Milano, una donna prete celebra due matrimoni gay

Maria Vittoria Longhitano, sacerdotessa dell'ordine dei «veterocattolici» della chiesa di Utrecht, ha officiato le nozze a Cormano, nell'hinterland milanese, lo scorso 21 maggio.

È stata un prete donna, regolarmente ordinata, a officiare le nozze di due coppie omosessuali (due uomini e due donne) a Cormano, comune della cintura milanese, lo scorso 21 maggio.
Maria Vittoria Longhitano è una sacerdotessa dell'ordine dei «veterocattolici», come rivela il sito blitzquotidiano.it, che ha un centinaio di fedeli e che dipende dalla chiesa di Utrech, regolarmente riconosciuto dal Vaticano.
«Non ci distinguiamo dalla Chiesa di Roma solo per il fatto che abbiamo ministri donne - ha detto la Longhitano - ma anche perché non riconosciamo l'infallibilità di nessuno che non sia Dio, quindi né quella del Pontefice, né quella del nostro Primate e consentiamo a tutti i nostri ministri di sposarsi, ai divorziati di ricevere la comunione e diamo la benedizione alle coppie dello stesso sesso».
La cerimonia è stata celebrata all'aperto e nei giorni precedenti le nozze la sacerdotessa milanese ha ricevuto decine di minacce di morte, tanto che è stata necessaria la presenza dei vigili a presidiare Villa Torretta, dove si è svolto il rito.