Dettagli per l'architettura, leggerezza e luce definiscono gli interni

Aperta fino a sabato 8 aprile la mostra evento space&interiors connessa al Salone del Mobile. A The Mall Porta Nuova nel Brera Design District un suggestivo allestimento racconta le finiture e i materiale della casa contemporanea

I dettagli, nell’architettura, fanno la differenza, anzi, danno forma e valore alla sostanza del progetto d’interni, come diceva Bruno Zevi, “lo spazio è il luogo dove si applicano e si qualificano tutte le manifestazioni dell’architettura”. Ed è questo che si scopre nella mostra evento space&interiors by Made expo, l’unico evento connesso con il Salone del Mobile.Milano che fino a sabato 8 aprile è aperta a The Mall Porta Nuova, nel Brera Design District di Milano, dove le finiture d’interni sono presentate in un suggestivo allestimento curato dello studio Migliore+Servetto.

Edizione numero due di una rassegna che riaccende la luce durante la Design Week sul ruolo centrale dei materiali e delle finiture nella definizione degli ambienti del vivere quotidiano. Sottolineato anche dalla mostra Absolute lightness il cui allestimento interattivo e digitale sottolinea il valore delle finiture nell’architettura contemporanea. Un’area lounge è invece interamente dedicata agli archicocktail, momenti in cui varie personalità del mondo del design e dell’architettura dialogano ogni sera alle con i visitatori sui trend della progettazione e della realizzazione.

La rosa di aziende selezionate presenta innovazioni, formali o strutturali, con esiti interessanti rispetto al ritrovato valore della leggerezza rintracciabile in prodotti diversi come tendenza alla essenzialità, dove la fisicità è alleggerita e smussata tramite l’intelligenza del design e l’innovazione tecnologica: declinata sia nei serramenti di Jansen, Erco srl, Mogs srl e Zanette Group sia inaspettatamente nelle porte di Barausse srl, DI.BI. porte blindate srl, Effebiquattro spa, Legnoform srl, Oikos Venezia srl, Okey, Torterolo&Re e Vighi Security doors spa.

Anche nel campo dei dettagli di architettura, la logica di abbinamento fra design e tecnologia trova applicazione nei nuovi prodotti di Officine Mandelli srl, Oli srl e Salice Paolo srl. L’avanzamento della tecnologia nell’ambito delle decorazioni, come esemplificato dai prodotti presentati da Lu-bek srl, Mazzonetto Wood floors, Renolit Italia srl e Fewood, apre a nuovi risultati incentrati sulla leggerezza: dalla bidimensionalità alla tridimensionalità, all’ampiamento della gamma delle texture, fino all’estrema personalizzazione.

Un’altra rivisitazione della leggerezza ruota intorno al tema della luce, interpretato come integrazione dell’elemento luminoso nel materiale e come progettazione della relazione che il materiale instaura con la luce e con la sua riflessione. In quest’ottica sono le proposte innovative di aziende come Bianchi Lecco srl, Abet Laminati Spa e Oikos srl, in campo dei rivestimenti e finiture, e in campo tessile Effeitalia srl e Giardini Wallcoverings.

Da non perdere le otto sculture nello spazio La luce del marmo presentate da Carrara Fiere, firmate da grandi architetti tra cui Kengo Kuma e Fabio Novembre: sono esempi dell’esito di un processo di esaltazione delle caratteristiche del marmo. Smaterializzandosi nella sua struttura, il marmo permette nuove e impensabili trasparenze e forme che offrono ai designer inedite potenzialità. Le tecnologie avanzate di lavorazione sono poi interpretate nella realizzazione dei loro prodotti da Julia Marmi e da Cluster Arredo Sistema casa. Quest’ultima presenta anche un’interessante ampliamento del campo di applicazione su una serie di altri materiali.

Informazioni: space-interiors.it