Milano, litiga con fidanzata via web e poi tenta di impiccarsi

Un neolaureato di 25 anni, dopo un discussione via internet con la sua ragazza calabrese, è stato salvato da un coinquilino che ha intuito la gravità del gesto, ha sfondato la porta e lo ha sollevato impedendo il soffocamento. Il ragazzo è in prognosi riservata all'ospedale San Raffaele

Ha tentato il suicidio per i problemi d'amore che lo affliggevano, ma prima di farlo, come ultimo gesto, ha mostrato alla fidanzata, via web, la cintura che pochi minuti dopo si è stretto al collo. È accaduto a Milano, in un appartamento condiviso dal giovane, un neolaureato di 25 anni, e da un coinquilino, di 28, che probabilmente gli ha salvato la vita staccandolo dal soffitto prima che sopraggiungesse la morte. Secondo quanto riferito proprio dal testimone ai carabinieri, intorno alle 23 il giovane si è chiuso in camera sua. Da fuori la stanza sembrava avesse una discussione con la fidanzata, che si trova lontana, in Calabria. I motivi della lite non sono noti, ma a un certo punto lui ha minacciato di suicidarsi, e ha detto a lei di collegarsi via internet, con la web-cam. Quando la ragazza lo ha fatto, lui le ha annunciato il gesto facendole vedere una cintura. E si è disconnesso. Pochi minuti dopo ha cercato di impiccarsi, ma a quel punto il coinquilino, che aveva capito che stava avvenendo qualcosa di grave, ha sfondato la porta, lo ha sollevato impedendo il soffocamento e poi ha chiamato il 118. Il giovane ora si trova in prognosi riservata all'ospedale San Raffaele.