Si tuffa in piscina e non riemerge, grave un ragazzo milanese

Era in vacanza a Viareggio. Sarebbe rimasto sul fondo della vasca per cinque minuti prima di essere soccorso

Un ragazzo di diciannove anni, residente a Milano, sarebbe ricoverato all’ospedale di Massa in gravissime condizioni. Il giovane si era tuffato nella piscina ma non è più riemerso. Da quanto raccontato sarebbe rimasto ben cinque minuti sul fondo della vasca, senza ossigeno. Tragedia il giorno di Ferragosto in una piscina a Viareggio, comune in provincia di Lucca. Secondo quanto riportato da milanotoday un ragazzo di origini cinesi, ma milanese a tutti gli effetti, sarebbe in gravissime condizioni dopo essersi tuffato in vasca.

Il 19enne non sarebbe infatti più riemerso, restando per almeno cinque minuti sul fondo della piscina. Sarebbe andato in arresto cardiaco in seguito a un principio di annegamento. Appena visto cosa stava avvenendo, i soccorsi sono immediatamente scattati. Sul posto sono iniziate le tecniche di rianimazione, grazie a due rianimatori e a un medico del 118 presenti sul luogo. Prima è stato portato al reparto di rianimazione dell’ospedale Versilia a Camaiore, in seguito, viste le sue condizioni critiche, è stato trasferito in elisoccorso all’ospedale Opa di Massa. E’ stato quindi sottoposto alla terapia con l’Ecmo, cuore-polmone, grazie alla quale il suo battito cardiaco ha ripreso regolarmente.

Secondo una prima ricostruzione il ragazzo stava giocando con alcuni giovani della sua stessa età quando ha avuto un malore. Il personale della capitaneria di porto di Viareggio sta indagando sulla dinamica di quanto avvenuto. Al momento il milanese si troverebbe ancora in prognosi riservata. Potrebbe avere avuto dei danni cerebrali causati dalla lunga assenza di ossigeno a cui è stato esposto.