Per i presidenti tanti flop

Dal dopoguerra ad oggi, solo due volte il partito del presidente ha guadagnato seggi al Congresso. George W. Bush è l’unico ad aver conquistato seggi in entrambi i rami

Washington - Nelle elezioni statunitensi di midterm, che si tengono ogni quattro anni a metà del mandato del presidente, il partito che occupa la Casa Bianca è stato quasi sempre penalizzato. Dal 1862 si contano 37 elezioni di midterm, 34 delle quali hanno segnato la vittoria dell’opposizione. Dal dopoguerra ad oggi, solo due volte il partito del presidente ha guadagnato seggi alla Camera (nel 1998 e nel 2002, rispettivamente con Clinton e Bush), e quattro volte al Senato (1962, 1970, 1982, 2002). George W. Bush è l’unico ad aver conquistato seggi in entrambi i rami, nel 2002. Ecco una tabella riassuntiva dei seggi persi (-) e guadagnati (+) dal 1946 al 2006.

Anno / Presidente / Camera / Senato
1946 - Harry Truman (Dem): - 45 seggi - 12 seggi.
1950 - Harry Truman (Dem): - 29 seggi - 6 seggi.
1954 - Dwigt Eisenhower (Rep): - 18 seggi - 1 seggio.
1958 - Dwigt Eisenhower (Rep): - 48 seggi - 13 seggi.
1962 - John Kennedy (Dem): - 4 seggi + 3 seggi.
1966 - Lyndon Johnson (Dem) - 47 seggi - 4 seggi.
1970 - Richard Nixon (Rep): - 12 seggi + 2 seggi.
1974 - Gerald Ford (Rep): - 48 seggi - 5 seggi.
1978 - Jimmy Carter (Dem): - 15 seggi - 3 seggi.
1982 - Ronald Reagan (Rep) - 26 seggi + 1 seggio.
1986 - Ronald Reagan (Rep): - 5 seggi - 8 seggi.
1990 - George Bush (Rep): - 8 seggi - 1 seggio.
1994 - Bill Clinton (Dem): - 52 seggi - 8 seggi.
1998 - Bill Clinton (Dem): + 5 seggi invariato.
2002 - George W. Bush (Rep): + 8 seggi + 2 seggi.
2006 - George W. Bush (Rep): - 30 seggi - 6 seggi.
2010 - Barack Obama (Dem): -63 seggi - 6 seggi.