame è emerso, poi che la grande maggioranza degli studenti ha ritenuto la terza prova formulata in maniera coerente con gli argomenti studiati durante l’anno. L’indagine è stata effettuata su un campione dell’84%, pari a 20.755 Commissioni-Classe su un totale di 24.863.

Il punteggio Nei prossimi giorni l'esame entrerà nel vivo, con i colloqui orali e la fase finale della maturità. Si inizierà a parlare di voti e c'è chi comincerà a fare i calcoli per raggiungere il minimo per "uscire" dalle superiori: 60/100. Il punteggio finale sarà il risultato della somma di un credito scolastico (al massimo di 20 punti calcolati sulla media scolastica degli ultimi tre anni e delle attività formative svolte), del risultato delle prove scritte (45 punti massimi, 15 per prova) e della prova orale (35 punti massimi).

Bonus e lode Chi dovesse raggiungere 70 punti tra credito scolastico e punteggio delle prove, potrà vedersi assegnato dalla commissione un bonus di 5 punti. E chi raggiungerà i 100 punti potrebbe vedersi assegnare la lode. Off-limits, anche in questo caso, per telefonini, palmari, pc portatili e qualsiasi dispositivo che possa creare un collegamento con l’esterno o con Internet.