Viaggi, lo “spirito del luoghi” nelle foto di Polillo in mostra a Malpensa

Uno sguardo diverso sul mondo nella rassegna "Four Corners of the World" allestita fino al 10 settembre al Terminal 1 nella "PhotoSquare" nell’atrio della stazione ferroviaria dello scalo intercontinentale gestito da Sea che anticipa l'avvio della Milano Photo Week

Lo spirito dei luoghi del mondo, le loro atmosfere, la loro anima catturati da un maestro della fotografia come Roberto Polillo, formano un affresco e una visione del viaggio che vanno oltre la classica narrazione documentaristica presentati della mostra Four Corners of the World aperta al pubblico fino al 10 settembre in una location che è la “porta sul mondo” come l’aeroporto di Milano Malpensa, nella PhotoSquare nell’atrio della stazione ferroviaria dello scalo gestito da Sea. Luogo deputato ad ospitare rassegne fotografiche che catturano l’attenzione dei viaggiatori in arrivo e in partenza. Mostra che anticipa l’apertura della terza edizione di Milano Photo Week che si tiene dal 3 al 9 giugno nella metropoli lombarda.

Roberto Polillo da anni gira il mondo e ne fotografa alcuni particolari, quelli che lo colpiscono di più, esplorando le diversità del pianeta con lo spirito del collezionista. Affascinato da luoghi che possiedono quella speciale "magia" che il viaggiatore percepisce immediatamente quando li visita perché comunicano sensazioni che non si dimenticano anche dopo molti anni. Luoghi unici in cui si desidera ritornare. Ma le tecniche tradizionali utilizzate nella fotografia di viaggio non sempre riescono a comunicare queste sensazioni, così le immagini di Polillo sono sempre mosse, i dettagli sono nascosti in modo da portare alla superficie le atmosfere percepite per istinto dal viaggiatore.
Quando l'immagine funziona, evidenzia aspetti della realtà che l'occhio "fermo" non è in grado di percepire: così è possibile catturare relazioni tra forme, colori e elementi della scena che solo il movimento può mostrare esplorando aspetti della realtà che diversamente resterebbero nascosti. Citando lo scrittore Paulo Coelho: “I posti magici sono sempre meravigliosi e meritano di essere contemplati... Stare sempre sul ponte fra l'invisibile e il visibile”.

Le immagini presentate nella mostra sono una selezione tratta dai viaggi di Roberto nei quattro Continenti serviti dall'aeroporto intercontinentale di Milano Malpensa: quattro angoli del mondo con "anime" molto differenti. Europa: Italia, Russia, Islanda; Africa: Marocco, Egitto, Mozambico; Americhe: USA, Canada, Messico, Cuba; Asia: Emirati Arabi Uniti, India, Cina, Giappone, Myanmar.

Nato a Milano nel 1946, Roberto Polillo si è fatto inizialmente conoscere per le sue fotografie di musicisti jazz: negli anni Sessanta ha fotografato oltre un centinaio di concerti, realizzando una galleria molto completa dei più noti musicisti dell'epoca. Queste foto sono state pubblicate su molte riviste, libri, copertine di dischi e presentate in numerose mostre personali. Una sua mostra permanente sul jazz si può visitare nei locali della Siena Jazz University, nella Fortezza Medicea di Siena. Dagli anni Settanta si è dedicato all'informatica, come imprenditore e professore universitario. Appassionato viaggiatore, ha ripreso a occuparsi attivamente di fotografia dal 2003, con una vasta ricerca personale nell'ambito della fotografia di viaggio, con tecniche digitali viaggiando, per quasi 15 anni,in oltre 25 Paesi, dal Medio all'Estremo Oriente, dal Sud al Nord America e in Europa.

FOUR CORNERS OF THE WORLD
Di ROBERTO POLILLO

Aeroporto di Milano Malpensa
Terminal 1 – PhotoSquare atrio stazione ferroviaria
31 maggio - 10 settembre 2019 - ingresso libero
Informazioni: tel. 02 232323
www.rpolillo.photoshelter.com