Mercatini di Natale: è boom in Alto Adige

A 19 anni dalla sua prima edizione, quello di Bolzano vive una crescita esponenziale: l'anno scorso, giro d'affari di 100 milioni di euro. Al ponte dell'Immacolata traffico in tilt

Il Mercatino di Natale nacque a Bolzano 19 anni fa; e, da allora, l'iniziativa si è diffusa un po' in tutto l'arco dolomitico; in Alto Adige, ma anche nelle province di Trento e Belluno. Nel suo cammino, i mercatini, nati come espressione di colore, si sono trasformati in un un business di grosse dimensioni.
A Bolzano, il mercatino lo scorso anno ha attratto non meno di 600 mila persone, salite a circa un milione, se si aggiungono i visitatori dei mercatini degli altri centri altoatesini; il corrispondente giro di affari, è stato valutato in oltre 100 milioni di euro; questo, senza contare il movimento relativo ad alberghi e viaggi. Nei fine settimana, a Bolzano città i 2.800 posti letti sono stati tutti coperti; e, nel ponte di Sant'Ambrogio, si sono riempiti anche i posti letto dei comuni viciniori.
Quest'anno, il Mercatino di Bolzano ha aumentato il numero degli esercizi, estendendo l'area di svolgimento, oltre piazza Walther, nelle vie adiacenti; ed ha avuto un esordio promettente; inaugurato il 27 novembre, con un buon afflusso di ospiti, ha visto crescere in misura esponenziale i visitatori durante il ponte dell'Immacolata, al punto che i vigili urbani hanno dovuto gestire nel giro di poche ore l'arrivo di oltre 3 mila camper e circa 200 bus e già in mattinata hanno dovuto chiudere al traffico il centro della città, con i parcheggi tutti occupati anche nella zona della fiera, nella zona industriale.