Fiera Milano, ricavi in aumento nel primo semestre 2017

Approvata dal consiglio di amministrazione la relazione finanziaria. In aumento manifestazioni ed espositori

Primo semestre del 2017 positivo per Fiera Milano Spa con un progresso in termini di ricavi rispetto al corrispondente semestre del precedente esercizio grazie al contributo di nuove manifestazioni tra cui Lamiera, Tempo di Libri, Versilia Yachting Rendez-Vous, che è parzialmente rettificato da una riduzione del business degli allestimenti che "nel primo semestre 2016 includeva attività non ricorrenti legate ad Expo 2015 e specifiche commesse relative al business non fieristico". E' quanto emerge dalla relazione finanziaria semestrale approvata dal cda presieduto da Lorenzo Caprio.

In sintesi: ricavi consolidati a 141,9 milioni di euro rispetto a 138,6 milioni nel primo semestre 2016; Mol consolidato a 13,5 milioni di euro, penalizzato da alcuni costi straordinari, contro 21,1 milioni nel corrispondente periodo dell’esercizio precedente; Ebit consolidato a 8,4 milioni di euro rispetto a 14,2 milioni nel primo semestre 2016.

Con riferimento al calendario fieristico si segnala la presenza delle manifestazioni biennali anno dispari Tuttofood, direttamente organizzata, e Made Expo, e, per contro, l'assenza della biennale anno pari Mostra Convegno Expocomfort.
Il Margine operativo lordo risulta inferiore al dato del primo semestre 2016, in controtendenza rispetto ai ricavi, principalmente per effetto di alcuni costi straordinari in relazione alla revisione dei processi aziendali e di costi sostenuti per il lancio delle nuove manifestazioni di proprietà, oltre che per il riposizionamento di Bit.

Per quanto riguarda le attività all’estero, il 22 febbraio 2017 è stato sottoscritto il contratto di compravendita delle azioni per la cessione della partecipazione del 75% in Worldex Fiera Milano Exhibitions Co., Ltd., operante in Cina. Il 24 aprile 2017 è avvenuto il closing a seguito del rilascio della nuova business license da parte delle competenti autorità cinesi. La cessione "risponde alla finalità di concentrare tutte le attività del Gruppo in Cina nell’ambito della joint venture con il partner tedesco Deutsche Messe".

ll 20 giugno 2017 il Tribunale di Milano – Sezione autonoma misure di prevenzione ha disposto la revoca del provvedimento di amministrazione giudiziaria della controllata Nolostand Spa. La revoca del provvedimento è arrivata a seguito del "consistente lavoro, condotto in collaborazione con l'Amministratore Giudiziario, con riferimento alle procedure e ai controlli in materia di modello 231 e nuovo organismo di vigilanza, adozione delle procedure di gruppo, contrattualistica e gestione dei fornitori. Il provvedimento era stato disposto con decreto emesso in data 23 giugno 2016 e notificato il 6 luglio 2016 per un periodo di sei mesi prorogato successivamente di ulteriori sei mesi".

Nei primi sei mesi dell'anno si sono svolte 32 manifestazioni nei quartieri fieristici di fieramilano e fieramilanocity e due manifestazioni fuori quartiere, oltre a 16 eventi congressuali con relativa area espositiva. I metri quadrati netti espositivi occupati sono stati 867.150 contro 807.355 dell’analogo periodo dell’esercizio precedente, il numero degli espositori è passato da 14.405 del primo semestre 2016 a 15.215 del primo semestre 2017.

All’estero Fiera Milano ha organizzato invece14 manifestazioni per una superficie espositiva netta occupata di 142.095 metri quadrati, contro 118.605 nel primo semestre 2016. Gli espositori sono stati complessivamente 3.660, contro 3.135 dello stesso periodo del precedente esercizio.

Il primo semestre dell'esercizio ha registrato un andamento positivo, "se pur influenzato da alcuni straordinari ma necessari costi, principalmente di consulenza per la revisione dei processi aziendali".
Fermo restando la revoca del provvedimento di amministrazione giudiziaria della controllata Nolostand, la società "sta proseguendo nel completamento di tutte quelle iniziative intraprese per ottimizzare, correggere ed introdurre nuove regole per una più efficace e sicura gestione delle attività, basate sull’introduzione di nuovi modelli e metodologie di lavoro. L’udienza relativa all’esito della misura di amministrazione giudiziaria riferibile al ramo di azienda degli allestimenti di Fiera Milano, è prevista per il prossimo 28 settembre".

In relazione al business fieristico, la restante parte dell'esercizio "beneficerà degli effetti del calendario più favorevole per la presenza della manifestazione biennale direttamente organizzata Host, leader mondiale nel settore dell'ospitalità professionale. La previsione per l'intero esercizio è quindi, di un Mol in consistente miglioramento rispetto al precedente esercizio, salvo il manifestarsi di eventi o situazioni al momento non prevedibili".
"La Società è confidente in relazione ai risolti temi di governance, che garantiranno una stabilità di gestione, un rinnovato focus sul business e la definizione della migliore strategia aziendale".