Missione impossibile per il Camogli a Savona

Paolo Lonegro

Turno infrasettimanale delicatissimo per le liguri nel campionato di pallanuoto. Nel girone 1, la RN Camogli scende alla Cascione d'Imperia per incrociare la RN Savona (ore 20,45 arbitri Brasiliano e Pinato): match proibitivo per i bianconeri di Radjenovic, anche se, nella passata stagione, raccolsero una vittoria contro i Campioni d'Italia insperata. Ma fare punti con il Savona potrebbe rivelarsi troppo importante: l'altra ligure del girone, il Nervi, sarà a caccia di punti a Padova (20,30 Bianchi e Rotunno) e se ci riuscirà sabato prossimo si giocherà alla Sciorba l'accesso al girone d'elite proprio contro il Camogli. Un intreccio perverso, dove non solo lo sport potrebbe fare la sua parte. Già a Padova il Nervi troverà un grosso aiuto dalla dea bendata in quanto la formazione di casa dovrà fare a meno del croato Letica, bloccato da una spalla in disordine. Senza tralasciare una designazione arbitrale abbastanza dubbiosa. Che il "palazzo" abbia il Camogli nel mirino, non c'è dubbio: il deferimento del Presidente Fondelli, per aver rilasciato alla stampa specializzata dichiarazioni ritenute lesive alla dignità della stessa FIN, la designazione per la gara di sabato scorso come giudice unico di Mario Maggio, uomo di "palazzo", sono piccoli segnali, che, alla luce di quanto succederà, potranno ritenersi illazioni o conseguenza di quel potere forte che sta affossando la pallanuoto.
Nel girone due è derby, già scontato a Bogliasco dove alla comunale ( 20.30, Fassino e Taccini) è di scena il Chiavari, mentre al Boschetto di Camogli (20.30, De Cesare e Paoletti) la Pro Recco ospita l'Ortiga di Siracusa. Ma sia per Chiavari che per i siciliani, tutto sarà rimandatao alla partita di sabato prossimo. In palio il girone d'elite.