Malpensa Express, in vent'anni 40 milioni di passeggeri. Più posti per lo stop di Linate

La prima corsa al Terminal 1 il 28 maggio 1999 alle 9.45 da Milano Cadorna. Nel periodo di chiusura per lavori dell’aeroporto del Forlanini dal 27 luglio al 27 ottobre prossimi i treni potranno trasportare il 50% di viaggiatori in più

Prima corsa dalla stazione di Milano Cadorna alle 9,45 del 28 maggio 1999 con destinazione finale l’aeroporto intercontinentale di Milano Malpensa, stazione al Terminal 1 dello scalo gestito da Sea. Il Malpensa Express compie vent’anni di attività e continua a trasportare sempre più passeggeri arrivando a 40 milioni dal giorno dell’inaugurazione del collegamento ferroviario. E nel 2018 è stato raggiunto il record annuale con 3 milioni di viaggiatori.

Le 57 corse al giorno iniziali sono diventate 146, una ogni quarto d’ora da e per l’aeroporto. Alla stazione di partenza di Milano Cadorna si sono aggiunte dal 2010 quelle di Milano Centrale e Milano Porta Garibaldi, l’interscambio con le linee AV, internazionali, regionali e suburbane e infine il prolungamento dei binario fino alla nuova stazione del Terminal 2.

In questi vent’anni il servizio di Trenord si è evoluto sia con l’arrivo della nuova flotta di treni Coradia di ultima generazione totalmente accessibili operativi dal giugno 2010, sia per gli investimenti sull’infrastruttura che si estende su rete Ferrovie Nord. Nel gennaio 2010, infatti, l’apertura del tunnel sotterraneo di Castellanza – che transita sotto il fiume Olona – ha consentito di ridurre i tempi di percorrenza delle corse. Il 18 dicembre 2016 è stato aperto il tratto tra Terminal 1 e Terminal 2, sempre sotto la competenza di Ferrovie Nord.

Ora Trenord si prepara ad affrontare l’aumento di passeggeri verso Malpensa nel periodo di chiusura per lavori dell’aeroporto di Milano Linate dal 27 luglio al 27 ottobre prossimi.
“Malpensa Express è pronto per accogliere la sfida della chiusura di Linate e del trasferimento dei voli a Malpensa, in occasione della quale offriremo 18.500 posti in più al giorno, con l’obiettivo di intercettare un nuovo pubblico: miriamo a conquistare mezzo milione di viaggiatori in più ogni anno - sottolinea Marco Piuri, amministratore delegato di Trenord -. In questi venti anni abbiamo maturato una competenza che mettiamo in campo anche per il servizio sugli altri scali lombardi, in primis Linate - collegato alla stazione Forlanini del Passante Ferroviario - e Bergamo Orio al Serio - quando l’aeroporto sarà raggiunto dai binari”.

Per tutto il periodo della chiusura di Linate, Trenord incrementerà quasi del 50% l’offerta giornaliera di posti sulle corse Malpensa Express, che passerà da poco più di 39mila a 58mila grazie a composizioni allungate dei convogli. In particolare, le corse tra lo scalo e Milano Centrale saranno effettuate da convogli Coradia in doppia composizione, passando da 300 a 600 posti a sedere. Sul collegamento Malpensa-Milano Cadorna saranno potenziate – da 300 a 600 posti a sedere – le corse in orario di punta. Negli altri orari, viaggeranno convogli Coradia a 6 carrozze.

Al potenziamento del servizio si affiancherà quello dell’assistenza e dell’informazione: al Terminal 2 i viaggiatori si può già acquistare il biglietto Malpensa Express direttamente nelle aree protette del ritiro bagagli; al Terminal 1 Trenord sta lavorando per implementare postazioni di vendita e di informazione aggiuntivi.

I passeggeri Malpensa Express possono inoltre acquistare i biglietti con carta contactless e tecnologia Nfc: grazie a questa tecnologia, i biglietti sono acquistabili appoggiando la carta o lo smartphone ai tornelli di Milano Cadorna e Bovisa o ai totem a disposizione a Milano Centrale, Porta Garibaldi, Malpensa T1 e T2.
Trenord a giugno lancerà anche il sito malpensaexpress.it completamente rinnovato, ottimizzato per smartphone e tablet.